PDA

Visualizza Versione Completa : Ambulanze private



KLAUS
11-11-2007, 22:02
:) un cordiale saluto a tutti i soccorritori

KLAUS
11-11-2007, 22:03
Mi piace novellino :lol: :lol:

Pascalx
12-11-2007, 08:54
:) Ciao :D :wink:

poletta65
12-11-2007, 09:07
ciao anche da parte mia....
.....ma non capisco cosa c'entra il titolo del thread con un saluto di presentazione...boh.... :?

Match3
12-11-2007, 10:08
benvenuto.... ma ci spieghi cosa volevi dire???

KLAUS
14-11-2007, 18:35
Salve !!!non volevo dire propio nulla soltanto indentificare la mia posizione sono il titolare di una ditta ambulanze private e volevo leggere le opinioni dei soccorritori volontari rivolte alle aziende come la mia. accetto tutto critiche e complimenti che serviranno a migliorare il mio lavoro.
cordiali saluti a tutti i soccorritori.

vittorio
09-12-2007, 16:18
stiamo dando inizio in sardegna ad una nuova avventura , questa volta con una cooperativa, se mi date suggerimenti utili ve ne sarei grato

Pascalx
09-12-2007, 16:26
stiamo dando inizio in sardegna ad una nuova avventura , questa volta con una cooperativa, se mi date suggerimenti utili ve ne sarei grato
:) Se vi serve, visto che siamo della stessa zona in pvt, potrei inviarvi il mio curriculum :D :wink:

GENOVA 40
09-12-2007, 18:11
In quale zona operi?
Io sono favorevole all'apertura di aziende specializzate nel settore, da noi ne esiste una sola e devo dire che non ci crea particolari problemi, fanno il loro lavoro e dai risultati che stanno ottenendo lo stanno facendo bene, visto che parecchie Aziende Ospedaliere gli stanno assegnando parecchi servizi, che tra l'altro noi non saremmo in grado di fare.
Inoltre questa attività diventa sempre più complessa e impegnativa, da noi solo la forza del volontariato se si può chiamare cosi, visto che più dell'ottanta percento del personale sulle ambulanze delle varie croci e pagato con contratti "fantasma", non è più in grado di sopportare la mole di lavoro facendo aspettare i pazienti per ore o addirittura non andando a prenderli. Bisogna che questo lavoro venga riconosciuto come tutti gli altri, quindi avanti le società private che creano posti di lavoro.

novellina
09-12-2007, 18:57
..... Bisogna che questo lavoro venga riconosciuto come tutti gli altri, quindi avanti le società private che creano posti di lavoro.
Quoto al 100%!!

vdsromanord
09-12-2007, 21:33
Un saluto e un benvenuto anche da parte mia al nuovo arrivato Klaus.

il Primario Azzurro
09-12-2007, 22:05
ma come fate ad avere utili che giustificano aprire una croce privata, cn tutti i costi ad essa relativi? in pratica come ci guadagnate? fate urgenze?

xtremematte
09-12-2007, 22:10
:?: :?: :?:

montag140465
11-12-2007, 05:09
Se è una società di trasporto sanitario , con relativi dipendenti , e libri contabili , sono d'accordissimo . Che non si occupino di emergenza però , perchè lucro ed emergenza , laddove c'è un servizio pubblico da svolgere , sono nettamente in contrasto tra di loro ai fini degli standard da mantenere . Ciao .

KLAUS
11-12-2007, 22:13
Salve cerco di rispondere a tutti , noi non facciamo emergenze , primo perche non si guadagna nulla e l'impegno è tanto, comprese le responsabilità dell'emergenza,premetto che io sono stato volontario croce rossa negl'anni dove non esisteva il 118 e tutte le emergenze erano nostre.
per quano riguarda il guadagno è effettivamente poco redditizio , difficile entrare nelle maglie delle onlus , questo e una professione che deve dare piu piacere che denaro, premetto che la nostra azienda non vive solo di trasporti con ambulanze ma di trasporti di persone in generale , dimenticavo gli operatori sulle ambulanze sono soci e tutti seguono regolarmente i corsi di aggiornamento sanitario, siamo preparati alle emergenze pur non facendole, per scelta nostra lacazione Modena sito www.ambulanzeprivatemodena.it (http://www.ambulanzeprivatemodena.it)
Cordiali saluti a tutti
Oberdan

il Primario Azzurro
12-12-2007, 15:27
ho visto il sito, mi sembra un po assurdo come servizio, o almeno mi sembra così strano, anche vedere ambulanza che non fanno urgenze, però sicuramente non ci trovo nulla di male....

Pixxius
12-12-2007, 15:41
Salve cerco di rispondere a tutti , noi non facciamo emergenze , primo perche non si guadagna nulla e l'impegno è tanto, comprese le responsabilità dell'emergenza,premetto che io sono stato volontario croce rossa negl'anni dove non esisteva il 118 e tutte le emergenze erano nostre.
per quano riguarda il guadagno è effettivamente poco redditizio , difficile entrare nelle maglie delle onlus , questo e una professione che deve dare piu piacere che denaro, premetto che la nostra azienda non vive solo di trasporti con ambulanze ma di trasporti di persone in generale , dimenticavo gli operatori sulle ambulanze sono soci e tutti seguono regolarmente i corsi di aggiornamento sanitario, siamo preparati alle emergenze pur non facendole, per scelta nostra lacazione Modena sito www.ambulanzeprivatemodena.it (http://www.ambulanzeprivatemodena.it)
Cordiali saluti a tutti
Oberdan

Raga, secondo me non c'è nulla di male nel fare servizio privato di trasporto sanitario.
E vi dirò di più, quando in reparto serve un'ambulanza si ricorre spesso a queste associazioni qui poichè gli enti onluss rispondono sempre con: Non abbiamo personale disponibilie al momento...

rifletteteci su

pierantonio
12-12-2007, 15:48
Sono totalmente in disaccordo con le Societa' di soccorso privato, mi sembra una vera e propria pazzia farle esistere è uno schiaffo in pieno viso alle Associazioni ed a i Volontari che garantiscono da sempre un servizio essenziale.
Per non parlare poi di che Ambulanze hanno!
Qualcuno mi sa' spiegare come mai loro girano con mezzi che a noi sequestrerebbero dopo cinque minuti?

Match3
12-12-2007, 17:22
Sono totalmente in disaccordo con le Societa' di soccorso privato, mi sembra una vera e propria pazzia farle esistere è uno schiaffo in pieno viso alle Associazioni ed a i Volontari che garantiscono da sempre un servizio essenziale.
Per non parlare poi di che Ambulanze hanno!
Qualcuno mi sa' spiegare come mai loro girano con mezzi che a noi sequestrerebbero dopo cinque minuti?

ma che dici?? è una professione come un'altra... perchè mai sarebbe uno "schiaffo" alle Associazioni di Volontariato??? Se queste realtà esistono e funzionano significa che la richiesta è maggiore dell'offerta... e quindi ben venga!

Perchè mai dovrebbero sequestrare dei mezzi così? Per la livrea??

AngeloneFirenze
12-12-2007, 17:36
No, Match, non per la livrea.

Magari per il suono della Sirena, che ricordo essere legale solo quello della Bitonale e dell'Elettropneumatica..

Patch
12-12-2007, 17:43
seguendo una certa legge economica se il servizio secondario viene svolto da volontari che non prendono un centesimo il trasportato dovrà pagare solo i soldi per il mezzo...ma se anche i volontari non sono volontari ma stipendiati, il trasportato dovrà pagare anche i trasportatori oltre al mezzo....facendo così gravare sul trasportato dei costi non irrilevanti....

Match3
12-12-2007, 17:49
No, Match, non per la livrea.

Magari per il suono della Sirena, che ricordo essere legale solo quello della Bitonale e dell'Elettropneumatica..

scusami.... forse mi son perso per strada oppure non ho letto bene! (sarà che stanotte ho dormito poco) ma da dove esce il discorso sulle sirene?

AngeloneFirenze
12-12-2007, 17:59
Da dove esce? Esce dal fatto che tu ti chiedevi per quale motivo avrebbero sequestrato le ambulanze private. Di sicuro non per la livrea, ma per il suono delle sirene sì, se un'ambulanza non segue i parametri di omologazione sui dispositivi acustici è passibile del sequestro. Alcune ambulanze private hanno questi dispositivi.. e allora dovrebbero sequstrarle solo che al momento della revisione alla Motorizzazione, questi dispositivi vengono staccati.. per poi essere riattaccati successivamente.. Ecco il perchè del "dovrebbero essere sequestrate"..

il Primario Azzurro
12-12-2007, 18:42
Da dove esce? Esce dal fatto che tu ti chiedevi per quale motivo avrebbero sequestrato le ambulanze private. Di sicuro non per la livrea, ma per il suono delle sirene sì, se un'ambulanza non segue i parametri di omologazione sui dispositivi acustici è passibile del sequestro. Alcune ambulanze private hanno questi dispositivi.. e allora dovrebbero sequstrarle solo che al momento della revisione alla Motorizzazione, questi dispositivi vengono staccati.. per poi essere riattaccati successivamente.. Ecco il perchè del "dovrebbero essere sequestrate"..

il discorso della "bitonale" che è l'unica sirena omologata è una delle più grandi str---ate che si sentono!!! tra l'altro è un discorso vecchio e già trattato, ma siccome non a tutti è chiaro, lo ripeto:
il mio presidente, che è un avvocato in uno studio legale di fama. ha svolto una ricerca documentata in merito, ed è emerso questo:
l'unico articolo del codice della strada che fornisce requisiti tecnici in merito a dispositivi di segnalazione supplementare, risale al 1965, che dice in sintesi che le ambulanze devono avere almeno una luce lampeggiante blu a tetto e montata la sirena, UNICA OMOLOGATA, la SIRENA A FISCHIO mod. CS55 LA SONORA, con modulatore di frequenza. a questo articolo, che non ricordo quale sia, è stata fatta una deroga nel 1980, ammettendo all'uso SOLO SPERIMENTALE, la sirena BITONALE in uso ai VIGILI DEL FUOCO, che ne sperimentavano l'efficacia in ambito urbano, in attesa di un'eventuale regolarizzazione, mai avvenuta. la revisione del codice della strada, avvenuta in questi anni, ha stabilito che i mezzi di soccorso debbano aver installati I DISPOSITIVI ACUSTICI E LUMINOSI BLU, senza stabilirne i requisiti specifici, ma facendo riferimento a omologazioni europee. di conseguenza non possono essere dichiarate fuorilegge le sirene a fischio (che risultano a tutt'ora le uniche omologate, paradossalmente, ma solo quello specifico modello)sirene multitono "americane", barre luminose BLU (e non rosse e blu o rosse) purchè abbiano il marchio cee che ne conferisce standard di sicurezza e ne normalizza la vendità. invece il codice stabilisce che le ambulanze debbano avere una banda arancione rinfrangente lungo tutto il perimetro (mettendo in stato di incertezza quelle rosse della CRI, che come per le divise, godono di una specie di deroga) che RIGOROSAMENTE non deve essere coperta sulla superficie, neanche in minima parte da striscie o scritte. Poi devono avere la scritta in negativo sul muso e la croce di esculapio.LA livrea deve essere bianca In maniera simie alla bitonale dei VVFF, in uso sperimentale, è consentito l'uso del giallo per maggior visibilità, anche se per ora è consigliabile utilizzare solo bande e non tutta la livrea.Per tanto le pittoresche ambulanze tipo CROCE AMICA ONE :shock: sono fuorilegge sotto tutti i punti di vista e oltre che essere vergognose, non rispettano nessun requisito. PEr il resto le ditte forniscono ambulanze che rispondono alle norme, a meno di richieste specifiche dei clienti, che se ne assumono responsabilità civili e penali.

AngeloneFirenze
12-12-2007, 20:12
Le multitono non sono omologate ancora. Non ti chiedi perchè tutte le associazioni quando devono fare la revisione vanno dall'allestitore per farsi staccare il quadro, facendo lasciare solo 2 sirene?

Non è una cazzata, poi se altrove le motorizzazioni funzionano a piacer loro, beh, pace.

Ma per questo non voglio dire che non mi piacciono le multitono, sia chiaro!

fritz
12-12-2007, 20:24
Al REAS 2007 ho chiesto personalmente all'allestitore delle "ambulanze" della croce amica one come sono state omologate quelle in esposizione e per tutta risposta mi è stato detto che oramai si omologa di tutto :?: e sarebbero entrate in servizio il lunedi seguente; sul fatto dei lampeggianti rossi e blu mi è stato detto testualmente" in america sono regolari" :?: :?: :?: :?: :?: non sapevo di essermi trasferito... :lol: :lol:

Se vai in un ufficio MCTC non sanno nulla sulle normative riguardanti gli allestimenti x ambulanze, meno male che sono deputati a fare i collaudi.......
siamo allo sbando più totale

il Primario Azzurro
12-12-2007, 20:28
Al REAS 2007 ho chiesto personalmente all'allestitore delle "ambulanze" della croce amica one come sono state omologate quelle in esposizione e per tutta risposta mi è stato detto che oramai si omologa di tutto :?: e sarebbero entrate in servizio il lunedi seguente; sul fatto dei lampeggianti rossi e blu mi è stato detto testualmente" in america sono regolari" :?: :?: :?: :?: :?: non sapevo di essermi trasferito... :lol: :lol:

Se vai in un ufficio MCTC non sanno nulla sulle normative riguardanti gli allestimenti x ambulanze, meno male che sono deputati a fare i collaudi.......
siamo allo sbando più totale

beh allora in pakistan usano le barelle a mano!!! ma che cazzata!

il Primario Azzurro
12-12-2007, 21:01
Le multitono non sono omologate ancora. Non ti chiedi perchè tutte le associazioni quando devono fare la revisione vanno dall'allestitore per farsi staccare il quadro, facendo lasciare solo 2 sirene?

Non è una cazzata, poi se altrove le motorizzazioni funzionano a piacer loro, beh, pace.

Ma per questo non voglio dire che non mi piacciono le multitono, sia chiaro!

io non le amo particolarmente, però sono efficaci. Noi abbiamo avuto una controversia di questo tipo con le forze dell'ordine, le quali sostenevano che le sirene non erano regolari e volevano sequestrare le ambulanze (assurdo e direi criminale). ma dopo la ricerca, che ho detto prima, non hanno potuto che chinare il capo e lasciare le cose com'erano. Perchè alla luce dei fatti, se sono omologate per la vendita e hanno il marchio CEE, possono essere montate e usate, perchè il codice non impone vincoli alle caratteristiche delle sirene. Ci sono alcune sirene e barre,ad esempio cinesi, che costano poco, ma come la maggior parte delle cinesate, sono di pessiam qualità e non presentano nessuna omologazione. queste sono largamente diffuse perchè alcuni clienti vogliono stupidamente risparmiare o alcuni costruttori fanno pagare come originali, mere contraffazioni. Per sicurezza comunque è bene che siano installate le bitonali, così in caso di sinistro non ci sono problemi (se gli strumenti sono a norma) e poi è consigliabile usare le "americane" come supplementari, in quanto l'unica controversia che può emergere è che non sempre sono riconosciute come SIRENE ma come semplici segnalatori acustici generici. Trovo stupido cmq non avere una legge che ufficialmente le legalizzi, in quanto è indubbia l'efficacia che hanno.

KLAUS
12-12-2007, 21:40
Ragazzi qua non si parla altro che di sirene non regolari, ambulanze da sequestrare, ma di volontari che se non ci fossero i lampeggianti blu,la sirena e la divisa se ne andrebbero immediatamente cosa ne pensate ??? io ne conosco tantissimi.
Cordiali saluti
Oberdan

jeppovallelunga
12-12-2007, 21:45
Ragazzi qua non si parla altro che di sirene non regolari, ambulanze da sequestrare, ma di volontari che se non ci fossero i lampeggianti blu,la sirena e la divisa se ne andrebbero immediatamente cosa ne pensate ??? io ne conosco tantissimi.
Cordiali saluti
Oberdan
non rientriamo nella polemica volontariato privatizzazione che di parole sull'argomento ne abbiamo macinato a dismisura ,secondo me possono andare di pari passo basta che il servizio venga fatto bene e la persona trasportata non ci rimetta

GENOVA 40
12-12-2007, 23:00
Come sempre vedo che il problema viene sottolineato dai soliti esaltati, che hanno paura che gli venga tolto il loro giocattolo preferito, forse dalla vita non hanno altre soddisfazioni o sono dei frustrati che pensano di essere importanti solo quando indossano le "loro divise", e si proprio "loro" perche da noi ogni volontario indossa la divisa che vuole,non quella stabilita dalla p.a., possibilmente con mille inserti colorati e cento scritte di corsi svolti o di incarichi vari, sembrano tutti primari, poi al primo incidente grave scappano in cabina per comunicare con la centrale lasciando il ferito in balia di se stesso (vedi vari articoli di giornale), per non parlare delle ambulanze minimo due o tre sirene tutte da usare rigorosamente assieme, addirittura ci sono delle ambulanze che girano con il display rosso posteriore che comunica allla gente in quale codice si sta muovendo il mezzo, assurdo, non aggiungo altro. comunque l'argomento della discussione erano le aziende private, ribadisco la mia piena convinzione che un lavoro delicato come questo e sopratutto le emergenze debbano essere svolte da personale specializzato, preparato ed equipaggiato non da personale occasionale, quindi avanti società private che create posti di lavoro e professionalità visto i vari obblighi di legge il personale deve essere per forza tutto a norma. sfido chiunque a dirmi dove sono non in regola, io potrei fare elenchi di associazioni che utilizzano personale "compensato" lo chiamano cosi con finti rimborsi spesa per pranzi e cene. Inoltre ricordiamo che per le istituzioni i costi di una p.a sono elevati e zero per una società privata, il personale volontario se viene formato bene costa parecchio, e poi non dura più di due o tre anni di servizio e allora bisogna ricominciare con altri sempre che si trovino, senza contare i vari benefici fiscali, iva, carburante, assicurazioni ecc.ecc..
La cosa più banale da noi è la mancanza di obblighi per la disponibilità, se ci sei bene, se no il soccorso verrà svolto da quella più vicina (se c'è), altrimenti come succede quotidianamente il ferito aspetta la prima ambulanza libera. potrei andare avanti ore ma non penso che ne abbiate voglia, guardatevi in giro nelle vostre rispettive sedi, e se ritenete che questa attività vi piaccia, fatela diventare la vostra attività retribuita che vi dare grandi soddisfazioni ed un posto di lavoro.

il Primario Azzurro
12-12-2007, 23:06
Come sempre vedo che il problema viene sottolineato dai soliti esaltati, che hanno paura che gli venga tolto il loro giocattolo preferito, forse dalla vita non hanno altre soddisfazioni o sono dei frustrati che pensano di essere importanti solo quando indossano le "loro divise", e si proprio "loro" perche da noi ogni volontario indossa la divisa che vuole,non quella stabilita dalla p.a., possibilmente con mille inserti colorati e cento scritte di corsi svolti o di incarichi vari, sembrano tutti primari, poi al primo incidente grave scappano in cabina per comunicare con la centrale lasciando il ferito in balia di se stesso (vedi vari articoli di giornale), per non parlare delle ambulanze minimo due o tre sirene tutte da usare rigorosamente assieme, addirittura ci sono delle ambulanze che girano con il display rosso posteriore che comunica allla gente in quale codice si sta muovendo il mezzo, assurdo, non aggiungo altro. comunque l'argomento della discussione erano le aziende private, ribadisco la mia piena convinzione che un lavoro delicato come questo e sopratutto le emergenze debbano essere svolte da personale specializzato, preparato ed equipaggiato non da personale occasionale, quindi avanti società private che create posti di lavoro e professionalità visto i vari obblighi di legge il personale deve essere per forza tutto a norma. sfido chiunque a dirmi dove sono non in regola, io potrei fare elenchi di associazioni che utilizzano personale "compensato" lo chiamano cosi con finti rimborsi spesa per pranzi e cene. Inoltre ricordiamo che per le istituzioni i costi di una p.a sono elevati e zero per una società privata, il personale volontario se viene formato bene costa parecchio, e poi non dura più di due o tre anni di servizio e allora bisogna ricominciare con altri sempre che si trovino, senza contare i vari benefici fiscali, iva, carburante, assicurazioni ecc.ecc..
La cosa più banale da noi è la mancanza di obblighi per la disponibilità, se ci sei bene, se no il soccorso verrà svolto da quella più vicina (se c'è), altrimenti come succede quotidianamente il ferito aspetta la prima ambulanza libera. potrei andare avanti ore ma non penso che ne abbiate voglia, guardatevi in giro nelle vostre rispettive sedi, e se ritenete che questa attività vi piaccia, fatela diventare la vostra attività retribuita che vi dare grandi soddisfazioni ed un posto di lavoro.


beato te che puoi decidere dove come e quando lavorare.
e beato te che hai l'onnopotenza di possedere tutte le risposte...

GENOVA 40
12-12-2007, 23:13
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

finalmente sierra
13-12-2007, 00:03
Come sempre vedo che il problema viene sottolineato dai soliti esaltati, che hanno paura che gli venga tolto il loro giocattolo preferito, forse dalla vita non hanno altre soddisfazioni o sono dei frustrati che pensano di essere importanti solo quando indossano le "loro divise", e si proprio "loro" perche da noi ogni volontario indossa la divisa che vuole,non quella stabilita dalla p.a., possibilmente con mille inserti colorati e cento scritte di corsi svolti o di incarichi vari, sembrano tutti primari, poi al primo incidente grave scappano in cabina per comunicare con la centrale lasciando il ferito in balia di se stesso (vedi vari articoli di giornale), per non parlare delle ambulanze minimo due o tre sirene tutte da usare rigorosamente assieme, addirittura ci sono delle ambulanze che girano con il display rosso posteriore che comunica allla gente in quale codice si sta muovendo il mezzo, assurdo, non aggiungo altro. comunque l'argomento della discussione erano le aziende private, ribadisco la mia piena convinzione che un lavoro delicato come questo e sopratutto le emergenze debbano essere svolte da personale specializzato, preparato ed equipaggiato non da personale occasionale, quindi avanti società private che create posti di lavoro e professionalità visto i vari obblighi di legge il personale deve essere per forza tutto a norma. sfido chiunque a dirmi dove sono non in regola, io potrei fare elenchi di associazioni che utilizzano personale "compensato" lo chiamano cosi con finti rimborsi spesa per pranzi e cene. Inoltre ricordiamo che per le istituzioni i costi di una p.a sono elevati e zero per una società privata, il personale volontario se viene formato bene costa parecchio, e poi non dura più di due o tre anni di servizio e allora bisogna ricominciare con altri sempre che si trovino, senza contare i vari benefici fiscali, iva, carburante, assicurazioni ecc.ecc..
La cosa più banale da noi è la mancanza di obblighi per la disponibilità, se ci sei bene, se no il soccorso verrà svolto da quella più vicina (se c'è), altrimenti come succede quotidianamente il ferito aspetta la prima ambulanza libera. potrei andare avanti ore ma non penso che ne abbiate voglia, guardatevi in giro nelle vostre rispettive sedi, e se ritenete che questa attività vi piaccia, fatela diventare la vostra attività retribuita che vi dare grandi soddisfazioni ed un posto di lavoro.

sembri il Dio del soccorso sceso in terra per insegnare a noi stupidi volontari, come tu ci consideri, cosa vuol dire fare soccorso...aziona il cervello prima di parlare e scrivere belinate come queste...vuoi che il soccorso sia gestito da dipendenti? bene, inizia allora a cacciare dal portafoglio molti più soldi di quelli che stai già cacciando, perchè ci sono da coprire 365 giorni all'anno in tutta italia con personale dipendente...

ti faccio notare, nel caso non capissi bene il concetto forse per incomprensione della lingua italiana, che professionalizzazione del soccorso ha un significato molto, ma molto diverso dal mettere sulle ambulanze solo dipendenti...

poi per piacere non arrampicarti sugli specchi chiedendoci se abbiamo scelto un lavoro, perchè è un discorso che veramente non sta nè in cielo nè in terra...

finalmente sierra
13-12-2007, 00:06
un'ultima cosa: evita per piacere di offenderci definendoci degli esaltati e dei frustrati... e impara l'educazione...

AngeloneFirenze
13-12-2007, 00:29
Klaus, non è il mio caso. Io adoro fare il sociale prima ancora del sanitario.

Per rispondere a Genova, se la tua giornata ha 48 ore al giorno, beh, prestaci anche a noi il GiraTempo di Harry Pottiana memoria..

jeppovallelunga
13-12-2007, 00:30
belin lo sapevo che andava a finire cosi ,dai ragazzi calma e natale e se iniziamo a insultarci non se ne viene a capo

finalmente sierra
13-12-2007, 00:34
mi dispiace, ma un conto è leggere commenti di gente che propone, che analizza i problemi e ne cerca le soluzioni in maniera ragionevole, un conto è leggere commenti di gente che parla solo perchè ha il dono della parola...e permette di giudicarci senza manco sapere chi siamo...

jeppovallelunga
13-12-2007, 00:46
mi dispiace, ma un conto è leggere commenti di gente che propone, che analizza i problemi e ne cerca le soluzioni in maniera ragionevole, un conto è leggere commenti di gente che parla solo perchè ha il dono della parola...e permette di giudicarci senza manco sapere chi siamo...
visto che siete di zena tutti e due magari vi conoscete anche un mp vie vi vedete davanti a una birra a parlare con calma e vedete che si risolve tutto,però una sola che poi dovete guidare :lol: :lol: :lol:
guardate che se non fate la pace vi mando giorgione :lol: :lol:

Pixxius
13-12-2007, 01:34
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

Ahahahah... colpito ed affondato!!!

Devi aggiungere che è pure primario!!!

GENOVA 40
13-12-2007, 01:37
Primo io non ho dato dello stupido a nessuno, visto che tu ti arrabbi immagino di avere pienamente ragione, se vi si tocca il giocattolo vi arrabbiate subito, da noi in caserma e lo stesso problema appena tocchi l'argomento con i volontari scoppia la guerra, però non dicono che quando escono vengono pagati come noi permanenti, e poi nella mia ignoranza so benissimo cosa vuol dire avere dei professionisti a bordo dell'ambulanze, ti domando come mai in altre regioni funzionano già con personale infermieristico e medico fisso sarà che loro sono più bravi di noi? Non credo, il problema vero è che toccare questo mondo sopratutto a genova vuol dire perdere un sacco di voti e allora continuamo a sperare che i volontari garantiscano il servizio ( speriamo che non sia cosi anche in altre parti d'italia), per la cronaca l'altro giorno per un soccorso a persona siamo dovuti uscire con la nostra vecchia ambulanza perchè il caposquadra si è incazzato che l'ambulanza dopo altre venti minuti non arrivava, oppure la settimana scorsa che la golf uno ha dovuto caricare un dolore toracico davanti assieme all'autista, il medico e l'infermiere erano dietro con il parente perchè non c'erano ambulanze ( volete i nomi e i cognomi dei presenti) e io dovrei ancora sperare nel servizio svolto da personale volontario? No mi spiace, chi ha deciso di intraprenderlo come professione bene, venga formato e pagato per il lavoro che svolge e non sottopagato come succede adesso e magari eviteremo tante lesioni permanenti causate da manovre errate svolte da personale inesperto e impreparato.

AngeloneFirenze
13-12-2007, 01:44
Quindi per te un professionista è esente da errori?

Esiste la fallibilità umana, Genova, non credere che la professionalità vada a garantire una maggior quantità, solo qualità fruibile per pochi, ma la qualità è soggetta, come detto alla fallibilità, essere professionista del soccorso non vuol dire necessariamente essere Dio..

jeppovallelunga
13-12-2007, 01:45
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

Ahahahah... colpito ed affondato!!!

Devi aggiungere che è pure primario!!!
pix ricordati del natale

jeppovallelunga
13-12-2007, 01:54
Primo io non ho dato dello stupido a nessuno, visto che tu ti arrabbi immagino di avere pienamente ragione, se vi si tocca il giocattolo vi arrabbiate subito, da noi in caserma e lo stesso problema appena tocchi l'argomento con i volontari scoppia la guerra, però non dicono che quando escono vengono pagati come noi permanenti, e poi nella mia ignoranza so benissimo cosa vuol dire avere dei professionisti a bordo dell'ambulanze, ti domando come mai in altre regioni funzionano già con personale infermieristico e medico fisso sarà che loro sono più bravi di noi? Non credo, il problema vero è che toccare questo mondo sopratutto a genova vuol dire perdere un sacco di voti e allora continuamo a sperare che i volontari garantiscano il servizio ( speriamo che non sia cosi anche in altre parti d'italia), per la cronaca l'altro giorno per un soccorso a persona siamo dovuti uscire con la nostra vecchia ambulanza perchè il caposquadra si è incazzato che l'ambulanza dopo altre venti minuti non arrivava, oppure la settimana scorsa che la golf uno ha dovuto caricare un dolore toracico davanti assieme all'autista, il medico e l'infermiere erano dietro con il parente perchè non c'erano ambulanze ( volete i nomi e i cognomi dei presenti) e io dovrei ancora sperare nel servizio svolto da personale volontario? No mi spiace, chi ha deciso di intraprenderlo come professione bene, venga formato e pagato per il lavoro che svolge e non sottopagato come succede adesso e magari eviteremo tante lesioni permanenti causate da manovre errate svolte da personale inesperto e impreparato.
anche te genova 40 da quanto ho capito sei un "amico" pompiere cerca quindi di non gettare benzina sul fuoco! perchè perdere le capacità del volontario perdendo quindi la capillarità del servizio?e vero che la vocazione del volontariato sta avendo un blocco con i relativi problemi pensa se a fare soccorso fossero solo professionisti quante volte pensi che il pz deve salire sulll'automedica, non ci sono soldi per voi ,dove pensi che li trovino x fare un soccorso di soli professionisti?

GENOVA 40
13-12-2007, 02:01
Non ho detto questo, l'errore umano è concepibile, il problema è un altro a Genova, la realta del soccorso e drammatica, il soccorso è affidato a ben 52 errore a 54 P.A e Cri,ne sono nate due nuove adesso di P.A., la cosa divertente che i Presidenti sono gli stessi in più P.A..
tornando all'argomento ti sembra normale che la convenzione stipulata con il 118 non contenga nessun tipo di obbligo e garanzia sul servizio, tutti i giorni in molte fasce orarie mancano ambulanze e questo non me lo invento sono i tabulati che l'ho dicono, anche se non sono proprio precisi, perchè per chi non lo sapesse più copertura si da (tramite selettiva radio) si riceve un rimborso maggiore sull'assicurazione, radio nuove che saranno consegnate a breve ecc. ecc.anche se poi le chiami e ti dicono non ho squadra. Quindi io mi domando è normale che con tutte le tasse che paghiamo e la carenza di posti di lavoro il servizio di emergenza debba essere ancora svolto dal primo che passa, che magari per tutta la settimana fa un altro lavoro e uno o due turni alla settimana diventa un soccorritore.

montag140465
13-12-2007, 05:16
Primo io non ho dato dello stupido a nessuno, visto che tu ti arrabbi immagino di avere pienamente ragione, se vi si tocca il giocattolo vi arrabbiate subito, da noi in caserma e lo stesso problema appena tocchi l'argomento con i volontari scoppia la guerra, però non dicono che quando escono vengono pagati come noi permanenti,



No . Lo si dice benissimo . E' una sentenza del consiglio di stato a sancirlo . La stessa cosa succede in tutta Europa . Peccato che i volontari abbiano tutta la ragione di esistere , e debbano essere dove i permanenti non devono essere . Per questione di costi e di capillarità . Parola di chi , con i volontari ci lavora ( bene ) quasi tutti i giorni .







....e poi nella mia ignoranza so benissimo cosa vuol dire avere dei professionisti a bordo dell'ambulanze, ti domando come mai in altre regioni funzionano già con personale infermieristico e medico fisso sarà che loro sono più bravi di noi?


Spiegami quali sono queste regioni . Perchè non ne vedo tante , anzi proprio pochine e con enormi problemi . Non nego che il professionista possa portare alcuni innegabili vantaggi . Sulle automediche è fondamentale ed insostituibile la loro presenza . Non ridurre il ruolo dei volontari però . Sono insostituibili . Che poi a Genova ( intendo Genova città ) ci sia una determinata situazione , beh di quello si può ringraziare il 118 , l'ANPAs e quella signora che qualche anno fa ne era presidentessa . Sono loro che hanno distrutto il patrimonio umano che c'era .





.....Non credo, il problema vero è che toccare questo mondo sopratutto a genova vuol dire perdere un sacco di voti .....



Sì , ma questa si chiama politica , non volontariato .




e allora continuamo a sperare che i volontari garantiscano il servizio ( speriamo che non sia cosi anche in altre parti d'italia), per la cronaca l'altro giorno per un soccorso a persona siamo dovuti uscire con la nostra vecchia ambulanza perchè il caposquadra si è incazzato che l'ambulanza dopo altre venti minuti non arrivava, oppure la settimana scorsa che la golf uno ha dovuto caricare un dolore toracico davanti assieme all'autista, il medico e l'infermiere erano dietro con il parente perchè non c'erano ambulanze ( volete i nomi e i cognomi dei presenti) e io dovrei ancora sperare nel servizio svolto da personale volontario?No mi spiace, chi ha deciso di intraprenderlo come professione bene, venga formato e pagato per il lavoro che svolge e non sottopagato come succede adesso e magari eviteremo tante lesioni permanenti causate da manovre errate svolte da personale inesperto e impreparato.




Questo non è colpa dei volontari . Le convenzioni ci sono , e parlano chiaro . Il 118 non le fa applicare ? Il 118 non forma gli equipaggi ? Il 118 non garantisce i soccorsi ? Il 118 non sanziona chi contravviene alle regole ? Non è nelle aziende private di trasporto ed emergenza la risposta . Gli abusi che queste organizzazioni commettono dalle mie parti sono allucinanti . Ed è il volontariato a dare le risposte , anche attraverso l'assunzione di personale dipendente . E la risposta sta anche nelle regole e nel loro rispetto . Dopo tutto qualche anno fa il Comando di Genova , scelse di non fare più servizio di ambulanza . Proprio coloro che ce l 'avevano coi volontari e che si ritenevano dei grandi professionisti portarono avanti queste convinzioni , nonostante la presenza di persone di grande capacità all'interno del comando stesso . Questo come lo definiresti ? Come vedi le risposte sono un po' più complicate di quanto sembrerebbe .



Ciao Genova 40 ed a presto . Ciao a tutti .

finalmente sierra
13-12-2007, 10:21
dopo l'incazzatura di ieri, oggi proverò a essere un pò più diplomatico...

mettiamola così: quando verrà introdotta la figura professionale del soccorritore, che esiste in molti paesi europei e non solo - basta pensare ai paramedici americani-, ossia professionisti debitamente formati e che si possono spingere al di là di quello che oggi è concesso ai soccorritori nostrani, allora riterrò giusto farmi da parte e lasciare il "campo" a questi professionisti più competenti di me...ma purtroppo sappiamo tutti bene che una cosa del genere, per via dei suoi costi e della necessità di garantire una formazione appositamente dedicata, molto difficilmente avverrà...

in assenza di tale figura professionale, l'unica rimasta è quella del dipendente della p.a. o dell'azienda sanitaria, pagato ma non professionista del soccorso...mi spiego?...ebbene, fino a quando l'unica figura "professionale" del soccorso - escludendo ovviamente medico e infermiere- sarà questa, io non vedo per quale motivo un volontario debba farsi da parte... questo perchè molte volte il dipendente è un ex volontario come me e di conseguenza non ha una preparazione diversa dalla mia, o meglio di un volontario che si possa dire "professionale" in quello che fa, per la qualità del suo lavoro e delle competenze acquisite- magari attraverso corsi di formazione pagati anche con le sue tasche. in questo caso converrai, caro genova 40, che volontario e dipendente sono sullo stesso livello, anzi, il più delle volte può capitare che il volontario, essendo la sua una passione, sia molto più preparato del dipendente; oltretutto togliendo il volontariato getteresti tutto nel caos più totale, perchè le p.a. non si potrebbero permettere di pagare della gente 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno, con la conseguente perdita della capillarità sul territorio....

la questione 118 poi è un'altra: è lui che dovrebbe controllare il rispetto della convenzione ma non so se lo faccia, è lui che dovrebbe dirimere le controversie tra p.a. quando una "ruba" il territorio dell'altra ma non lo fa, dovrebbe garantire formazione continua, o meglio controllare gli standard minimi di qualità di ogni p.a. ma non penso lo faccia - vatti a leggere peraltro il topic sugli esami per la licenza dae, vedrai che non siamo solo noi volontari le pecore nere della situazione... questa è una critica ma non un'accusa, evidentemente ci sono altre priorità o non ci sono le possibilità materiali....

tu poi esponi le ragioni di una parte non sapendo quello che c'è dietro una p.a., che non si fema alle urgenze...ti inviterei a trascorrere una mattinata in un qualunque centralino, vedendo con i tuoi occhi cosa significa fare i salti mortali per organizzare i trasporti secondari, garantire il rispetto degli orari nonstante il traffico e le mille esigenze dei trasportati, gente che pur conoscendo la sofferenza non gliene frega niente di quella degli altri e ci mette sempre in condizioni difficili con i loro capricci da bambini, come quei dializzati che pur staccando alla stessa ora dallo stesso ospedale esigono una macchina tutta per sè perchè l'altro gli sta sulle palle... il tutto in un contesto di precarietà economica allarmante, con pagamenti che arrivano - quando arrivano- in ritardo, dipendenti non pagati e fornitori che iniziano giustamente a scaldarsi...

come vedi la situazione non è facile, e togliere il volontariato non farebbe che aumentare delle difficoltà già molto forti...

Match3
13-12-2007, 10:46
Da dove esce? Esce dal fatto che tu ti chiedevi per quale motivo avrebbero sequestrato le ambulanze private. Di sicuro non per la livrea, ma per il suono delle sirene sì, se un'ambulanza non segue i parametri di omologazione sui dispositivi acustici è passibile del sequestro. Alcune ambulanze private hanno questi dispositivi.. e allora dovrebbero sequstrarle solo che al momento della revisione alla Motorizzazione, questi dispositivi vengono staccati.. per poi essere riattaccati successivamente.. Ecco il perchè del "dovrebbero essere sequestrate"..

HAHAHAHA!!!!! UAH! UAH! allora se è per questo andrebbero sequestrate il 90% delle ambulanze italiane (dei Volontari intendo!!!)

Angelone... ma che ti dici??? questi signori non fanno emergenza e se anche hanno installato i dispositivi che emettono segnali di fumo a te che te ne frega???

Le ditte di trasporto sanitario private esistono e ce ne sono molte che lavorano benissimo!

Le eccezioni ci sono sempre... ma un distinguo tra Volontariato e private è assolutamente fuori luogo! Impariamo prima a guardare in casa nostra che è meglio!

Patch
13-12-2007, 11:03
io non posso che essere d'accordo con tutte e due (match3 e finalmente sierra)...state dicendo entrambi cose giuste...

siete solo in disaccordo sull'utilizzo delle ambulanze...

ma siamo in Italia e "paese che vai Italia che trovi..." :wink:

Match3
13-12-2007, 11:08
ti inviterei a trascorrere una mattinata in un qualunque centralino, vedendo con i tuoi occhi cosa significa fare i salti mortali per organizzare i trasporti secondari, garantire il rispetto degli orari nonstante il traffico e le mille esigenze dei trasportati, gente che pur conoscendo la sofferenza non gliene frega niente di quella degli altri e ci mette sempre in condizioni difficili con i loro capricci da bambini, come quei dializzati che pur staccando alla stessa ora dallo stesso ospedale esigono una macchina tutta per sè perchè l'altro gli sta sulle palle... il tutto in un contesto di precarietà economica allarmante, con pagamenti che arrivano - quando arrivano- in ritardo, dipendenti non pagati e fornitori che iniziano giustamente a scaldarsi...

come vedi la situazione non è facile, e togliere il volontariato non farebbe che aumentare delle difficoltà già molto forti...

quoto al 1000%

finalmente sierra
13-12-2007, 11:23
scusa patch in che senso siamo in disaccordo sull'utilizzo delle ambulanze?

Patch
13-12-2007, 12:04
intendevo di come si utilizzano le ambulanze...

jeppovallelunga
13-12-2007, 14:08
montng e finalmente sierra vi quoto al 1000x1000

Patch
13-12-2007, 14:21
una professione che deve dare piu piacere che denaro, premetto che la nostra azienda non vive solo di trasporti con ambulanze ma di trasporti di persone in generale , dimenticavo gli operatori sulle ambulanze sono soci e tutti seguono regolarmente i corsi di aggiornamento sanitario, siamo preparati alle emergenze pur non facendole, per scelta nostra lacazione Modena sito www.ambulanzeprivatemodena.it (http://www.ambulanzeprivatemodena.it)
Cordiali saluti a tutti
Oberdan

:lol: :lol: :lol: più piacere che denaro... :lol: :lol: :lol:

:lol: :lol: :lol: credi anche negli UFO?? :lol: :lol: :lol:

TARIFFE


--------------------------------------------------------------------------------





Costo kilometrico € 1,00

Costo orario di attesa paziente € 15,00

Tariffa minima per ogni servizio € 70,00

I kilometri verranno conteggiati dalla partenza in sede al ritorno in sede

Tutti prezzi sono iva 10% esclusa

Per tutte le vostre richieste telefonate senza indugio ai numeri sotto indicati

Reperibilita 24 ore

pochissimo 70 euro per servizio contro i 20 euro della mia associazione composta da volontari!!!!!!!!!!

finalmente sierra
13-12-2007, 14:34
belin che prezzi...e poi vogliamo togliere le associazioni di volontariato? ti faccio solo presente che la mia croce per i servizi non pagati dalla asl o da ospedali, e quindi a carico della persona trasportata, non applica un tariffario - ad eccezione dei trasporti fuori genova- ma chiede un'offerta libera... è chiaro che se facessimo pagare così caro il servizio avremmo più soldi a fine mese, quindi più ambulanze e più personale, ergo maggior servizio... eccolo il business delle imprese private...

comunque belle le vostre ambulanze...peccato abbiano la croce di malta e targa tedesca... mi ricordi una pubblica delle vicinanze che si pubblicizza con foto di ambulanze scaricate dai siti degli allestitori o peggio da siti di altre associazioni...

YUZNA69
13-12-2007, 15:06
belin che prezzi...e poi vogliamo togliere le associazioni di volontariato?


Effettivamente i prezzi non sono certo popolari, rispetto a quelli che applichiamo noi. Ma in ogni caso sono un'azienda privata e sono liberi di fare quello che gli pare. Sarà poi il mercato a dagli torto o ragione.



comunque belle le vostre ambulanze...peccato abbiano la croce di malta e targa tedesca... mi ricordi una pubblica delle vicinanze che si pubblicizza con foto di ambulanze scaricate dai siti degli allestitori o peggio da siti di altre associazioni...

Complimenti per la vista da superman. :wink:
E pensare che io stavo per fare i complimenti per loro parco macchine. :cry: :cry:

Ecco perchè sono cosi cari, i mezzi partono direttamente dalla Germania e benzina e autostrada costano. :lol: :lol: :lol:

Match3
13-12-2007, 16:28
'azz!!!! ci stavo cascando pure io! :?

Comunque sul tariffario non ci metto bocca, sono fatti loro! Tenete anche conto però che se un'associazione di Volontariato si può permettere di fare dei servizi a vuoto (per qualsiasi motivo) un privato che lavora assolutamente deve percepire dei guadagni... sennò che cavolo ci sta a fare lì!

Patch
13-12-2007, 16:33
sì ma allora KLAUS non deve andare in giro a dire che lo fà per "più piacere che guadagno"...

è una presa per il c***...

KLAUS
18-12-2007, 22:42
Salve senza polemizzare vorrei ricordare anzi sottolineare che anche le pubbliche assistenze vengono pagate dall ASL ed esattamente euro 0,83 al km e 10 euro attesa paziente, i volontari non percepiscono un euro, ma le associazioni incassano e si fanno giustamente pagare , non dimentichiamo le donazioni,il 5 x100, sgravio fiscale sul carburante , autostrade gratis, spesso la rimessa è data in comodato gratuito dal comune ,acqua ,luce ,gas, tefono, gratis dolcis in fundo priorita su tutti i servizi, allora carissimo amico spiegami come fanno a vivere le associazioni se per un viaggio di ..diciamo 60 Km ti fanno un offerta di 20 euro come vivete. te lo spiego io, incassando in modo indiretto, ma guarda che questo è tutto normale e nulla o da obbiettare.
La nostra azienda è nata per una esigenza ben precisa, primo per guadagnarsi da vivere con una professione di tutto rispetto.

Secondo perche pur essendo i volontari preparatissimi hanno purtroppo poco tempo da dedicare e tutti negli stessi orari,noi siamo quasi sempre pronti , ma ripeto non per le emergenze urgenze che lasciamo ai professionisti del 118, credete guardate qualche statistica sui trasporti in ambulanza la percentuale maggiore dei viaggi è dedicata al sociale.

Ben vengano i volontari nessuna critica anzi un grazie eccetto a quelli del Club Sangue e Sirene.

Le foto delle ambulanze DE sono riferite alla mia vecchia associazione, che come potete capire dal mio nik non è proprio Italiana.
Provvederò a cambiare onde evitare polemiche di poco conto.
Rivolgo un augurio di un Buon Natale ed un felice anno nuovo a tutti i soccorritori volontari, professionisti, un augurio particolare per i Vigili del Fuoco che sono il massimo dell'effficenza dove tutti noi dovremmo prendere esempio

Saluti Oberdan

lorenzo512
18-12-2007, 23:29
..... Bisogna che questo lavoro venga riconosciuto come tutti gli altri, quindi avanti le società private che creano posti di lavoro.
Quoto al 100%!!


ci risiamo..... come al solito....

mi dispiace per voi.... il volontariato non morirà mai, ve lo dice uno che da 6 anni ci mette pure la benzina per andare al turno, e lo fa volentieri.
uno pure abbastanza "qualificato", ve lo garantisco.
piantatela..... sono le mentalità come le vostre che portano alla crisi...

lorenzo512
18-12-2007, 23:55
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?


hey bimbo, ti consiglio di darti una calmata.... primo perchè sei neanche al decimo post e gia ti credi di conoscerci tutti uno per uno... sta buono lì che è meglio.....
secondo.... io sono uno di quelli che ha qualche scritta sulla divisa... e me le sono guadagnate tutte una per una,
e per la scritta "istruttore 118", mio caro, sto ancora sudando.... e sudando davvero.
e ho scelto che lavoro fare, ho un attività che nulla c' entra con il servizio sanitario.

dì un po'......
da dove viene la famosa formazione superiore di cui parli? dal tuo presidente? chi è il dott. house?
non credo.... verrà sempre dalle centrali, no? dalle linee guida, dai protocolli... giusto?
bè allora abbassa la cresta perchè qua siam tutti certificati, ognuno per la propria regione... e tu non hai nulla per sentirti meglio di noi.
se poi sei un luminare della medicina e speravi di trovarci tuoi pari hai sbagliato sito e gira i tacchi, molto semplicemente.

e scusa tanto... mi permetto di dirti....
se tu valessi la metà di quello che dici....sapresti trascinare le persone, sapresti motivarle, sapresti che, invece di guardare dall' alto in basso gli altri, è opportuno mettersi allo stesso livello, anche se per te vuol dire scendere, e cercare un confronto.
perchè il confronto alla pari è la base dell' apprendimento.
sali in cattedra e otterrai solo post come il mio, anche peggiori.

però comincio a pensare che non sei in grado di spiegarci nulla... e per questo spari a zero in questo modo....

ripeto...sei un professore? non lo dimostri.
sei un luminare? non è il tuo posto.
sei una persona come tutti noi magari un po incazzata? ne possiamo parlare civilmente.

se ti va e se sei in grado.... ovviamente

pierantonio
19-12-2007, 00:22
Quoto in pieno Lorenzo 512 ed aggiungo che fino a quando non ci sara' una riforma a livello nazionale che preveda l'istituzione di figure professionali e stipendiate a bordo delle ambulanze le persone si dovrano accontentare di noi poveri ed "esaltati" volontari con le nostre belle divise e le nostre scritte da "Primario".
Anche se poi noi facciamo questo generalmente perche' abbiamo un ideale, "aiutare il prossimo" e non per farci vedere come siamo bravi, poi cio' non toglie che ci siano anche gli "svasati" ma sono una minima parte e sta a tutti noi dirgli di darsi una calmata e non pensare che sia il posto adatto per giocare ad i Dottori.
Tornando ad i professionisti pagati, per avere questo bisognerebbe chiedere l'assicurazione sanitaria, immaginate voi se i nostri pensionati possono permettersela insieme a tutte quelle persone come il sottoscritto che fanno fatica a finire il mese.
Credo che bisogna restare con i piedi per terra e magari migliorare la formazione del personale volontario, l'Italia con i suoi volontari è un esempio molto invidiato all' estero, pensiamo alla Protezione Civile, qui' invece si cerca di buttare tutto alle ortiche!!!! Povera Italia!

lorenzo512
19-12-2007, 01:01
Anche se poi noi facciamo questo generalmente perche' abbiamo un ideale, "aiutare il prossimo" e non per farci vedere come siamo bravi, poi cio' non toglie che ci siano anche gli "svasati" ma sono una minima parte e sta a tutti noi dirgli di darsi una calmata e non pensare che sia il posto adatto per giocare ad i Dottori.


Tornando ad i professionisti pagati, per avere questo bisognerebbe chiedere l'assicurazione sanitaria


Credo che bisogna restare con i piedi per terra e magari migliorare la formazione del personale volontario, l

esatto pier... evidentemente però tutti gli invasati li conosce lui ... e si incazza...

secondo me il vero problema non è mettere figure pagate... ma è come dicevi tu migliorare la preparazione del personale volontario....
insomma io da volontario quale sono ho iniziato con il corso interno... arrivata la certificazione ho fatto pure quella...
poi arrivò il DAE e imparai ad usarlo...
adesso sono al corso istruttori...
genova mi dia pure dell' invasato, ma io mi metto in gioco, mi aggiorno, mi misuro con gli altri, e MIGLIORO....

e non credo certo di essere l' unico! quindi dateci piu margine, dateci piu responsabilità, piu competenze... sapremo far fronte, come sempre, come al solito! alla faccia di chi ci dà per spacciati...

voi avete una vaga idea del colpo al fianco che ci han dato quando è arrivata la certificazione?
un sacco di volontari han smesso e un sacco smetteranno ancora, per poca voglia di mettersi in discussione dopo 20 anni di onorato servizio, per capacità effettivamente non piu adatte...ecc ecc..

però siamo ancora qui! ancora una marea di invasati che han voglia di darsi da fare!
e questi "invasati" trascinano nuove leve....
gente.... scordatevi di riuscire a toglierci dalle pa..lle .
ci son tanti modi per fare soldi.... trovatene un altro.

anche perchè (cosa piu assurda...) voi volete il campo libero per muovervi con le vostre privatizzate, ma non offrite nulla in piu di noi perchè avete gli stessi limiti!
è una bella pretesa...non vi pare?????

quindi tornando a prima....
miglioriamo la formazione ai volontari..
sapete che mi ha detto un medico del 118?

" guarda che intubare non è nulla di così grandioso,
se io e te ci mettessimo (ipoteticamente) ad intubare gente per una giornata intera... tu il giorno dopo saresti in grado di farlo da solo, come lo faccio io."

e questo è un medico eh! ..... sia chiaro....
uno di quelli che non ha bisogno di paragonarsi ad un soccorritore per sentirsi bravo.

a dimostrazione che in italia è tutto un problema di competenze....
poi però ci danno da montare un ECG...

pierantonio
19-12-2007, 01:11
Caro Lorenzo il volontariato mi hanno insegnato che è una palestra di vita, ed è proprio cosi' si ha modo di vivere tante situazioni ,di vedere tante sfaccettature della vita e perche' no di trovare anche la forza in noi stessi di andare avanti per la nostra strada.
Imparando a rialzarsi quando si cade.
Da quando faccio il volontario conosco tanti colleghi specialmente in CRI che mi fanno sentire in una grande famiglia e anche quando non sei proprio al massimo ti fanno capire che loro ci sono e ti puo fidare.
Questo è il bello di cio' che facciamo ,non ha tariffario, forse per il semplice fatto che sono cose semplici ma fatte con il cuore e con motivazione.
Le cose belle della vita sono queste, anzi il bello della vita.
Un' abbraccio.

lorenzo512
19-12-2007, 01:26
hai pienamente ragione pier....
ma ogni tanto il volontario deve tirar fuori i denti...

tu queste cose di amicizia famiglia e insegnamento di vita puoi dirle a me... puoi dirle ad ogni volontario italiano e stai certo che ti quoterà in pieno....

...ma ogni tanto arriva il professore di turno... arriva quello pronto ad usare la tua umanità e la tua umiltà di farlo gratis come una debolezza....
pronto a dirti:

- " ma va va! sei superato! qua bisogna lasciar da
parte lo spirito e cambiare! "


allora il volontario morde... e graffia..... e dimostra di non avere nulla da invidiare a nessuno....

Ciuppy
19-12-2007, 02:40
Uè ... siori ... riusciamo ad evitare la solita bagarre? Su, su ... qualcuno ha anche linkato il bannerino anti-troll, siamo sotto natale ... giù di bromuro e calmiamoci.

Klaus ha fatto interventi pacati (quasi tutti almeno ... e dove non lo è stato non è che avesse tutti i torti) ... proviamo un attimo a rispondere in manier apertinente e pacata ...

Fatto il pippone di preambolo ... cercando di tornare in tema ...
Mi schiero subito. No, le ditte come quelle di Klaus non mi piacciono, per una serie infinita di motivi, ma tant'è, rispondono ad un'esigenza reale. Non so altrove, ma nella mia realtà da molto tempo i "trasporti" diurni sono in mano ai privati per mancanza di volontari.
Klaus lavora dietro compenso? Ed allora? Fra parentesi (sempre nella mia realtà) non mi pare abbia tariffe così esose ...

Piuttosto mi auguro che il Nostro, di lignaggio teutonico come ha fatto lui stesso notare, imposti la sua ditta in una maniera crucca, un po' più seria delle tanti croci che tristemente conosciamo (chi sta pensando ora all'ambulanza tutta tempestata di strasse????) ...

Poi ... i Modenesi diranno col tempo, no? :wink:

MaggioreFantasma
19-12-2007, 09:15
Torno in argomento...

Io non sono contro le Società Private di Trasporto Sanitario, le Cooperative, ecc.
Come ci sono dipendenti pubblici, nel Trasporto Sanitario (ed Emergenza), non vedo perchè non possano esserci dipendenti privati. L'importante è che siano qualificati (anche i pubblici, eeeh?!).
Certo, per noi volontari è "la concorrenza"... ma chi apre una società del genere non pensa mica "oh poveri volontari". Poi se la Società Privata funziona, ok, altrimenti fallisce.
Come hanno già detto, non sono interessati all'Emergenza perchè poco redditizia... "Fatela pur voi, non ci stiamo dentro" (certo, però non ci stiamo dentro neanche noi, senza trasporti secondari....).
Per quanto riguarda l'Emergenza... è un discorso un po' più complesso che varia da Regione a Regione.
Eh, gli ideali, gli ideali... pensate agli ideali dei Paramedici Americani, dei Vigili del Fuoco e dei Poliziotti Italiani... pensate che campino tutti di ideali? Se lo facessero gratis, lo farebbero lo stesso, ma non per 5 turni alla settimana.
Certo, magari quel mestiere lo scegli perchè "ha un senso", però c'è anche chi lo sceglie solo per i soldi, e c'è chi sceglie di fare il prete per un avvenire sicuro... (oh, non si trova lavoro...)

Ogni volta torna fuori la storia del volontario che non è professionale perchè fa un turno alla settimana, e del dipendente professionale che ne fa cinque.
Ovviamente 'sta cosa è detta da "professionisti".
E ovviamente i volontari ribattono:
Qua la maggior parte di quelli che scrivono sono soccorritori... lasciamo perdere medici e infermieri, la cui qualifica sanitaria è riconosciuta.
Soccorritori.
Fra noi volontari soccorritori c'è gente molto più professionale di dipendenti che dicono "ah, io faccio l'autista, io guido e basta" oppure "ah, io il corso BLSD non lo faccio, non mi obbliga nessuno, tanto ho il medico". E alcuni volontari ci spendono di tasca loro, per fare sti corsi, per essere professionali.

GENOVA 40, se quella volta l'ambulanza dopo 20 minuti non arrivava e avete dovuto tirare fuori il vostro Ducato del 1990, pensi che se sull'ambulanza "nostra" c'era personale dipendente sarebbe arrivata prima? Se fossero arrivati i volontari, dovevi solo ringraziare, perchè i Volontari sono quel "qualcosa in piu'" che lo Stato non mette e che intende proprio mettere neanche in futuro.
Nella mia zona di giorno ci sono 3 ambulanze "ospedaliere" del 118 in stand by, e VARIE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO CHE, QUANDO IL 118 E' IN MERDA PERCHE' LE SUE LE HA IMPEGNATE, TI FANNO IL PIACERE DI STACCARSI DAL LORO LAVORO E CORRERE IN SUPPORTO.
Lo stato ne mette TRE. Se ne serve un'altra o fai con la tua, o aspetti i volontari che ti facciano un favore. I quali, con le normative odierne, il DAE lo sanno usare, hanno fatto i corsi, sono professionali. Oh, poi quando li finiamo pure noi, i "bravi", ti arrivano i pensionati... ma di fronte alla sfiga i tuoi discorsi sul "ritardo di 20 minuti" sono campati per aria. E' solo un esempio delle situazioni in cui ti potresti trovare, magari non sarà il tuo caso...
Suggerimento: se non vi arrivano le ambulanze, chiamate il vostro "Drago", visto che è vostro non avrete problemi...
PS: In Alto Adige ci sono i Vigili del Fuoco Volontari da prima che i CNVVF li mettesse in servizio, perchè se stavano ad aspettare l'autobotte da Bolzano ci facevano la grigliata, sulla brace.

alfierina
19-12-2007, 10:32
Sinceramente non vedo niente di male nelle aziende private che svolgono questi servizi. D'altronde sappiamo tutti quante ore aspettano i pazienti prima di essere dimessi o ricoverati a causa della mancanza di volontari durante le ore diurne. E poi non vedo la differenza tra essere un dipendente di una Misericordia o simile e un dipendente di una ditta privata. L'importante è che il servizio venga svolto con tutti i crismi delle leggi in vigore.
Forse sarebbe anche la volta buona che la gente smette di chiamare l'ambulanza a fare da taxi gratuito per loro ma a spese nostre????

coeslazio
19-12-2007, 11:01
Sinceramente non vedo niente di male nelle aziende private che svolgono questi servizi. D'altronde sappiamo tutti quante ore aspettano i pazienti prima di essere dimessi o ricoverati a causa della mancanza di volontari durante le ore diurne. E poi non vedo la differenza tra essere un dipendente di una Misericordia o simile e un dipendente di una ditta privata. L'importante è che il servizio venga svolto con tutti i crismi delle leggi in vigore.
Forse sarebbe anche la volta buona che la gente smette di chiamare l'ambulanza a fare da taxi gratuito per loro ma a spese nostre????

Quoto anch'io... l'alfierina!!! è inutile fare discussioni "strerili" su chi è il più bravo... in fondo un pò tutti devono "campare" ed in fondo un pò ovunque ci sono gl'imbecilli...
Si faccia qualsiasi cosa purchè ci siano "tariffe" per i cittadini adeguate al tipo di servizio richiesto, poi sarà lui a decidere... se chiamare la croce X o Y... si faccia un utilizzo corretto del servizio 118 e....
l'unica cosa che rimarco a vita è il non approfittarsi del prossimo anche perchè attualmente buona parte dei "proventi" spariscono altrove... e ci sono molti furbacchioni con "false associazioni" che fanno il doppio gioco, fregando beatamente volontari, dipendenti e soprattutto il fisco, questo non va bene...

Pascalx
19-12-2007, 11:13
:) Quoto al 100% alfierina.
:) Credo che entrambi facciamo un lavoro utile e il fine che conta. Il confronto ben venga se e nel rispetto d’entrambe le categorie potrebbe essere costruttivo, io personalmente mi tèngo aggiornato molto spesso tutto a spese mie e sono volontario devo però anche riconoscere che da ambo i fronti ci sono persone che sanno fare bene il loro lavoro e altre che non lo sanno fare e non lo prendono con serietà. Siamo nella stessa barca, cerchiamo. Di non affondarci a vicenda. :)

YUZNA69
19-12-2007, 11:24
Sinceramente non vedo niente di male nelle aziende private che svolgono questi servizi. D'altronde sappiamo tutti quante ore aspettano i pazienti prima di essere dimessi o ricoverati a causa della mancanza di volontari durante le ore diurne. E poi non vedo la differenza tra essere un dipendente di una Misericordia o simile e un dipendente di una ditta privata. L'importante è che il servizio venga svolto con tutti i crismi delle leggi in vigore.
Forse sarebbe anche la volta buona che la gente smette di chiamare l'ambulanza a fare da taxi gratuito per loro ma a spese nostre????

Mi hai tolto le parole di bocca. :wink: :wink:

lorenzo512
19-12-2007, 12:21
Sinceramente non vedo niente di male nelle aziende private che svolgono questi servizi. D'altronde sappiamo tutti quante ore aspettano i pazienti prima di essere dimessi o ricoverati a causa della mancanza di volontari durante le ore diurne. E poi non vedo la differenza tra essere un dipendente di una Misericordia o simile e un dipendente di una ditta privata. L'importante è che il servizio venga svolto con tutti i crismi delle leggi in vigore.
Forse sarebbe anche la volta buona che la gente smette di chiamare l'ambulanza a fare da taxi gratuito per loro ma a spese nostre????


ok..se da voi è cosi mi spiace... qua riusciamo a fare tutto e nessuno aspetta per tempi cosi insopportabili....
perchè se in sede mi chiama una signora e mi dice....
" la prego, non sono tesserata con voi, ma è la terza associazione che chiamo e ho BISOGNO"

io, volontario, tiro su e vado....

MaggioreFantasma
19-12-2007, 12:27
perchè se in sede mi chiama una signora e mi dice....
" la prego, non sono tesserata con voi, ma è la terza associazione che chiamo e ho BISOGNO"
io, volontario, tiro su e vado....
Eh anch'io vado... Se non le "passano" il viaggio, poi con la nostra Amministrazione come la mettiamo? O paga lei, o pago io, o carico il trasporto su un altro viaggio (se sono 4 o 5 km)...
D'altronde le ambulanze ancora vanno a benzina... gratis non si può fare.
FORTUNATAMENTE con noi si risparmia sui costi del personale! :-)

alfierina
19-12-2007, 12:28
ok..se da voi è cosi mi spiace... qua riusciamo a fare tutto e nessuno aspetta per tempi cosi insopportabili....
perchè se in sede mi chiama una signora e mi dice....
" la prego, non sono tesserata con voi, ma è la terza associazione che chiamo e ho BISOGNO"

io, volontario, tiro su e vado....

Vuol dire che da voi i volontari abbondano.

Cmq non facciamo differenza se uno è tesserato o meno, o c'è il personale o non c'è.

lorenzo512
19-12-2007, 12:45
Cmq non facciamo differenza se uno è tesserato o meno, o c'è il personale o non c'è.

si di solito è cosi, ma noi abbiamo una macchina a gettone per l emergenza, e se capita di non trovare un secondo equipaggio che faccia il secondario richiesto, chiamo in centrale, mi faccio dire come stan messi sul territorio, e se posso stacco la macchina per fare il servizio...

questo perchè, per smentire qualcuno, non a tutti i volontari interessano solo le lucine e le sirene...

( non è un riiferimento a te, sia chiaro)

coeslazio
19-12-2007, 13:27
noi abbiamo una macchina a gettone per l emergenza,

Tante volte fosse questa??? :lol: :lol: :lol:

http://img171.imageshack.us/img171/5103/gettonieratm7.gif

alfierina
19-12-2007, 13:29
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Mi sai dire dove si può richiedere un esemplare??? :P

Pixxius
19-12-2007, 13:36
Bella dsiscussione, però non capisco una cosa...

Perchè state sempre a litigare su chi è più bravo e chi no???

Non mi sembra che siano critiche costruttive, ne tantomeno intelligenti.
Io mica mi metto a litigare con i colleghi su chi è più bravo, tanto credo che nella vita le capacità si debbano dimostare con i fatti, non con le parole.
Inoltre ci deve essere sempre una sorta di rispetto tra colleghi, anche con quelli che spesso manco se lo meritano...

Discorso IOT: L'intubazione è una manovra neanche troppo complicata, con un po' di pratica ci può riuscire chiunque. Troppe volte infatti arrivano pazienti intubati in PS, preparati dai medici del 118.
Il difficile sta nel far campare una persona che ha bisogno pure del sostegno respiratorio, il che sottolinea anche altri mille problemi legati.


So this is chistmas... and an Happy new year...
tatataratà... tarataraaa.... :P :P :P

coeslazio
19-12-2007, 13:41
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Mi sai dire dove si può richiedere un esemplare??? :P

Ho anche il modello: Giuditta!! più professionale... ahahahaha :lol: :lol:

http://img402.imageshack.us/img402/2782/gettonierala3.jpg

alfierina
19-12-2007, 13:44
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Mi sai dire dove si può richiedere un esemplare??? :P

Ho anche il modello: Giuditta!! più professionale... ahahahaha :lol: :lol:

http://img402.imageshack.us/img402/2782/gettonierala3.jpg


Hai modificato la stufa di tua nonna??? :lol: :lol: :lol:

pierantonio
19-12-2007, 13:47
Ragazzi a parte il bravi o non bravi sicuramente si crerebbero delle situazioni di disparita' fra le Regioni con societa' private e quelle con sole associazioni di volontariato, il che non è giusto perche' non devono esistere cittadini di serie A o serie B.
Se le cose si devono cambiare si cambiano per tutti.

alfierina
19-12-2007, 14:17
Ragazzi a parte il bravi o non bravi sicuramente si crerebbero delle situazioni di disparita' fra le Regioni con societa' private e quelle con sole associazioni di volontariato, il che non è giusto perche' non devono esistere cittadini di serie A o serie B.
Se le cose si devono cambiare si cambiano per tutti.

Ma che discorso del cavolo!!! E' come sei io dovessi continuare ad andare a "piedi" solo perché c'è chi non vuole o non può andare in "bicicletta" !?!?!? :shock:

BluBoy
19-12-2007, 16:43
Le ditte sicuramente non mi entusiasmano, ma se fanno le cose in regola hanno tutto il diritto di esistere.

Mi fanno invece incavolare molto di più le varie finte associazioni o finte coop o finte ditte, che in spregio a qualsiasi certificazione o legislazione, lucrano sul sanitario, anzi i vari capoccia lucrano sulle spalle dei dipendenti (che magari vedono lo stipendio a singhiozzo) o degli pseudovolontari che si intascano il gettone di servizio. Senza parlare poi dei giri ancora più loschi in cui sarebbero coinvolte certe ditte/associazioni di determinata provenienza ,,,

Della mie parte negli ultimi hanno ci sono state 3/4 pseudoassociazioni che, a forza di fare pu**anate, sono state finalmente anche perseguite della magistratura. Ma sparita una, ne saltano subito fuori di nuove.

Ciuppy
19-12-2007, 18:33
si di solito è cosi, ma noi abbiamo una macchina a gettone per l emergenza, e se capita di non trovare un secondo equipaggio che faccia il secondario richiesto, chiamo in centrale, mi faccio dire come stan messi sul territorio, e se posso stacco la macchina per fare il servizio...

Vabbè ... se sei a gettone ... noi siamo in convenzione quindi o c'è la seconda ambulanza o ciccia ... dove siamo a gettone la precedenza è ... del primo che chiama!

MaggioreFantasma
19-12-2007, 18:36
Ragazzi a parte il bravi o non bravi sicuramente si crerebbero delle situazioni di disparita' fra le Regioni con societa' private e quelle con sole associazioni di volontariato, il che non è giusto perche' non devono esistere cittadini di serie A o serie B.
Pssst... non so se lo sapete...
E' GIA' COSI'!
...ogni regione va a modo suo. Tipico esempio, nel Lazio c'è l'ARES (pubblico e centralizzato a livello regionale), nelle Marche è gestione mista (pubblico e privato a livello provinciale).

Ahem.. 'zzo c'entra sta discussione sotto "informatizzazione del soccorso"?

fertix
19-12-2007, 19:00
Buona sera a tutti ho letto un po di messaggi , sinceramente non ci trovo niente di male l'inizio delle categorie private come servizio ambulanze , premetto parlo cosi solamente perche nella nazione dove ormai bazzico molto di piu esistono le ambulanze private denominate ASSU-ATSU ovvero ambulance de secours et de soins d'urgence oppure compagnie private come jussieu secours tutte con ambulancier medici e infermieri , prevalentemente le assu coprono tutti i tipi di trasporto le urgenze extraospedaliere trasferimenti di qualsiasi entita dal pediatr al rianimo, non andando in contrasto come i nostri centri di soccorso del SAMU-SMUR o i pompieri, ho un carissimo amico che fa l'ambulancier in Belgio la compagnia privata e la sua nel suo paesino fa solamente trasporti extra per il suo centre hospitalier su esclusiva rischiesta del SAMU fa anche urgenze territoriali , la sua qualifica professionale e quella di infermiere che ogni anno conta 120 ore di aggiornamento, comunque in quasi tutta europa si sono create ambulanze private vedi la STAR in Svizzera o le altre categorie in spagna che non fanno parte del dipartimento Salud , se in italia si potesse attivare un sistema del genere che le ambulanze private possano dedicarsi prevalentemente ai servizi trasporto e extraosp, non sarebbe una brutta idea, vero si che purtroppo tante pubbliche assistenze ne traerebbero malefici visto che grazie ai trasporti e alle quote per viaggio hanno al possibilita di ottenere quell aiuto in piu visto tutto quello che una P.A ha di spese annuali e che in tanti posti ormai le offerte scarseggiano , purtroppo io vivo una realta che il servizio sanitario e gestito meta dalla nazione meta dai comuni quindi ecco perche non ce discrepanze con le ambulanze private un saluto a tutti

coeslazio
19-12-2007, 19:10
Buona sera a tutti ho letto un po di messaggi , sinceramente non ci trovo niente di male l'inizio delle categorie private come servizio ambulanze , premetto parlo cosi solamente perche nella nazione dove ormai bazzico molto di piu esistono le ambulanze private denominate ASSU-ATSU ovvero ambulance de secours et de soins d'urgence oppure compagnie private come jussieu secours tutte con ambulancier medici e infermieri , prevalentemente le assu coprono tutti i tipi di trasporto le urgenze extraospedaliere trasferimenti di qualsiasi entita dal pediatr al rianimo, non andando in contrasto come i nostri centri di soccorso del SAMU-SMUR o i pompieri, ho un carissimo amico che fa l'ambulancier in Belgio la compagnia privata e la sua nel suo paesino fa solamente trasporti extra per il suo centre hospitalier su esclusiva rischiesta del SAMU fa anche urgenze territoriali , la sua qualifica professionale e quella di infermiere che ogni anno conta 120 ore di aggiornamento, comunque in quasi tutta europa si sono create ambulanze private vedi la STAR in Svizzera o le altre categorie in spagna che non fanno parte del dipartimento Salud , se in italia si potesse attivare un sistema del genere che le ambulanze private possano dedicarsi prevalentemente ai servizi trasporto e extraosp, non sarebbe una brutta idea, vero si che purtroppo tante pubbliche assistenze ne traerebbero malefici visto che grazie ai trasporti e alle quote per viaggio hanno al possibilita di ottenere quell aiuto in piu visto tutto quello che una P.A ha di spese annuali e che in tanti posti ormai le offerte scarseggiano , purtroppo io vivo una realta che il servizio sanitario e gestito meta dalla nazione meta dai comuni quindi ecco perche non ce discrepanze con le ambulanze private un saluto a tutti

Si ma... caro fertix quì è l'Italia e su questo argomento ci sono i soliti papponi!! magari funzionasse come in Francia, Belgio ecc. ecc.
se non c'è una legge di riordino "seria" in tal senso c'è poco da fare...
sò anch'io che al di fuori del nostro paese è la normalità... ma quì dobbiamo fare i conti con menti furbe e diaboliche dove s'inventano di tutto ... pur di fregare il prossimo!!

fertix
19-12-2007, 19:44
Ciao coes su quello hai ragione da vendere stesso problema e successo in belgio tanti anni fa che esistevano compagnie fantasma dette cosi perche il personale non era qualificato ed era una sorta di trasporto fatto in casa poi ovviamente tutto e cambiato e ora hano regolamentazioni ben precise , hai ragione e vero non ce una regolamentazione nazionale con diciture a caretteri cubitali e tanti fanni i furbi , si esatto arrivo da una realta che e vero anche sul soccorso esiste una legge nazionale dove addirittura le ambulanze sono fatte con li stessi standar in modo che l'equipe mista possa sapere dove mettere le mani, da noi ogni regione invece ha un suo protocollo quindi figuriamoci sul provare a far emanare una legge chiara sul servizio privato, che comunque dico ben venga primo molte opportunita per tanti campi secondo perche e l'evolversi ed giusto almeno a mio parere coes saluti

coeslazio
20-12-2007, 00:39
Il punto focale è proprio la "devolution del servizio trasporto infermi e 118" e precisamente nel deresponsabilizzare il "governo" centrale a favore delle "realtà locali"... niente di più sbagliato!!!
questa è la strada più breve per favorire speculazioni e costi elevati del servizio, dettando allo stesso tempo regole poco chiare e discrepanti nel quadro nazionale.
Purtroppo nel nostro paese abbiamo il brutto vizio di non informarci ed il difetto di ripetere i luoghi comuni o le frasi gia fatte che ci vengono proposte dai grandi furbacchioni...

coeslazio
20-12-2007, 09:05
Tanto per rimanere in tema di "furbacchioni" che hanno il potere di fare ciò che vogliono... come e quando a discapito della salute pubblica!!
e badate bene queste non sono "meteore"...

TRUFFA CON AMBULANZE: SEQUESTRATI DUE AUTOMEZZI IN SARDEGNA
(AGI) - Chiavari, 17 dic. - La Procura della Repubblica di Chiavari ha sequestrato due ambulanze ordinate e mai pagate dalla pubblica assistenza 'Blu Soccorso' onlus di Olbia. Il sequestro e' avvenuto a Villasimius dove le ambulanze, prive di documenti per viaggiare e - a quanto sembra - di copertura assicurativa, erano state affidate alla succursale mentre altre due ambulanze , ricercate dall'Autorita' giudiziaria, si troverebbero tra Olbia e Tempio Pausania. Il sequestro e' scattato a seguito di una denuncia per furto aggravato nei confronti di Franco S., sedicente presidente della pubblica assistenza 'Blu Soccorso' di Olbia incaricato dalla stessa di acquistare quattro ambulanze nuove, altrettante usate e i relativi allestimenti interni: il tutto era stato ordinato ad una ditta dell'entroterra del Levante ligure, che si occupa specificatamente di veicoli speciali (vendita e ellestimento di ambulanze), che aveva spedito i mezzi in Sardegna a seguito di un contratto. (AGI)

http://www.agi.it/genova/notizie/200712 ... 0-art.html (http://www.agi.it/genova/notizie/200712171248-cro-r012190-art.html)

montag140465
20-12-2007, 09:34
PS:[/b] In Alto Adige ci sono i Vigili del Fuoco Volontari da prima che i CNVVF li mettesse in servizio, perchè se stavano ad aspettare l'autobotte da Bolzano ci facevano la grigliata, sulla brace.


Ahahahah , sempre il solito maggiore :lol: :lol: ! Straquoto !

MaggioreFantasma
20-12-2007, 10:25
Il punto focale è proprio la "devolution del servizio trasporto infermi e 118" e precisamente nel deresponsabilizzare il "governo" centrale a favore delle "realtà locali"... niente di più sbagliato!!!
Beh recentemente sono stato a un convegno relativo al 118 (roba da "professionisti", non volontari). Fra i relatori c'era un responsabile di Frosinone (non ricordo il nome, ma ha sostituito il SuperBoss dell'Ares) che ci ha parlato di ARES. Alla fine è stato contestato da un altro relatore (Veneto) che ha detto che l'esperienza dell'ARES in Veneto non andrebbe.
Tirava un'aria gelida dopo quest'intervento...
Quello dell'ARES alla fine ha detto che "lui non ha mai detto che il modello laziale vada applicato a tutta Italia"

coeslazio
20-12-2007, 10:44
Il punto focale è proprio la "devolution del servizio trasporto infermi e 118" e precisamente nel deresponsabilizzare il "governo" centrale a favore delle "realtà locali"... niente di più sbagliato!!!
Beh recentemente sono stato a un convegno relativo al 118 (roba da "professionisti", non volontari). Fra i relatori c'era un responsabile di Frosinone (non ricordo il nome, ma ha sostituito il SuperBoss dell'Ares) che ci ha parlato di ARES. Alla fine è stato contestato da un altro relatore (Veneto) che ha detto che l'esperienza dell'ARES in Veneto non andrebbe.
Tirava un'aria gelida dopo quest'intervento...
Quello dell'ARES alla fine ha detto che "lui non ha mai detto che il modello laziale vada applicato a tutta Italia"

Infatti questo tuo contributo non fa che confermare la mia tesi...
noi non siamo (perchè non vogliono... troppi soldi girano!!) un corpo "UNICO" a livello nazionale del tipo polizia, carabinieri, vvf, guardia di finanza, corpo forestale... ma siamo un nucleo d'imbecilli che non sanno mettersi d'accordo perchè mancano gli elementi essenziali... l'unità e le regole...
scaricato il concetto?? :lol: :lol:

alfierina
20-12-2007, 17:43
Il punto focale è proprio la "devolution del servizio trasporto infermi e 118" e precisamente nel deresponsabilizzare il "governo" centrale a favore delle "realtà locali"... niente di più sbagliato!!!
Beh recentemente sono stato a un convegno relativo al 118 (roba da "professionisti", non volontari). Fra i relatori c'era un responsabile di Frosinone (non ricordo il nome, ma ha sostituito il SuperBoss dell'Ares) che ci ha parlato di ARES. Alla fine è stato contestato da un altro relatore (Veneto) che ha detto che l'esperienza dell'ARES in Veneto non andrebbe.
Tirava un'aria gelida dopo quest'intervento...
Quello dell'ARES alla fine ha detto che "lui non ha mai detto che il modello laziale vada applicato a tutta Italia"

Infatti questo tuo contributo non fa che confermare la mia tesi...
noi non siamo (perchè non vogliono... troppi soldi girano!!) un corpo "UNICO" a livello nazionale del tipo polizia, carabinieri, vvf, guardia di finanza, corpo forestale... ma siamo un nucleo d'imbecilli che non sanno mettersi d'accordo perchè mancano gli elementi essenziali... l'unità e le regole...
scaricato il concetto?? :lol: :lol:


Posso esprimere il mio pensiero papale-papale????
Italia, bellissimo paese di MXXXA! :roll:

MaggioreFantasma
20-12-2007, 19:32
noi non siamo un corpo "UNICO" a livello nazionale ... ma siamo un nucleo d'imbecilli che non sanno mettersi d'accordo perchè mancano gli elementi essenziali... l'unità e le regole...
Boh, il vostro responsabile Aressistico ci ha tenuto a ribadire che quello che funziona nel Lazio (Tutto Centralizzato) non obbligatoriamente funzionerebbe nelle altre regioni (era stato contestato su questo, sembrava che sostenesse la Centralità Nazionale...)... quindi se - ad esempio - nelle Marche le Centrali sono provinciali ed al 118 insieme all'ente pubblico partecipano le Associazioni ("regolari", con personale qualificato, ecc.), e funziona, perchè cambiare se questa situazione risponde alle esigenze di chi decide e della gente?
Visto che la Sanità è Devoluscionarizzazionata (?!?!?!) alle Regioni, ogni Regione si organizza come vuole e come può. L'Ordine Pubblico Poliziesco invece è centralizzato al Ministero degli Interni, è diverso.

Non è un Paese di Merda. Almeno qua da me del 118 non ci possiamo lamentare... toh, magari mettessero un secondo elicottero... però le ambulanze non girano a vuoto in cerca di ospedali, il coordinamento provinciale funziona, anche se ogni tanto qualche caXXata o qualche problema ci può stare, come in tutte le cose...
Magari il problema è "dopo", nei Reparti (ho sperimentato sulla mia pelle...).

PS: gli imbecilli che si dovrebbero mettere d'accordo dovrebbero essere quelli che prendono stipendi con almeno 5 zeri l'anno...

coeslazio
20-12-2007, 22:58
Maggiore, ti faccio un esempio... il ministero dell'interno emana circolari e tutti gli organi di polizia devono attenersi a quelle circolari da canicattì a bolzano... tanto vale per i vvf... e cc con il ministero della difesa.
Il nostro ministero della salute non lo fa perchè tutto è decentralizzato a livello locale è un pò come se privatizzassimo la polizia e si offrisse la gestione alle varie pool private pensa che bordello succederebbe!! una miriade di sceriffi locali (modello far west o vito catuzzo) e di sciacalli che speculerebbero su questo servizio "pubblico", proprio come sta succedendo al 118 tale e quale con la miriade d'imbecilli (che litigano tra loro per interessi cercando di mantenere il loro orticello) con stipendi oserei dire anche a 6,7,8 zeri alla faccia di chi a questo servizio ci crede...
ed aggiungo il 118 deve funzionare in tutta italia e non solo nelle marche o altra regione... anche perchè non abbiamo pazienti di serie A,B,C,D fino a prova contraria la legge deve essere uguale per tutti, ma tutti sappiamo che non è così!!

Ciuppy
21-12-2007, 00:38
Maggiore, ti faccio un esempio... il ministero dell'interno emana circolari e tutti gli organi di polizia devono attenersi a quelle circolari da canicattì a bolzano... tanto vale per i vvf... e cc con il ministero della difesa.
Il nostro ministero della salute non lo fa perchè tutto è decentralizzato a livello locale è un pò come se privatizzassimo la polizia e si offrisse la gestione alle varie pool private pensa che bordello succederebbe!! una miriade di sceriffi locali (modello far west o vito catuzzo) e di sciacalli che speculerebbero su questo servizio "pubblico", proprio come sta succedendo al 118 tale e quale con la miriade d'imbecilli (che litigano tra loro per interessi cercando di mantenere il loro orticello) con stipendi oserei dire anche a 6,7,8 zeri alla faccia di chi a questo servizio ci crede...
ed aggiungo il 118 deve funzionare in tutta italia e non solo nelle marche o altra regione... anche perchè non abbiamo pazienti di serie A,B,C,D fino a prova contraria la legge deve essere uguale per tutti, ma tutti sappiamo che non è così!!

Bhè .. dai ... proprio tu dici così? Che ci siano le brutture non lo nego, ma sai benissimo che uno standard minimo è imposto al livello nazionale (vd regolamentazione DAE o dotazione minima dle mezzo) ... che poi alcuni chiedano più di altri ... scusa, ma nella sanità questo era la regola ben prima della decentralizzazione ...

coeslazio
21-12-2007, 08:21
Bhè .. dai ... proprio tu dici così? Che ci siano le brutture non lo nego, ma sai benissimo che uno standard minimo è imposto al livello nazionale (vd regolamentazione DAE o dotazione minima dle mezzo) ... che poi alcuni chiedano più di altri ... scusa, ma nella sanità questo era la regola ben prima della decentralizzazione ...

Ciuppy, ti ringrazio perchè hai portato un altro esempio di disuguaglianza...
ti faccio alcune domande...

- tutte le ambulanze di soccorso in italia hanno a bordo il Dae con persone certificate?

- tutte le ambulanze di soccorso in italia hanno le stesse dotazioni di bordo?

- tutte le ambulanze di soccorso in italia hanno lo stesso identico equipaggio con la stessa preparazione?

al momento c'è solo una certezza... ed è: "Paese che vai usanza che trovi" e questo sinceramente da cittadino italiano lo trovo inaccettabile...
tu prova semplicemente a cambiare città per non avere la certezza di quale veicolo sanitario possa venire in tuo aiuto in caso di bisogno, mentre sei certo di quale veicolo di pubblica sicurezza (112, 113, 115 ecc. ecc.) sarà sicuramente la tua salvezza...
insomma le chiacchiere stanno a zero... abbiamo in italia illimitati veicoli sanitari di tutti i colori possibili con tutti gli equipaggi possibili, per non parlare delle c.o. e gestioni del 118 che se ne hanno per tutti i gusti... e se questa me la chiami "normalità" non ci credo proprio...
Sicuramente c'è da mettere mano su questo servizio 118 ma per ovvi interessi tutti se ne guardano bene nel parlarne e se lo fanno sicuramente viene calpestato l'interesse di qualcuno facendolo uscire fuori dalle orbite...

pierantonio
21-12-2007, 13:36
Ragazzi a parte il bravi o non bravi sicuramente si crerebbero delle situazioni di disparita' fra le Regioni con societa' private e quelle con sole associazioni di volontariato, il che non è giusto perche' non devono esistere cittadini di serie A o serie B.
Se le cose si devono cambiare si cambiano per tutti.

Ma che discorso del cavolo!!! E' come sei io dovessi continuare ad andare a "piedi" solo perché c'è chi non vuole o non può andare in "bicicletta" !?!?!? :shock:

Il mio sara' anche un discorso del cavolo come dici tu!!!
Ma ognuno ha il diritto di avere le proprie opinioni ed esprimerle purche' non siano lesive.
Poi come ben sai il 118 funziona in maniera Regionale e c'e gia' una grande disparita', aumentiamola ancora di piu' cosi' andremo da posti dove si raggiungono alti livelli a posti dove le persone è piu' facile che vincano alla lotteria e non che abbiano un servizio regolare.

fertix
21-12-2007, 15:04
Ciao a tutti Quoto Coes in tutti i suoi passaggi, allora per quanto riguarda tutti gli altri discorsi una frase chiara e quella di pierantonio cioe REGIONALE esatto siamo in una nazione a predominio regionale sul servizio di emergenza in Italia si e attivato un numero di emergenza 118 ed e a livello nazionale giusto ecco ora mi chiedo e nazionale perche ogni regione mette il propio logo? fare uno stemma unico nazionale no ? anche questa piccola scemata e una discrepanza eppure e un servizio nazionale gestito dalla regiona ok ma nazionale poi ogni regione ha una sua regolamentazione ma almeno una cosa unica sul simbolo ci starebbe e questa e una , coes dice che non tutta la ambu sono identiche nel complesso e ha ragione lo vedo da tutti i passaggi nei topic chi ha un presidio chi no sull formazione questo non ci metto becco perche guardo solamente la mia regione ormai lontana di appartenenza, sul fatto che in italia ogni ambulanza e diversa e vero che forse fossero standar come in alcune regioni non sarebbe male, e che se esistessero compagnie private professionali non sarebbe male per niente ripeto sarebbe un opportunita per tanti , come qualcuno ha detto andrebbe in contrasto con altri enti ma perche e cosi da anni in alcune regioni e purtroppo e la mentalita che non vuole cambiare, a parere mio non esiste la categoria cittadino A cittadino B ok se si attua nel paese un servizio qualificato di societa private non ci sono classi di cittadini e non fraintendete il servzio privato come categorie cittadino se in italia ci fosse una regolamntazione che alle P.A garantisse una buona sovvenzione per realizzare solamente le urgenze in collaborazione con le C.O e che in caso di momentanea mancanza di questa si attivasse una compagnia privata con accordi ben precisi nazionali non sarebbe un problema , per tutti i trasporti extra e di routine ne farebbero peso le compagnie private, che comunque con una buona categoria nazionale attiveresti convenzioni e tariffario eguale, tanto ora in alcune regioni il cittadino un trasporto lo paga se non ha una richiesta vidimata dall ASL quindi cosa cambierebbe

jasp
21-12-2007, 16:01
io... sinceramente non capisco questa paura del "diverso"...
il problema non è la forma giuridica di un esercente di un servizio pubblico quale questo.
il problema è come lo si eroga e come si viene controllati.
io sono fermamente convinto che il 118 debba essere un servizio pubblico tanto quanto lo sono i cc o i vvff,ma dopo questa premessa non posso che rilanciare affermando che mi auguro al più presto la calata del privato a Torino,è rimango deluso dal convincermi che è pura utopia...
nessun interesse privato mi guida,anzi,è proprio l'interesse a ciò che è la "cosa pubblica" che mi sprona a questo pensiero.
ribadisco,questo deve esser un servizio pubblico,ma considerato che non lo è che diventi privato veramente,non questo ibrido in cui alla fine i soldi sono dati dal pubblico come mero rimborso delle spese sostenute da un privato.
privato,inteso come volontariato,la cui natura prevede che le azioni di chi agisce come direzione non incorra in azioni legali se a seguito di una malsana gestione si và verso ciò che nel privato sarebbe fallimento..
in altre parole?io sono un presidente di una associazione,piglio i rimborsi delle spese dall'ente pubblico,se dò il giro la legge prevede che i creditori non si possano rifare su di me...
un trionfo dell'impunità e dello spreco delle risorse pubbliche,è questa è la base della esternalizzazione.
ora,il pubblico fa centri di spese,per farmaci,arredi,logistica etc..etc.. con il volontariato no,si piglia e si rimborsa la singola fattura..
dove stà il risparmio ad utilizzare i volontari?poi...
ora come ora si convenziona in base alle disponibilità della associzione non in base ai bisogni del territorio,praticamente io li avrei bisogno di due ambulanze,ma visto che non ci sono associzioni disponibili,o le presenti sono in affanno faccio che non mettere l'ambulanza.
scuste,ma voi lo chiamate servizio al cittadino?
io lo chiamo servizio alle corporazioni che tengono le fila delle associzioni.
il volontario è una RISORSA per il servizio 118,ma il singolo elemento selezionato e formato dall'ente pubblico,percio BEN VENGA,ma senza tutta l'attuale sovrastruttura di costi che si porta appresso.

jasp
21-12-2007, 16:20
dimenticavo...
caso reale ad esempio:
15 anni fa nelle valli di susa (alta e bassa) vi era una grossa ditta di ambulanze,garantiva su circa 100km di territorio una serie di postazioni,i servizi ai due ospedali presenti ed i servizi sociali locali.
sull'onda dell'utilizzo del volontariato da parte della politica si decise di eliminare tale soggetto e convenzionare per tutto ciò due associazioni di volontariato.
associzioni di alto blasone come effige,cri ed anpas,che spazzando via il privato diabolico riporatavano l'etica in quelle terre.
dopo poco gli ospedali li hanno mollati,erano troppo impeganativi
5 anni ed una dei due ha chiuso mandando sotto processo i suoi dirigenti parte dei volontari hanno aperto un'altra associzione
dopo due anni i dirigenti dell'altra hanno "ufficialmente" dato le dimissioni ma hanno aperto una realtà privata..
ad oggi se chiedete a quelli all'uscita della valle vi rispondono che sono atterriti dalla non presenza di tali soggetti in quanto per loro significa servizi da 150km in copertura di tali realta..
durante tale periodo sono state profuse energie e risorse per costoro,si sono chiusi due occhi sulla loro gestione, tanto per citare due esempi: medici che si trovavano senza equipaggio di condotta,ambulanze non operative per giorni,benzinai che si rifiutavano di fare il pieno ai mezzi... ma i soldi della convenzione intanto erano stati presi...etc..etc..
ora mi domando,era cosi tanto male il privato?
poi,ulteriore domanda,ad oggi in quell'area il privato è presente ma non lo si convenziona,voi mi parlate di standar del personale,ma visto che chi vi lavora sopra è volontario cri o anpas perche da un parte e bravissimo dall'altra un cane?

coeslazio
21-12-2007, 17:12
ora mi chiedo e nazionale perche ogni regione mette il propio logo? fare uno stemma unico nazionale no ? anche questa piccola scemata e una discrepanza eppure e un servizio nazionale gestito dalla regiona ok ma nazionale poi ogni regione ha una sua regolamentazione ma almeno una cosa unica sul simbolo ci starebbe e questa e una paga se non ha una richiesta vidimata dall ASL quindi cosa cambierebbe

Si questa non sarebbe una cattiva idea... il logo unico lo vedo molto bene (almeno quello...) insieme alla regolamentazione delle livree sui mezzi (alcuni veramente di poco gusto e pacchiani).
I turisti (anche italiani se cambiano città...) non sanno quali siano i veri mezzi sanitari di soccorso!! e questo è veramente inconcepibile...

alfierina
21-12-2007, 17:29
Il mio sara' anche un discorso del cavolo come dici tu!!!
Ma ognuno ha il diritto di avere le proprie opinioni ed esprimerle purche' non siano lesive.
Poi come ben sai il 118 funziona in maniera Regionale e c'e gia' una grande disparita', aumentiamola ancora di piu' cosi' andremo da posti dove si raggiungono alti livelli a posti dove le persone è piu' facile che vincano alla lotteria e non che abbiano un servizio regolare.

Non si può rimanere fermi se è possibile andare avanti solo perché non c'è parità in tutti i comuni o regioni. Con la stessa regola dovremmo essere tutti al pari dei paesi più poveri, non credi?
Non è giusto privare i cittadini che hanno la fortuna di poter avere un servizio migliore solo perché altri non riescono a mettersi in pari :evil:

raffo
21-12-2007, 19:24
Pensare che il privato abbia la stessa "maniera", "sensibilità", di un associazione di volontariato (vera!!!!!!) è pura utopia.
Quelli che leggono e che sono di verona capiscono quello che dico, se non lo capiscono sono quei volontari ( gettonisti) che fanno parte di queste finte associazioni.
Come si dice chi ha orecchie per capire capisca il resto............................................. ..

fertix
21-12-2007, 20:20
Allora pensare che una compagnia privata non abbia umanita quella vera del volontario come dici tu non te la quoto , nel mio settore che non e privato ma che e gestito dal pubblico quando si interviene non siamo degli automi ok abbiamo un cuore quando arriviamo ci facciamo il mazzo per svolgere al meglio e che quando purtroppo muore una persona non festeggiamo al bar no solo per farti capire , conosco persone che lavorano nel privato e che sono delle persone che quando trasportano le persone soprattutto con gli extraosp di bambini sono deliziosi, ne arrivi da 20 anni di pubblica assistenza e di volontariato come lo chiami tu e fidati di antipatici con i pazienti ne ho visti molti di piu di quelli che vedo nel privato se poi averona da te e cosi sara un problema regionale ma non credo a livello nazionale

fertix
21-12-2007, 20:22
(ne arrivo da 20 anni ) no che ho scritto arrivi e poi non si capisce :lol:

fertix
21-12-2007, 20:35
Ciao Coes si l'idea di un logo unico per tutta la regione con una croce di esculapio o star life nel logo sarebbe un aiuto anche per gli stranieri che quel simbolo ovvio e il piu semplice da capire, va detto che abbiamo tanti numeri anche del soccorso e non il 112 come ora viene attuato in molti paesi d'europa , alfe non esisterebbero poveri e ricchi con una privat. per certi servizi con le compagnie private, solo per fare un esempio stupido alla visita colegiale che per regola sanitaria dovrebbe essere la commissione dovrebbe essere lei ad andare dall'anziano per l'accompagnamento nella mia regione e al contrario vanno loro se ti fai fare una richiesta dal medico x trasporto la ASL non la riconosce morale purtroppo l'anziano deve pagare il viaggio quindi cambierebbe poco se il rpivato prendesse accordi sanitari specifici con convenzioni ospedaliere e il cittadino non pagasse o solo una minima parte non sarebbe neanche una brutta idea. Se poi ci fosse una garanzia cioe delle volte capita che un pz aspetti dalla mezz all'ora per un rientro purtroppo capita x forze maggiori , be se il privato con dei paletti del ipotesi mezz non piu di mezz per un rientro se no penale nel susseguirsi del ritardi salta la convenzione
daresti un servizio molto veloce ma queste sono solo ipotesi molto lontane dalla realta come giustamente dice Coes per via di sciacalli del settore.

Ciuppy
21-12-2007, 21:39
dimenticavo...
caso reale ad esempio:
15 anni fa nelle valli di susa (alta e bassa)

... scusa ... io son della val di susa (quasi) e son volontario giusto da 15 anni ... potresti essere più specifico? NO, perchè che io sappia 15 anni fa qui il 118 non c'era (5747 dice nulla?), di grossissime aziende private in valle ne so una sola che eviterei di prendere come paradigma, e non mi risulta che ANPAS abbia la benchè minima convenzione da Rivoli a salire ...

Poi magari parli di Susa in Medio Oriente ... ma in quel caso ammetto di non avere info fresche ...

KLAUS
21-12-2007, 22:13
BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO A TUTTI
kLAUS

jasp
22-12-2007, 10:47
per rispondere a ciuppy...
15 anni fa non esisteva il 5747 in quelle aree,se te lo conosci vuol dire che non sei in valle ma sei della zona di rivoli o alpignano,quelli a cui mi riferivo che ora sono costretti a partire con il cestino della merenda per far servizi su di li..
la ditta a cui mi riferivo era il csa,aveva postazioni ad avigliana.susa,oulx.cesana,sestriere,ditta che ha chiuso i battenti con il passaggio del 100% delle sue convenzioni al volontariato.
poi,dal 93 al 96 circa c'è stata la croce bianca che ha aperto a susa,affiliata anpas,nonchè figlia diretta del sodalizio canavese tristemente noto nell'ambiente per le sue vicissitudini giudiziarie.
ora come ora esiste un ente fondato da parte del personale della bianca che non fa servizio 118
la bassa valle è stata presa dalla cri,il cui passato presidente ha aperto l'ente a cui ti riferisci te portandosi dietro un pò di volontari....
poi,la cri si è ampliata ed ha preso tutto il territorio...

Ciuppy
22-12-2007, 12:25
Si, so del CSA (ed anche lì voci non controllate mi dicevano che non era proprio da prendere a paradigma ...)

Parto dalla situazione della valle per continuare il discorso.

Esistono delle regolamentazioni, che per quanto riguarda la mia Regione coprono sia l'urgenza che i trasporti (secondari, privati, a pagamento ... chiamateli come volete).
Ora, una volta che ci si muove all'interno di quelle regole ... chi ha voglia e tempo e disponibilità si faccia pure avanti!

Con questa premessa ... torniamo ad un discorso vecchio: se per i trasporti c'è parecchio spazio per il privato (dovuto a mancanza di volontari nel diurno essenzialmente) cosa che limita il mercato e la concorrenza, nell'emergenza il no ... lasciamo perdere i motivi ed il fatto che la cosa sia giusta o meno, ma è così.
Non solo, c'è sempre un discorso di costi: considerando che un privato dovrebbe fare utili E pagarsi le spese (comprese quelle dei dipendenti) giocoforza dovrà fare delle tariffe superiori a quelle che si può permettere un'associazione di volontari od una mista ... la cosa può lasciare spazi nel campo dei trasporti (entro dei limiti, va da se che il cittadino cercherà quello che costa meno) ma quanti ne lascia ad un sistema sanitario regionale che si batte con una cronica mancanza di fondi? Io credo pochino ...

Ripeto ... per quanto non mi piaccia l'idea di un'ambulanza completamente privata (il vecchio CSA, la nuova Croce Amica, giusto per fare due nomi a casaccio) rispondono a delle esigenze oggettive, e quindi ben vengano. Per i trasporti almeno. Per il 118 non ne vedo tutta questa necessità ... nè vedo la levitazione dei costi che il privato porterebbe (NON con le professionalità di oggi almeno ... se invece dei soccorritori ci fosse altro sarebbe tutt'altro discorso).

Se poi vogliamo far un discorso sulla gestione centrale ... bhè, pèoco possiamo fare ... per riprendere l'esempio della Val di Susa, sarebbe da capire a CHI non interessa che si apra qualcosa ... personalmente se penso a chi gestisce (male) quell'area la risposta mi vien spontanea ... ma questa è cosa che poco ha a che fare con l'Eterna Diatriba fra privato (inteso come azienda) e volontariato, no?

pierantonio
22-12-2007, 13:24
Alfierina sul fatto che bisogna andare avanti e migliorare sono totalmente d'accordo.
Ma non capisco perche' ci debbano essere di punto in bianco i privati che hanno un costo quando i volontari sono una forza lavoro gratuita e che opportunamente formati possono fare tanto.

fertix
22-12-2007, 15:37
i volontari sono forza lavoro gartuita ed e vero per o cittadini pagano il viaggio in ambulanza come da me lo e anche in altre regioni e quindi cosa cambia ? cambia solamente che il ricavato del viaggio va interamente nella societa visto che la forza lavoro e volontaria e non hai la cuota di un stipendiato

fertix
22-12-2007, 15:46
pier per farti capire meglio il mio discorso quando sono entrato in pubblica poco piu che ragazzetto esisteva la volonta che se una persona disagiata non poteva riconoscere un trasporto o un viaggio ne facevamo capo noi a nostre spese nei 20 anni successivi e tutto cambiato ho fatto parte del CDA e quello che ho sempre visto contavano di piu le entrate , se poi la forza lavoro girava con delle vecchie divise oppure non aveva ancora uno stipetto poco importa, se tutte le mattine ti levavano quei 30 servizi va bene ma a che merito ? lo so che nel mondo attuale le compagnie private danno fastidio ma non certamente per l'umanita ma per altri motivi

Ciuppy
22-12-2007, 15:54
i volontari sono forza lavoro gartuita ed e vero per o cittadini pagano il viaggio in ambulanza come da me lo e anche in altre regioni e quindi cosa cambia ? cambia solamente che il ricavato del viaggio va interamente nella societa visto che la forza lavoro e volontaria e non hai la cuota di un stipendiato

Eh no! Cambia parecchio.

Parliamo di una situazione in emergenza ... completamente immaginarie le cifre, sia chiaro.
Diciamo che - in base a calcoli cabalistici che noi comuni mortali non possiamo comprendere, quindi benza, consumo macchina, cose così - un giro in ambulanza costa ... che so ... 40.
Facendo una media varia i materiali di consumo vengono 5.
Aggiungici 5, giusto per coprire spese varie (dal vestiario alla formazione, cose non inerenti il servizio vero e proprio.
Avrai un'uscita che ti costa 50.
Per ora pensavamo ad un'associazione no-profit con personale volontario.
Mettiamoci ora un'azienda con dipendenti ...
Eqp ... diciamo 20 a trasporto.
L'azienda ... qualcosa la dovrà tenere per far utili (non è no-profit, il bilancio non va chiuso in pareggio ma in attivo) ... diciamo 10.
Quindi? Ambulanza privata fa 80, 30 in più rispetto ad una no-profit gestita da volontari.

Ora è più chiaro cosa voglio dire? A parità di servizio la presenza del dipendente aumenta i costi, il fatto che l'associazione sia un'azienda che NON è no-profit ne aumenta ulteriormente i costi. Difatti un'azienda privata dà si una quota ai prori dipendenti, ma partendo da un costo più alto (altrimenti lavorerebbe in perdita, cosa che non si può permettere).
Tutto questo a parità di servizio ...

jasp
22-12-2007, 16:12
ciuppy,io condivido i tuoi discorsi,ma pongo dei dubbi..
il privato per come lo conosciamo nella nostra realtà è quello che è per due motivi principali:mancanza di controllo e di mercato.
la prima motivazione è speculare al volontariato,ammettiamolo,quante volte hai subito un ispezione nella tua sede,sul mezzo o nello svolgimento del tuo servizio?a me mai e non mi risulta ad altri...
il mercato... io tengo per il pubblico lo ribadisco,il servizio dovrebbe esser pubblico,con i suoi dipendenti e i suoi volontari,ma visto che ciò non è possibile propendo ad altro.
37 euro per aver messo fuori il muso del mezzo dalla sede più 0.80 euro a km?ti sembrano tariffe da volontario?per un ora di lavoro magari una postazione si tira su 60/70 euro tranquillamente...
io non sono imprenditore,ma le cifre mi sembra che ci stiano con il costo di un dipendente...
sedi con 50 dipendenti pagati dall'ente pubblico si possono definire associazioni di volontariato?perdonami,nella mia filosofia il volontariato è una realtà dove il volontario garantisce ciò che può con le proprie forze.
e trovo assurdo che gli utenti aspettino le ambulanze che non esistono del volontariato ed i privati stanno fermi nei loro garage perche non hanno la convenzione 118...

fertix
22-12-2007, 16:56
Ciuppy avendo fatto parte del consiglio un servizio volontario costa 50 ? euro magari fosse cosi poco calcola 30 peur solo l'uscita del mezzo calcola ed e vero 80 centesimi che si calcolano su andata e ritorno in zono dove ci sono piu di 50 km andata e ritorno magari 50 euro scusa se un mezzo per dialisi prende come uscita fissa 46 euro e scusa se alcune pubbliche con nome e cognome del pz dopo qualche mese ti arriva a casa la formula obolo dopo i 30 euro presi ad uscita piu km , una pubblica chiude in attivo a fine anno compresi stipendiati non compresi i volontari e l'usura mezzo che avendo l'agevolazione della non iva sul mezzo in compera e usando le formule le tengo 5 anni e con una mentalita cosi gestita non si parla piu di pubblica ma di societa per azioni e ribadisco una cose sei un volontario anche tu giusto paghi una tessera bene lo sai che il tesoriere il segreteraio e il presidente su tua richiesta sono tenuti nel farti vedere tutti i libri contabili si no visto che paghi una quota da socio e ne hai tutto il diritto e questa e a statuto di P.A , per il privato se attivi le stesse tariffe le stesse convenzioni ospedaliere che ora hanno in gestione le pubbliche cambierebbe di poco perche le convenzioni nascono per preventivi ok e quindi compagnia offre convenzione nasce ovvio per o da parte delle ASL ci vorrebbero paletti preposti serieta preparazione e delicatezza senza che escano sciacalli

lorenzo512
22-12-2007, 18:25
i volontari sono forza lavoro gartuita ed e vero per o cittadini pagano il viaggio in ambulanza come da me lo e anche in altre regioni e quindi cosa cambia ? cambia solamente che il ricavato del viaggio va interamente nella societa visto che la forza lavoro e volontaria e non hai la cuota di un stipendiato


si ok...questa te la passo, io non ho nulla contro i privati, però ESIGO e PRETENDO che abbiano la stessa nostra formazione!
troppo spesso ho saputo di corsi interni dove la prima e unica lezione è la seguente ... :

"la vedi quella? è un ambulanza, queste sono 4 ruote, quella è una barella, vai e salva il mondo"

fertix
22-12-2007, 20:22
Lorenzo quello poco ma sicuro compagnie private certificate sia iso per i sistemi che certificazione per i dipendenti poi ovvio le convenzione se le devono vedere regione per regione ma con la stessa tabella attuale per le pubbliche ne piu ne meno ovvio si puo chiedere un qualcosa in piu su extraterritoriale o estero x o che non siano compagnie sciacalle

lukino_c
23-12-2007, 11:04
ma tornando all'argomento ambulanze private tra noi cè qualche dipendente della amica one che mi spiega come si svolgono i loro servizi ????con che criterio accendono lampeggianti e sirene???in base al fatturato???

coeslazio
23-12-2007, 12:45
Vedete... alla fine si va sempre a fare raffronti a livello locale!!

-abbiamo appurato che non ci sono volontà regionali di unificare il servizio e tanto meno a livello nazionale...

-abbiamo appurato diversità di formazione

-abbiamo appurato che ci sono prezzari diversi da regione a regione...

-abbiamo appurato che non ci sono ispezioni da parte delle autorità locali e nazionali

in questo modo non si può andare avanti... ci vuole un riordino del sistema di emergenza e trasporto infermi a livello nazionale con direttive da parte delle istituzioni centrali, prezzi controllati e ispezioni serie... fiscali e non... in maniera che chi sgarra è fuori!!

tutto questo per salvaguardare la popolazione, poi se subentrano interessi privati la questione è diversa... sicuramente va bene la gestione attuale!!

Ciuppy
23-12-2007, 13:43
e trovo assurdo che gli utenti aspettino le ambulanze che non esistono del volontariato ed i privati stanno fermi nei loro garage perche non hanno la convenzione 118...

Alt ... temo di non essermi capito, come sempre ... 8)

Definiamo un attimo "privato" ... non intendo con questo una definizione giuridica (della quale i dettagli cmq mi sfuggirebbero) ma un'ente che non sia no-profit, nato per far soldi.
Ora ... un ente siffatto ha tutti i diritti di esistere, per carità, ma non riesco a vedercelo bene nell'emergenza ... diverso il discorso per i trasporti dove enti simili ben vengano(con qualche perplessità ... solo due giorni fa venivo superato in maniera barbara su C.so Regina da un'ambulanza tutta gialla in sirena ... che casualmente ha rallentato all'altezza di via P. Cossa ... ti sta venendo lo stesso dubbio che ho avuto io?).

Ora ... i prezziari che girano nella nostra zona sono quello che sono perchè poche sono le associazioni senza dipendenti ... è un dato di fatto, mancano i voontari diurni e quindi i dipendenti sono indispensabili, e van pagati con uno stipendio dignitoso ...

Ciuppy
23-12-2007, 13:44
Vedete... alla fine si va sempre a fare raffronti a livello locale!!

Bhè ... dato che TUTTA la sanità è stata decentrata mi pare il minimo ... o no?

lorenzo512
23-12-2007, 14:04
ma tornando all'argomento ambulanze private tra noi cè qualche dipendente della amica one che mi spiega come si svolgono i loro servizi ????con che criterio accendono lampeggianti e sirene???in base al fatturato???

eh eh eh.... ma magari ci fosse qualcuno....

tempo fa c' erano e difendevano l' amica one spa .... poi, dopo che il vecchio sito venne chiuso perchè danneggiato, sul nuovo non li ho visti piu...


.... "signori e signore non c'è trucco e non c'è inganno.... è magia " .......


:wink:

coeslazio
23-12-2007, 16:36
Bhè ... dato che TUTTA la sanità è stata decentrata mi pare il minimo ... o no?

Ciuppy non andiamo oltre... :lol: la mia domanda è questa...
siete d'accordo su un servizio 118 e trasporto infermi unificato oppure no?

- unificato nel senso che ci siano regole "centralizzate"emanate dal ministero della salute su tutto ciò che concerne il servizio ben precise per lo svolgimento in egual misura per tutte le centrali operative... senza interpretazioni da parte dei singoli direttori di centrale o chi per loro!!
non mi rispondete che ci sono già... il dpr del 92 e linee guida del 96 ecc. ecc.
il punto focale è "regole, equipaggi e mezzi uguali per tutti" stop, modello 112, 113, 115...

jeppovallelunga
23-12-2007, 16:44
Bhè ... dato che TUTTA la sanità è stata decentrata mi pare il minimo ... o no?

Ciuppy non andiamo oltre... :lol: la mia domanda è questa...
siete d'accordo su un servizio 118 e trasporto infermi unificato oppure no?

- unificato nel senso che ci siano regole "centralizzate"emanate dal ministero della salute su tutto ciò che concerne il servizio ben precise per lo svolgimento in egual misura per tutte le centrali operative... senza interpretazioni da parte dei singoli direttori di centrale o chi per loro!!
non mi rispondete che ci sono già... il dpr del 92 e linee guida del 96 ecc. ecc.
il punto focale è "regole, equipaggi e mezzi uguali per tutti" stop, modello 112, 113, 115...
quoto al 1000x1000

Pascalx
23-12-2007, 16:48
:) quoto al 100%

dade.nurse
23-12-2007, 17:23
Bhè ... dato che TUTTA la sanità è stata decentrata mi pare il minimo ... o no?

Ciuppy non andiamo oltre... :lol: la mia domanda è questa...
siete d'accordo su un servizio 118 e trasporto infermi unificato oppure no?

- unificato nel senso che ci siano regole "centralizzate"emanate dal ministero della salute su tutto ciò che concerne il servizio ben precise per lo svolgimento in egual misura per tutte le centrali operative... senza interpretazioni da parte dei singoli direttori di centrale o chi per loro!!
non mi rispondete che ci sono già... il dpr del 92 e linee guida del 96 ecc. ecc.
il punto focale è "regole, equipaggi e mezzi uguali per tutti" stop, modello 112, 113, 115...

Completamente d'acccordo,
stesse certificazioni senza distinzioni regionali, stessi protocolli operativi, e soprattutto stesse regole per la stipula delle convenzioni, con standard severi e controlli seri, per elevare il livello delle prestazioni offerte ai cittadini.
Saluti

jasp
23-12-2007, 17:58
rispondo a ciuppy.
le coop per esempio sono no profit,anzi prevedona al loro interno anche i volontari,solo che i quadri direttivi possono esser retribuiti e rispondono in solido delle loro azioni... cosa che quelli del volontariato sono esentati per legge dal fare...
poi,i prezzi che ho riportato sono del servizio in ESTEMPORANEA pertanto tarato sul volontariato,questo perche la legge quadro nazionale prevede che i dipendenti di una associzione di volontariato siano legati ad una convenzione e dall'ente pubblico pagati.
a questo punto mi domando: ha senso chiamarsi volontariato quando la maggior parte dell'orario di attività per alcune sedi è coperta dal dipendente pagato dalla regione con un giro di fatture?
come pubblico la spesa è bloccata,centillinata e rimandata,calmierata e basata su grossi volumi di acquisto per abbassare i costi,ma se do i soldi per pagare fatture del volontariato no... lo trovo folle perdonatemi..
per tornare sulla domanda di coes,credo che quello che propone sarà un passo necessario nel tempo,credo che verra naturale la normazione degli standar a livello nazionale.
ormai il divario da regione a regione si sta marcando sempre più,la scarsità del volontariato ora è a macchia di leopardo,ma prima o poi raggiungerà le isole felici attuali,e matematico,l'innalzamento dell'eta pensionabile,la precarietà della vita lavorativa,un aumento dei servizi costante,sono alcune cose che porteranno necessariamente a definire cosa è sto baraccone che ha esordino nel 92 con un decreto che lo definisce "in attesa di definizione".
tocca sperare in una brusca virata verso la statalizzazione del servizio,unica scelta che garantirà il cittadino nell'erogazione del servizio.
poi,abbiamo la comunità europea,prima o poi la finirianno di chiudere due occhi sulla nostra situazione e la commissione di normazione,quando terminerà i suoi lavori il conto lo presenterà.
di sicuro continueremo a pagar multe piuttosto che scardinar interessi,ma gioco o forza qualche cosa sarà imposta.

Ciuppy
23-12-2007, 19:07
Bhè ... dato che TUTTA la sanità è stata decentrata mi pare il minimo ... o no?

Ciuppy non andiamo oltre... :lol: la mia domanda è questa...
siete d'accordo su un servizio 118 e trasporto infermi unificato oppure no?

- unificato nel senso che ci siano regole "centralizzate"emanate dal ministero della salute su tutto ciò che concerne il servizio ben precise per lo svolgimento in egual misura per tutte le centrali operative... senza interpretazioni da parte dei singoli direttori di centrale o chi per loro!!
non mi rispondete che ci sono già... il dpr del 92 e linee guida del 96 ecc. ecc.
il punto focale è "regole, equipaggi e mezzi uguali per tutti" stop, modello 112, 113, 115...

Guarda ... la tentazion di risponderti si è forte ...

Ma poi ... poi mi ricordo in che Paese siamo ... e, complice il fatto che dopo tutto non abito in Sicilia, ti rispondo che son ben contento che ci sia la decentralizzazione ...

(mi perdonino gli amici siciliani ... il riferimento è a cose che anche loro ben conoscono)

Per rispondere a Jasp ... il tuo discorso è condivisibile, e la tentazione di dar ragione a te come a Coes è forte ... ma l'impatto con la realtà delle cose è altrettanto forte (e ti prego ... non parlarmi di cooperative ... parliamo di privato SERIO, non di caporalato e sfruttamento legalizzato ...).

coeslazio
23-12-2007, 19:13
Ma poi ... poi mi ricordo in che Paese siamo ... e, complice il fatto che dopo tutto non abito in Sicilia, ti rispondo che son ben contento che ci sia la decentralizzazione ...


Allora ti faccio un'altra domanda... :lol:

Il 113, il 112, il 115 ecc. ecc. comè gestito in sicilia?
come la società che sfrutta le regole del decentramento...?

non è che forse si mette fine allo sfruttamento attuale di risorse che potrebbero finire alla comunità... invece che nelle tasce "private" con regole generali e centralizzate?

:wink: :wink: t'ho fregato ehhh!!

coeslazio
23-12-2007, 19:23
Ma poi ... poi mi ricordo in che Paese siamo ... e, complice il fatto che dopo tutto non abito in Sicilia, ti rispondo che son ben contento che ci sia la decentralizzazione ...


Allora ti faccio un'altra domanda... :lol:

Il 113, il 112, il 115 ecc. ecc. comè gestito in sicilia?
come la società che sfrutta le regole del decentramento...?

non è che forse si mette fine allo sfruttamento attuale di risorse che potrebbero finire alla comunità... invece che nelle tasche "private" con regole generali e centralizzate?

:wink: :wink: t'ho fregato ehhh!!

Pixxius
23-12-2007, 19:46
Spunto di riflessione...

Secondo voi, questo diffondersi delle associazioni private, più che un problema economico, non vi pare un preciso segnale di allarme dell'inizio della scomparsa del volontariato...?

Cioè, io mi sto rendendo conto che sempre meno persono abbiano la volontà di fare soccorso da volontario, ne tantomeno i viaggi secondari...

..secondo voi il volontariato è in crisi?

Ciuppy
23-12-2007, 20:34
Allora ti faccio un'altra domanda... :lol:

Il 113, il 112, il 115 ecc. ecc. comè gestito in sicilia?
come la società che sfrutta le regole del decentramento...?

non è che forse si mette fine allo sfruttamento attuale di risorse che potrebbero finire alla comunità... invece che nelle tasche "private" con regole generali e centralizzate?

:wink: :wink: t'ho fregato ehhh!!

Non parlo del 115 perchè non lo so ... poco so del 113 tranne che un cugino che ci lavora cambierebbe gusti sessuali pur di non finirci ... qualcosina so del 112 ed anche lì ... oltre al fatto che esistono Comandi Regionali che hanno una certa libertà di manovra OLTRE alle regole nazionali ...

Detto questo ... forse non hai capito cosa intendevo ... certo, nel migliore dei mondi possibili sarei il primo a darti ragione, "schierarmi dalla tua" (come se ora fossimo su opposti fronti ... :lol: ), etc, etc ...
Ma dato che non mi chiamo Candido e questo non è il migliore dei mondi possibili ... bhè ... è un dato di fatto che questo Paese viaggi a velocità differenziate, con leggi diverse (e sono diverse, lo sappiamo), realtà assolutamente non paragonabili fra loro ...
Non dico che mi piaccia, non dico che sia d'accordo, non dico manco che sono contro ... dico solo che è così. E, finchè è così, ben venga la regionalizzazione della cosa ...

Ah ... pensare che centralizzare il tutto possa "ripulire" ... bhè ... Coes ... dài che non ci credi manco tu ... :wink:

Morale: NONONM'HAIFREGATO!!!!!!!!! :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:


:lol: :lol:

coeslazio
23-12-2007, 20:56
Ah ... pensare che centralizzare il tutto possa "ripulire" ... bhè ... Coes ... dài che non ci credi manco tu ... :wink:

Morale: NONONM'HAIFREGATO!!!!!!!!! :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:


:lol: :lol:

Di che t'ho fregato sù... :lol: :lol:
vai a dirglielo ad un maresciallo comandante di stazione di "corleone" quanto budget gli danno (per mettersi nelle tasche...) dal ministero della difesa centrale... :lol: :lol: è logico che deve arrangiarsi... :wink: :wink:

il Primario Azzurro
23-12-2007, 22:52
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?


hey bimbo, ti consiglio di darti una calmata.... primo perchè sei neanche al decimo post e gia ti credi di conoscerci tutti uno per uno... sta buono lì che è meglio.....
secondo.... io sono uno di quelli che ha qualche scritta sulla divisa... e me le sono guadagnate tutte una per una,
e per la scritta "istruttore 118", mio caro, sto ancora sudando.... e sudando davvero.
e ho scelto che lavoro fare, ho un attività che nulla c' entra con il servizio sanitario.

dì un po'......
da dove viene la famosa formazione superiore di cui parli? dal tuo presidente? chi è il dott. house?
non credo.... verrà sempre dalle centrali, no? dalle linee guida, dai protocolli... giusto?
bè allora abbassa la cresta perchè qua siam tutti certificati, ognuno per la propria regione... e tu non hai nulla per sentirti meglio di noi.
se poi sei un luminare della medicina e speravi di trovarci tuoi pari hai sbagliato sito e gira i tacchi, molto semplicemente.

e scusa tanto... mi permetto di dirti....
se tu valessi la metà di quello che dici....sapresti trascinare le persone, sapresti motivarle, sapresti che, invece di guardare dall' alto in basso gli altri, è opportuno mettersi allo stesso livello, anche se per te vuol dire scendere, e cercare un confronto.
perchè il confronto alla pari è la base dell' apprendimento.
sali in cattedra e otterrai solo post come il mio, anche peggiori.

però comincio a pensare che non sei in grado di spiegarci nulla... e per questo spari a zero in questo modo....

ripeto...sei un professore? non lo dimostri.
sei un luminare? non è il tuo posto.
sei una persona come tutti noi magari un po incazzata? ne possiamo parlare civilmente.

se ti va e se sei in grado.... ovviamente




QUOTO
è la prima volta che conosco un vigile del fuoco di cui esprimo un giudizio del genere, che per educazioen evito di rendere publbico! Idem per pixus...

fertix
23-12-2007, 22:53
Ciuppy Coes ecco perche non puo nascere un numero unico come il 112 europeo in Italia , ed ecco perche alcune societa private spaventano in alcune regioni, ciuppy vero per vedere bene un ambulanza privata nei trasporti ma la vedo bene anche nelle urgenze ed ecco un ipotesi ma solo ipotesi ( mio comune ho la P.A tre giorni su sette come urgenze intendo ovviamente non per colpa loro ma i volontari possono coprire quei giorni oppure qualcuno in piu sotto le feste e lodo la loro buona volonta, ora se esistesse una compagnia privata con una buona convenzione col 118 che nei giorni di buco garantisce lei le urgenze ma solo como copertura di quei giorni e basta con un incentivo fisso per impegno sq e in piu fatturato uscite non sarebbe male ovvio questo con un personale qualificato, primo per non dover cercare a scalare la pubblica successiva e quindi allungare poi per garantire una copertura 24H , e questo senza andare in contro alla pubblica di zona che ovviamente riprende i suoi servizi nei giorni che ha i volontari e che nella settimana continua a fare i suoi trasporti , ma e solo un ipotesi molto lontana, pixxius per quanto riguarda il volontariato mah se ascolti me sta sparendo ma per via che sono cambiate le teste delle persone la troppa frenesia il troppo stress che ormai dilaga, e poi non lo so parlo per esperienza personale dopo 20 anni io che ero entrato con persone che avevano degli ideali ho notato che ora nello stesso ambiente sono scomparsi e con loro me compreso che amando questo lavoro inizia a farlo fuori da questo paese propio come lavoro e non piu come volontario

il Primario Azzurro
23-12-2007, 23:05
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

innanzi tutto io non vado nel personale, quindi cerca di farti i c__i tuoi.
Io ho scelto che fare nella vita, non preoccuparti. In ogni caso gli insegnamenti tieniteli per te, non sono richiesti. SInceramente non capisco i tuoi attacchi personali a me, non capisco il tuo accanimento contro tutti, ma non vado a dire in giro che sei un povero frustrato. Ma potresti dare quest'impressione. Mi spiace aver ricevuto un attacco gratuito, specialmente da un vigile del fuoco, probabilmente l'unico al mondo che non stimo. E questo mi da fastidio, perchè il tuo modo di porti non rispecchia quello che vuol dire essere VVFF , per cui penso che forse non meriti di farne parte, visto tutti quelli che farebbero carte false per esserci. Se poi sei di quelli che pensano che noi abbiamo "giocattoli" che temiamo di perdere, beh è meglio che non vada oltre...

il Primario Azzurro
23-12-2007, 23:07
Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

Ahahahah... colpito ed affondato!!!

Devi aggiungere che è pure primario!!!

pixxus, se aggiungessi qualcosa su di te, sai che risate?

Lukino Caposquadra
24-12-2007, 00:15
..... Bisogna che questo lavoro venga riconosciuto come tutti gli altri, quindi avanti le società private che creano posti di lavoro.
Quoto al 100%!!

Quoto al 100% anche io.... :wink:

il Primario Azzurro
24-12-2007, 00:28
[quote="GENOVA 40":2biigae2]..... Bisogna che questo lavoro venga riconosciuto come tutti gli altri, quindi avanti le società private che creano posti di lavoro.
Quoto al 100%!!

Quoto al 100% anche io.... :wink:[/quote:2biigae2]

ma questo lo quoto anche io!!!!

jasp
24-12-2007, 09:05
ciuppy... la fondamenta di tutto è il controllo...
i miei discorsi,utopici lo so,partono dal presupposto che simili modifiche devono partire da un consolidamento del sistema di controllo e verifica.
prima attuiamo standar certi e continui di vigilanza,poi apriamo il mercato,o meglio lo statalizziamo.
poi,la precarietà del lavoratore è un fattore dominante anche nel volontariato,i contratti a 3 mesi rinnovati esistono anche in anpas.....
in cri poi è anni che si va avanti...
ora,mi domando perche questo accanimento contro il privato,quando,perdonami anpas e cri hanno creato loro aziende private per gestire servizi di soccorso od assistenza.
perche loro possono e gli altri no?
io contesto questo,un accanimento sul privato non guardando quello che fa il volontariato.
perche se facciamo i controlli nel nostro settore,cosa succede?
poi rimango della mia,questo è un servizio pubblico e tale dovrebbe essere,per primo transitando sotto il controllo ministeriale,quello è il primo passo a mio giudizio

minotauro2020
24-12-2007, 10:34
Secondo me il privato in certe realtà non vuol dire necessariamente un servizio migliore rispetto alle pubbliche assistenze. Nelle mie zone ci sono solo associazioni di volontariato e una privata, la famosa croce amica one. Siamo in attesa del 2009, anno in cui le convenzioni verranno riviste alla luce della privatizzazione del 118. Be io credo che a partire da quell'anno non cambierà un bel nulla di nulla se non che vedremo finalmente le pubbliche assistenze operare come dei veri privati, ossia proporre convenzioni al reale prezzo di mercato e non gonfiato come nei recenti anni. Per il resto credo che non ci sarà nessun privato ingolosito dal 118: i privati si butteranno sui servizi di trasporto, sulle convenzioni con gli ospedali. Qui si che si fanno soldi, in fin dei conti il personale della croce amica, per fare un esempio, da chi è formato? Da ex volontari certificati e basta, non mettiamoci in testa che un privato metterà infermieri sul mezzi perchè costa. Avete idea dei protocolli operativi che ti suggeriscono di mettere ossigeno su un traumatizzato, pensate che un privato lo faccia? Sapete quanto costa ricaricare una bombola? Molto..... Quindi signori vabene aprire ai privati ok, però poi non aspettiamoci servizi di qualità anche perchè per questi enti ogni singola spesa va controllata. Suggerirei un maggiore controllo in ambito civilistico e fiscale per le pubbliche assistenze.

Ciuppy
24-12-2007, 13:46
ciuppy... la fondamenta di tutto è il controllo...

Intendiamoci ... questo è un punto di partenza comune ...

Sul tipo di gestione vediamo la cosa da due prospettive diverse ... tu, mi par di capire, auspicando un forte coordinamento centrale ed un passaggio allo Stato ... io augurandomi fortemente che la gestione rimanga il più decentralizzata possibile con una componente centrale solo d'indirizzo ...

Da ultimo ... non mi accanisco contro il privato ... sostengo solo che nella sanità in generale, e nel soccorso in particolare, non sia auspicabile null'altro che enti, associazioni, società o quant'altro il cui obiettivo monetario sia solamente chiudere in pareggio ... Il privato come lo intendo (che - ripeto - NON è una definizione giuridica) questo non lo può fare in quanto nasce per far utili ...

fertix
24-12-2007, 14:16
Starei dei giorni qua a scrivere sull argomento del privato ma purtroppo si deve riantrare Coes vedrai un giorno forse molto lontano le cose cambieranno dai , colgo l'occasione JOYEUX NOEL ET UN BON AN A TOUS ovvero BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI

jasp
24-12-2007, 15:20
certo che sponsorizzo il pubblico...
non vedo perche il vvff o il cc è uguale nel suo modo di agire e di essere da trieste in giu e noi un'accozzaglia multicolore e informe nella sua risposta da lampedusa in su...
il soccorso deve esser in mano ad un unica entità che da indirizzi certi e precisi per tutti,non che ogni regione fa per se..
la decentralizzazione ha solo portato una cosa: creazione di tanti feudi con tanti interessi,frammentazione della spesa e degli standar.
e scusate se insisto su una cosa a cui nessuno mi ha risposto. le ditte private create dal volontariato perche non vi scandalizzano?

coeslazio
24-12-2007, 15:21
Starei dei giorni qua a scrivere sull argomento del privato ma purtroppo si deve riantrare Coes vedrai un giorno forse molto lontano le cose cambieranno dai , colgo l'occasione JOYEUX NOEL ET UN BON AN A TOUS ovvero BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI

Si infatti...
Liberté Légalité Fraternité e alìmorté... aggiungerei!!
salutami la France...

Buon Natale... a tutti

Pixxius
24-12-2007, 21:15
[quote="GENOVA 40":2l4sh0z0]Colpito nel segno, sei una di quelli che va in giro con mille scritte ,dirigente,allievo infermiere, caposquadra, istruttore di blsd, aspirante vigile del fuoco ecc ecc. hai scelto quale lavoro fare nella vita?

Ahahahah... colpito ed affondato!!!

Devi aggiungere che è pure primario!!!

pixxus, se aggiungessi qualcosa su di te, sai che risate?[/quote:2l4sh0z0]

Dai, facciamoci queste risate... :twisted:

il Primario Azzurro
25-12-2007, 15:45
no, non mi piace infierire sui casi umani...

Pixxius
26-12-2007, 15:04
no, non mi piace infierire sui casi umani...

Ah, sarei io il caso umano...
Vabbè se lo dici te, allora ci credo.

Considerando che sei un mio superiore in quanto primario, non posso far altro che sorridere... :lol: :lol: :lol:

alfierina
26-12-2007, 15:18
Considerando che sei un mio superiore in quanto primario, non posso far altro che sorridere... :lol: :lol: :lol:

Primario di che?
:?

Pixxius
26-12-2007, 15:22
Considerando che sei un mio superiore in quanto primario, non posso far altro che sorridere... :lol: :lol: :lol:

Primario di che?
:?

Primario probabilmente è un appellativo che gli hanno dato nella sua associazione per sottolineare la sua modestia...

il Primario Azzurro
26-12-2007, 21:08
senti pixxus ma a te chi ti da la presunzione di rompere i coglioni alla gente? Ti ho forse cercato? Ti ho forse criticato? tu e quell'altro ebete vi siete permessi di muovere un attacco personale a me e a molti qui dentro, per la vostra superbia e convinzione che le vostre idee siano quelle giuste. E te vieni a parlare di modestia a ME? già uno che frequenta un forum di soccorritori e si permette di sputare merda su un'intera onorabile categoria, non dovrebbe permettersi neanche di pensare a dare lezioni di moralità come spesso fai. io credo di essere intelligente quindi non voglio sprecare tempo e parole con uno come te, ne sottrarre spazio ad argomenti più interessanti e agli amici che sono qui dentro. Stati sul cazzo a molta gente, ci sarà un motivo eh dottorino?
in ogni caso qui si parla d'altro le litigate non dovrebbero avere spazio qui dentro, quindi io da questo momento dimostro la superiorità che hai citato con tono beffardo e ti ignoro come bisogna fare con quelli come te.

il Primario Azzurro
26-12-2007, 21:09
senti pixxus ma a te chi ti da la presunzione di rompere i coglioni alla gente? Ti ho forse cercato? Ti ho forse criticato? tu e quell'altro ebete vi siete permessi di muovere un attacco personale a me e a molti qui dentro, per la vostra superbia e convinzione che le vostre idee siano quelle giuste. E te vieni a parlare di modestia a ME? già uno che frequenta un forum di soccorritori e si permette di sputare merda su un'intera onorabile categoria, in un altro sito,non dovrebbe permettersi neanche di pensare a dare lezioni di moralità come spesso fai. io credo di essere intelligente quindi non voglio sprecare tempo e parole con uno come te, ne sottrarre spazio ad argomenti più interessanti e agli amici che sono qui dentro. Stati sul cazzo a molta gente, ci sarà un motivo eh dottorino?
in ogni caso qui si parla d'altro le litigate non dovrebbero avere spazio qui dentro, quindi io da questo momento dimostro la superiorità che hai citato con tono beffardo e ti ignoro come bisogna fare con quelli come te.

il Primario Azzurro
26-12-2007, 21:09
senti pixxus ma a te chi ti da la presunzione di rompere i coglioni alla gente? Ti ho forse cercato? Ti ho forse criticato? tu e quell'altro ebete vi siete permessi di muovere un attacco personale a me e a molti qui dentro, per la vostra superbia e convinzione che le vostre idee siano quelle giuste. E te vieni a parlare di modestia a ME? già uno che frequenta un forum di soccorritori e si permette di sputare merda su un'intera onorabile categoria, in un altro sito,non dovrebbe permettersi neanche di pensare a dare lezioni di moralità come spesso fai. io credo di essere intelligente quindi non voglio sprecare tempo e parole con uno come te, ne sottrarre spazio ad argomenti più interessanti e agli amici che sono qui dentro. Stati sul caxxo a molta gente, ci sarà un motivo eh dottorino?
in ogni caso qui si parla d'altro le litigate non dovrebbero avere spazio qui dentro, quindi io da questo momento dimostro la superiorità che hai citato con tono beffardo e ti ignoro come bisogna fare con quelli come te.

Pixxius
26-12-2007, 21:21
senti pixxus ma a te chi ti da la presunzione di rompere i coglioni alla gente? Ti ho forse cercato? Ti ho forse criticato? tu e quell'altro ebete vi siete permessi di muovere un attacco personale a me e a molti qui dentro, per la vostra superbia e convinzione che le vostre idee siano quelle giuste. E te vieni a parlare di modestia a ME? già uno che frequenta un forum di soccorritori e si permette di sputare merda su un'intera onorabile categoria, non dovrebbe permettersi neanche di pensare a dare lezioni di moralità come spesso fai. io credo di essere intelligente quindi non voglio sprecare tempo e parole con uno come te, ne sottrarre spazio ad argomenti più interessanti e agli amici che sono qui dentro. Stati sul cavolaccio a molta gente, ci sarà un motivo eh dottorino?
in ogni caso qui si parla d'altro le litigate non dovrebbero avere spazio qui dentro, quindi io da questo momento dimostro la superiorità che hai citato con tono beffardo e ti ignoro come bisogna fare con quelli come te.


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

gli ho toccato il nervo scoperto...

Dai tranquillo primario-dirigente-caposquadra-allievo infermiere-vigile del fuoco-istruttore 118. Non ti preoccupare, non ti dirò più nulla, tanto gia quando dai queste risposte sottolinei la tua educazione, il tuo rispetto ma soprattutto la tua intelligenza.

Se rileggessi magari quello che ti ho scritto, vedresti che non ti ho mai offeso nè ti ho criticato, ma tu sei troppo preso dal tuo ego per accorgetene tanto da non rispettare neanche una persona come me che ti potrebbe veramente insegnare qualcosa sul piano del rispetto oltre che della professione.

il Primario Azzurro
26-12-2007, 21:51
tu hai gettato benzina sul fuoco, perchè qualcuno si è permesso di sfottere e tu gli hai dato corda. Io imparo da chiunque sappia insegnare qualcosa, non discuto la tua professionalità, ma io non ho preso in giro nessuno. e in un contensto simile certe frecciate non mi piacciono. Genova40 mi viene a chiedere se ho deciso cosa voglio fare da grande? chi è lui per permettersi certi giudizi e perchè te hai detto che ha colto nel segno? Puoi criticare tutto quello che dico sul forum o le mie idee sul soccorso, ma attacchi personali o prese per il culo che vanno sul personale, al di fuori dello scherzo, le trovo fuori luogo. Comunque non serbo rancore, voglio credere alla tua buona fede e stai tranquillo che accetterò insegnamenti...

novellina
26-12-2007, 22:08
...per addolcire un po' gli animi... ricordandovi che è Natale...


http://www.newsfood.com/Im/Aziende/Vezza-Panettoni-A.jpg



... e poi leggendo su credo che il titolo dato a questo 3D, da qualcuno che andrebbe rispettato insieme a tutti coloro che intervengono esprimendo la loro opinione in modo rispettoso, educato e gentile... è: Ambulanze private! Una stretta di mano o proprio proprio se non si può, un bel punto e via a ridere e scherzare come sempre... C'è tanto spazio per tutti! Scusate l'intrusione... Un abbraccio forte forte!

Pixxius
26-12-2007, 22:30
tu hai gettato benzina sul fuoco, perchè qualcuno si è permesso di sfottere e tu gli hai dato corda. Io imparo da chiunque sappia insegnare qualcosa, non discuto la tua professionalità, ma io non ho preso in giro nessuno. e in un contensto simile certe frecciate non mi piacciono. Genova40 mi viene a chiedere se ho deciso cosa voglio fare da grande? chi è lui per permettersi certi giudizi e perchè te hai detto che ha colto nel segno? Puoi criticare tutto quello che dico sul forum o le mie idee sul soccorso, ma attacchi personali o prese per il sedere che vanno sul personale, al di fuori dello scherzo, le trovo fuori luogo. Comunque non serbo rancore, voglio credere alla tua buona fede e stai tranquillo che accetterò insegnamenti...

Si, era in buona fede sia il mio intervento sia l'eventuale ironia intrinseca.
Nel risponderti non avevo valutato il tuo stato d'animo, eventualmente turbato dalle affermazioni di genova40, il quale non conosco ne condivido in pieno le affermazioni fatte.

Però primario, se mi permetti un consiglio, non credere che ogni affermazione fatta sia un attacco personale nei tuoi confronti, qui almeno la maggior parte degli utenti cercano il dialogo, non lo scontro.
Io stesso ho modificato il mio modo di pormi dopo aver capito che trattare male le persone e deriderne le cose fatte non porta niente ma causa solo inutili discussioni e rancori.

Per novellina, sei dolcissima come sempre!!!

novellina
26-12-2007, 22:35
Siete grandi!
E... pixxius... grazie! 8)

http://digilander.libero.it/clubweb3/gp/Decorazione_001.gif

MaggioreFantasma
26-12-2007, 23:56
E... pixxius... grazie!

PREMIO "PRIMA PERSONA AD AVER RIVOLTO UNA FRASE GENTILE A PIXXIUS"....
AND THE WINNER IS............ NOVELLINAAA!
http://www.pixeljoint.com/files/icons/pjtrophy_1b.gif

è proprio natale...

Pixxius
27-12-2007, 00:03
E... pixxius... grazie!

PREMIO "PRIMA PERSONA AD AVER RIVOLTO UNA FRASE GENTILE A PIXXIUS"....
AND THE WINNER IS............ NOVELLINAAA!
http://www.pixeljoint.com/files/icons/pjtrophy_1b.gif

è proprio natale...

Maggiore, ti mando in pasto a Rocchi!!! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

novellina
27-12-2007, 00:21
E... pixxius... grazie!

PREMIO "PRIMA PERSONA AD AVER RIVOLTO UNA FRASE GENTILE A PIXXIUS"....
AND THE WINNER IS............ NOVELLINAAA!
http://www.pixeljoint.com/files/icons/pjtrophy_1b.gif

è proprio natale...

DISCORSO: Grazie! Non ho parole! Non mi aspettavo di arrivare prima tra tutti i concorrenti che hanno fatto di tutto per essere gentili e affettuosi. E' stata dura ma ho lottato e alla fine ho tagliato il traguardo. Ringrazio tutti: il presidente nella persona del maggiore, tutta la commissione nelle persone del maggiore e... basta e infine per ultimi ma non meno importanti gli sponsor che hanno contribuito come il maggiore e.... basta. Dedico questo premio al maggiore e... basta!

sarax84
27-12-2007, 10:34
...che barba sempre a dar contro a Pixxius...io mi sarei anche stufata.....povero....è vero che si sà difendere benissimo,ma non trovo giusto dover sempre metterlo alla prova....poi si vede....lui non riesce a non rix e da li parte la discussione....lasciamolo stare no....lui rix...voi rix...e siamo tutti contenti....ciau

pierantonio
27-12-2007, 14:16
Quoto in pieno coes, regole uguali per tutti da Nord a Sud con tanto di controlli periodici da parte del Ministero e chi non rispetta gli standard deve essere sanzionato pubblico o privato che sia.

dade.nurse
28-12-2007, 22:27
Quoto in pieno coes, regole uguali per tutti da Nord a Sud con tanto di controlli periodici da parte del Ministero e chi non rispetta gli standard deve essere sanzionato pubblico o privato che sia.

Quoto entrambi,
il problema è proprio il controllo. il sistema per com'è adesso ha fatto comodo a tanti,, troppi forse...
Secondo me il nodo fondamentale è: un soggetto privato è pienamente compatibile con un servizio pubblico?
Prende la situazione delle strutture sanitarie pubbliche e private convenzionate.
Con l'introduzione del sistema dei DRG le prvate convenzionate hanno cercato di accaparrarsi le prestazioni più convenienti, con il rapporto costo/rimborso migliore, dirottando le meno convenienti al pubblico, che non può permettersi di fare queste distinzioni. Risultato? Il privato convenzionato fa soldi e il pubblico no.
Un saluto

KLAUS
04-02-2008, 22:36
il pubblico non deve far soldi deve dare un servizio già pagato con le tasse di noi cittadini , e possibilmente anche un ottimo servizio , noi privati dobbiamo guadagnarci lo stipendio come i funzionari pubblici piu le spese e i rischi d'impresa che spero conosciate tutti.
saluti

dolph06
25-03-2008, 20:07
Propio perchè volontari non possiamo garantire il nostro servizio 24 ore sia come 118 che per trasporti (dimssioni ricoveri trasporto sangue ritiro analisi ecc..) quindi ben vengano le ambulanze private che danno possibilità di lavoro, purchè non si approfittino dei dipendenti offrano orari stipendi e contratti in regola purtroppo non è quello che succede con queste ditte che molte volte guadagnano sulle spalle e sul sudore di chi non ha altre possibilità di lavoro :x

lorenzo512
26-03-2008, 20:14
Propio perchè volontari non possiamo garantire il nostro servizio 24 ore sia come 118 che per trasporti (dimssioni ricoveri trasporto sangue ritiro analisi ecc..) quindi ben vengano le ambulanze private che danno possibilità di lavoro, purchè non si approfittino dei dipendenti offrano orari stipendi e contratti in regola purtroppo non è quello che succede con queste ditte che molte volte guadagnano sulle spalle e sul sudore di chi non ha altre possibilità di lavoro :x


ti quoto in pieno.....
poi bisognerebbe parlare anche della formazione....
ci sono private che snobbano i servizi in urgenza 118, dicendo che si fa la fame, la realtà è che, almeno nelle mie zone, la formazione è un fattore di cui si tiene parecchio conto quando si danno le convenzioni.... e queste private vengono tagliate fuori....

rimangono a far secondari e dimissioni perchè la loro formazione è pari a zero.

dolph06
28-03-2008, 18:01
Conosco ditte private che hanno operatori molto bravi e preparati e associazioni ONLUS che non sanno nenche mettere un collare quindi non si dovrebbe generalizzare, inoltre anche una ambulanza privata mi sembra abbia l'obbligo di fermarsi e dare un primo aiuto in caso di bisogno se viene fermata per strada quindi è bene che anche loro abbiano una base, tra l'altro può capitare che un semplice trasporto per visita di controllo si trasformi in un rosso quando hai già il paziente a bordo perciò, chiunque salga su un ambulanza dovrebbe farlo con cognizione di causa privati e volontari :wink:

lorenzo512
28-03-2008, 21:27
difatti ho detto che "ci sono private...."
non che tutte son così.
ma tant' è... nella mia zona ne gira una in particolare.... :wink:

Albertopiem
22-05-2008, 00:43
ora,mi domando perche questo accanimento contro il privato,quando,perdonami anpas e cri hanno creato loro aziende private per gestire servizi di soccorso od assistenza.
perche loro possono e gli altri no?
i

scusa jasp, ma mi potresti fare un esempio di un'anpas che "ha creato una sua azienda privata per gestire servizi di soccorso od assistenza"?

grazie

ah, preciso che anche io non ho nulla in contrario alle croci private, a patto che siano in regola con la legge (dipendenti non in nero o gettonati, regolarmente formati, niente riciclaggio di denaro ecc.)

Match3
22-05-2008, 17:21
scusa jasp, ma mi potresti fare un esempio di un'anpas che "ha creato una sua azienda privata per gestire servizi di soccorso od assistenza"?

grazie

ah, preciso che anche io non ho nulla in contrario alle croci private, a patto che siano in regola con la legge (dipendenti non in nero o gettonati, regolarmente formati, niente riciclaggio di denaro ecc.)

io potrei ma è meglio che non lo dica quì.... spesso dietro non risula la P.A. ma bensì dei prestanome che figurano come legali rappresentanti della società

Match3
22-05-2008, 17:23
ci sono private che snobbano i servizi in urgenza 118, dicendo che si fa la fame

già, commercialmente hanno ragione loro: i secondari sono più redditizi. Non hai bisogno di ambulanze di tipo A con tutta l'attrezzatura del caso.

Spesso girano con catorci che dentro non hanno neanche una scatola di garze....

jasp
22-05-2008, 17:58
rimando alla visione del sito del consorzio piemonte emergenza,li potrete vedere la mission aziendale ed i soci fondatori dell'azienda.
sezione tematiche,in particolare interessante quella sull'attività di CALL CENTER per aziende all'interno di questo sito...
nulla di illegale e tutto alla luce del sole per questa realtà che offre servizi all'imprenditoria in generale..

Albertopiem
22-05-2008, 18:30
rimando alla visione del sito del consorzio piemonte emergenza,li potrete vedere la mission aziendale ed i soci fondatori dell'azienda.
sezione tematiche,in particolare interessante quella sull'attività di CALL CENTER per aziende all'interno di questo sito...
nulla di illegale e tutto alla luce del sole per questa realtà che offre servizi all'imprenditoria in generale..

a quanto mi risulta, il CPE fu fondato dai 3 enti per "mettere in piedi" (in quanto non esisteva prima) e gestire la centrale 118, non per fare servizi di emergenza (come dicevi tu).

Poi quando è subentrato nella gestione della CO118 il Cto crf maria adelaide, il consorzio si è fatto da parte ed ha continuato ad operare nella teleaassistenza e telesoccorso (anche perchè credo abbia alcuni dipendenti non "assorbiti" dal cto) , evidentemente fa anche da call center per aziende private per impegnare gli operatori che comunque sono presenti ad attendere h24 gli allarmi delle vecchiette con il "beghellino" al collo, ma non credo che ad anpas, cri e sasp ne torni in tasca nulla dalle attività del cpe ... ma una sfogliata ai bilanci la farò volentieri, visto che sono facilmente recuperabili sui siti.

però dal tuo post che avevo quotato nel mio post precedente, mi pareva tu facessi riferimento "ad aziende private " create da ANPAs e Cri che fanno servizi 118 o di trasporto.... sono queste che mi sfuggono, e non vedo come la pa ne possa trarre vantaggio (almeno qui in Piemonte, che conosco un po di +, casi del genere proprio non mi vengono in mente ...)

jasp
22-05-2008, 21:44
vero,non fa servizio con ambulanze questa azienda..
ma il concetto che voglio portare è diverso,qua abbiamo il volontariato che fa impresa..
la teleassistenza viene intesa come ramo di attività,tanto quanto quella del call center per aziende.
questa è un impresa che fa teleassistenza e non la sta facendo con un associazione onlus ma con un azienda,legale e trasparente come dici te ma sempre azienda con finalità di lucro è.
ti ripeto,non fara ambulanza,e non so se vi siano profitti,ma c'è un consiglio di amministrazione fatto da membri di associzioni di volontariato,scelti come ad esempio?e la partecipazione a questa azienda è stata frutto di un referendum fra i volontari?
ribadisco,legale e trasparente,nessun sotterfugio,do solo un opinione personale nel dire che a me non piace affiancare messaggi pubblicitari sul aumento del profitto delle aziende utilizzando i servizi di un ente che presenta come fondatori il volontariato....

Albertopiem
22-05-2008, 23:34
vero,non fa servizio con ambulanze questa azienda..
ma il concetto che voglio portare è diverso,qua abbiamo il volontariato che fa impresa..
la teleassistenza viene intesa come ramo di attività,tanto quanto quella del call center per aziende.
questa è un impresa che fa teleassistenza e non la sta facendo con un associazione onlus ma con un azienda,legale e trasparente come dici te ma sempre azienda con finalità di lucro è.
ti ripeto,non fara ambulanza,e non so se vi siano profitti,ma c'è un consiglio di amministrazione fatto da membri di associzioni di volontariato,scelti come ad esempio?e la partecipazione a questa azienda è stata frutto di un referendum fra i volontari?
ribadisco,legale e trasparente,nessun sotterfugio,do solo un opinione personale nel dire che a me non piace affiancare messaggi pubblicitari sul aumento del profitto delle aziende utilizzando i servizi di un ente che presenta come fondatori il volontariato....

un consorzio tra imprese non può produrre guadagni (art. 2602 c.c) da distribuire tra i soci.... figurati un consorzio tra 2 associazioni onlus (anpas e sasp) e un ente pubblico (cri) :wink:

chiaramente non può produrre utili.

come sono scelti i suoi rappresentanti? saranno sicuramente espressione degli enti soci (anpas, cri e sasp), enti che hanno dei legali rappresentanti e dei consigli direttivi .... arriveranno sicuramente da lì. La presidenza del consorzio sarà espressione del consiglio direttivo, o data a rotazione tra gli enti ...

jasp
23-05-2008, 10:58
infatti le mie obiezioni alla cosa,puramente personali,non sono in merito ad utili,come credo di aver fatto trasparire nei miei post,ma sull'accostamento fra il volontariato e la mission aziendale del consorzio..
perdonami sono all'antica,per me parole che reclamizzano un prodotto che fa aumentare gli utili di un privato non devono essere accostate ai valori che in teoria sono avversi al profitto.
poi,giustamente te la pensi in maniera diversa,correttamente esprimi la tua opinione come è scopo di questo forum il confronto,ma io rimango della mia idea.
in bella mostra sul sito di un raggruppamento di associzioni di volontariato si mette su una bella pubblicita su quanto il call center da loro proposto aumenti i profitti?
perdonami, ma,qua ci si accanisce con il privato possibile gestore degli attuali servizi delle associzioni,e mi sembra che spesso il perchè venga ricercato nel fatto che il privato non è moralmente vicino ai valori del "mutuo soccorso"tipici delle associazioni, però va bene il volontariato che fa servizi tipici dell'imprenditoria per svolgere il proprio servizio istituzionale?
nessuna polemica,vorrei solo capire tutto qui