PDA

Visualizza Versione Completa : misurazione della glicemia...



Pagine : [1] 2 3

04-10-2004, 20:36
...la fate? Perchè qui da noi la fanno anche i volontari... io non la faccio perchè mi risulta essere manovra infermieristica... me lo confermate?

pierantonio
04-10-2004, 21:49
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 19:36, Sergio-CA wrote:
...la fate? Perchè qui da noi la fanno anche i volontari... io non la faccio perchè mi risulta essere manovra infermieristica... me lo confermate?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Caro Sergio ti diro che sono dubbioso anche io sul fatto della paternita di questa manovra, per quanto riguarda la MISERICORDIA di FIRENZE dove faccio servizio sull unita medicalizzata avendo il livello avanzato sono autorizzato a compierla anche se preferisco sempre che sia il medico a farla.
Per quanto riguarda la C.R.I. non ti so dire come funzioni.
Inoltre purtroppo da regione a regione il sistema 118 cambia anche per cose come questa.
Salutoni PIERANTONIO FIRENZE.

118_paolo
04-10-2004, 21:55
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 20:49, pierantonio wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 19:36, Sergio-CA wrote:
...la fate? Perchè qui da noi la fanno anche i volontari... io non la faccio perchè mi risulta essere manovra infermieristica... me lo confermate?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Caro Sergio ti diro che sono dubbioso anche io sul fatto della paternita di questa manovra, per quanto riguarda la MISERICORDIA di FIRENZE dove faccio servizio sull unita medicalizzata avendo il livello avanzato sono autorizzato a compierla anche se preferisco sempre che sia il medico a farla.
Per quanto riguarda la C.R.I. non ti so dire come funzioni.
Inoltre purtroppo da regione a regione il sistema 118 cambia anche per cose come questa.
Salutoni PIERANTONIO FIRENZE.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>livello avanzato??? images/forum/icons/icon_eek.gif ekke vordì??? images/forum/icons/icon_confused.gif A raga, le mustrine ed i gagliardetti non sono autorizzazioni a compiere manovre invasive infermieristiche... Poi fate come ma22o volete... images/forum/icons/icon_cool.gif

Matteo_bg
04-10-2004, 22:11
Che io sappia sui nostri mezzi BLS gettone non si fa...
Diverso è il discorso per i mezzi BLS-IP o ALS: li si fa semza problemi, e so che lo fanno anche i "semplici" volontari come noi!

118_paolo
04-10-2004, 22:19
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 21:11, Matteo_bg wrote:
Che io sappia sui nostri mezzi BLS gettone non si fa...
Diverso è il discorso per i mezzi BLS-IP o ALS: li si fa semza problemi, e so che lo fanno anche i "semplici" volontari come noi!
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>si Matteo, ma converrai che in quei mezzi non si è soli...ovvero, nei medicalizzati o cè IP o cè medico... O no??? images/forum/icons/icon_wink.gif

andy118
04-10-2004, 22:31
Sarei innanzitutto curioso di capire anche io cosa vuol dire "soccorritore avanzato"...se è come penso io anche io sono un soccorritore avanzato perchè istruito sul bls, ked, asse spinale, pbls, e phtls più o meno come tutti i soccorritori ...allora mi spiegate chi è il soccorritore base??? il portantino ???lambulanziere??? il tirocinante???il passante???
Beh, per legge senza tirarla tanto per le lunghe il glucotest è una manovra invasiva...tutti siamo in grado di farla, ma non possiamo ne interpretarne i valori e ne tantomeno eseguirla proprio perchè manovra invasiva (a volte lo faccio anche io quando faccio msa ma sempre sotto ordine e responsabilità del medico).
Non credo che la legge lasci spazio alle interpretazioni personali ne tantomeno i protocolli operativi.
Salùt Andy

04-10-2004, 23:48
...esattamente come pensavo io, grazie a tutti... faccio benissimo quindi, come fatto finora, a non farla... images/forum/icons/icon_wink.gif

Al limite, io generalmente quando vengo inviato su pazienti diabetici, se sono in casa e cè un parente, la faccio prendere a lui... images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 15-07-2005 09:43 ]

india
05-10-2004, 03:16
Nelle dispense dellultimo corso x "soccorritore del sistema 118" di Genova Soccorso cera anche un riferimento al range di valori della glicemia, quasi quasi mi informo in CO e appena so qualcosa vi faccio sapere!!!
Anche perché è da qualche settimana che questo dubbio mi stuzzica le membra... Io, come allievo IP, eseguo quintali di HGT e la trovo una manovra semplicissima e priva di controindicazioni. Certo è pur vero che come allievo IP (ora che sono in rianimazione, poi...) eseguo manovre che non sarebbero proprio alla portata di un volontario (prelievi arteriosi, venosi, boli di atropina etc...), ma lHGT è davvero semplice.

Fede.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: india il 05-10-2004 02:17 ]

andy118
05-10-2004, 03:26
A noi comunque spesso la CO la richiede, e non solo: se, come gli dico io, gli dici che non la prendi perchè non ti compete e non sei autorizzato a prenderla, si incazzano pure... e il tutto il linea registrata!! bellissimo!
__________________________________________________ ______________

Beh bisognerebbe vedere se il glucotest è in dotazione alla MSB sui protocolli ...in quel caso se la C.O. (che ha come responsabile un medico di sala h24) mi autorizza o mi richiede per esempio di somministrare un farmaco tipo naloxone EV o manovre simili (ipotesi alquanto improbabile), ...beh, in quel caso diventerebbe un "atto medico delegato", quindi nei limiti delle mie capacità e non competenze credo che avrei comunque il popò parato.
Credo che le risposte ai tuoi quesiti Sergio si possno trovare tutte sul fascicolo o libro che sia che ti hanno dato quando hai fatto il corso (meglio vedere quello che danno ai nuovi entrati)....e se non le trovi li sopra cercale nel "buonsenso".
Saluti Andy images/forum/icons/icon21.gif

simo
05-10-2004, 09:47
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 19:36, Sergio-CA wrote:
...la fate? Perchè qui da noi la fanno anche i volontari... io non la faccio perchè mi risulta essere manovra infermieristica... me lo confermate?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Se il paziente è diabetico o ha problemi di glicemia, se siamo in casa gliela facciamo provare ad un parente...

La mia associazione ha comprato i gluco-meter, però non sono ancora entranti in funzione, perchè aspettiamo lautorizzazione da parte della centrale per averli sulle ambulanze...

Ciao Ciao

Simo images/forum/icons/icon21.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: simo il 05-10-2004 08:50 ]

cippirimerlo
05-10-2004, 10:00
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-04 19:36, Sergio-CA wrote:
...la fate? Perchè qui da noi la fanno anche i volontari... io non la faccio perchè mi risulta essere manovra infermieristica... me lo confermate?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Ciao
A mio avviso il problema fondamentale non è tanto se si può o non si può fare, ma soprattutto capire a cosa serve...

Cosa può fare il soccorritore una volta che ottiene un valore di glicemia ? Nulla... è un parametro fine a sè stesso sul quale comunque non possiamo intervenire, perciò a mio avviso è completamente inutile prenderla sui MSB. images/forum/icons/icon_wink.gif

Tra laltro in alcuni sistemi di emergenza allestero, vista la facilità con cui il test può risultare *non veritiero* (reagenti scaduti, utilizzo errato del tester, contaminazioni, etc.) lapproccio è molto più semplice: nel caso di pazienti diabetici, si somministra comunque glucosio in pasta (se cosciente ovviamente) poichè nel caso di crisi ipoglicemica, la situazione può migliorare in pochissimo tempo, mentre nel caso di crisi iperglicemica, il glucosio somministrato non influisce in modo *evidente* sulle cond. del paziente (visto che i problemi da iperglicemia avvengono in maniera più graduale).
Ciao ciao

C.

05-10-2004, 10:29
Perfettamente daccordo con Cippirimerlo, per gli stessi motivi! images/forum/icons/icon_wink.gif

Micio
05-10-2004, 10:39
Credo che non sia unoperazione di competenza del personale volontario, oltre al fatto che, come dice il buon Cippirimerlo, lutilità è discutibile.
Questa cosa la faccio a casa mia, su persone di mia conoscenza, familiari o parenti se me lo chiedono, ma non sicuramente in servizio.....
Se poi un giorno anche il glucotest entrerà a far parte delle operazioni richieste dalla C.O., agirò di conseguenza images/forum/icons/icon_smile.gif

fablup
05-10-2004, 16:01
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

...in quel caso se la C.O. (che ha come responsabile un medico di sala h24) mi autorizza o mi richiede per esempio di somministrare un farmaco tipo naloxone EV o manovre simili (ipotesi alquanto improbabile), ...beh, in quel caso diventerebbe un "atto medico delegato", quindi nei limiti delle mie capacità e non competenze credo che avrei comunque il popò parato.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Non facciamo confusione.... Il medico di centrale ti puo autorizzare a fare qualsiasi cosa di non tua competenza, questo non vuol dire che lo puoi fare e il tuo culo non è parato anzi... Anche perchè eseguire certe manovre, anche se di semplice esecuzione, si richiedono delle conoscenze di base che non appartengono al soccorritore. Non parliamo poi della somministrazione dei farmaci che necessita un cura particolare (e le implicazioni sono più complesse di quanto si creda perchè è necessario conoscere bene il farmaco e tutti i suoi effetti terapeutici e non, le vie e le modalità di somministrazione, ecc, ecc.)
Banalmente anche eseguendo la manovra per la rilevazione della glicemia capillare è possibile provocare dei danni se pur piccoli (provocare per esempio infezioni) oppure non conoscendo la giusta tecnica è possibile che il risultato non sia preciso o attendibile.
Seconda cosa: gli atti medici delegati... se sono atti medici non possono essere delegati, questo non vuol dire che altro personale sanitario non possa eseguire manovre che, in italia, sono "storicamente" di pertinenza del medico, ma di certo per fare un esempio se un medico mi dice ti delego a eseguire unappendicectomia questo non significa che io la possa fare...
Se mai si puo parlare di protocolli terapeutici (ovvero la possibilità di eseguire manovre o somministrare farmaci da parte di personale non medico, ma attualmente solo di pertinenza del personale infermieristico e non di quello "soccorritore") che non definirei medico delegati.


bye

05-10-2004, 16:08
Perfettamente daccordo.... images/forum/icons/icon_wink.gif

Infatti la CO può dirmi quello che vuole... io sicuramente non faccio cose che non posso fare, quando fra laltro non le ritengo indispensabili come in questo caso... images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 15-07-2005 09:44 ]

pierantonio
05-10-2004, 16:53
Per quanto riguarda il livello avanzato consiste nell imparare ad utilizzare tutti i presidi che si trovano a bordo di un ambulanza attrezzata:Materasso a depressione,tavola spinale ,steccobende ecc.
Inoltre in Toscana viene insegnato sempre a cura delle associazione, almeno per le Misericordie la preparazione dei farmaci che si trovano a bordo.
Il livello base altro non consiste che nel saper fare il B.L.S., saper trasportare i feriti con il telo e utilizzare le barelle.
Caro Paolo Mustine e gagliardetti lasciamoli alle Forze Armate ,sicuramente a loro fanno piu comodo che a noi.
Come dicevo anche se sono autorizzato a fare questa manovra ,preferisco sempre che la faccia il medico del 118
SALUTI A TUTTI

Micio
05-10-2004, 17:04
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>On 2004-10-05 15:53, pierantonio wrote:
Per quanto riguarda il livello avanzato consiste nell imparare ad utilizzare tutti i presidi che si trovano a bordo di un ambulanza attrezzata:Materasso a depressione,tavola spinale ,steccobende ecc.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Scusa, stai dicendo che ci sono alcuni volontari che escono in ambulanza senza saper utilizzare tutti i relativi presidi ?
Secondo il mio modesto parere ( images/forum/icons/icon_wink.gif ) per svolgere servizio in ambulanza si deve conoscere A MEMORIA tutto quanto in essa contenuto e saper utilizzare tutti i presidi quasi ad occhi chiusi.
Scusa, ma chi ha creato questa suddivisione in livelli ?
E una cosa limitata alla Vostra associazione oppure tutte le sedi utilizzano lo stesso sistema ?

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 17:59 ]

iaia
05-10-2004, 17:24
Credo che Fablup sia stato molto esauriente nella sua risposta ma volevo aggiungere una postilla: prendendosi la briga di effettuare una manovra di assoluta pertinenza medica o infermieristica quale la rilevazione della glicemia tramite gluco test si corre il rischio di ricadere anche nel reato di abuso di professione proprio per il suddetto motivo.
Fablup inoltre menziona tra le possibili complicanze del glucotest quella di piccole infezioni alle quali peraltro i soggetti diabetici sono più predisposti ma unaltra possibile complicanza è quella di lesione di piccole terminazioni nervose.
A voi le riflessioni del caso ma io rimango dellidea che se ognuno sapesse fare bene, ma proprio bene il proprio lavoro, sarebbe più che sufficiente!!!
Abbracci a tutti.
Laura

matteobert
05-10-2004, 20:20
siamo sempre, per lennesima volta, nella situazione "W lItalia!". Le regole ci sono e chiare: il test della glicemia è invasivo quindi i soccorritori non devono effettuarlo tuttavia, parlo per esperienza diretta, tale test è tollerato se non a volte spinto dalla c.o..
Mi spiego.....paziente di tipo U diabetico noto...."rileva la glicemia" dice la c.o., ovviamente linterpretazione del valore rilevato non è compito nostro, al massimo possiamo dirgli "gli ultimi valori (indicati sul quadernetto del paziente) sono...." giusto per vedere se si discostano di parecchio. In questo caso sarà il medico di c.o. a stabilire luso del glucosometro o il medico presente sul posto (guardia medica o medico di famiglia).
Se invece è un paziente di tipo A un test lha già fatto autonomamente quindi noi riferiamo solamente il valore alla c.o.

mikealfa4
05-10-2004, 22:02
.. allora, allora... da noi nessuno si sogna di prendere la glicemia se nn richiesto dal medico che. di norma, è su un nostro mezzo oppure in appoggio sullauto medica. Però se c troviamo da soli e la co c chiede di fare un test glicemico ad un paziente glielo facciamo. Io credo che il test che, giustamente, noi nn sappiamo interpretare nn essendo medici nè ip, possa servire alla co per capire cosa puo essere successo al paziente, assieme agli altri parametri tipo pressione, saturazione ecc.. Tra laltro mettere la cannula è unoperazione invasiva oppure no ? Perchè mi risulterebbe che questa manovra si possa fare...

Broadarrow
06-10-2004, 00:10
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-05 15:01, fablup wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

...in quel caso se la C.O. (che ha come responsabile un medico di sala h24) mi autorizza o mi richiede per esempio di somministrare un farmaco tipo naloxone EV o manovre simili (ipotesi alquanto improbabile), ...beh, in quel caso diventerebbe un "atto medico delegato", quindi nei limiti delle mie capacità e non competenze credo che avrei comunque il popò parato.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Non facciamo confusione.... Il medico di centrale ti puo autorizzare a fare qualsiasi cosa di non tua competenza, questo non vuol dire che lo puoi fare e il tuo culo non è parato anzi... Anche perchè eseguire certe manovre, anche se di semplice esecuzione, si richiedono delle conoscenze di base che non appartengono al soccorritore. Non parliamo poi della somministrazione dei farmaci che necessita un cura particolare (e le implicazioni sono più complesse di quanto si creda perchè è necessario conoscere bene il farmaco e tutti i suoi effetti terapeutici e non, le vie e le modalità di somministrazione, ecc, ecc.)
Banalmente anche eseguendo la manovra per la rilevazione della glicemia capillare è possibile provocare dei danni se pur piccoli (provocare per esempio infezioni) oppure non conoscendo la giusta tecnica è possibile che il risultato non sia preciso o attendibile.
Seconda cosa: gli atti medici delegati... se sono atti medici non possono essere delegati, questo non vuol dire che altro personale sanitario non possa eseguire manovre che, in italia, sono "storicamente" di pertinenza del medico, ma di certo per fare un esempio se un medico mi dice ti delego a eseguire unappendicectomia questo non significa che io la possa fare...
Se mai si puo parlare di protocolli terapeutici (ovvero la possibilità di eseguire manovre o somministrare farmaci da parte di personale non medico, ma attualmente solo di pertinenza del personale infermieristico e non di quello "soccorritore") che non definirei medico delegati.


bye
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Sei sempre il mio idolo!!!!
le sai tutte!!!

grande fab..ma invece di scrivere sul forum pensa alla TESI!!!!

fablup
06-10-2004, 14:03
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>


Sei sempre il mio idolo!!!!
le sai tutte!!!

grande fab..ma invece di scrivere sul forum pensa alla TESI!!!!


</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

veramente lho già finita e consegnata.....
da martedi prossimo mi puoi anche dare del lei....
images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif

bye

CIACCO81
06-10-2004, 20:12
Nella associazione dove lavoro in entrambi le ambulanza 24h non e presente il GLUCOMETRE ma solamente sullautoinfermieristica.

Andre
07-10-2004, 17:45
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-05 15:53, pierantonio wrote:
Per quanto riguarda il livello avanzato consiste nell imparare ad utilizzare tutti i presidi che si trovano a bordo di un ambulanza attrezzata:Materasso a depressione,tavola spinale ,steccobende ecc.
Inoltre in Toscana viene insegnato sempre a cura delle associazione, almeno per le Misericordie la preparazione dei farmaci che si trovano a bordo.
Il livello base altro non consiste che nel saper fare il B.L.S., saper trasportare i feriti con il telo e utilizzare le barelle.
Caro Paolo Mustine e gagliardetti lasciamoli alle Forze Armate ,sicuramente a loro fanno piu comodo che a noi.
Come dicevo anche se sono autorizzato a fare questa manovra ,preferisco sempre che la faccia il medico del 118
SALUTI A TUTTI
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
allora....il socc. di livello base,e colui che esce sui servizi non urgenti(trasferimenti e dimissioni),le sue capacita variano dal bls al saper immobilizzare una frattura o mettere un ked.....il livello avanzato in piu del livello base ha il fatto che ti insegnano il pbls,il phtls,come preparare i farmaci,le apparecchiature elettromedicali e l sva(soccorso vitale avanzato) cioe a come coadiuvare il medico durante lals

Andre
07-10-2004, 17:51
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

Scusa, ma chi ha creato questa suddivisione in livelli ?
E una cosa limitata alla Vostra associazione oppure tutte le sedi utilizzano lo stesso sistema ?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

dillo a quei c---ioni della sanita toscana, che per risparmiare sugli i.p. in ambulanza, hanno creato il livello avanzato!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Andre il 07-10-2004 16:52 ]

cippirimerlo
07-10-2004, 18:23
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>.....il livello avanzato in piu del livello base ha il fatto che ti insegnano il pbls,il phtls,come preparare i farmaci,le apparecchiature elettromedicali e l sva(soccorso vitale avanzato) cioe a come coadiuvare il medico durante lals
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Cosa che risulta essere un po *pretenziosa* visto che in sole 65 ore di corso si dovrebbero insegnare TUTTE le tecniche di base + il supporto alla figura medica. images/forum/icons/icon_eek.gif

Insomma, oltre alla discutibile pretesa di affiancare figure non sanitarie ai medici sui mezzi avanzati a cui anche tu facevi riferimento, mi chiedo come sia didatticamente possibile dare una formazione di questo tipo in sole 65 ore...

In Lombardia i soccorritori si fanno di base 120h di corso e spesso hanno bisogno di ulteriore formazione per fornire un livello accettabile di assistenza.. mah... images/forum/icons/icon_mad.gif

Ciao

C.

andy118
07-10-2004, 18:56
Ribadisco la mia idea sulla assoluta inutilità del HGT sulle MSB...
ma mi viene da fare una considerazione...forse un po cretina...a chi vuol farmi credere che pungere un polpastrello ad un diabetico (che se lo punge tutti i giorni da solo peraltro), vuoi con un ago sterile, vuoi con la lancetta in dotazione, vuoi con lo strumento a molla che non credo abbia un nome ...possa creare seppur minime lesioni o rischio di infezioni...ecco...questo mi rifiuto di crederlo...come posso medicare una FLC magari sollevando dei lembi di cute non vedo per quale strana ragione non possa bucare un polpastrello...ma la parte davvero stupida della domanda viene qui... gli orefici che mettono orecchini e piercing in ogni parte del corpo...saranno mica tutti "medici" o "infermieri".

07-10-2004, 19:07
Sono daccordo, non esageriamo...

Finchè si parla di competenze a livello legale, non ci sono santi... ma io continuo a ritenere che molte delle "competenze" eslcusive di medici ed infermieri sono solo frutto di anni di lobby... vedasi infatti i paramedici, senza andare lontano, anche in Svizzera...

iaia
07-10-2004, 19:11
Per Andy118:

Sia Fablup che io abbiamo fornito evidenze scientifiche per possibili complicanze dovute alla misurazione della glicemia.
Ad esempio sei a conoscenza del fatto che nel pz diabetico la circolazione periferica è più limitata e che quindi più frequenti sono le infezioni alle estremità?!
Quando si parla di complicanze si intende chiaramente possibilità ma questultima non è esente da responsabilità!

Per quanto riguarda orefici e piercing solitamente le persone che praticano questo tipo di intervento sono stati appositamente formati per, addirittura nella mia regione ora sono stati stabiliti corsi obbligatori per poter appliacare orecchini e assimili.
Io non farei un piercing e così mi auguro che lorefice che sale in ambulanza lasci ad altri la misurazione della glicemia!

Chiedo perdono per la puntigliosità, non son sempre così acida!
Baci a tutti
iaia

iaia
07-10-2004, 19:14
Per Sergio:
I soccorritori professionisti in svizzera fanno una scuola di 3 anni!!!
Appoggio il volontariato, base insostituibile dellextraospedaliero italiano ma...a ciascuno il suo!!!

iaia
07-10-2004, 19:14
Per Sergio:
I soccorritori professionisti in svizzera fanno una scuola di 3 anni!!!
Appoggio il volontariato, base insostituibile dellextraospedaliero italiano ma...a ciascuno il suo!!!

08-10-2004, 00:24
...appunto, a ciascuno il suo... images/forum/icons/icon_eek.gif e poi non credo proprio che facciano una scuola di tre anni per imparare a prendere la glicemia... o no?

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 07-10-2004 23:25 ]

andy118
08-10-2004, 02:08
Bene, mi sono informato con un amico Infermiere...dunque ...tutte le azioni che il paziente puo eseguire autonomamente come misurarsi la glicemia e farsi linsulina (o altre iniezioni sottocutanee vedi vaccinazioni antiinfluenzali ecc) NON sono affatto di competenza infermieristica ne tantomeno medica.
Inoltre a livello ospedaliero la rilevazione HGT è stata estesa (circa dal 1999) anche al personale ausiliario OSS (Marzio conferma).
Il Vds se è capace e ha il glucometer ha assoluta facoltà di utilizzarlo esattamente come puo rimuovere una scheggia o una spina da un dito...disinfettando prima e dopo il polpastrello...ma da quando in qua un Vds provoca un infezione a bucare un dito e un IP o il paziente stesso no???
Unico vincolo rimane come ho detto precedentemente linterpretazione dei valori rilevato di competenza del personale professionista.
Queste sono dette manovre "MINI INVASIVE".
ANDY

cippirimerlo
08-10-2004, 10:22
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Sia Fablup che io abbiamo fornito evidenze scientifiche per possibili complicanze dovute alla misurazione della glicemia.
Ad esempio sei a conoscenza del fatto che nel pz diabetico la circolazione periferica è più limitata e che quindi più frequenti sono le infezioni alle estremità?!
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Ciao
Un conto sono le "evidenze scientifiche", un conto è il rischio reale. Che i pazienti affetti da diabete abbiano conseguentemente problemi circolatori è un dato di fatto, tantè che in alcuni casi si può arrivare anche allamputazione di arti o alla perdita della vista. Da questo affermare però che esiste il rischio effettivo di lesioni e/o infezioni durante il prelievo capillare, è come minimo unestremizzazione. Se questo rischio fosse veramente REALE (e per reale non intendo basato su evidenze scientifiche ma bensì con una buona % di realizzarsi), la maggior parte dei diabetici non avrebbero più le dita visto che lesame se lo fanno tutti i giorni... images/forum/icons/icon_wink.gif
Quindi suvvia, non "arrampichiamoci sugli specchi" ma semplicemente diciamo, e questo è più accettabile, che legalmente non si può fare e basta.
Ciaooo

C.

coeslazio
08-10-2004, 10:43
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>Quindi suvvia, non "arrampichiamoci sugli specchi" ma semplicemente diciamo, e questo è più accettabile, che legalmente non si può fare e basta.
Ciaooo

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

http://fit.supereva.it/obiettivoaiuto/IMAG0002.GIF

La legge non ammette ignoranza...

Tutti possono fare tutto, ma a loro rischio e pericolo e comunque non esistono sconti sulle manovre invasive in "mini"...
o lo sono, o non lo sono, quindi regoliamoci tutti di conseguenza!!
Salux da stefano "coeslazio" images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 18:01 ]

glaring04
08-10-2004, 21:27
La rilevazione della glicemia a parere mio è un atto infermieristico, non tanto per la tecnica (direi semplice da eseguire) ma bensi per linterpretazione dei valori. Non è con la sola glicemia che si fa diagnosi, ma con altri mille segni e sintomi collegati che un bravo medico interpreta nel giusto modo....

Quindi non ritengo giusto la rilevazione della glicemia da parte dei volontari....

ciaoooo

cippirimerlo
08-10-2004, 23:56
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-08 20:27, glaring04 wrote:
La rilevazione della glicemia a parere mio è un atto infermieristico, non tanto per la tecnica (direi semplice da eseguire) ma bensi per linterpretazione dei valori. Non è con la sola glicemia che si fa diagnosi, ma con altri mille segni e sintomi collegati che un bravo medico interpreta nel giusto modo....

Quindi non ritengo giusto la rilevazione della glicemia da parte dei volontari....

ciaoooo
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Ma fare una rilevazione strumentale non equivale a fare una diagnosi, altrimenti i soccorritori non rileverebbero alcun parametro... images/forum/icons/icon_wink.gif
Ciao

C.

Andre
09-10-2004, 16:07
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-07 17:23, cippirimerlo wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>.....il livello avanzato in piu del livello base ha il fatto che ti insegnano il pbls,il phtls,come preparare i farmaci,le apparecchiature elettromedicali e l sva(soccorso vitale avanzato) cioe a come coadiuvare il medico durante lals
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Cosa che risulta essere un po *pretenziosa* visto che in sole 65 ore di corso si dovrebbero insegnare TUTTE le tecniche di base + il supporto alla figura medica. images/forum/icons/icon_eek.gif

Insomma, oltre alla discutibile pretesa di affiancare figure non sanitarie ai medici sui mezzi avanzati a cui anche tu facevi riferimento, mi chiedo come sia didatticamente possibile dare una formazione di questo tipo in sole 65 ore...

In Lombardia i soccorritori si fanno di base 120h di corso e spesso hanno bisogno di ulteriore formazione per fornire un livello accettabile di assistenza.. mah... images/forum/icons/icon_mad.gif

Ciao

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

infatti le ore sono 95!!!!!!!!!!(che poi alla fin fine tra ripassi e cacchiate varie si arriva sempre sulle 110-120)

p.s.=prima di commentare i sistemi altrui.......informati meglio

MuKk0tT4
09-10-2004, 16:51
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-06 13:03, fablup wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>


Sei sempre il mio idolo!!!!
le sai tutte!!!

grande fab..ma invece di scrivere sul forum pensa alla TESI!!!!


</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

veramente lho già finita e consegnata.....
da martedi prossimo mi puoi anche dare del lei....
images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif

bye
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>



aula 2° piano di radiologia c/o policlinico di modena ore 16!!!! madò me lo so segnata! vengo con gli striscioni!!! mhuaahuaahaaauaah

india
09-10-2004, 19:08
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-07 18:11, iaia wrote:

...nel pz diabetico la circolazione periferica è più limitata e che quindi più frequenti sono le infezioni alle estremità?!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


Cosa diavolo centra la scarsa perfusione con le infezioni???

Non lanciamoci troppo, da uninfermiera diplomata mi aspettavo qualcosina di più... images/forum/icons/icon_eek.gif

Senza offesa! Fede.

india
09-10-2004, 19:16
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-08 01:08, andy118 wrote:
Bene, mi sono informato con un amico Infermiere...dunque ...tutte le azioni che il paziente puo eseguire autonomamente come misurarsi la glicemia e farsi linsulina (o altre iniezioni sottocutanee vedi vaccinazioni antiinfluenzali ecc) NON sono affatto di competenza infermieristica ne tantomeno medica.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Scusa Andy, ma questa mi sembra proprio una ca##ata...
Non piove sul fatto che il pz si faccia da solo linsulina, come sul fatto che mio nonno assuma da solo la cardioaspirina, ma... Tu somministreresti ad un pz un farmaco, solo perché egli lo può fare da se? Io penso proprio di no...

Fede. images/forum/icons/icon_biggrin.gif

144
09-10-2004, 19:51
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

infatti le ore sono 95!!!!!!!!!!(che poi alla fin fine tra ripassi e cacchiate varie si arriva sempre sulle 110-120)

p.s.=prima di commentare i sistemi altrui.......informati meglio

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Mi sono ben informato e salta fuori ciò:
LOMBARDIA:corso di 140 per formare un soccorritore di "base"cioè senza accreditamento DAE,non è un caposervizio.
Si parte da zero e si arriva ad avere una persona che sa fare BLS,trauma,utilizza correttamente i presidi della macchina ed esce come terzo.
PIEMONTEimages/forum/icons/icon_razz.gifenso sia meglio come sistema ma più o meno la falsa riga è quella lombarda.
TOSCANA:95 ore e il soccorritore non solo ha le basi delle altre due,ma in più utilizza presidi avanzati(dovrebbe saper utilizzare un ECG defibrillatore,un respiratore,prepara farmaci)morale:diventa una figura di supporto per il professionista(medico)che si appoggia a lui come in altre regioni il collega si appoggia allinfermiere.

Sinceramente troppo pretenzioso,salvo poi saltare gli elementi base e i risultati si no ben visti settimana scorsa.....tutti geni ed intanto 3 vds ci hanno rimesso la fedina penale.
complimenti.

10-10-2004, 00:11
Io la misuro... la GLICEMIA!!!!!

Micio
10-10-2004, 01:47
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-09 18:51, 144 wrote:

Mi sono ben informato e salta fuori ciò:
LOMBARDIA:corso di 140 per formare un soccorritore di "base"cioè senza accreditamento DAE,non è un caposervizio.
Si parte da zero e si arriva ad avere una persona che sa fare BLS,trauma,utilizza correttamente i presidi della macchina ed esce come terzo.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

In Lombardia i soccorritori si fanno di base 120h di corso e spesso hanno bisogno di ulteriore formazione per fornire un livello accettabile di assistenza

10-10-2004, 12:05
...qui in Sardegna, invece, non si fa un bel niente!!! images/forum/icons/icon_mad.gif

O uno si rimbocca le maniche, si mette a studiare, si fa i corsi, ecc, o altrimenti quello che lassociazione fornisce come "corso" consiste in una trentina di ore in cui si fa trauma e BLS, punto e basta... images/forum/icons/icon_frown.gif

cippirimerlo
10-10-2004, 18:44
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
infatti le ore sono 95!!!!!!!!!!(che poi alla fin fine tra ripassi e cacchiate varie si arriva sempre sulle 110-120)

p.s.=prima di commentare i sistemi altrui.......informati meglio

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Bè, solitamente io mi informo sempre bene prima di scrivere... images/forum/icons/icon_wink.gif

LR 25/2001

---
PROTOCOLLO FORMATIVO DEI SOCCORRITORI VOLONTARI DI LIVELLO AVANZATO

DURATA
La durata del corso è di 95 ore, così suddivise: 25 di teoria, 40 di pratica e 30 di tirocinio; a quest’ultimo si
accede solo dopo lo svolgimento delle lezioni teorico pratiche relative alle tecniche di barellaggio.
-

A casa mia il tirocinio è una cosa, la formazione in aula è unaltra. Il corso, inteso come formazione teorico/pratica, dura 65 ore e poi ci sono 30 ore di servizio "protetto" su ambulanza.

Se poi vogliamo andare nello specifico, nel programma regionale si legge:

-----------
II SUPPORTO VITALE AVANZATO CON ATTREZZATURE SPECIFICHE
(2 ore totali + 8 pratica )
- Il supporto vitale avanzato;
- Le attrezzature particolari utilizzate nel supporto vitale avanzato;
- Definire i protocolli operativi del supporto vitale avanzato;
- Sapere applicare, sotto controllo del medico, i protocolli internazionali del supporto vitale avanzato ed
operare in équipe secondo modalità adeguate;
- Esercitazioni per simulazione.
------

il tutto in 2 ore di teoria ed 8 di pratica....
Infermieri, buttate nel cesso la vs. laurea per favore !!! images/forum/icons/icon_mad.gif
Ciao

C.

NDA: ovviamente la frase sopra è ironica e sottolinea il fatto che è assurdo che una LR autorizzi "questi infermieri surrogati". Non me ne vogliano i soccorritori Toscani, però avendo fatto servizio su medicalizzata in Toscana ho visto cose da far accapponare la pelle... images/forum/icons/icon_mad.gif
Io non sono contro figure paramediche che facciano o suppportino manovre ALS, però prima dovrebbero essere
adeguatamente formate ed ovviamente anche autorizzate per legge....


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: cippirimerlo il 11-10-2004 08:31 ]

cippirimerlo
10-10-2004, 18:48
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>LOMBARDIA:corso di 140 per formare un soccorritore di "base"cioè senza accreditamento DAE,non è un caposervizio.</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Giusto per la cronaca il programma ANPAs, che ha messo inieme 2 leggi regionali prevede:
- modulo base: 40 ore di corso + 40 di tirocinio
(abilitazione ai secondari)
- modulo avanzato: 80 ore di corso
(abilitazione al 11images/forum/icons/icon_cool.gif

tot. corso 120 h + 40 di tirocinio
Ciao

C.

538
10-10-2004, 19:31
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
il tutto in 2 ore di teoria ed 8 di pratica....
Infermieri, buttate nel cesso la vs. laurea per favore !!! images/forum/icons/icon_mad.gif
Ciao

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

NO COMMENT cippirimerlo..... potrei rispondere molto, molto male....
anche la portinaia sa infilare un ago nel culo (puntura) delle persone.....
images/forum/icons/icon_eek.gif
chi ha orecchie per intendere intenda......

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: 538 il 10-10-2004 18:33 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 18:03 ]

india
11-10-2004, 00:07
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

chi ha orecchie per intendere intenda......

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

...E gli altri incamper!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Fede.

144
11-10-2004, 13:16
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
NO COMMENT cippirimerlo..... potrei rispondere molto, molto male....
anche la portinaia sa infilare un ago nel culo (puntura) delle persone.....
images/forum/icons/icon_eek.gif
chi ha orecchie per intendere intenda......

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: 538 il 10-10-2004 18:33 ]
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Bè si certo,salvo poi,nel caso rompa lago o faccia venire un bellascessino(o nella sfiga si becchi lo sciatico!)è passibile di denuncia per abuso di professione medico/infermieristica.
Anche una scimmia se ben adddestrata sa mettere un bel tubo OT o un combitube...che discorsi.....mettiamo scimpanzè in ospedale?
Rispondi pure male ma la verità è che il sistema Toscano,trincerandosi dietro secolari tradizioni,fa fare al volontario quello che nel resto dItalia è lavoro di un professionista.
Certo,il risparmio è innegabile a scapito della qualità del servizio.
E non mi si dica che così va bene,conosco fior di medici Toscani che piangono e vorrebbero il loro bellinfermiere in ambulanza.

Saluti

11-10-2004, 13:27
Mah, cippirimerlo, su alcune cose posso essere daccordo...



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 15-07-2005 09:46 ]

Gerry
11-10-2004, 13:42
La misurazione della glicemia è un atto medico/infermieristico in quanto il dato rilevato è utilizzato per eventuali infusioni di glucosio o di insulina e la lettura del dxt presuppone delle conoscenze medico infermieristiche per essere interpretato.

Gerry
11-10-2004, 13:49
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 12:27, Sergio-CA wrote:
Mah, cippirimerlo, su alcune cose posso essere daccordo, ma conosco altrettanti medici qui che preferirebbero un bravo soccorritore e non gli infermieri che hanno a fianco sulle ambulanze... images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Il discorso alla fine è sempre quello, ovvero: lasciamo a Cesare quel che è di Cesare... i medici e gli infermieri secondo me dovrebbero stare in ospedale, perchè hanno una preparazione intraospedaliera, punto e basta. Sulle ambulanze invece, o comunque sul soccorso extraospedaliero, dovrebbero esserci, come nella stragrande maggioranza dei paesi al mondo, i PARAMEDICI! Sulla loro formazione, poi, possiamo disquisire quanto volete, e ovviamente non sarebbero minimamente equiparabili al volontario medio, non ci sono dubbi... ma secondo me, medici e infermieri dovrebbero essere utilizzati dove servono, ovvero a colmare le carenze ospedaliere... images/forum/icons/icon_eek.gif se poi volevano fare i paramedici, allora hanno sbagliato mestiere... images/forum/icons/icon_biggrin.gif io, ad esempio, ho iniziato medicina, ma poi mi sono reso conto che di stare in ospedale non ne avevo la minima intenzione, e che non mi interessava per niente fare il medico, ma eventualmente il paramedico... questione di gusti... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Avevo risposto a questo messaggio ma poi mi sono reso conto che non merita neanche risposta quello che hai scritto. Prima di parlare dei PROFESSIONISTI SANITARI informati bene di chi stai parlando. Forse sei proprio tu che non ti trovi bene nei tuoi panni e offendi le altre professioni gratuitamente.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Gerry il 11-10-2004 12:53 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Gerry il 11-10-2004 12:58 ]

144
11-10-2004, 14:58
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 12:27, Sergio-CA wrote:
Mah, cippirimerlo, su alcune cose posso essere daccordo, ma conosco altrettanti medici qui che preferirebbero un bravo soccorritore e non gli infermieri che hanno a fianco sulle ambulanze... images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Il discorso alla fine è sempre quello, ovvero: lasciamo a Cesare quel che è di Cesare... i medici e gli infermieri secondo me dovrebbero stare in ospedale, perchè hanno una preparazione intraospedaliera, punto e basta. Sulle ambulanze invece, o comunque sul soccorso extraospedaliero, dovrebbero esserci, come nella stragrande maggioranza dei paesi al mondo, i PARAMEDICI! Sulla loro formazione, poi, possiamo disquisire quanto volete, e ovviamente non sarebbero minimamente equiparabili al volontario medio, non ci sono dubbi... ma secondo me, medici e infermieri dovrebbero essere utilizzati dove servono, ovvero a colmare le carenze ospedaliere... images/forum/icons/icon_eek.gif se poi volevano fare i paramedici, allora hanno sbagliato mestiere... images/forum/icons/icon_biggrin.gif io, ad esempio, ho iniziato medicina, ma poi mi sono reso conto che di stare in ospedale non ne avevo la minima intenzione, e che non mi interessava per niente fare il medico, ma eventualmente il paramedico... questione di gusti... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Dai,per favore,non offendiamo lintelligenza!
Da questo tuo post ne esce solo una cosa:di soccorso extraospedaliero non hai capito nulla,men che meno delle PROFESSIONI SANITARIE.

Saluti

118_paolo
11-10-2004, 15:01
se fossi... vediamo... ah si, un moderatore, questo sarebbe un topic da chiudere... images/forum/icons/icon_biggrin.gif

11-10-2004, 16:06
Wow ragazzi, come vi siete scaldati subito! images/forum/icons/icon_biggrin.gif Questo dimostra solo che non accettate le opinioni degli altri... io vi ho forse offeso? o avete la coda di paglia e avete paura che vi "rubino" il lavoro? images/forum/icons/icon_biggrin.gif Comunque tranquilli, tanto in Italia le cose non cambiano mai, per cui non preoccupatevi!

Ah, visto che cè bisogno di dirlo, SENZA OFFESA PER NESSUNO, eh... images/forum/icons/icon_eek.gif

144
11-10-2004, 16:15
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 15:06, Sergio-CA wrote:
Wow ragazzi, come vi siete scaldati subito! images/forum/icons/icon_biggrin.gif Questo dimostra solo che non accettate le opinioni degli altri... io vi ho forse offeso? o avete la coda di paglia e avete paura che vi "rubino" il lavoro? images/forum/icons/icon_biggrin.gif Comunque tranquilli, tanto in Italia le cose non cambiano mai, per cui non preoccupatevi!

Ah, visto che cè bisogno di dirlo, SENZA OFFESA PER NESSUNO, eh... images/forum/icons/icon_eek.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Eccolo il classico stereotipo.
Ma che credi,che un medico o un Inf.Laureato abbiano paura di non trovsare lavoro perchè ci sono i volontari?
O perchè domani si potrebbe creare la figura dellEMT Americano?
La vertià:semmai il contrario.
Vorrei vedere se domani si creasse questa nuova figura e si dicesse ai volontari"grazie state a casa" o fate solo i servizi secondari,cioè niente urgenze.
Ci sarebbe una rivolta....
Come sopra,più ne aggiungi più si evince che ne capisci proprio poco.

Chiaramente,SENZA OFFESA PER NESSUNO eh!!!!!!!!!! images/forum/icons/icon_wink.gif

11-10-2004, 16:22
Mah, non so come è li da voi, ma qui da noi i medici delle mike non sono rianimatori... images/forum/icons/icon_frown.gif

Detto questo, guarda, se un giorno mi dicessero che sulle ambulanze ci mettono solo medici e infermieri, oppure soccorritori formati come si deve, sarei BEN CONTENTO di starmene a casa, o di fare quello che ho sempre fatto come dipendente: lautista! images/forum/icons/icon_biggrin.gif mi è sempre bastato e me ne avanza pure, non temere... purtroppo però non sarà mai cosi, è più facile che si "qualifichino" soccorritori piuttosto che si assumano tutti medici ed infermieri... anche se, ripeto, ne sarei ben contento. images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 11-10-2004 15:24 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 02-07-2005 12:04 ]

pierantonio
11-10-2004, 16:29
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-05 16:04, Micio wrote:
On 2004-10-05 15:53, pierantonio wrote:
Per quanto riguarda il livello avanzato consiste nell imparare ad utilizzare tutti i presidi che si trovano a bordo di un ambulanza attrezzata:Materasso a depressione,tavola spinale ,steccobende ecc.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Scusa, stai dicendo che ci sono alcuni volontari che escono in ambulanza senza saper utilizzare tutti i relativi presidi ?
Secondo il mio modesto parere ( images/forum/icons/icon_wink.gif ) per svolgere servizio in ambulanza si deve conoscere A MEMORIA tutto quanto in essa contenuto e saper utilizzare tutti i presidi quasi ad occhi chiusi.
Scusa, ma chi ha creato questa suddivisione in livelli ?
E una cosa limitata alla Vostra associazione oppure tutte le sedi utilizzano lo stesso sistema ?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Carissimo Micio come puoi ben sapere la situazione in Toscana è molto particolare Ci sono queste suddivisioni in 2 livelli che sicuramente andrebbero rivedute e corrette almeno per quanto riguarda linsagnamento ad utilizzare i presidi, farei un discorso a parte solo per quanto riguarda la preparazione di farmaci.
Spero che al piu presto vengano revisionate le linee guida inerenti la formazione dei volontari.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 18:05 ]

cippirimerlo
11-10-2004, 17:05
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>Avevo risposto a questo messaggio ma poi mi sono reso conto che non merita neanche risposta quello che hai scritto. Prima di parlare dei PROFESSIONISTI SANITARI informati bene di chi stai parlando. Forse sei proprio tu che non ti trovi bene nei tuoi panni e offendi le altre professioni gratuitamente.</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Ciao
Secondo me Sergio non è stato affatto offensivo od almeno non era sua intenzione esserlo.

Ha semplicemente espresso un suo parere che per altro condivido almeno in parte. Il concetto è poi quello *anglosassone* del soccorso: medici ed infermieri seguono un percorso formativo principalmente rivolto allassistenza intraospedaliera per cui lavorano dentro gli ospedali, mentre gli EMT (o i soccorritori professionali Svizzeri, o anglosassoni ad es.) seguono un percorso formativo rivolto allextra ospedaliero, quindi lavorano in strada. Poi è chiaro che per alcuni servizi di punta come lelisoccorso, nulla vieta di avere personale medico/infermieristico a bordo che ovviamente è migliore di qualsiasi team paramedico; questa però dovrebbe essere leccezione e non la regola... images/forum/icons/icon_wink.gif

Qui nessuno vuole togliere nulla ai professionisti sanitari, è però un dato di fatto che in alcune realtà territoriale ci sono *cosidetti professionisti sanitari* con tanto di laurea che sono a dir poco inadeguati allextraospedaliero..

Sergio,
il tuo discorso potrebbe essere OK, peccato che allo stato attuale le figure soprammenzionate NON esistono e mai esisteranno se si continueranno a fare leggi del caXXo come quella sullautista soccorritore: 1000 ore di formazione per fare BLS e guidare unambulanza... Forse il ns. governo non sa che nella stessa UE con pari formazione o quasi si è paramedici... :-/ Mah...
Ciao

C.

11-10-2004, 17:10
cippirimerlo, QUOTO IN PIENO quanto da te detto... images/forum/icons/icon_wink.gif

E ribadisco, non era mia intenzione offendere nessuno, era solo una mia opinione, ciccia! images/forum/icons/icon_wink.gif

144
11-10-2004, 17:21
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
lavorano dentro gli ospedali, mentre gli EMT (o i soccorritori professionali Svizzeri, o anglosassoni ad es.) seguono un percorso formativo rivolto allextra ospedaliero, quindi lavorano in strada. Poi è chiaro che per alcuni servizi di punta come lelisoccorso, nulla vieta di avere personale medico/infermieristico a bordo che ovviamente è migliore di qualsiasi team paramedico; questa però dovrebbe essere leccezione e non la regola... images/forum/icons/icon_wink.gif

Qui nessuno vuole togliere nulla ai professionisti sanitari, è però un dato di fatto che in alcune realtà territoriale ci sono *cosidetti professionisti sanitari* con tanto di laurea che sono a dir poco inadeguati allextraospedaliero..

Sergio,
il tuo discorso potrebbe essere OK, peccato che allo stato attuale le figure soprammenzionate NON esistono e mai esisteranno se si continueranno a fare leggi del caXXo come quella sullautista soccorritore: 1000 ore di formazione per fare BLS e guidare unambulanza... Forse il ns. governo non sa che nella stessa UE con pari formazione o quasi si è paramedici... :-/ Mah...
Ciao

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Parliamo pure di sistemi Esteri,ma con cognizione di causa.
In tutti i sistemi(parliamo di Europa)la figura del paramedico è la base che viene sempre e comunque integrata da medici e infermieri.
Hai citato la Svizzera,perfetto,soccorritori professionali che da un certo livello di gravità in poi(che si sta sempre più riducendo tra laltro)confermano lo "specialista"(medico,sempre di più o infermiere,sempre di meno)che arriva in auto.
In GB addirittura sono a livello dove (ad Esempio a Londra)la conferma per il medico avviene con invio dello stesso in elicottero(fai tu..uno dei punti di atterraggio in città è Piccadilly Circus!)e spostamento poi in macchina.
Potei citarti il sistema Olandese,Finlandese etc.
NOn scappi,la figura sanitaria professionale(attenzione,ovunque lEMT non è considerta figura sanitaria ma tecnica)è quella medico/infermieristica...piaccia o meno.....

Saluti

11-10-2004, 17:30
...ma infatti non mi sembra che qui nessuno abbia mai detto di voler fare il "sanitario" (non il bagno, eh... images/forum/icons/icon_biggrin.gif ).

Gli EMT sono per lappunto "Emergency Medical Technicians", e non mi sembra che vogliano fare i medici... vogliono solo fare il loro lavoro senza per questo venire denigrati dalle categorie "sanitarie", che come tali non dovrebbero essere "gelose", ma rispettare il lavoro degli altri e fare il "proprio". Quando cè bisogno del medico, si chiama il medico, altrimenti no. Non mi sembra che ci sia niente di strano in ciò... images/forum/icons/icon_eek.gif

144
11-10-2004, 17:34
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 16:30, Sergio-CA wrote:
...ma infatti non mi sembra che qui nessuno abbia mai detto di voler fare il "sanitario" (non il bagno, eh... images/forum/icons/icon_biggrin.gif ).

Gli EMT sono per lappunto "Emergency Medical Technicians", e non mi sembra che vogliano fare i medici... vogliono solo fare il loro lavoro senza per questo venire denigrati dalle categorie "sanitarie", che come tali non dovrebbero essere "gelose", ma rispettare il lavoro degli altri e fare il "proprio". Quando cè bisogno del medico, si chiama il medico, altrimenti no. Non mi sembra che ci sia niente di strano in ciò... images/forum/icons/icon_eek.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


Mah....prima dici che medici ed infermieri se ne stiano in ospedale che fuori bastano e vanzano i paramedici,adesso dici che se il medico serve lo si chiama.....deciditi.

Saluti

cippirimerlo
11-10-2004, 17:35
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Parliamo pure di sistemi Esteri,ma con cognizione di causa.
In tutti i sistemi(parliamo di Europa)la figura del paramedico è la base che viene sempre e comunque integrata da medici e infermieri.</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Perchè io cosa ho detto ? Mica ho detto che medici / infermieri non servono. Ho detto che in molte realtà gestiscono solo servizi specialistici.

<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
In GB addirittura sono a livello dove (ad Esempio a Londra)la conferma per il medico avviene con invio dello stesso in elicottero(fai tu..uno dei punti di atterraggio in città è Piccadilly Circus!)e spostamento poi in macchina.</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Guarda, parlando di London Ambulance e con molta cognizione di causa, ti dirò tutte le ambulanze hanno a bordo un tecnico del soccorso (QAT) ed 1 paramedico. Nessun medico, nessun infermiere. Le moto le guida 1 paramedico e sullelicottero ci sono 1 paramedico ed 1 medico. Quindi linfermiere se ne stà solo in ospedale, il medico solo sullHEMS.
Ciao ciao

C.

11-10-2004, 17:48
Ecco, come detto da cippirimerlo, io intendevo proprio quello...

ovvero: EMT e paramedici sulle ambulanze, medico al limite sullelicottero, specializzato per quello... e in ogni caso, come volevasi dimostrare, infermieri in ospedale... idem con patate in america... images/forum/icons/icon_wink.gif

Avere medici e infermieri sulle ambulanze è spesso e volentieri inutile (visto il tempo di permanenza del pz in ambulanza) ed eccessivametne dispendioso (per lo stesso motivo, spesso il medico non ha il tempo per fare quello che dovrebbe in ambulanza, ed è normale visto il tipo di servizio). Per cui, utilizziamolo dove serve, ovvero in ospedale. Tutto qua... images/forum/icons/icon_wink.gif

A proposito, io non parlo mai a vanvera, e non mi sembra di averlo detto a te... images/forum/icons/icon_wink.gif Quello che dico è semplicemente quello che ho visto in quasi 10 anni di soccorso in ambulanza, ed in quasi due anni da dipendente di mike. Mi sembra di poterne dire a sufficienza, non credi?

cippirimerlo
11-10-2004, 18:26
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>Avere medici e infermieri sulle ambulanze è spesso e volentieri inutile (visto il tempo di permanenza del pz in ambulanza) ed eccessivametne dispendioso </BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Io aggiungerei anche "rischioso per il paziente" images/forum/icons/icon_wink.gif
Case study in alcune realtà dove esistono sistemi caratterizzati da figure tecniche/paramediche e mediche utilizzate in diversa misura, hanno evidenziato che sui paz. vittime di traumi gravi il tempo di permanenza sul posto (che è ovviamente maggiore nel caso di staff ALS) ha prodotto più danni che benefici ritardando troppo laccesso ai trauma center con conseguente decesso dei paz.

Ovviamente questa NON è la regola nè è la prova che i tecnici sono meglio dei medici, ma solo uno studio che evidenza che le risorse territoriali andrebbero utilizzate al meglio a seconda della tipologia del servizio e che ALS non è sempre meglio... images/forum/icons/icon_wink.gif
Ovviamente sui paz. medici rimane il non plus ultra che può anche evitare i costi di unospedalizzazione !
Ciao

C.

144
11-10-2004, 18:28
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Guarda, parlando di London Ambulance e con molta cognizione di causa, ti dirò tutte le ambulanze hanno a bordo un tecnico del soccorso (QAT) ed 1 paramedico. Nessun medico, nessun infermiere. Le moto le guida 1 paramedico e sullelicottero ci sono 1 paramedico ed 1 medico. Quindi linfermiere se ne stà solo in ospedale, il medico solo sullHEMS.
Ciao ciao

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Il Servizio HEMS è svolto da un medico(facciamo i fini ti va? un chirurgo)e da un Infermiere,tantè che vengono forniti dal RLH.
Per Ambulanze e moto ci sno paramedici con vari livelli formativi.
(parli di Londra città,perchè già in altre zone funziona diversamente,con ausilio di automediche etc.).

Saluti

144
11-10-2004, 18:32
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Io aggiungerei anche "rischioso per il paziente" images/forum/icons/icon_wink.gif
Case study in alcune realtà dove esistono sistemi caratterizzati da figure tecniche/paramediche e mediche utilizzate in diversa misura, hanno evidenziato che sui paz. vittime di traumi gravi il tempo di permanenza sul posto (che è ovviamente maggiore nel caso di staff ALS) ha prodotto più danni che benefici ritardando troppo laccesso ai trauma center con conseguente decesso dei paz.

Ovviamente questa NON è la regola nè è la prova che i tecnici sono meglio dei medici, ma solo uno studio che evidenza che le risorse territoriali andrebbero utilizzate al meglio a seconda della tipologia del servizio e che ALS non è sempre meglio... images/forum/icons/icon_wink.gif
Ovviamente sui paz. medici rimane il non plus ultra che può anche evitare i costi di unospedalizzazione !
Ciao

C.

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Perfetto,allora guardati le statistiche dellanno scorso per gli EMT Americani e chiediti perchè da questanno lo skill intubazione avviene solo con combitube.
Semplicemente hanno visto che il 60% finivano per essere intubazioni esofagee e lEMT non se ne accorgeva.
Per il trauma il discorso PHTLS e GH è utilizzato da tutti,seguendo il tuo ragionamento allora torniamo allo scoop&run,si carica e via in sirena...meglio arrivare prima no?
Se un equipe ALS(medico+inf.)decide che per il pz è meglio "perdere"20 min. sul posto un motivo cè e lo fanno con cognizione di causa,non penso proprio spetti al soccorritore il giudizio su questo modus operandi.

Saluti

11-10-2004, 18:46
Ragazzi, secondo me questa discussione non porta a nulla... qui ognuno cerca di "difendere" la propria categoria, e non si arriverà mai a niente cosi... images/forum/icons/icon_frown.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 02-07-2005 12:06 ]

538
11-10-2004, 19:35
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 12:16, 144 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
NO COMMENT cippirimerlo..... potrei rispondere molto, molto male....
anche la portinaia sa infilare un ago nel culo (puntura) delle persone.....
images/forum/icons/icon_eek.gif
chi ha orecchie per intendere intenda......

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: 538 il 10-10-2004 18:33 ]
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Bè si certo,salvo poi,nel caso rompa lago o faccia venire un bellascessino(o nella sfiga si becchi lo sciatico!)è passibile di denuncia per abuso di professione medico/infermieristica.
Anche una scimmia se ben adddestrata sa mettere un bel tubo OT o un combitube...che discorsi.....mettiamo scimpanzè in ospedale?
Rispondi pure male ma la verità è che il sistema Toscano,trincerandosi dietro secolari tradizioni,fa fare al volontario quello che nel resto dItalia è lavoro di un professionista.
Certo,il risparmio è innegabile a scapito della qualità del servizio.
E non mi si dica che così va bene,conosco fior di medici Toscani che piangono e vorrebbero il loro bellinfermiere in ambulanza.

Saluti
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

caro 144 la mia provocazione era ironica, non ho assolutamente risposto male.... sono uno studente infermiere al san gerardo di monza
e anche io sono daccordo con cippirimerlo e con te...
forse sono stato frainteso!

ciao a tutti images/forum/icons/icon_biggrin.gif

iaia
12-10-2004, 00:30
Qualche delucidazione sulle complicanze del diabete:

1.Complicanze a carico della macrocircolazione ossia a danno del cuore, del cervello, dei grossi vasi degli arti inferiori
2.Complicanze a carico della microcircolazione ossia a compromissione della funzionalità capillare che può evolvere in infezioni acute e croniche
3. Neuropatie ossia danni a livello dei nervi di ogni tipo compresi quelli periferici

Perché questa puntualizzazione? Perché India dice “mi aspettavo di più da un’infermiera diplomata” e così non volendo raccogliere la sua frase come critica negativa (c’è voluto del bel impegno!!!) ho spolverato alcune nozioni che condivido con voi.

Volevo evidenziare in particolare il punto 2 visto che con la rilevazione della glicemia si va a contatto proprio con il sistema microvascolare.

Mi rendo conto che se vista da sola, la complicanza di infezione post puntura per prelievi di sangue capillare per la misurazione della glicemia è irrisoria (anche se reale!), ma non si può decontestualizzare dalla dubbia utilità di questa manovra da parte di soccorritori, complicanze legali ecc…

Un abbraccio ad udenti e non udenti!!!
Laura (Infermierina soccorritrice!)

PS: X India, la fonte bibliografica è il Brunner!

glaring04
15-10-2004, 23:36
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 23:30, iaia wrote:

PS: X India, la fonte bibliografica è il Brunner!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Mitico Brunner....sempre utile images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif

538
16-10-2004, 13:16
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-15 22:36, glaring04 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 23:30, iaia wrote:

PS: X India, la fonte bibliografica è il Brunner!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Mitico Brunner....sempre utile images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

per la modica cifra di 160 EURI!! images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_razz.gif images/forum/icons/icon_confused.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

alexmise1
17-10-2004, 14:41
da noi viene fatta senza problemi, se sullambulanza ce o un medico o un infermiere o se la c.o. 118 lo richiede ad un ambulanza ordinaria.

118_paolo
20-10-2004, 09:37
Noi lo facciamo...
Noi non lo facciamo...
A volte si...
Qualche volta...
Io credo che questo sia il modo corretto per andare avanti allinfinito con questo 3d, senza togliere un ragno dal buco... images/forum/icons/icon_confused.gif
Tutti fanno... Ogniuno fa, ciò che ritiene più opportuno fare, innanzi una circosatanza; un fatto; un evento!
Detto questo, esiste una leggislazione, con annessa giurisprudenza. Quando si cerca di leggere un fatto, analizzandolo sotto il profilo giudiziario, pure i giurisprudenti convergono/divergono images/forum/icons/icon_confused.gif ... Ma per cercare di toglierlo sto ragno dal buco io dico: esiste un preciso articolo del codice penale che dice che per esercitare una professione o una manovra "medica", è necessario un attetsato di abilitazione allesercizio della professione riconosciuto dallo stato.
Cominciate da una cosa: informatevi se la vostra abilitazione lo stato la riconosce come "abilitante" allesercizio in questione...e poi fate vobis...
images/forum/icons/icon_wink.gif salutini...

cippirimerlo
20-10-2004, 11:45
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Ma per cercare di toglierlo sto ragno dal buco io dico: esiste un preciso articolo del codice penale che dice che per esercitare una professione o una manovra "medica", è necessario un attetsato di abilitazione allesercizio della professione riconosciuto dallo stato.
Cominciate da una cosa: informatevi se la vostra abilitazione lo stato la riconosce come "abilitante" allesercizio in questione...e poi fate vobis...
images/forum/icons/icon_wink.gif salutini...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Le cose non sono così semplici, caro Paolo... images/forum/icons/icon_eek.gif
La legge è volutamente generica e come dici tu stesso i casi giudiziari controversi. Un esempio semplice semplice era la defibrillazione precoce da parte di non medici prima della legge del 2001: pur essendo "un atto medico" ci si appellava semplicemente allo stato di necessità...

Oltretutto visto che difficilemente misurando la glicemia si creano lesioni, questo *abuso di professione* (se poi di tale si tratta), non viene ovviamente mai denunciato. Figurati se la nonnina che si misura liberamente la glicemia a casa va a pensare che in realtà chi la va a soccorrere NON potrebbe misurargliela... situazione + che ridicola !
Ciao ciao

C.

118_paolo
20-10-2004, 12:00
Per labilitazione allutilizzo dei >DAE< da personale non medico e laico, è stata apportata una legge dallo stato...


http://www.ulss.tv.it/suem/DLdefib.html

http://www.regione.veneto.it/Servizi+alla+Persona/Sanita/Notizie+dalla+sanit%C3%A0/Assistenza+Ospedaliera/Emergenza-Urgenza/defibrillatori_semiautomatici_nel_territorio.htm


Quando ne verrà promulgata una relativa a manovre "invasive" da parte di personale non medico e/o laico, cominceremo a ridiscutere...


images/forum/icons/icon_cool.gif

118_paolo
20-10-2004, 12:01
...per il resto, nel "chiacchierio"...il ragno rimane dentro il buco... images/forum/icons/icon21.gif

cippirimerlo
20-10-2004, 12:35
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-20 11:00, 118_paolo wrote:
Per labilitazione allutilizzo dei >DAE< da personale non medico e laico, è stata apportata una legge dallo stato...</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Paolo, dovresti imparare a leggere ATTENTAMENTE i post, prima di rispondere.

PRIMA della legge del 2001 sulla defibrillazione precoce, pur essendoci larticolo del codice penale che punisce labuso di professione medica da te citato, si usava COMUNQUE il dae (terapia elettrica altamente invasiva), apppellandosi allo stato di necessità e sotto supervisione medica (ovvero autorizzazione a voce via cavo alluso del dae oppure protocolli scritti).

Sai questo cosa vuole dire ? Semplice...
Che seguendo lo stesso ragionamento si potrebbe autorizzare la misurazione della glicemia, cosa che in effetti avviene in alcune realtà.

Quindi direi che il ragno è sempre nel buco... images/forum/icons/icon_wink.gif

Ciao ciao

C.

118_paolo
20-10-2004, 19:09
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-20 11:35, cippirimerlo wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-20 11:00, 118_paolo wrote:
Per labilitazione allutilizzo dei >DAE< da personale non medico e laico, è stata apportata una legge dallo stato...</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Paolo, dovresti imparare a leggere ATTENTAMENTE i post, prima di rispondere.

PRIMA della legge del 2001 sulla defibrillazione precoce, pur essendoci larticolo del codice penale che punisce labuso di professione medica da te citato, si usava COMUNQUE il dae (terapia elettrica altamente invasiva), apppellandosi allo stato di necessità e sotto supervisione medica (ovvero autorizzazione a voce via cavo alluso del dae oppure protocolli scritti).

Sai questo cosa vuole dire ? Semplice...
Che seguendo lo stesso ragionamento si potrebbe autorizzare la misurazione della glicemia, cosa che in effetti avviene in alcune realtà.

Quindi direi che il ragno è sempre nel buco... images/forum/icons/icon_wink.gif

Ciao ciao

C.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>secondo me vaneggi images/forum/icons/icon_eek.gif fa cmq come desideri...

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: 118_paolo il 20-10-2004 18:10 ]

goofy70
21-10-2004, 00:52
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 23:30, iaia wrote:
Qualche delucidazione sulle complicanze del diabete:

1.Complicanze a carico della macrocircolazione ossia a danno del cuore, del cervello, dei grossi vasi degli arti inferiori
2.Complicanze a carico della microcircolazione ossia a compromissione della funzionalità capillare che può evolvere in infezioni acute e croniche
3. Neuropatie ossia danni a livello dei nervi di ogni tipo compresi quelli periferici

Perché questa puntualizzazione? Perché India dice “mi aspettavo di più da un’infermiera diplomata” e così non volendo raccogliere la sua frase come critica negativa (c’è voluto del bel impegno!!!) ho spolverato alcune nozioni che condivido con voi.

Volevo evidenziare in particolare il punto 2 visto che con la rilevazione della glicemia si va a contatto proprio con il sistema microvascolare.

Mi rendo conto che se vista da sola, la complicanza di infezione post puntura per prelievi di sangue capillare per la misurazione della glicemia è irrisoria (anche se reale!), ma non si può decontestualizzare dalla dubbia utilità di questa manovra da parte di soccorritori, complicanze legali ecc…

Un abbraccio ad udenti e non udenti!!!
Laura (Infermierina soccorritrice!)

PS: X India, la fonte bibliografica è il Brunner!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>Non voglio aggiungere altro Iaia....sante parole le tue.... e mi aggrego con chi vuole avere orecchie ascolti.....

cippirimerlo
21-10-2004, 10:08
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>secondo me vaneggi images/forum/icons/icon_eek.gif fa cmq come desideri...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Sei sempre + divertente... images/forum/icons/icon_smile.gif images/forum/icons/icon_smile.gif images/forum/icons/icon_smile.gif hihihihi

21-10-2004, 10:29
Scusate, ma una domanda mi sorge spontanea: images/forum/icons/icon_wink.gif fermo restando la legge, e io sono daccordo a non fare nulla contro legge (il post lho aperto io proprio per averne conferma), qui il discorso sta prendendo una piega diversa, ovvero "la glicemia lasciamola misurare agli "addetti" ai lavori...". Quello che vorrei capire è: che differenza cè fra un infermiere cheprende la glicemia ed un soccorritore che fa la stessa cosa?? per caso agli infermieri viene insegnato come far passare il bellaghetto fra una terminazione nervosa e laltra??? images/forum/icons/icon_eek.gif ma dai... images/forum/icons/icon_wink.gif

144
21-10-2004, 11:07
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 09:29, Sergio-CA wrote:
Scusate, ma una domanda mi sorge spontanea: images/forum/icons/icon_wink.gif fermo restando la legge, e io sono daccordo a non fare nulla contro legge (il post lho aperto io proprio per averne conferma), qui il discorso sta prendendo una piega diversa, ovvero "la glicemia lasciamola misurare agli "addetti" ai lavori...". Quello che vorrei capire è: che differenza cè fra un infermiere cheprende la glicemia ed un soccorritore che fa la stessa cosa?? per caso agli infermieri viene insegnato come far passare il bellaghetto fra una terminazione nervosa e laltra??? images/forum/icons/icon_eek.gif ma dai... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Differenza:lui ha un titolo e tu no.
Lui può e tu no.
punto e stop.
tutto il resto solo chiacchiere al vento.

Saluti

144
21-10-2004, 11:10
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 09:08, cippirimerlo wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>secondo me vaneggi images/forum/icons/icon_eek.gif fa cmq come desideri...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Sei sempre + divertente... images/forum/icons/icon_smile.gif images/forum/icons/icon_smile.gif images/forum/icons/icon_smile.gif hihihihi
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

io rimango della mia idea:è un bellesempio di ciclotimico ad altissima frequenza.
Propongo Litio in gran quantità.

images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

21-10-2004, 11:36
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>Differenza:lui ha un titolo e tu no.
Lui può e tu no.
punto e stop.
tutto il resto solo chiacchiere al vento.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Ecco, torniamo a bomba: nessuno sta mettendo in dubbio questo, lho già scritto 20mila volte... quello che dico io è: volete davvero dire che un soccorritore può causare danni, mentre un infermiere o un medico no?? images/forum/icons/icon_eek.gif perchè allora sono queste le chiacchiere al vento...

144
21-10-2004, 11:55
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Ecco, torniamo a bomba: nessuno sta mettendo in dubbio questo, lho già scritto 20mila volte... quello che dico io è: volete davvero dire che un soccorritore può causare danni, mentre un infermiere o un medico no?? images/forum/icons/icon_eek.gif perchè allora sono queste le chiacchiere al vento...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Si,non sapendo cosa fai è possibile.
Come capita di curare dei begli ascessi dati da fantastiche iniezioni fatte da vicine volenterose.....
Fai il tuo bene,senza poi considerare che il momento che hai il valore della glicemia che te ne fai?
Nulla!

21-10-2004, 11:58
...e siamo daccordissimo!!! non è questo in discussione, tantè che, ripeto, il thread lho aperto io proprio dicendo che la glicemia NON LA PRENDO, perchè non mi compete e perchè alla fine non me ne faccio nulla del valore che ho... images/forum/icons/icon_biggrin.gif

mikealfa4
21-10-2004, 13:31
Sergio, nn si tratta di valutare il risultato che t da il glucometer ma di leggerlo e dirlo alla C.O. come mi è già capitato di fare a volte (visto che da noi puo capitare di fare emergenze senza ne medico ne IP) assieme alle alre info sulla condizione generale del paziente ma sempre e comunque su richiesta della C.O. . Il problema rimane aperto x quanto riguarda la possibilità di fare o meno la manovra "tecnica".....

e il ragno rimane nel buco images/forum/icons/icon21.gif

21-10-2004, 13:37
Certo, questo è ovvio... anche da noi è cosi, le urgenze le facciamo sempre senza medico e IP, a meno che non venga inviata una mike, o a meno che non ne faccia richiesta io che sono sul posto... ma generalmente non capita mai, dato che siamo a 5 minuti da qualsiasi ospedale, per cui magari la mike ci mette di più ad arrivare che non io ad andare in PS... per questo dico che, se anche prendo la glicemia, ai fini dellevento non mi cambia nulla... se sospetto una ipoglicemia o una iperglicemia, in ogni caso devo effettuare il trasporto allospedale con le regole del caso, punto e basta... anche perchè tanto in PS non si fidano MAI dei nostri parametri, e li riprendono sempre (giustamente, considerando la gente che gira sulle ambulanze), per cui... images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 02-07-2005 12:07 ]

MuKk0tT4
22-10-2004, 01:06
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-16 12:16, 538 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-15 22:36, glaring04 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-11 23:30, iaia wrote:

PS: X India, la fonte bibliografica è il Brunner!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Mitico Brunner....sempre utile images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

per la modica cifra di 160 EURI!! images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_razz.gif images/forum/icons/icon_confused.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


150€ prego comprato 15 gg fa....è bello sapere ke altre parti ditalia si studia sugli stessi testi!!!!!!

538
22-10-2004, 01:25
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 09:29, Sergio-CA wrote:
Scusate, ma una domanda mi sorge spontanea: images/forum/icons/icon_wink.gif fermo restando la legge, e io sono daccordo a non fare nulla contro legge (il post lho aperto io proprio per averne conferma), qui il discorso sta prendendo una piega diversa, ovvero "la glicemia lasciamola misurare agli "addetti" ai lavori...". Quello che vorrei capire è: che differenza cè fra un infermiere cheprende la glicemia ed un soccorritore che fa la stessa cosa?? per caso agli infermieri viene insegnato come far passare il bellaghetto fra una terminazione nervosa e laltra??? images/forum/icons/icon_eek.gif ma dai... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


senza parole...... images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif

22-10-2004, 10:52
...appunto, senza parole... images/forum/icons/icon24.gif

Gerry
22-10-2004, 15:55
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 00:25, 538 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 09:29, Sergio-CA wrote:
Scusate, ma una domanda mi sorge spontanea: images/forum/icons/icon_wink.gif fermo restando la legge, e io sono daccordo a non fare nulla contro legge (il post lho aperto io proprio per averne conferma), qui il discorso sta prendendo una piega diversa, ovvero "la glicemia lasciamola misurare agli "addetti" ai lavori...". Quello che vorrei capire è: che differenza cè fra un infermiere cheprende la glicemia ed un soccorritore che fa la stessa cosa?? per caso agli infermieri viene insegnato come far passare il bellaghetto fra una terminazione nervosa e laltra??? images/forum/icons/icon_eek.gif ma dai... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


senza parole...... images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Non intendo alimentare ulteriormente questa discussione che non porterà a niente. Chi rimane convinto di essere nel giusto continui pure a rilevare tutti i parametri che vuole se questo lo fa sentire migliore. Credo che ognuno ha dei compiti e le competenze per farli.
Vi lascio con una stupida frase che so farà capire a chi vuol capire.
"Anche per guidare un taxi ci va il CAP eppure tutti sappiamo guidare..."

Ciao
images/forum/icons/icon_biggrin.gif

22-10-2004, 16:04
...infatti il CAP non serve per insegnarti a guidare, ma serve per insegnarti ben altre cose... images/forum/icons/icon_eek.gif

118_paolo
22-10-2004, 16:13
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 15:04, Sergio-CA wrote:
...infatti il CAP non serve per insegnarti a guidare, ma serve per insegnarti ben altre cose... images/forum/icons/icon_eek.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


MI spiegheresti a cosa serve il CAP Sergio???

Gerry
22-10-2004, 16:17
Infatti la Laurea in scienze infermieristiche non serve a insegnarti solo a fare un dxt ma anche a capire il dato e intervenire.
Ripeto: se ci si vuole arrampicare sugli specchi questa è la strada giusta.
Che vi vada bene o no la LEGGE prevede che per alcune attività ci vadano competenze specifiche e che siano erogate da chi ne ha le competenze e che quindi non incorra in abuso di esercizio medico/infermieristico.

22-10-2004, 16:22
Volentieri, visto che ho tutte le patenti, K (o CAP) compresi...

voilà, si fa prima cosi...

http://www.aci.it/wps/portal/_s.155/1090/.cmd/ad/.c/578/.ce/1562/.p/768?PC_768_action=appendiceI_4

ciao!

144
22-10-2004, 16:29
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 15:04, Sergio-CA wrote:
...infatti il CAP non serve per insegnarti a guidare, ma serve per insegnarti ben altre cose... images/forum/icons/icon_eek.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Appunto,la laurea in scienze infermieristiche e medicina non serve ad insegnarmi materialmente a pungere un dito,serve e farmi capire cosa faccio,perchè lo faccio e cosa traggo dal risultato(impostazione di una adeguata terapia).
Quindi il soccorritore che punge il dito oltre a compiere un abuso non sa nemmeno come farlo e perchè.

mikealfa4
22-10-2004, 16:33
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 12:31, mike-alfa-4 wrote:
Sergio, nn si tratta di valutare il risultato che t da il glucometer ma di leggerlo e dirlo alla C.O. come mi è già capitato di fare a volte (visto che da noi puo capitare di fare emergenze senza ne medico ne IP) assieme alle alre info sulla condizione generale del paziente ma sempre e comunque su richiesta della C.O. .
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Gerry, ho quotato quello che ho scritto nella pagina precedente per ribadirti che nessuno ha detto che siamo capaci di interpretare la lettura del glucometer. Il fatto sta che se la c.o. mi chiede di fare il test, io cosa gli dovrei rispondere ? No nn te lo dico xchè nn la posso fare ? la domanda principale, come al solito, è : esiste una legge dove si indichi ESPLICITAMENTE che la misurazione della glicemia NON E una manovra da soccorritori ?? se esiste, me la trovate x favore ?

144
22-10-2004, 16:43
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

Gerry, ho quotato quello che ho scritto nella pagina precedente per ribadirti che nessuno ha detto che siamo capaci di interpretare la lettura del glucometer. Il fatto sta che se la c.o. mi chiede di fare il test, io cosa gli dovrei rispondere ? No nn te lo dico xchè nn la posso fare ? la domanda principale, come al solito, è : esiste una legge dove si indichi ESPLICITAMENTE che la misurazione della glicemia NON E una manovra da soccorritori ?? se esiste, me la trovate x favore ?
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

1)che la tua CO lo richieda come dato....opinabile ma se così vogliono allora ci sarebbe da fare il discorso"come faccio a darti il dato senza violare la legge?"
2)ti rispondo se vuoi,una legge che dica testuali parole"il laico(questo sei,soccorritore non vuole dire nulla a livello legale)non può fare un test per la glicemia ad unaltra persona"non esiste,ma come non esiste la legge che mi dica testuali parole"è vietato investire la gente".
Seguendo il tuo ragionamento ti potrei dire che non esiste una legge che vieta esplicitamente lintubazione al laico.
per contro cè una legge che mi diche che solo il medico può intubare,che medico e inf. possono fare un glucotest,portando alla logica deduzione che se non sei medico non intubi,se non sei infermiere non prendi la glicemia.

Saluti

iaia
22-10-2004, 17:07
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
2)ti rispondo se vuoi,una legge che dica testuali parole"il laico(questo sei,soccorritore non vuole dire nulla a livello legale)non può fare un test per la glicemia ad unaltra persona"non esiste,ma come non esiste la legge che mi dica testuali parole"è vietato investire la gente".
Seguendo il tuo ragionamento ti potrei dire che non esiste una legge che vieta esplicitamente lintubazione al laico.
per contro cè una legge che mi diche che solo il medico può intubare,che medico e inf. possono fare un glucotest,portando alla logica deduzione che se non sei medico non intubi,se non sei infermiere non prendi la glicemia.

Saluti
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Risposta abbastanza esauriente ma forse a questo punto vale la pena non fornire più alcun tipo di spiegazione...! images/forum/icons/icon_cool.gif

Gerry
22-10-2004, 17:13
iaia quoto

118_paolo
22-10-2004, 18:49
Se un medico mi dice di effettuare una manovra, per il quale ritengo di non essere "abilitato", sia esso del 118, o padreterno, il sottoscritto si rifiuta di farla... Che sia lesperienza vissuta? mah... images/forum/icons/icon_wink.gif

538
22-10-2004, 19:02
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 14:55, Gerry wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 00:25, 538 wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-21 09:29, Sergio-CA wrote:
Scusate, ma una domanda mi sorge spontanea: images/forum/icons/icon_wink.gif fermo restando la legge, e io sono daccordo a non fare nulla contro legge (il post lho aperto io proprio per averne conferma), qui il discorso sta prendendo una piega diversa, ovvero "la glicemia lasciamola misurare agli "addetti" ai lavori...". Quello che vorrei capire è: che differenza cè fra un infermiere cheprende la glicemia ed un soccorritore che fa la stessa cosa?? per caso agli infermieri viene insegnato come far passare il bellaghetto fra una terminazione nervosa e laltra??? images/forum/icons/icon_eek.gif ma dai... images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


senza parole...... images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif images/forum/icons/icon_eek.gif

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Non intendo alimentare ulteriormente questa discussione che non porterà a niente. Chi rimane convinto di essere nel giusto continui pure a rilevare tutti i parametri che vuole se questo lo fa sentire migliore. Credo che ognuno ha dei compiti e le competenze per farli.
Vi lascio con una stupida frase che so farà capire a chi vuol capire.
"Anche per guidare un taxi ci va il CAP eppure tutti sappiamo guidare..."

Ciao
images/forum/icons/icon_biggrin.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

che sfiga! non riesco mai a farmi capire..... caro gerry sono uno studente infermiere... il mio senza parole era per sergio che secondo il mio modesto parere a detto una grande....... (fate voi).....

images/forum/icons/icon_wink.gif

22-10-2004, 19:17
...cazzata? images/forum/icons/icon_biggrin.gif

ma dai, non farti scrupoli, per cosi poco!!! cè gente che minaccia addirittura rappresaglie fisiche, e tu ti vergogni per cosi poco? tranquillo, non ti faccio niente! images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Detto questo, per me chiudo, non replico più, ormai si sta finendo alla solita lotta fra soccorritore/infermiere/medico... mah... images/forum/icons/icon24.gif

538
23-10-2004, 00:14
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-22 18:17, Sergio-CA wrote:
...cazzata? images/forum/icons/icon_biggrin.gif

ma dai, non farti scrupoli, per cosi poco!!! cè gente che minaccia addirittura rappresaglie fisiche, e tu ti vergogni per cosi poco? tranquillo, non ti faccio niente! images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Detto questo, per me chiudo, non replico più, ormai si sta finendo alla solita lotta fra soccorritore/infermiere/medico... mah... images/forum/icons/icon24.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

niente di personale Sergio, non ne avrei il motivo...
la penso solo cosi... a ogniuno il suo....

ciao a tutti
NEVIO images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_razz.gif

mikealfa4
23-10-2004, 00:18
usando il buonsenso che cerco di utilizzare anche x il resto delle cose che faccio, chiudo anche io la discussione.. comincia a diventare sterile.

nottenotte, alla prox

MuKk0tT4
25-10-2004, 04:16
volete un mio esempio pratico????
mia nonna 78 anni, diabetica insulinodipendente....le ho regalato a natale un glucosimetro con tanto di aghi monouso disinfettante ovatta e marker del glucosio.....
le ho spiegato esattamente come si svolge la procedura e per una settimana ho monitorato se la eseguiva correttamente.....se il glucosio era sopra un certo livello linsulina andava fatta, altrimenti poteva saltare liniezione ke oltretutto si fa da sola....
risultato???
anke mia cugina di 4 anni fa lo stick a mia nonna, è stata proprio lei ad insegnarlo alla prignocchetta images/forum/icons/icon_wink.gif
e con questo cosa voglio dire?
ke se si hanno dei validi istruttori ke ti insegnano come rilevare la glicemia e a riferire prontamente il valore alle figure competenti, non vedo il vostro attaccamento ad una misera puntura sul dito......
a voi la risposta images/forum/icons/icon24.gif

25-10-2004, 10:51
...parole sante... ma come già detto, la legge dice altro... e siccome non voglio correre il rischio di finire in tribunale lavorando oltretutto gratis, io la glicemia non la prendo...

Micio
25-10-2004, 11:18
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 03:16, MuKk0tT4 wrote:
... non vedo il vostro attaccamento ad una misera puntura sul dito......
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

images/forum/icons/icon_eek.gif nemmeno io se è per questo.
non sarà forse perchè qualche "professoinista" vuole avere lesclusiva ? images/forum/icons/icon_eek.gif

25-10-2004, 11:20
images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif images/forum/icons/icon_wink.gif

perfettamente daccordo, ma tantè, al momento la legge glielo permette e la casta dei medici è una delle più forti...

amen... images/forum/icons/icon_eek.gif

144
25-10-2004, 13:26
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 03:16, MuKk0tT4 wrote:
volete un mio esempio pratico????
mia nonna 78 anni, diabetica insulinodipendente....le ho regalato a natale un glucosimetro con tanto di aghi monouso disinfettante ovatta e marker del glucosio.....
le ho spiegato esattamente come si svolge la procedura e per una settimana ho monitorato se la eseguiva correttamente.....se il glucosio era sopra un certo livello linsulina andava fatta, altrimenti poteva saltare liniezione ke oltretutto si fa da sola....
risultato???
anke mia cugina di 4 anni fa lo stick a mia nonna, è stata proprio lei ad insegnarlo alla prignocchetta images/forum/icons/icon_wink.gif
e con questo cosa voglio dire?
ke se si hanno dei validi istruttori ke ti insegnano come rilevare la glicemia e a riferire prontamente il valore alle figure competenti, non vedo il vostro attaccamento ad una misera puntura sul dito......
a voi la risposta images/forum/icons/icon24.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Fai così.il quesito ponilo in università ad un tuo docente.....allora perchè tante mansioni di esclusiva degli Inf. non vengono insegnate agli OSS?
il giorno,Dio non voglia,che la bimba di 4 anni sega a fare la puntura,o infetta,o tra lei e la nonna sfalsano il rusultato e viene fatta insulina senza motivo ne riparliamo.

144
25-10-2004, 13:32
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 10:18, Micio wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 03:16, MuKk0tT4 wrote:
... non vedo il vostro attaccamento ad una misera puntura sul dito......
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

images/forum/icons/icon_eek.gif nemmeno io se è per questo.
non sarà forse perchè qualche "professoinista" vuole avere lesclusiva ? images/forum/icons/icon_eek.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

penso sia inutile tentare un approccio logico ma ci provo: come dissi,la tua affermazione è solo dettata dallastio che ti porti dentro,nonchè dalla frustrazione per non essere medico o Inf.
se ragionassi,capiresti che non cè nessuna casta o lobby che vuole vietare qualcosa,semplicemente ci sono dei professionisti che vorrebbero non veder svenduto un lavoro ed una professione che,troppe volte,viene ridotto a 4 gesti semplici(così visti da chi non è del mestiere e da chi non ne capisce).
se è per questo,se uno volesse fare veramente le barricate,si potrebbe fare la questione ambu.
visto come ventilano alcuni ritengo che si potrebbe tornare al bocca,maschera,senza lasciare un ambu in mano a dei cani fenomenali.
che facciamo lo togliamo a tutti?
il giorno che capirai che questo è un lavoro di equipe con differenti livelli di operatività e ad ognuno va il suo senza pretese sarà sempre troppo tardi.

25-10-2004, 14:07
...cosi come sarà troppo tardi il giorno che anche tu capirai che ci sono soccorritori che lAMBU lo sanno usare quanto i medici... con questa mail dimostri solo di avere delle vedute ultra ristrette, e di non concepire che un certo tipo di lavoro lo possano e debbano fare delle persone addestrate ad hoc. Sei tu linvidioso, perchè hai paura che questa nuova categoria di professionisti ti rubi qualcosa che vuoi continuare a fare tu... Veramente, no comment...

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 02-07-2005 12:09 ]

Micio
25-10-2004, 17:02
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 12:32, 144 wrote:
penso sia inutile tentare un approccio logico ma ci provo: come dissi,la tua affermazione è solo dettata dallastio che ti porti dentro,nonchè dalla frustrazione per non essere medico o Inf.
se ragionassi,capiresti che non cè nessuna casta o lobby che vuole vietare qualcosa,semplicemente ci sono dei professionisti che vorrebbero non veder svenduto un lavoro ed una professione che,troppe volte,viene ridotto a 4 gesti semplici(così visti da chi non è del mestiere e da chi non ne capisce).
se è per questo,se uno volesse fare veramente le barricate,si potrebbe fare la questione ambu.
visto come ventilano alcuni ritengo che si potrebbe tornare al bocca,maschera,senza lasciare un ambu in mano a dei cani fenomenali.
che facciamo lo togliamo a tutti?
il giorno che capirai che questo è un lavoro di equipe con differenti livelli di operatività e ad ognuno va il suo senza pretese sarà sempre troppo tardi.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>



Sebbene non sia mia intenzione aprire una discussione su questa tua affermazione, penso che sia comunque il caso di rispondere, quanto meno per una questione di rispetto e di educazione.
Vedi, caro 144, la mia non è proprio una frustrazione. Anzi, sotto certi aspetti, pensandoci bene anche con un pizzico di umiltà, sono contento di essere quello che sono.
Quello che invece mi da fastidio è notare ogni volta, in tutti i tuoi post, una spiccata presunzione, un livello di megalomania talmente elevato che ti fa sentire legittimato a considerare il volontario, un piccolo zerbino del sistema sanitario.
Potrei farti tanti esempi della tua elevata presunzione. Potrei, se avessi il tempo e la voglia di farlo, copiare ed incollare stralci di tutti i tuoi interventi ( e ne troverei tanti da riempire il forum credimi ) qua e là per il sito fino a farmi venire la nausea......
Ma ho deciso di non farlo.
Non lo farò perchè molti di questi tuoi interventi non sono indirizzati a me personalmente e quindi, se il tuo buon cuore me lo permette, preferirei rispondere solo quando le tue note di disprezzo sono rivolte alla mia persona.
Solo un piccolo appunto....
Io sono un soccorritore, e come tutti i soccorritori credo in quello che faccio e ci metto anima e corpo.
Faccio turni di notte anche quando so che il giorno dopo dovrò lavorare e non sarà una giornata semplice, rischio la pelle in molti servizi senza vedere lombra di un quattrino,
guido unambulanza che, in quanto tale, trasporta feriti e persone che soffrono, oltre che altri soccorritori, e mi assumo la responsabilità di tutto quello che succede mentre sono al volante.
Molte domeniche destate sono stato, e succederà ancora migliaia di volte, in sede in divisa anzichè al mare in costume a prendere il sole.
Molte domeniche dinverno ho preferito andare a fare il turno piuttosto che passare la giornata sui campi da sci...
Sono un soccorritore, sono un volontario, sono fiero di esserlo.
Non sono un eroe, nessuno di noi lo è, ma credimi, mi da molto fastidio essere definito LAICO con tanto disprezzo e presunzione.
Giiusto perchè tu lo sappia.
Deto questo, non ho altro da aggiungere.
Buona giornata

25-10-2004, 17:11
...quoto IN TOTO, bravo Micio, questo è lo spirito che ci contraddistingue, qualsiasi cosa possano dire gli altri... images/forum/icons/icon_wink.gif

iaia
25-10-2004, 17:16
Ringrazio Micio once more per la lezione di che ci ha dato in questo suo ultimo post...il volontariato è impegno e dedizione in quanto tale degno di lode.
Ringrazio tutti quelli che con i loro scritti mi offrono momenti di riflessione e autocritica

Tuttavia:
1.Sarebbe ora di astenersi tutti (me compresa!) da sterili polemiche
2. Aprire la mente e le orecchie verso chi per causa di forza maggiore ha più conoscenze e competenze in determinati ambiti
3. Capire che siamo in questo sito perchè almeno teoricamente uniti da una stessa passione e dedizione quindi gli attacchi personali sono decisamente improducenti

Scusate lOT.

Laura

144
25-10-2004, 18:04
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>


Faccio turni di notte anche quando so che il giorno dopo dovrò lavorare e non sarà una giornata semplice, rischio la pelle in molti servizi senza vedere lombra di un quattrino,
guido unambulanza che, in quanto tale, trasporta feriti e persone che soffrono, oltre che altri soccorritori, e mi assumo la responsabilità di tutto quello che succede mentre sono al volante.
Molte domeniche destate sono stato, e succederà ancora migliaia di volte, in sede in divisa anzichè al mare in costume a prendere il sole.
Molte domeniche dinverno ho preferito andare a fare il turno piuttosto che passare la giornata sui campi da sci...
Sono un soccorritore, sono un volontario, sono fiero di esserlo.
Non sono un eroe, nessuno di noi lo è, ma credimi, mi da molto fastidio essere definito LAICO con tanto disprezzo e presunzione.
Giiusto perchè tu lo sappia.
Deto questo, non ho altro da aggiungere.
Buona giornata



</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


Perfetto,bravo,grazie ma...te llha ordinato il medico?
no,o almeno non credo.
quindi dove si ail problema proprio non lo vedo.
ne so più di te?
certo,sicuro e ti piaccia o no è così.
devo sentirmi in colpa per i miei studi e la mia scelta professionale?
col cavolo,ne vado fiero.
ti da fastidio sentirti definire Laico?
mica un problema mi è,quato dice la legge italiana,non ti sta bene......scrivi al Parlamento e falla cambiare.
Però poi mi dici che denominazione vorresti...di sanitario?
tecnico del soccorso?
capirari....sono laici allestero e non sono considerati "sanitari" soccorritori che fanno scuole di 2 o 3 anni..st a a vedere che al volontario italiano danno lequiparazione con lInfermiere o il medico a livello di categoria........ images/forum/icons/icon_biggrin.gif images/forum/icons/icon_biggrin.gif

25-10-2004, 18:17
Continui a non aver capito niente, e la cosa mi stupisce, visto che quello che scriviamo è abbastanza chiaro... images/forum/icons/icon_eek.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sergio-CA il 02-07-2005 12:11 ]

Lindina
25-10-2004, 19:29
Mamma mia....
Siamo sempre alle solite!!
Dovrò dire a Benny, insieme a megliette e gadget, di fornire anche dei ciucciotti x bambini perchè mi sa che qua servono!! Uno pure per me.. naturalmnte, grazie!!!

Il problema iniziale era quello della GLICEMIA.. qualcuno di voi se lo ricorda?? Qualcuno ha presente il titolo del Thread?....mmmm dubito!!! Oppure siamo tutti accecati dal nostro amore per quello che facciamo?? Siamo così pieni di noi stessi?? NO!! Spero proprio di no!
Siamo volontari? Orgogliosi di esserlo? Sono pienamnete daccordo!! Giustamente però nessuno ce lha imposto!!
Siamo medici? Siamo infermieri? Siamo orgogliosi? Benissimo! Lo sarei anchio!!

Ma non siamo qui a farci belli sugli altrii!! Ognuno è quello che è.. che ha deciso di essere o che ha dovuto scegliere di essere... (ognuno ha la sua vita e ha dovuto fare le sue scelte!!)
Se qualcuno si sente sopra "le righe", a mio avviso, deve scendere di un paio di gradini perchè, sempre a mio avviso..
QUANDO SI ENTRA IN QUESTO FORUM, SI è TUTTI ALLA PARI!!! Si è tutti dietro ad un compuetr, qualcuno con i manuali sotto gli occhi per poter fare un bel copia/incolla.. qualcuno per imparare.. altri per avere un po di compagnia.. ad ognuno il suo!!

Chi sa di più mette a disposizione degli altri le proprie conoscenze, ma SENZA FARE PESARE la differenza!! Che siano essi volontari, medici, infermieri o nonsochecaxxoaltro!! Essere COLTI signific anche saper PARLARE, DIALOGARE... capire con chi si sta parlando e come farsi capire... Inutile e patetico luso di super parolone!!!!

E inutile farsi la guerra... mi sembra che ormai si faccia a gara a dar contro ai NICK e non ai contenuti di POST! e soprattutto è scorrettissimo giudicare gli altri solo perchè non la pensano come noi.. siano essi nel giusto o nel torto!!! Cosa costruttiva sarebbe spiegare le proprie motivazioni, mettere a disposizione le proprie esperienze, confrontarsi, dare possibilità di replica... E soprattutto, mi ripeto per la millesima volta, usare frasi e parole personali quali : CREDO, PENSO, FORSE, MAGARI!!!

Non essere volgari non vuol dire non essere offensivi!!!

Non sto accusando nessuno in particolare.. sempre generico è il mio discorso e mi metto anchio tra la lista dei "riceventi". Avere un buon uso dell italiano ci permette di giocare con le parole come si vuole... non per questo possiamo permetterci di imporci sugli altri!!!

Sto facendo un gran casino? Sto buttando cozzaglie di parole? Qualcuno non mi "segue" e pensa che sia impazzita?? Può essere! Non escludo nulla!! Forse sono stanca di dover leggere litigi inutili!!! ... resta il fatto che non si riesce più a discutere tranquillamente, ogni scusa è buona x alimentare polemiche!!

Ognuno di noi si fermi a riflettere su quello che scrive.. e per una volta provi a pensare che forse sta anche sbagliando!!! Che il mondo non ruota sempre attorno al nostro punto di vista!

Non è MIO questo sito, ma dopo tante serata trascorse qua in mezzo a voi, dopo tante disucssioni, alcune litigate.. mi sento di farne parte e sinceramente, ultimamente, la mia pazienza è stata trifolata da discussioni inutili e sterili!

Nessuno obbliga o vieta di scrivere... però a tutti è richiesto un minimo di buon senso che qua ultimamente è sparito!!!

Disponibilissima a qualsiasi delucidazione!

Con tanto dispiacere e tanta delusione adesso mi scollego!!
A presto. Ciao. Lindina images/forum/icons/icon_frown.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 18:40 ]

Mukkalla
25-10-2004, 19:46
Approvo, parola per parola, virgola per virgola.

MuKk0tT4
25-10-2004, 22:53
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Fai così.il quesito ponilo in università ad un tuo docente.....allora perchè tante mansioni di esclusiva degli Inf. non vengono insegnate agli OSS?
il giorno,Dio non voglia,che la bimba di 4 anni sega a fare la puntura,o infetta,o tra lei e la nonna sfalsano il rusultato e viene fatta insulina senza motivo ne riparliamo.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


già fatto caro mio, vuoi la risposta???? tempi di studio e di apprendimento. al corso oss prediligono + le manovre della cura di sè del paziente piuttosto ke impartire lezioni su diagnostica medica/infermieristica.
daniè vivi con + tranquillità mia cugina non ha in mano unascia.....ah vuoi sapere come sono fatti gli aghi monouso???
ENTRA IN UN OSPEDALE INVECE DI STARE SEMPRE A STUDIARE SUI LIBRI e ti accorgerai ke ce ne sono di modelli avanzati! e la prossima volta prima di parlare pensa a quello ke devi dire e se hai la facoltà di poter sostenere una discussione di questo tipo, visto ke ora lhai sparata davvero grossa! BBBBBBOOOOOOMMMMMMAAAAAAAAAAA

144
26-10-2004, 02:23
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>



già fatto caro mio, vuoi la risposta???? tempi di studio e di apprendimento. al corso oss prediligono + le manovre della cura di sè del paziente piuttosto ke impartire lezioni su diagnostica medica/infermieristica.
daniè vivi con + tranquillità mia cugina non ha in mano unascia.....ah vuoi sapere come sono fatti gli aghi monouso???
ENTRA IN UN OSPEDALE INVECE DI STARE SEMPRE A STUDIARE SUI LIBRI e ti accorgerai ke ce ne sono di modelli avanzati! e la prossima volta prima di parlare pensa a quello ke devi dire e se hai la facoltà di poter sostenere una discussione di questo tipo, visto ke ora lhai sparata davvero grossa! BBBBBBOOOOOOMMMMMMAAAAAAAAAAA
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>


Carola.....negli ultimi due anni una media di due turni a settimana(di cui uno notturno)in ps(che per piccolo che sia si spupazza 160 accessi al giorno!)
ti bastano o vuoi altro?
io le sparerò grosse,ma di micro lesioni(uno si è pure giocato ununghia!)per cazzate simile non ne ho viste poche.
che poi sia un qualcosa di competenza medico infermieristica lo dice un certo codice,non certo io.
per il resto....
Adios...... e studia di più mi raccomando...sopratutto la parte legale!

144
26-10-2004, 02:24
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 17:17, Sergio-CA wrote:
Continui a non aver capito niente, e la cosa mi stupisce, visto che quello che scriviamo è abbastanza chiaro... images/forum/icons/icon_eek.gif

Tu dici: "ne so più di te? Certo, ecc". Qui il discorso è anche questo, ovvero che il medico e linfermiere di soccorso extraospedaliero NON NE SANNO UNA CICCA!! Chi ne sa, ne sa perchè lo pratica, o perchè se ne interessa per i fatti suoi... altrimenti il medico specialista o linfermiere di reparto NON NE SANNO NULLA!!! e questo è un punto in cui spero non abbiate da ridire, perchè cadreste veramente in ridicolo... già ne capiscono molto poco i medici di PS, figuriamoci quelli di reparto, o peggio ancora le guardie mediche!!! a volte autentici assassini sul soccorso su strada...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

si guarda,sono stanco...hai ragione tu
contento?

adios

iaia
26-10-2004, 02:36
Povero 144 ma perchè invece di arrabbiarti e stancarti non ascolti il mio consiglio e quello di Linda e lasci cadere le sterili polemiche?!
Un abbraccio
iaia

118_paolo
26-10-2004, 08:21
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 16:02, Micio wrote:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 12:32, 144 wrote:
penso sia inutile tentare un approccio logico ma ci provo: come dissi,la tua affermazione è solo dettata dallastio che ti porti dentro,nonchè dalla frustrazione per non essere medico o Inf.
se ragionassi,capiresti che non cè nessuna casta o lobby che vuole vietare qualcosa,semplicemente ci sono dei professionisti che vorrebbero non veder svenduto un lavoro ed una professione che,troppe volte,viene ridotto a 4 gesti semplici(così visti da chi non è del mestiere e da chi non ne capisce).
se è per questo,se uno volesse fare veramente le barricate,si potrebbe fare la questione ambu.
visto come ventilano alcuni ritengo che si potrebbe tornare al bocca,maschera,senza lasciare un ambu in mano a dei cani fenomenali.
che facciamo lo togliamo a tutti?
il giorno che capirai che questo è un lavoro di equipe con differenti livelli di operatività e ad ognuno va il suo senza pretese sarà sempre troppo tardi.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>



Sebbene non sia mia intenzione aprire una discussione su questa tua affermazione, penso che sia comunque il caso di rispondere, quanto meno per una questione di rispetto e di educazione.
Vedi, caro 144, la mia non è proprio una frustrazione. Anzi, sotto certi aspetti, pensandoci bene anche con un pizzico di umiltà, sono contento di essere quello che sono.
Quello che invece mi da fastidio è notare ogni volta, in tutti i tuoi post, una spiccata presunzione, un livello di megalomania talmente elevato che ti fa sentire legittimato a considerare il volontario, un piccolo zerbino del sistema sanitario.
Potrei farti tanti esempi della tua elevata presunzione. Potrei, se avessi il tempo e la voglia di farlo, copiare ed incollare stralci di tutti i tuoi interventi ( e ne troverei tanti da riempire il forum credimi ) qua e là per il sito fino a farmi venire la nausea......
Ma ho deciso di non farlo.
Non lo farò perchè molti di questi tuoi interventi non sono indirizzati a me personalmente e quindi, se il tuo buon cuore me lo permette, preferirei rispondere solo quando le tue note di disprezzo sono rivolte alla mia persona.
Solo un piccolo appunto....
Io sono un soccorritore, e come tutti i soccorritori credo in quello che faccio e ci metto anima e corpo.
Faccio turni di notte anche quando so che il giorno dopo dovrò lavorare e non sarà una giornata semplice, rischio la pelle in molti servizi senza vedere lombra di un quattrino,
guido unambulanza che, in quanto tale, trasporta feriti e persone che soffrono, oltre che altri soccorritori, e mi assumo la responsabilità di tutto quello che succede mentre sono al volante.
Molte domeniche destate sono stato, e succederà ancora migliaia di volte, in sede in divisa anzichè al mare in costume a prendere il sole.
Molte domeniche dinverno ho preferito andare a fare il turno piuttosto che passare la giornata sui campi da sci...
Sono un soccorritore, sono un volontario, sono fiero di esserlo.
Non sono un eroe, nessuno di noi lo è, ma credimi, mi da molto fastidio essere definito LAICO con tanto disprezzo e presunzione.
Giiusto perchè tu lo sappia.
Deto questo, non ho altro da aggiungere.
Buona giornata





</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>



STRAQUOTO MICIO... :wink: images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: 118_paolo il 26-10-2004 07:22 ]

india
28-10-2004, 04:24
A dire il vero, però, che io sappia, gli OSS possono effettuare la misurazione della glicemia.

Fede.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: india il 28-10-2004 03:25 ]

Gerry
28-10-2004, 04:44
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-25 18:29, Lindina wrote:
Mamma mia....
Siamo sempre alle solite!!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Hai ragione. Mi sono accorto in questi pochi mesi che ogni volta che vengono affrontati discorsi di questo tipo subito ci si azzanna manco lASL ci desse la medaglia per chi azzanna di più!

Difficilmente parlo di me ma visto che sono stato punzecchiato più volte per cercare di farmi cadere in basso per rispondere a stupide ilazioni voglio dire una cosa. Quando scrivo lo faccio per arricchire (come facciamo tutti) questo sito e non per apparire o peggio ancora denigrare qualcuno!

Prima di diventare infermiere ero un volontario e non oserei mai cercare di apparire "superiore" solo perchè adesso ho una Laurea da appendere in bagno.
Tutti i giorni sono cosciente del fatto che se riesco bene nel mio lavoro è anche grazie al fatto che sono stato un VOLONTARIO.

Quando sono sul lavoro ho la fortuna di essere attorniato di persone (IP, medici, OT, volontari) che sfruttano le loro conoscienze, esperienze, capacità, vissuti per arrichire gli altri. Quello che vorrei è trovare la stessa cosa qui.

Ti ricordi Lindina quando ti ho detto che avresti molto da insegnarmi già solo per il fatto che abbiamo esperienze diverse?
Ne sono tuttora convinto.

Quindi smettiamo di usare toni provocatori e aprofittiamo di questo stupendo sito (che sta crescendo come pochi altri) per ARRICCHIRCI DELLESPERIENZA DI TUTTI SENZA LARROGANZA DI POSSEDERE LA VERITà ASSOLUTA DI TUTTO!
Ciao! images/forum/icons/icon_wink.gif

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Gerry il 28-10-2004 06:52 ]

iaia
29-10-2004, 01:47
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Quindi smettiamo di usare toni provocatori e aprofittiamo di questo stupendo sito (che sta crescendo come pochi altri) per ARRICCHIRCI DELLESPERIENZA DI TUTTI SENZA LARROGANZA DI POSSEDERE LA VERITà ASSOLUTA DI TUTTO!
Ciao! images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Quoto e ringrazio.
Laura

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 29-10-2004 09:40 ]

Lindina
29-10-2004, 10:44
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
On 2004-10-28 03:44, Gerry wrote:
Ti ricordi Lindina quando ti ho detto che avresti molto da insegnarmi già solo per il fatto che abbiamo esperienze diverse?
Ne sono tuttora convinto.</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Sì caro Gerry!
Ricordo benissimo... e ricordo anche di averti risposto che sarebbe stato impossibile che io avessi qualcosa da insegnare a te, visto il poco che posso fare io, rispetto a quanto puoi fare tu...
Ma mi hai risposto di non dimenticarmi MAI che cè sempre da imparare.. da chiunque... anche dallultima persona che cè sulla Terra... images/forum/icons/icon_cool.gif Ed io custodisco la tua risposta!!! (si chiamano forse LEZIONI??) images/forum/icons/icon_wink.gif
Baci. Lindina images/forum/icons/icon_smile.gif

29-10-2004, 10:47
...esattamente quello che dico io al termine di ogni intervento al resto dellequipaggio: "secondo voi abbiamo commesso errori? se si, quali? così ne parliamo per evitarli la prossima volta...". E sistematicamente gli allievi mi rispondono "ma cosa vuoi che ti possa dire io??" images/forum/icons/icon_smile.gif e io gli dico: "una buona idea, o una cosa che io posso aver trascurato, puoi farmela notare anche tu come tutti. Mica è detto che siccome son capo turno sono infallibile, no?"

bye!
images/forum/icons/icon_wink.gif

LongFix
03-08-2005, 13:27
Nella mia realtà di emergenza territoriale..secondo i protocolli della C.O. 118 Ancona Soccorso, i volontari di mezzi MSB convenzionati e non possono prendere i parametri, PA e SatO2...anche altro...es FR...ma per quanto riguarda la misurazione della glicemia con il Glicotest..questo compito è riservato solamente ai sanitari...(attività svolta unicamente dallI.P.)...

ciao
Gianlucaimages/forum/icons/icon21.gif

Grigua
03-08-2005, 14:04
Nella realtà genovese vi è una grossa discussione in atto: il 118 nei suoi corsi sconsiglia ai volontari di prendere la glicemia, ma non lo impedisce. In alcuni casi di pazienti diabetici la centrale ha richiesto il valore della glicemia al personale di unambulanza base.
Ripeto, la discussione è aperta e in corso, ma non vi è ancora niente di ben definito.
Certo è che anche se sicuramente si può parlare di "procedura invasiva", il bucare un dito la ritengo un acosa estremamente semplice e con un rischio minimo, mentre il conoscere il valore della glicemia in certi interventi è cosa molto importante.
Ai posteri lardua sentenza ...

poison
06-08-2005, 22:47
la manovra della misurazione della glicemia è una manovra a tutti gli effetti invasiva, quindi un vds non può metterla in pratica..ma cè una scappatoia..molto spesso il paziente diabetico possiede un apparecchio per la misurazione della glicemia e sicuramente ha un parente (definito "caregiver") in grado di utilizzarlo..se è necessaria la misurazione la si fa fare al parente (anche se in realtà se il parente è una persoa sveglia, la prova nel momento in cui il paziente avverte un malore, ma purtroppo non è così scontato).
inoltre, ma questo prendetelo solo come una nota informativa, vi dirò che nel caso in cui non sapete se si tratta di un caso di iperglicemia o ipoglicemia, nel dubbio una busta di zucchero è meglio somministrarla (previo contatto ed autorizzazione della centrale e con pz logicamente cosciente) in quanto se un pz ha 400 mg/dl di glicemia, alzarla ancora ha poca differenza ed entro breve sarà in ps, ma se ha 30 mg/dl gli salviamo la vita..infatti è molto più pericolosa lipo delliperglicemia avendo conseguenze più immediate e letali..

SUPLANU
06-08-2005, 23:30
Il responsabile della c.o operativa di cagliari;anestesista rianimatore specializzato in maxi emergenze e catastrofi naturaligiusto pochi giorni fa ha risposto a questo dubbio!riferendo che i volontari possono prendere la glicemia poiche non é ritenuta manovra invasiva! images/forum/icons/icon_wink.gif

poison
06-08-2005, 23:58
beh..la cosa mi provoca dei dubbi poiché al primo anno di università (2 anni fa) in tirocinio ci proibivano di fare qualunque manovra "invasiva" in quanto era materia del secondo anno...le glicemie NON si provavano..cmq provo ad informarmi meglio..è possibile che ogni C.O. stili protocolli diversi in merito..

Micio
07-08-2005, 15:23
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-06 21:47, poison ha scritto:
vi dirò che nel caso in cui non sapete se si tratta di un caso di iperglicemia o ipoglicemia, nel dubbio una busta di zucchero è meglio somministrarla (previo contatto ed autorizzazione della centrale e con pz logicamente cosciente) in quanto se un pz ha 400 mg/dl di glicemia, alzarla ancora ha poca differenza ed entro breve sarà in ps, ma se ha 30 mg/dl gli salviamo la vita..infatti è molto più pericolosa lipo delliperglicemia avendo conseguenze più immediate e letali..
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
Sono daccordo, ma allo stesso tempo, per esperienza, consiglio di non somministrare nulla al paziente, salvo in presenza di un medico.
Lipoglicemia e liperglicemia in un paziente cosciente hanno comunque sintomi e segni diversi facilmente distinguibili, un po dal contesto della situazione (è importante parlare molto con il paziente) e un po anche dai piccoli/grandi segnali che il suo organismo manifesta in quel momento.

MattGe
07-08-2005, 16:37
Da Genovese, concordo perfettamente con Grigua..
Comunque per quanto riguarda la Glicemia nella mia assocciazione si releva soltanto in paziente con problemi di Glicemia (Ipo-Iper Glicemia).
Mentre la saturazione, la frequenza cardiaca noi la rileviamo sempre come richiesto da protocollo, pressochè la prima cosa che la c.o. chiede.
Cè anche una discussione aperta sulla misurazione della PRESSIONE nel corso che ho fatto io il Medico sconsiglia ai soccorritori di rilevarla.
Ciao
Mattia

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: MattGe il 10-08-2005 21:08 ]

MuKk0tT4
08-08-2005, 01:01
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-07 15:37, MattGe ha scritto:
Comunque per quanto riguarda la Glicemia nella mia assocciazione si releva soltanto in paziente con problemi di Glicemia (Ipo-Epi Glicemia).
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Epi? e ke tipo di patologia è? mai sentita epiglicemia....magari nn la conosco davvero. me la spieghi?

08-08-2005, 18:46
Sono volontaria da 2 anni e nella nostra associazione la misurazione della glicemia si è sempre fatta!!!!!!Ciao a tutti images/forum/icons/icon_biggrin.gif

Micio
09-08-2005, 09:53
Stamattina, ore 5,15 circa....
Il 118 ci riferisce : paziente diabetico incosciente - rosso

Partiamo spediti, tra laltro in una zona fuori dalla nostra "giurisdizione". Troviamo un uomo di 76 anni, coricato a letto, rantolante, apparentemente in coma.
Fatte tutte le valutazioni previste dal protocollo (parametri assolutamente nella norma) non ho pensato più di mezzo secondo prima di afferrare il glucosimetro che teneva sul comodino e bucargli il ditino.
Non è una manovra richiesta dalla ns C.O., ma avrei sfidato chiunque a contestarmela.
Contattata la centrale per riferire i parametri (compreso il destro), la risposta del medico di guardia è stata : "bravi ragazzi, ben fatto"
Arrivati in PS il medico di turno ci ha chiesto se "per caso" avevamo il valore glicemico del paziente. Per caso ?? images/forum/icons/icon_razz.gif images/forum/icons/icon_wink.gif

fablup
09-08-2005, 11:00
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>


Sono daccordo, ma allo stesso tempo, per esperienza, consiglio di non somministrare nulla al paziente, salvo in presenza di un medico.


</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Sul fatto che un volontario non possa somministrare nessun farmaco (anche in presenza di un medico) sono daccordo.
Sul fatto che ci voglia la presenza di un medico per somministrare una bustina di zucchero, mi sembra un po esagerato.

(-"scusi mi fa un caffè?" e il barista: -"ce lha la ricetta del medico?")

Sono daccordo con chi dice che in mancanza di un valore della glicemia è meglio dare zucchero nel dubbio di una ipo/iper glicemia.

Micio
09-08-2005, 11:22
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-09 10:00, fablup ha scritto:
Sul fatto che un volontario non possa somministrare nessun farmaco (anche in presenza di un medico) sono daccordo.
Sul fatto che ci voglia la presenza di un medico per somministrare una bustina di zucchero, mi sembra un po esagerato.

(-"scusi mi fa un caffè?" e il barista: -"ce lha la ricetta del medico?")

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Secondo me non è tanto un discorso di esagerare o meno.
Il concetto è che comunque se per qualsiasi motivo, QUALSIASI, succede qualcosa (non chiedermi cosa..... non saprei farti un esempio ) ne rispondi in prima persona.
Il concetto del "cosa vuoi che faccia una bustina di zucchero", può valere per me, per te, per tanti altri, ma purtroppo, o forse per fortuna, non siamo tutti uguali e non abbiamo tutti la stessa testa.
Oggi parliamo di zucchero e siamo "convinti" del fatto che una bustina non ammazza nessuno. Domani parliamo di qualcosa daltro, chissà che cosa.....forse un bel caffè freddo con limone a chi ha la sensazione di dover rimettere da un momento allaltro (lo facevo anchio ai tempi doro) o magari un bel bicchiere di latte e cognac a chi accusa un po di malessere e sospetta un principio di influenza........ e cosa ne dite di un bel bicchierone di grappa per il mal di denti ?
Probabilmente se fosse un mio parente non penserei due volte prima di risolvere il problema nella maniera più opportuna, ma eviterei di dare ai soccorritori consigli di questo tipo.....
Poi può anche darsi che stia esagerando, non lo metto in dubbio, ma la mia idea è che il tribunale è sempre aperto, e comunque, con tutta la preparazione e lesperienza che posso avere, resto sempre un VOLONTARIO.

pinxi79
09-08-2005, 11:25
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>Sono daccordo con chi dice che in mancanza di un valore della glicemia è meglio dare zucchero nel dubbio di una ipo/iper glicemia.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
scusa nel dubbio che abbia una ipo o iperglicemia somministri zucchero? images/forum/icons/icon_eek.gif sono diabetica da 17 anni e io nel dubbio gli misuro la glicemia non do zucchero! è una cosa molto azzardata attenzione!
baci baci

*** Moderatore ***
Modificato quoting. Attenzione !
****************

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Micio il 09-08-2005 11:43 ]

Step
09-08-2005, 12:54
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-09 10:25, pinxi79 ha scritto:
Sono daccordo con chi dice che in mancanza di un valore della glicemia è meglio dare zucchero nel dubbio di una ipo/iper glicemia.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>scusa nel dubbio che abbia una ipo o iperglicemia somministri zucchero? images/forum/icons/icon_eek.gif sono diabetica da 17 anni e io nel dubbio gli misuro la glicemia non do zucchero! è una cosa molto azzardata attenzione!
baci baci
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

mi accancio a questo discorso per dire la mia opinione: anche a me è stato detto (in università, studio per IP) di dare zucchero nel dubbio. é ovvio ke, se ho la possibilità, nel dubbio misuro la glicemia; credo che il tutto si riferisse al fatto che se per vari motivi non ho a disposizione la macchinetta per la rilevazione della glicemia, e si ha un sospetto di iper o ipo (anche se ci sono sintomi ben precisi che fanno ricadere il sospetto su uno o sullaltro senza spazio a dubbi: ellipo cè fame e nelliper no, nellipo non cè sete e nelliper il pz ha sete, nellipo vi sono tremori assenti invece nelliper, nellipo il pz ci vede doppio mentre nelliper vede ofuscato, nellipo la respirazione è normale mentre nelliper è difficoltosa, nellipo non cè nausea mentre è presente nelliper, la cute è umida e pallida nellipo mentre è calda-arrossata-secca nelliper ed infine linsorgenza è rapida nellipo e lenta nelliper)e non si riesce a capire in che situazione siamo è meglio senza dubbio somministrare zucchero. Se è già in iper con una bustina non lo si uccide, se è in ipo migliora un pochino la situazione.
PS: cmq sono daccordo con micio, non dimentichiamoci che siamo solo dei soccorritori volontari!! Se succede qualcosa per sbaglio e il tutto è poi riconducibile allo zucchero, o se salta fuori che abbiamo somministrato zucchero, potrebbero succedere cosespiacevoli e sopratutto ne risp in prima persona. Ciao!!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Micio il 09-08-2005 12:05 ]

mikealfa4
09-08-2005, 13:02
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-06 21:47, poison ha scritto:
....nel dubbio una busta di zucchero è meglio somministrarla (previo contatto ed autorizzazione della centrale e con pz logicamente cosciente) in quanto se un pz ha 400 mg/dl di glicemia, alzarla ancora ha poca differenza ed entro breve sarà in ps, ma se ha 30 mg/dl gli salviamo la vita..infatti è molto più pericolosa lipo delliperglicemia avendo conseguenze più immediate e letali..
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

..Lutilizzo di "una bustina" (nel senso di quantità modica di zucchero) era inteso secondo quello che ha detto poison sopra... Non mi pare una vaccata in effetti...

CIACCO81
10-08-2005, 00:02
Ben fatto Micio anche io probabilmente lo avrei fatto!!! images/forum/icons/icon_biggrin.gif

crocebluverona
10-08-2005, 13:17
Partendo dal presuposto che io sono un semplice volontario, e che dopo anni di volontariato ho fatto della mia passione il mio lavoro, ritengo che una delle doti migliori di un volontario sia la modestia.. Teoricamente per me il volontario dovrebbe tralasciare il rambismo e capire che davvero in italia siamo lultima ruota del carro.. però senza di noi col bip che si va avanti..
torniamo sul tema GLICEMIA...
Questo e quanto mi e sucesso:
Turno serale codice giallo malore... arrivo sul posto persona incoscente rantolio spo2 63 pa non rilevabile...
Aspiro le secrezioni delle prime vie aeree e metto una Gudel i parametri non migliorano.. nel fra tempo allerto la mia C.O. per invio automedica ( risposta.. ALS non disponibile carica tu allerto PS) comincio a ventilare con ambu la spo2 sale ad 80 Carico codice 3 e faccio ventilare all volontario più esperto che ho in ambulanza...
Arrivo in ps dopo 5 min e qui sorge larcano... Cazziatone del medico perchè non ho rilevato la glicemia... (qui a verona il personale"laico" non puo, mi sento appostyrofare dicendo che se fosse sucesso qualcosa sarebbero stati azzi miei..
Mia risposta al medico .. carissimo visto che io non posso farla in quanto manovra invasiva... e che non vedo in 5 min come posso risolvere con un glucotest una situazione del genere visto che non posso assolutamente fare nulla anche se il parametro era fuori..
Giustamente lui mi dice cosi ( ma guarda te tu puoi mettere una gudel e insuflare con un ambu il che e molto più invasivo di una punturina sul dito,secondo me ha ragione pure lui sta di fatto che in ps ci hanno messo 30 sec a farla... e non e cambiato nulla ai fini del paziente

fablup
10-08-2005, 13:21
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

scusa nel dubbio che abbia una ipo o iperglicemia somministri zucchero? images/forum/icons/icon_eek.gif sono diabetica da 17 anni e io nel dubbio gli misuro la glicemia non do zucchero! è una cosa molto azzardata attenzione!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Anchio misuro la glicemia e se necessario somministro anche del glucosio ipertonico in vena, ma il discorso era leggermente diverso!

E più pericolosa un ipoglicemia che un iper o comunque lipoglicemia porta più rapidamente ad un potenziale pericolo, per cui se non si è in grado di eseguire uno stick glicemico e si è nel dubbio è sicuramente indicato somministrare zucchero. (se devo scegliere scelgo il male minore).
Questa non è una mia opinione ma un dato di fatto. Basta documentarsi.

saluti

Micio
10-08-2005, 14:23
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-10 12:17, crocebluverona ha scritto:
.... comincio a ventilare con ambu la spo2 sale ad 80 Carico codice 3 e faccio ventilare all volontario più esperto che ho in ambulanza...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Niente a che vedere con la glicemia, ma solo una piccola curiosità : perchè hai ventilato ? FR ?

Micio
10-08-2005, 14:36
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-10 12:21, fablup ha scritto:
....se non si è in grado di eseguire uno stick glicemico e si è nel dubbio è sicuramente indicato somministrare zucchero. (se devo scegliere scelgo il male minore).
Questa non è una mia opinione ma un dato di fatto. Basta documentarsi.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Stavo pensando a questo discorso durante la pausa pranzo (unico momento tranquillo della giornata ).
Credo che una persona che ha difficoltà a distinguere un ipo da un iperglicemia, probabilmente rischierebbe di somministrare zucchero anche su altri tipi di malessere che non hanno nulla a che vedere con la glicemia, ma che creano qualche sospetto perchè, magari, hanno sintomi simili.
E vero che in questo caso non succederebbe comunque nulla, ma a questo punto se offrisse al paziente un buon bicchiere di succo di frutta o magari un buon caffè, otterrebbe lo stesso risultato....o no ?
Personalmente resto dellidea di partire per il PS e lasciar fare a chi è tutelato in tutto e per tutto.
Tra laltro, ormai dallavvento del 118, i tempi di raggiungimento della più vicina unità ospedaliera non sono più cosi lunghi.....

kikibk
14-02-2007, 16:54
misurazione glicemia: noi siamo sempre tutti volontari in ambulanza, non la facciamo perchè non abbiamo il glucometer in ambulanza, ma se è disponibile il glucometer del pz la facciamo noi o chiediamo ad un parente di farla.

sc8marchese
15-02-2007, 12:31
i parametri tipo pressione o gluco test non sono di protocollo per i soccorritori,neanche per i livelli avanzati.spesso capita che le c.o. ce li chiedano ma il gluco test cerchiamo sempre di farlo fare al paziente o ad un familiare.ciao andrea form. reg. misericordie

ROBERTO66
15-02-2007, 12:53
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-15 11:31, sc8marchese ha scritto:
i parametri tipo pressione o gluco test non sono di protocollo per i soccorritori,neanche per i livelli avanzati.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Che il controllo della pressione non sia un protocollo per i soccorritori mi sembra alquanto strano. Per quel che riguarda il gluco-test lo eseguiamo solo quando siamo in ambulanza con un infermiere ed è lui a chiedercelo mentre magari è impegnato ad eseguire altre manovre. Sarà poi lui a leggere i valori ed ad annotarli sulla scheda.

Ciao a tutti

15-02-2007, 13:26
la corte di cassazione, con una sentenza, ha dichiarato che il rilievo della pressione arteriosa non costituisce abusivo esercizio della professione medica e che il soccorritore di base, se addestrato, può liberarmente effettuarla. la pressione è uno dei segni vitali che lequipaggio deve comunicare alla propria COEU di riferimento. sempre più spesso vengono utilizzati monitor multiparametrici che, automaticamente, effettuano la rilevazione della p.a. inoltre, nella normativa regione lombardia relativa ai servizi di emergenza è previsto sui mezzi msb un apparecchio per la misurazione automatica della p.a. riguardo al ccontrollo della glicemia, nella provincia in cui opero, pavia, il soccorritore effettua tale misurazione solo ed esclusivamente dietro autorizzazione della COEU, anche se spesso sono i parenti del paziente ad averlo già fatto.

Dep76
15-02-2007, 18:30
Perfettamente daccordo con Simon.

15-02-2007, 20:42
No ragazzi qua nasce un dubbio spontaneo...
Ma lItalia è veramente spezzettata in mondi diversi...
Io son volontario e mi fan girare con lo stetoscopio e mi fan misurare pressione e glicemia...mi fan fare elettrocadiogrammi ecc...
Linfermiere nel frattempo o controlla quella che faccio o scrive la scheda....
Ma è normale???
Poi capita invece linvermiere che non fa nulla e che dice andiam in ospedale in qualsiasi caso a sirene spiegate....o quello che comincia a fare di tutto e ad attaccare fleblo a destra e a sinistra anche per un mal di testa e che ci mette tutti seduti davanti che vuole far tutto lui....

Insomma non penso che ci sia un vero manuale per noi....dipende da zona a zona....

Per me è un bel problema questo!!

mikealfa4
15-02-2007, 20:50
E esattamente cosi Nico, se ti dai pena di leggere le miriadi di pagine precedenti, vedrai che "paese che vai usanza che trovi".. e qua il paese è proprio inteso come "paese" nel senso che a 20km di distanza qualcuno fa in un modo e qualcuno in un altro !!

Una delle maggiori pecche del nostro paese è che non esiste un sistema uguale da utilizzare per tutti ! Addirittura il protocollo del BLS è diverso in alcuno particolari, oppure recepito in modo diverso per quello che riguarda gli aggiornamenti ecc..
Non ti stupire.. io ne ho viste di cose che voi umani....

15-02-2007, 20:53
A distanza di 20 km esatti e non scherzo....Croce verde Marcon: 118 sempre operativi con soli volontari che fan di tutto....Croce Verde di Mestre solo servizio taxi

Dep76
15-02-2007, 20:57
Cosa intendi per "fan di tutto"?

VALMO
15-02-2007, 22:22
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-10 12:21, fablup ha scritto:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

scusa nel dubbio che abbia una ipo o iperglicemia somministri zucchero? images/forum/icons/icon_eek.gif sono diabetica da 17 anni e io nel dubbio gli misuro la glicemia non do zucchero! è una cosa molto azzardata attenzione!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

Anchio misuro la glicemia e se necessario somministro anche del glucosio ipertonico in vena, ma il discorso era leggermente diverso!

E più pericolosa un ipoglicemia che un iper o comunque lipoglicemia porta più rapidamente ad un potenziale pericolo, per cui se non si è in grado di eseguire uno stick glicemico e si è nel dubbio è sicuramente indicato somministrare zucchero. (se devo scegliere scelgo il male minore).
Questa non è una mia opinione ma un dato di fatto. Basta documentarsi.

saluti

concordo con fablup....molto meglio uniperglicemia che unipoglicemia e, come già detto da fablup, non sono opinioni, sono cose dimostrate e documentate!!!

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE> images/forum/icons/icon21.gif

jeppovallelunga
16-02-2007, 20:30
primo lhgt non è una manovra invasiva secondo è una manovra di "autosomministrazione" quindi non vedo il motivo di non praticarla se ne capitasse loccasione visto che dà un parametro molto importante

Pixxius
17-02-2007, 04:02
Salve a tutti, sono un medico.
Vorrei fare, se me lo permettete, un po di chiarezza riguardo gli argomenti che avete toccato.

1- Glicemia

La valutazione della glicemia è vietata al vds perchè è un atto medico invasivo, allo stesso livello di una puntura endovena o di un intubazione. E vietato dalla legge anche farlo sia autorizzati dal paziente e/o dal medico sia come atto necessario.
Cioè, lo stato di necessità autorizza il soccorritore a fare tutto ciò che è NELLE SUE POSSIBILITA, nulla di più.
Quindi se in un urgenza, io dicessi al mio volontario di fare uno stick glicemico, andrei contro la legge e sia io che lui andremmo incontro ad un procedimento penale.
Il discorso "è unoperazione stupida da fare" non centra nulla perchè la legge non discrimina ciò che è facile da ciò che non lo è, ma solamente i limiti di unoperazione.
Spero di essere stato chiaro.

2- Autorizzazioni delle CO

Diffidate di quello che vi dicono le CO, tipo misurare la glicemia. Non è vero che siete legalmente tutelati. Come detto sopra, gli atti medici non sono delegabili.
Se ve lo chiedono, sbagliano, e se voi eseguite gli stick, rischiate grosso. Poi ognuno è libero di fare quello che vuole... se se ne assume le responsabilità civili e penali...


3- Ho misurato cmq la glicemia al pz... ha 458 mg/dl... che faccio?

Ache se misurate un parametro, non potete cmq intervenire per modificarlo, poichè serve una somministrazione di liquidi e farmaci di competenza medica. La famosa bustina di zucchero usatela per il cappuccino, non datela alle persone agonizzanti poichè rischiereste di peggiorare la cosa.
Vi spiego. In caso di ipo - iper glicemia la somministrazione per os di zucchero non potrebbe modificare il quadro clinico del pz poichè i trasportatori del glucosio ( GLUT 1 e GLUT 3) sono fissati nelle membrane dei enterociti, le cellule dellintestino tenue.
Quindi, prima che lo zucchero introdotto per bocca, superi lesofago, superi lo stomaco e superi il duodeno, dovrà essere trasportato da questi enzimi che in situazioni di scompenso metababolico, saranno poco funzionanti...
morale della favola... lo zucchero non serve a nulla se somministrato in quel modo.

4- Farà male altro zucchero ad un diabetico in iperglicemia??

NO, sarebbe come buttare un bicchiere di sale nelloceano pacifico...


SPero di essere stato esauriente.
Vorrei ricordarvi che il lavoro del soccorritore non è una professione MEDICA-SANITARIA poichè non vengono attuati dei regimi terapeutici. Io considererei il vds come un operatore socio-sanitario che ha una funzione di recupero del paziente e di trasporto, nulla di più.
Nel mettere una spinale, nel somministrare O2 o, come detto sopra, infilare in bocca una cannula di guedel NON Cè NULLA DI MEDICO!!!!!!

ciao ciao, grazie per quello che fate!
Pix

Dep76
17-02-2007, 08:51
Caro Pix, non sono daccordo che la glicemia sia un atto medico non delegabile (e sicuramente non lo paragonerei allintubazione o alla somministrazione ev di un farmaco!!!) Infatti in ospedale è una competenza infermieristica e ogni diabetico provvede da solo a misurarsi la glicemia non va certo dal medico.
Caso mai è il trattamento delleventuale ipo o iperglicemia ad essere un atto medico. Vero è che il volontario anche dopo avere ottentuo il valore di glicemia non ha competenze per interpretarlo.
Per quanto riguarda la bustina di zucchero, non credo che nessun volontario la somministrerebbe in un paziente incoscente. Comunque va presa sotto la lingua perchè in questo modo lo zucchero viene assorbito molto più velocemente, non va ingerita!!!
Infine somministrare una bustina di zucchero in uno con la glicemia a 450 non peggiora certo le sue condizioni perche come hai detto tu è come buttare un bicchiere di sale nelloceano!

Step
17-02-2007, 15:15
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-17 07:51, Dep76 ha scritto:
Caro Pix, non sono daccordo che la glicemia sia un atto medico non delegabile (e sicuramente non lo paragonerei allintubazione o alla somministrazione ev di un farmaco!!!) Infatti in ospedale è una competenza infermieristica e ogni diabetico provvede da solo a misurarsi la glicemia non va certo dal medico.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
...quoto al 100%...il dtx non è certo paragonabile ad un ev ed allIOT...
Step
-------------
IP Stefano, Unità Operativa Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia, Azienda Ospedaliera San Gerardo Monza

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Step il 17-02-2007 14:16 ]

MuKk0tT4
17-02-2007, 16:03
si stè chai ragione ma il resto delle cose che ha detto pixxius non fanno una piega.

Pixxius
17-02-2007, 16:41
non è, come vi dicevo, la difficoltà del gesto, ma la sua delegabilità. Qui entriamo nella medicina legale poichè la misurazione della glicemi è un atto medico, autorizzato solamente ai medici ed agli infermieri. Punto.
Che vi piaccia o no, non siamo noi a stabilirle ste regole, ma le dobbiamo rispettare anche se non ne siamo daccordo o se le riteniamo stupide.

Scrat83
17-02-2007, 17:03
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2005-08-06 22:30, reservoir ha scritto:
Il responsabile della c.o operativa di cagliari;anestesista rianimatore specializzato in maxi emergenze e catastrofi naturaligiusto pochi giorni fa ha risposto a questo dubbio!riferendo che i volontari possono prendere la glicemia poiche non é ritenuta manovra invasiva! images/forum/icons/icon_wink.gif
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

...se fosse cosi la insegnerebbero o almeno la nominerebbero nelle linee guida...ma non mi sembra che ci sia! Fargli un buchino per misurargli la glicemia non è invasivo e fargli un buchino per una puntura o qualcosa del genere si????
Ma!!! Ho i miei dubbi

fablup
17-02-2007, 17:14
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-17 15:41, Pixxius ha scritto:
non è, come vi dicevo, la difficoltà del gesto, ma la sua delegabilità. ...la misurazione della glicemi è un atto medico, autorizzato solamente ai medici ed agli infermieri...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

sono daccordo... più che un atto medico meglio forse definirlo un atto di pertinenza sanitario o di pertinenza di alcune professioni sanitarie...


saluti

Step
17-02-2007, 17:33
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-17 16:14, fablup ha scritto:
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-17 15:41, Pixxius ha scritto:
non è, come vi dicevo, la difficoltà del gesto, ma la sua delegabilità. ...la misurazione della glicemi è un atto medico, autorizzato solamente ai medici ed agli infermieri...
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>

sono daccordo... più che un atto medico meglio forse definirlo un atto di pertinenza sanitario o di pertinenza di alcune professioni sanitarie...


saluti

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
...se la mettiamo cosi allora sono perfettamente daccordo...
Step

Step
17-02-2007, 17:34
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
Nellanno 2007-02-17 15:03, MuKk0tT4 ha scritto:
si stè chai ragione ma il resto delle cose che ha detto pixxius non fanno una piega.
</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>
..infatti sul resto quoto...soprattutto sul discorso che dare zucchero ad un pz in iper non peggiora le cose...ma questo lo avevo detto anche io in qualche intervento...
Step

lorye
11-06-2007, 22:10
<TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>

On 2004-10-25 17:17, Sergio-CA wrote:

Continui a non aver capito niente, e la cosa mi stupisce, visto che quello che scriviamo è abbastanza chiaro... images/forum/icons/icon_eek.gif



Tu dici: "ne so più di te? Certo, ecc". Qui il discorso è anche questo, ovvero che il medico e l´infermiere di soccorso extraospedaliero NON NE SANNO UNA CICCA!! Chi ne sa, ne sa perchè lo pratica, o perchè se ne interessa per i fatti suoi... altrimenti il medico specialista o l´infermiere di reparto NON NE SANNO NULLA!!! e questo è un punto in cui spero non abbiate da ridire, perchè cadreste veramente in ridicolo... già ne capiscono molto poco i medici di PS, figuriamoci quelli di reparto, o peggio ancora le guardie mediche!!! a volte autentici assassini sul soccorso su strada...

</BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE>




si guarda,sono stanco...hai ragione tu

contento?


adios il post sarà pure vecchio ma devo commentarlo, è più forte di me: Forse caro 144 non sai che in Italia medici e infermieri possono fare extraospedaliero solo se specialisti di area critica, o se opportunamente formati in corsi specifici: le figure preposte a tali corsi sono 2: medici rianimatori per la parte inerente al lavoro sanitario e Soccorritori (quelli che tu disprezzi tanto) per quanto riguarda presidi, attrezzature specifiche dell' ambulanza, comportamento di sicurezza sul target, ecc. Prima di giudicare pensa. E resta pure a sventolare un pezzo di carta che non solo tu hai, e che chiunque può prendere (l' iscrizione universitaria è libera) che ti rende competente, ma non onnipotente. Mi è capitato di lavorare con medici e infermieri ma nessuno si è mai permesso di considerarmi uno schifo come fai tu con noi. Se un domani resterai solo a dover sbarellare, prendere una via, calmare gli astanti tutto insieme, o ti toccherà fare doppi turni, non dormire, e sbatterti il doppio perchè noi "laici" non ci saremo più, quel giorno sarò felice di farmi due risate.

MuKk0tT4
12-06-2007, 01:43
grossa c******a lorye.
i medici che sono nel 118 non devono per forza essere specialisti di rianimazione o di altra area critica....devono frequentare un corso di preparazione e poi SPLAT, spiaccicati sulle ambulanze a farsi il segno della croce ad ogni rosso che assistono.

lorye
12-06-2007, 17:55
Spetta, non so come funziona da te,ma qui a bologna è così. ho avuto nell' ultimo mese in affiancamento un infermiere che stava appunto preparandosi per poter uscire in ambulanza, comunque se leggi bene ho proprio parlato anche di corso di preparazione. Capirai che certi atteggiamenti da saccente non mi piacciono ( non è riferito a te), e questo lo sai. Per me un professionista sanitario (medico o IP) è una figura che sa consigliarmi e mi mette sicurezza potendo eseguire manovre che io per competenza non posso e non so eseguire, e che a volte mi possa anche richiamare se faccio cazzate, senza però mai mettere in dubbio la mia buonafede e le mie se pur limitate capacità operative, come io faccio con lui, e non dico non un individuo che si vanta di avere un titolo più di me, mi considera meno di nulla senza avere alcun rispetto degli altri. Gente del genere non solo non dovrebbe stare in ambulanza ( e lo dice uno che c'è da un pò, non un novellino) ma nemmeno da nessuna altra parte. E tu sai quanto rispetto ho sempre avuto per la vostra professione.

Katrina
13-06-2007, 12:36
" Ciao Sergio,
anch'io come te, ritengo che sia una manovra infermieristica, cio non ostante su ordine del medico è una manovra che effettuo abitualmente. (non solo io ma anche i miei colleghi)

Pixxius
15-06-2007, 01:21
Quoto mukkotta, mi sa che lorye tu sei un po' confuso a riguardo sulle caratteristiche dei medici 118... fidati ;)

lorye
15-06-2007, 01:37
Mi sa che magari non posso conoscere di certo tutte le realtà esistenti, e allora parlo della mia, ovvero della provincia di bologna, e non di altre, ma ciò darebbe probabimente origine ad un interessante discussione OT in questo topic, ovvero: Quali requisiti sono richiesti per fare 118 nelle varie zone? Sarebbe comunque interessante, o no?

pierantonio
15-06-2007, 01:38
Da noi a Firenze il medico a bordo o il 118 ci chiede di fare lo stik e noi lo facciamo poi non so comunque chi a torto o ragione.

Step
15-06-2007, 11:32
Quoto mukkotta, mi sa che lorye tu sei un po' confuso a riguardo sulle caratteristiche dei medici 118... fidati ;)
...sarà come dite voi, ma qui da me (118Brianza) sono TUTTI rianimatori...e lo scorso anno al corso di infermieristica in area critica parlando del 118 brianza ci dicevano che i medici che fanno automedica devono essere anestesisti-rianimatori...cosa che poi ho riscontrato, perchè ripeto, sono tutti rianimatori...
Step
-----APRO OT-----
Cmq non si deve essere rianimatori per conoscere a menadito le procedure di urgenza, l'intubazione, i farmaci dell'urgenza, ecc...per fare un esampio magari poco calzante, ma nel mio reparto i medici non sono rianimatori ma neonatologi...e intubano, applicano i protocolli dell'acc (adrenalina, atropina, ecc..)
Questo per dire che "essere un medico qualsiasi" no vuol dire necessariamente non sapere cosa si sta facendo...
-----CHIUDO OT-----

Dep76
15-06-2007, 12:02
-----APRO OT-----
Cmq non si deve essere rianimatori per conoscere a menadito le procedure di urgenza, l'intubazione, i farmaci dell'urgenza, ecc...per fare un esampio magari poco calzante, ma nel mio reparto i medici non sono rianimatori ma neonatologi...e intubano, applicano i protocolli dell'acc (adrenalina, atropina, ecc..)
Questo per dire che "essere un medico qualsiasi" no vuol dire necessariamente non sapere cosa si sta facendo...
-----CHIUDO OT-----


La neonatologia è una superspecializzazione della pediatria. Il neonatologo non è "un medico qualsiasi". E' un medico addestrato ad intubare e rianimare il neonato (ma non l'adulto).
Elena.

toma01
15-06-2007, 13:40
grossa c******a lorye.
i medici che sono nel 118 non devono per forza essere specialisti di rianimazione o di altra area critica....devono frequentare un corso di preparazione e poi SPLAT, spiaccicati sulle ambulanze a farsi il segno della croce ad ogni rosso che assistono.

A quanto ne sò io anche da noi i medici non sono tutti rianimatori, anzi.
Mi pare che sia requisito fondamentale solo per lavorare in elicottero.

ma potrei sbagliare.

Adriano

luanavr
15-06-2007, 13:42
[quote="118_paolo
Per quanto riguarda la C.R.I. non ti so dire come funzioni.

risponde la C.R.I :lol: :lol:
beh...a noi come volontari non è permesso farla perchè è considerata manovra invasiva l'unico che la può fare è un'infermiere.

Re-Julian
15-06-2007, 14:09
approfitto della presenza del medico fra noi (ciao pixxius) per chiedere una delucidazione: l'effettuare o meno la misurazione della glicemia con l'apposito stick + macchinetta è una procedura invasiva, mi pare pacifico; ma alcune centrali operative suggerirebbero (lasciatemi usare il condizionale) l'effetuazione di questa misurazione..... ora tralasciamo un attimo ogni problema di natura legale: qual'è a questo punto il problema che persiste? Il fatto di effettuare una manovra potenzialmente dannosa o il fatto di ricevere un risultato numerico della cui bontà non si ha la certezza? Oppure altri motivi?

Pixxius
15-06-2007, 14:26
Ciao Re-Julian, come sempre i tuoi interventi sono molto interessanti ed attinenti.
Se mettiamo da parte la medicina legale, nel misurare la glicemia non sussiste alcun rischio, è un atto semplice, poco costoso e molto efficace.
Inoltre è un parametro utile nell'inquadrare un quesito clinico.
Per esempio nei pazienti che arrivano al PS in stato soporoso o proprio in coma di routine si fà. E di solito quando c'è di mezzo la glicemia, i pz sono in IPOglicemia. Infatti la maggior parte delle volte arriva la vecchietta diabetica che o si sbaglia nelle dosi o magari mangia poco e così và in ipoglicemia iatrogena, cioè causata dagli ipoglicemizzanti stessi.
Diversamente, nei giovani è frequente ritrovare un coma IPERglicemico, dato dall'accumulo in circolo di corpi chetonici (metaboliti del glucosio) che poi danno quel caratteristico odore all'alito dei pazienti (alito Acetonico).

Esiste in Italia un buco legislativo grosso come un canyon riguardo alcune cose sanitarie tra cui le competenze del volontario soccorritore.
Quindi di solito si basano sull'opinione della CO e del medico che capita nel turno 118.
Del resto nell'attendibilità dei risultati della glicemia la CO si comporta come la PA, la SaO2 ecc...

Micio
15-06-2007, 14:35
Ooooh ! finalmente un po' di chiarezza !
Grazie Pixxxius. Vedi che quando vuoi..... ! ma dico io : non potevi iniziare con questo tono fin da subito ??? mannaggia !!! :wink:

Re-Julian
15-06-2007, 14:38
Esiste in Italia un buco legislativo grosso come un canyon riguardo alcune cose sanitarie tra cui le competenze del volontario soccorritore.
Quindi di solito si basano sull'opinione della CO e del medico che capita nel turno 118.
Del resto nell'attendibilità dei risultati della glicemia la CO si comporta come la PA, la SaO2 ecc...
...e finalmente è stato toccato il punto che mi premeva. Innanzitutto grazie per la disponibilità, caro pixxius :) .
L'attendibità dei risultati e la formazione del personale laico per la rilevazione di alcuni parametri: mi piacerebbe sapere se durante i corsi di preparazione del personale soccorritore laico è stato dato risalto a quello che dovrebbe essere il modo corretto di rilevare i parametri, con approfondimento ANCHE di tutti quei comportamenti (chiamiamoli così per semplicità) che possono sicuramente falsare i risultati.
Ho visto scene che voi umani potete solo immaginare..... :D
Scherzo, ovviamente, ma ho assistito a misurazioni della glicemia in cui il sangue capillare era diluito dalla sostanza usata per disinfettare il polpastrello :? .
Spero di aver reso l'idea

Pixxius
15-06-2007, 14:47
Infatti, ottimo esempio Re-Julian.
L'alcool contenuto nel disinfettante sfasa di molto i risultati per questioni chimiche che non sto a dire (Modo elegante per dire che non me le ricordo :P )
E' la stessa ragione per cui se io misuro la glicemia ad una persona ubriaca, questa sarà alterata.

Sul tema dell'attendibilità dei risultati non mi pronuncio poichè sono in polemica con le CO...

...autorizzi ad un soccorritore a fare delle manovre.. e poi non ti fidi? Che senso ha? Boo...

Dep76
15-06-2007, 15:21
L'etanolo non interagisce con i metodi di misurazione della glicemia. Glucosio è etanolo sono infatti due molecole molto diverse tra di loro

Negli etilisti solitamente la glicemia è bassa. Questo perchè l'etanolo è una sostanza fortemente energetica e le calorie liberate dal metabolismo dell'etanolo riducono la liberazione del glucosio dalle riserve epatiche con conseguente riduzione della glicemia.

Se si una "usa" sangue diluito dal disinfettante per misurare la glicemia questa risulterà alterata perchè la stessa quantità di glucosio è diluita in un maggior volume.

Per quanto riguarda la misurazione della glicemia da parte dei soccorritori volontari il problema non sta tanto nella invasività della manovra (che è praticamente esente da complicanze), ma piuttosto nell'utilizzo del dato ottenuto. Nel senso che comunque il volontario non può mettere in atto i trattamenti idonei a correggere l'alterazione della glicemia.

Pitbull1983
15-06-2007, 15:28
non entro nel merito di provare o no la glicemia,la butto solo li.

oggi codice verde,per iperglicemia,e già mi viene il dubbio.All'arrivo sul posto il pz,un simpaticissimo 79 enne dice di avere 400 di glicemia,il medico di base è sul posto e dopo 3 volte che gli chiedo "dottore,la pò riprovare che almeno diamo un dato "nuovo"alla centrale?"..la prima risposta"tanto non serve" :shock: :shock: seconda risposta"mas no dai vedi che sta meglio?" :shock: :shock: :shock: ultima risposta"dai ragazzi,io sono alternativo,non so usare quelle cose li" :shock: :shock: :shock: :shock: detto tutto...alla fine l'ha fatto con noi che gli dicevamo cosa fare...io non la faccio...non posso

Micio
15-06-2007, 15:30
Se si "usa" sangue diluito dal disinfettante per misurare la glicemia questa risulterà alterata perchè la stessa quantità di glucosio è diluita in un maggior volume.


Ci dev'essere qualche altra ragione di natura "chimica" alla base di questo.
Fino a qualche mese fa il kit per la glicemia in dotazione al PS conteneva una bottiglietta di etere che veniva usato per la disinfezione del dito prima di pungere. Adesso non lo si usa più. Quando il dito è particolarmente sporco lo si pulisce con soluzione fisiologica. Niente etere, niente disinfettanti.

Re-Julian
15-06-2007, 15:32
ma dito ben asciutto, mi raccomando

YUZNA69
15-06-2007, 15:37
Nel senso che comunque il volontario non può mettere in atto i trattamenti idonei a correggere l'alterazione della glicemia.

Vorrei capire meglio la tua ultima affermazione.
Mi è capitato di intervenire con l'automedica su pazienti i crisi ipoglicemica. Dopo aver misurato la glicemia (l'infermiere, non io) il medico ha deciso di iniettare una fiala di glucosio e successivamente far bere al paziente acqua e zucchero.
Nel caso di crisi ipoglicemica, in mancanza del medico, un vds potrebbe comunque far bere acqua e zucchero per alzare la glicemia.
Certo non avrà l'effetto del glucosio direttamente in vena, ma è comunque meglio di niente.

Dep76
15-06-2007, 16:16
In un paziente con alterazione dello stato neurologico per iperglicemia e sconsigliabile somministrare liquidi per bocca. Inoltre l'assimilazione di zuccheri per questa via è relativamente lenta. Al massimo meglio un po di zucchero sotto la lingua (assorbimento più rapido), ma come ti ripeto se ci sono alterazioni dello stato neuroglogico è rischioso.

Dep76
15-06-2007, 16:19
Se si "usa" sangue diluito dal disinfettante per misurare la glicemia questa risulterà alterata perchè la stessa quantità di glucosio è diluita in un maggior volume.


Ci dev'essere qualche altra ragione di natura "chimica" alla base di questo.
Fino a qualche mese fa il kit per la glicemia in dotazione al PS conteneva una bottiglietta di etere che veniva usato per la disinfezione del dito prima di pungere. Adesso non lo si usa più. Quando il dito è particolarmente sporco lo si pulisce con soluzione fisiologica. Niente etere, niente disinfettanti.


Non c'è nessun motivo per non usare etere (che tra l'altro è molto volatile e asciuga subito) o altri disinfettanti. L'importante è che prima di pungere il dito questo sia bello asciutto. Basta non usare una quanità eccessiva di disinfettante e attendere qualche decina di secondi.

YUZNA69
15-06-2007, 16:25
iperglicemia

Volevi dire ipoglicemia ... vero ??? 8)

Comunque grazie per la spiegazione. :wink:

Dep76
15-06-2007, 16:26
iperglicemia

Volevi dire ipoglicemia ... vero ??? 8)

Comunque grazie per la spiegazione. :wink:


Si ipoglicemia.

guffix
16-06-2007, 00:35
Per india: soccorritore o allievo infermiere non è la stessa cosa vi prego! tu fai una serie di cose (boli di atropina, prelievi arteriosi) in un reparto di Terapia Intensiva dove sei ufficialmente in tirocinio. Li la tua università si prende la responsabilità di farti fare quegli atti e ti assicura.
In servizio da volontario tu sei un volontario come tutti, e anche se una glicemia è una banalità, non è di tua competenza. Come dire che un carabiniere mi da la pistola e mi dice "spara tu a quel tizio" tu lo fai? Non credo proprio!

Peck
16-06-2007, 19:46
Scusatemi....ho fatto casino, volevo rispondere a un altro topic

Peck
16-06-2007, 19:58
iperglicemia

Volevi dire ipoglicemia ... vero ??? 8)

Comunque grazie per la spiegazione. :wink:

Scusatemi se mi intrometto, ma le alterazioni della coscienza ci sono anche nei casi (gravi) di iperglicemia che poi possono anche portare al coma (chiamato in questi casi chetoacidosico e iperosmolare).

Scusatemi la precisazione ma è detta solo con lo scopo di aver bene chiamre le idee di ciò che ci può aspettare

Ciao a tutti

Peck
16-06-2007, 20:48
L'etanolo non interagisce con i metodi di misurazione della glicemia. Glucosio è etanolo sono infatti due molecole molto diverse tra di loro

Negli etilisti solitamente la glicemia è bassa. Questo perchè l'etanolo è una sostanza fortemente energetica e le calorie liberate dal metabolismo dell'etanolo riducono la liberazione del glucosio dalle riserve epatiche con conseguente riduzione della glicemia.

Se si una "usa" sangue diluito dal disinfettante per misurare la glicemia questa risulterà alterata perchè la stessa quantità di glucosio è diluita in un maggior volume.


L'etanolo e il glucosio possono anche essere due molecole diverse, c'è da dire però che le bevande alcoliche in commercio hanno anche del glucosio e non dell'etanolo puro (poi dipende anche da che cosa si è bevuto il possibile alcolista del giorno), o sbaglio?
Per quanto riguarda il reflettometro, non so come interpreti le molecole del disinfettante e non so se possano essere variare ulteriormente il dato dando quindi un errore.

Saluti a tutti

Micio
22-06-2007, 12:50
Fino a qualche mese fa il kit per la glicemia in dotazione al PS conteneva una bottiglietta di etere che veniva usato per la disinfezione del dito prima di pungere. Adesso non lo si usa più. Quando il dito è particolarmente sporco lo si pulisce con soluzione fisiologica. Niente etere, niente disinfettanti.

Mi sono informato.
Il problema per cui, almeno da noi, non si usa più l'etere è il fatto che si pensa che questa sostanza possa alterare il risultato del dtx.
In realtà è solo una supposizione da parte di chi ha deciso di rimuovere la boccettina dal kit glicemia, perchè di fatto l'idea comune è che l'etere è talmente volatile ed evapora talmente velocemente che è impossibile che riesca ad alterare il valore dell'esame.
Comunque ci adeguiamo.....

alfierina
11-07-2007, 21:56
[quote="Micio"]

Scusa, stai dicendo che ci sono alcuni volontari che escono in ambulanza senza saper utilizzare tutti i relativi presidi ?

Secondo il mio modesto parere ( <IMG> ) per svolgere servizio in ambulanza si deve conoscere A MEMORIA tutto quanto in essa contenuto e saper utilizzare tutti i presidi quasi ad occhi chiusi.

Scusa, ma chi ha creato questa suddivisione in livelli ?

E´ una cosa limitata alla Vostra associazione oppure tutte le sedi utilizzano lo stesso sistema ?

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Lindina il 25-10-2004 17:59 ][/quot

Ci sono vari tipi di ambulanza, no? E ci sono vari livelli di soccorritori. Anche in CRI, visto che per salire sull'urgenza-emergenza bisogna aver fatto tre corsi (di cui il primo serve solo per stare in sala-radio...)e dato tre esami. Da noi ne bastano 2, ovvero... se vuoi stare al centralino (o sala radio o come la si voglia chiamare) fai un corso a parte. Ebbene si, chi non ha il livello avanzato (che poi sono le linee-guida dell'IRC, per cui niente di inventato) fa solo codici bianchi, come fanno in CRI dopo il secondo esame. Non è una cosa limitata alla Misericordia, a Firenze vale per tutti la stessa regola tranne che per la CRI.

alfierina
11-07-2007, 22:18
Non me ne vogliano i soccorritori Toscani, però avendo fatto servizio su medicalizzata in Toscana ho visto cose da far accapponare la pelle... <IMG>

Io non sono contro figure paramediche che facciano o suppportino manovre ALS, però prima dovrebbero essere <BBCode>

adeguatamente formate <BBCode> ed ovviamente anche autorizzate per legge....



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: cippirimerlo il 11-10-2004 08:31 ]

Purtroppo in Toscana c'è stata, tempo fa, una sanatoria, per cui tutti quelli che avevano una certa anzianità sono stati passati al livello avanzato .... Ti assicuro che chi ha fatto il corso da 2 anni a oggi è ben preparato, e poi è molto diversa la medicalizzata dall'infermieristica: nella prima devi fare quasi tutto perché pochi dottori fanno qualcosa di diverso da leggere fogli e foglietti e dare un'occhiatina al paziente... spesso confondono i volontari con gli infermieri e chiedono di fare manovre assolutamente fuori dalla nostra portata, come prendere una vena...mentre lavorare con l'infermiere è fare veramente squadra, loro visitano veramente il paziente e poi parlano con il medico della centrale, noi gli facciamo da spalla. Come in tutte le cose c'è chi è più o meno portato a fare il soccorritore, e siccome mancano volontari... spesso lasciano salire chiunque...
Comunque, per tornare al tema della misurazione della glicemia... noi facciamo questa manovra, anzi, ci è stata insegnata nel corso, e usiamo l'acqua ossigenata.

beppedoc
11-07-2007, 23:02
Secondo me, la misurazione della glicemia dovrebbe essere inserita nelle procedure per soccorritori. Almeno in presenza di infermiere o medico (non per fare da balia al soccorritore ma per utilizzare il parametro rilevato).
Quando si lavora in equipe su una urgenza VERA c'è da fare per tutti quindi se un soccorritore può effettuare questa manovra benvenga! Infermiere e/o Medico, in questo modo, possono dedicarsi ad altro.
CIAO A TUTTI!

MuKk0tT4
12-07-2007, 01:12
trovami un'assicurazione che copra i danni provocati da un'errata esecuzione di questa manovra da parte di un soccorritore e giuro che ti bacio i piedi.

Dep76
12-07-2007, 10:19
A che danni ti riferisci Carolina? E' chiaro che il soccorritore va prima istruito sulla modalità corretta di esecuzione della manovra, ma a quel punto i danni maggiori derivano dalla errata interpretazione del risultato che comunque non è di competenza del soccorritore. Non credo che l'apprendimetno della corretta procedura per l'esecuzione della glicemia sia pù difficile di quello per l'utilizzo di altri presidi come KED, tavola spinale ecc.

Micio
12-07-2007, 10:37
A che danni ti riferisci Carolina? E' chiaro che il soccorritore va prima istruito sulla modalità corretta di esecuzione della manovra, ma a quel punto i danni maggiori derivano dalla errata interpretazione del risultato che comunque non è di competenza del soccorritore. Non credo che l'apprendimetno della corretta procedura per l'esecuzione della glicemia sia pù difficile di quello per l'utilizzo di altri presidi come KED, tavola spinale ecc.

Sono assolutamente d'accordo.
E' un problema di interpretazione (che il soccorritore non è tenuto a fare) e non di esecuzione.

papaualfa
12-07-2007, 13:53
Secondo me, la misurazione della glicemia dovrebbe essere inserita nelle procedure per soccorritori. Almeno in presenza di infermiere o medico (non per fare da balia al soccorritore ma per utilizzare il parametro rilevato).
Quando si lavora in equipe su una urgenza VERA c'è da fare per tutti quindi se un soccorritore può effettuare questa manovra benvenga! Infermiere e/o Medico, in questo modo, possono dedicarsi ad altro.
CIAO A TUTTI!

da noi in versilia la miurazione della glicemia è una cosa normalissima per tutti i soccorritori. la misuriamo quando lo riteniamo necessario, ma è come misurare un qualsiasi altro parametro

MuKk0tT4
12-07-2007, 14:35
A che danni ti riferisci Carolina? E' chiaro che il soccorritore va prima istruito sulla modalità corretta di esecuzione della manovra, ma a quel punto i danni maggiori derivano dalla errata interpretazione del risultato che comunque non è di competenza del soccorritore. Non credo che l'apprendimetno della corretta procedura per l'esecuzione della glicemia sia pù difficile di quello per l'utilizzo di altri presidi come KED, tavola spinale ecc.


un soccorritore può essere istruito quanto ti pare ma il rischio di punture con aghi infetti è sempre in agguato così come lo è anche per noi infermieri. riformulo la domanda......esiste un'assicurazione che copre x i soccorritori laici anche questo tipo di danni visto che cmq è una manovra invasiva effettuare un dxt ?
se micio effettua un dxt ma si punge col sangue di un paziente che è hiv positivo che succede??? chi risarcisce??? le assicurazioni coprono ciò??? andiamo a vedere a livello legale invece che in campo pratico.
scusa micio era per fare un esempio :twisted:

poletta65
12-07-2007, 14:53
A che danni ti riferisci Carolina? E' chiaro che il soccorritore va prima istruito sulla modalità corretta di esecuzione della manovra, ma a quel punto i danni maggiori derivano dalla errata interpretazione del risultato che comunque non è di competenza del soccorritore. Non credo che l'apprendimetno della corretta procedura per l'esecuzione della glicemia sia pù difficile di quello per l'utilizzo di altri presidi come KED, tavola spinale ecc.


un soccorritore può essere istruito quanto ti pare ma il rischio di punture con aghi infetti è sempre in agguato così come lo è anche per noi infermieri. riformulo la domanda......esiste un'assicurazione che copre x i soccorritori laici anche questo tipo di danni visto che cmq è una manovra invasiva effettuare un dxt ?
se micio effettua un dxt ma si punge col sangue di un paziente che è hiv positivo che succede??? chi risarcisce??? le assicurazioni coprono ciò??? andiamo a vedere a livello legale invece che in campo pratico.
scusa micio era per fare un esempio :twisted:

Ora mi informo nel dettaglio, ma sono certa che la nostra assicurazione copra anche questo tipo di danno.....in realtà posso pungermi un dito mentre porgo all'infermiere il barattolino porta-aghi usati, o mentre lo svuoto (svuotare porta-aghi o i sacchetti dei rifiuti speciali tocca spesso anche ai volontari visto che fa parte delle cose da fare a inizio turno se necessario)....credo che dove i protocolli permettano certe manovre, le associazioni chiedano alle assicurazioni di inserire clausole che includano tutti i danni derivanti da qualunque tipo di incidente che può accadere durante il servizio

ciao ciao

Micio
12-07-2007, 16:15
....esiste un'assicurazione che copre x i soccorritori laici anche questo tipo di danni visto che cmq è una manovra invasiva effettuare un dxt ?
se micio effettua un dxt ma si punge col sangue di un paziente che è hiv positivo che succede??? chi risarcisce??? le assicurazioni coprono ciò??? andiamo a vedere a livello legale invece che in campo pratico.
scusa micio era per fare un esempio :twisted:

Sono convinto che non esista un'assicurazione che copre questo tipo di "inconvenienti" proprio per il fatto che la misurazione del dtx non rientra tra le manovre eseguibili da un comune soccorritore. Se invece mi pungo accidentalmente passando all'infermiere o al medico del 118 un contenitore aghi (esempio fatto da Poletta) l'assicurazione risponde perchè di fatto non sto effettuando nessuna manovra non consentita.
Al di là di questo, credo sia piuttosto remota la possibilità di pungersi con un ago durante un dtx. Non so e non posso dire se tutte le "penne" funzionano allo stesso modo, ma quelle che ho usato fino ad oggi hanno l'aghetto all'interno e non c'è possibilità di pungersi a meno che non ci si va a mettere il dito sotto.
Ho invece appurato che, in questo tipo di operazione, se non si fa particolare attenzione durante il deposito della goccia di sangue sulla linguettina, c'è il rischio che qualche schizzo accidentale parta ....e allora si che se ti becca in un occhio la possibilità di infettarsi non è poi cosi lontana !

Dep76
12-07-2007, 21:40
Le assicurazioni coprono gli infortuni che possono incorrere al soccorritore durante il servizio. Non mi sembra che facciano differenze sul come ti sei punto.

beppedoc
12-07-2007, 22:13
Per Poletta65:
i contenitori per aghi infetti dovrebbero essere rigorosamente monouso senza che vi sia necessità di svuotamento!!!

In effetti, pensandoci bene, la compagnia di assicurazione potrebbe trovare la scusa per non pagare il danno ad un operatore che si è infortunato eseguendo una manovra "non consentita" , supportata anche dalla normativa...

andy118
13-07-2007, 02:25
Solo due precisazioni su quanto detto da Micio e da Paoletta...

Micio in preda a una sindrome da sirena antiaerea dice:
"Ho invece appurato che, in questo tipo di operazione, se non si fa particolare attenzione durante il deposito della goccia di sangue sulla linguettina, c'è il rischio che qualche schizzo accidentale parta ....e allora si che se ti becca in un occhio la possibilità di infettarsi non è poi cosi lontana "
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: ::::::::::::::::::::::::::::::::::
Senza arrivare alla paranoia come fa qualcuno di indossare il visor per un prelievo capillare c'è un solo piccolo accorgimento da adottare SEMPRE: orientare sempre il dito del paziente dal lato opposto al nostro viso o verso il basso in modo da evitare (rarissime ma possibili) contaminazioni.

-----------------------------------------------------------------------------------
Paoletta invece dice:".....in realtà posso pungermi un dito mentre porgo all'infermiere il barattolino porta-aghi usati, o mentre lo svuoto (svuotare porta-aghi o i sacchetti dei rifiuti speciali tocca spesso anche ai volontari visto che fa parte delle cose da fare a inizio turno se necessario)...."
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: :::::::::::::::::::::::::::::::::::
Ti prego, dimmi che non è vero...dimmi che stai scherzando perchè se davvero svuotate il porta aghi oltre ad essere una follia vorrei anche capire dentro a quale contenitore smaltite gli aghi usati e i taglienti in genere.

Saluti Andy

Micio
13-07-2007, 10:06
Senza arrivare alla paranoia come fa qualcuno di indossare il visor per un prelievo capillare c'è un solo piccolo accorgimento da adottare SEMPRE: orientare sempre il dito del paziente dal lato opposto al nostro viso o verso il basso in modo da evitare (rarissime ma possibili) contaminazioni.

Caro Andy, tu sai meglio di me che queste cose non sono poi cosi rare...
Capita spesso, soprattutto quando si fanno le cose di fretta, di "appoggiare" un po' troppo il dito sulla linguetta di rilevazione del dtx tanto da piegarla leggermente verso il basso.
Quando poi hai depositato la goccia e togli la macchinetta, la linguetta ritorna in posizione e indovina che fine fa la gocciolina ?
Giusto il consiglio di non arrivare alla paranoia ma un minimo di attenzione secondo me è fondamentale.

poletta65
13-07-2007, 10:31
Le assicurazioni coprono gli infortuni che possono incorrere al soccorritore durante il servizio. Non mi sembra che facciano differenze sul come ti sei punto.


....credo anche io che sia così.....comunque mi sto informando con la nostra assicurazione....

duca-di-cuori-alessandro
13-07-2007, 15:05
Avete perfettamente ragione,io quando presto servizio in automedica di solito lo chiedono a me e fin qui ci siamo,ma se io avessi il cosino della glicemia in ambulanza cosa cambierebbe???Tanto l'ho gia' fatta tantissime volte e poi tanta gente ce l'ha in casa!!! :lol:

MuKk0tT4
14-07-2007, 01:00
a me sembra di stare a parlare con dei testoni che non riescono ( o speriamo vogliono) capire ciò che voglio dire........*** vostri ragà. siete alquanto superficiali...mi pare....mi sembra...forse.........mah.

Pixxius
14-07-2007, 03:03
Ripeto, misurare la glicemia non compete al soccorritore per i seguenti motivi:

1- E' un procedimento invasivo
2- Il risultato è operatore-dipendente
3- Il valore trovato poi verrà rivalutato in PS
4- Il soccorritore non conosce i risvolti pratici di una iper/ipoglicemia
5- Anche se li conoscesse, non gli cambierebbe nulla
6- Il soccorritore non sà distinguere i pz a cui è indicata la misurazione della glicemia
7- ...ma chi ve lo fa fà!!!!
8- Rischio infettivo sia per l'operatore che per il pz
9- La facilità dell'operazione non giustifica l'atto.


Se ragioniamo così, tra un po' vedremo soccorritori girare con aspirine e narcan nelle tasche, tanto sono farmaci a libera vendita.. no?

Re-Julian
14-07-2007, 10:46
trovami un'assicurazione che copra i danni provocati da un'errata esecuzione di questa manovra da parte di un soccorritore e giuro che ti bacio i piedi.
ciao cara, allora circa il tuo quesito devo dire che la mia personalissima assicurazione copre il rischio di contrarre (alcune) malattie infettive: copre i rischi per le varie epatiti virali ma non l'HIV; non ne capisco la logica ma è così. Potevo solo prendere o lasciare :cry: , e ho preferito prendere, piuttosto che non avere neanche una parziale copertura

AnatraDiGomma
14-07-2007, 12:40
Ho sentito molti dire che il risultato della glicemia non è di competenza del soccorritore...però...se proprio guardiamo bene, anche il valore della pa, della sat e della fc non sono di competenza, nel senso che comunque sono valori che noi rileviamo, che ci possono aiutare ad intuire i problemi della persona, ma che comunque sono comunicati in co e vengono rivalutati li.
Credo che comunicare un parametro in più, non sia questo grosso problema.

Quindi, appurato il fatto che competenza o non, rimarrebbe un valore come gli altri, rimane solo, come alcuni di voi hanno detto, il problema che è una manovra invasiva (certo, meno invasiva delle altre, ma comunque lo è.)
Però, non credo che l'ago lo si toglierebbe subito dopo averlo usato sul pz, inoltre, dato che è dentro la pennina a scatto, sono remote le possibilità che ho di bucarmi, forse ancora minori di quelle che ho se il mike o l'india mi dicono: toh, prendi l'ago per la vena, e buttalo via.

Quindi, non vedo tutto questi problemi, contando poi che molto spesso sono i pz stessi che hanno la macchinetta già pronta. Inoltre, tanti di noi hanno una nonna o un nonno (io ad esempio), a cui ogni gg devono provare la glicemia 3 o più volte al giorno...

MuKk0tT4
14-07-2007, 17:38
Ho sentito molti dire che il risultato della glicemia non è di competenza del soccorritore...però...se proprio guardiamo bene, anche il valore della pa, della sat e della fc non sono di competenza, nel senso che comunque sono valori che noi rileviamo, che ci possono aiutare ad intuire i problemi della persona, ma che comunque sono comunicati in co e vengono rivalutati li.
Credo che comunicare un parametro in più, non sia questo grosso problema.



appurato un corno!! la misurazione della pa della fc della fr e della spO2 sono rilevazioni non invasive....****

RIMOSSA PARTE DEL POST (inutile polemica)

http://img223.imageshack.us/img223/6600/moderatormiciofo0.gif

gerice
14-07-2007, 17:40
:D :D concordo con Carolina


ehm...ehm...la connesione l'ha detto lei però! ahah!

Pixxius
14-07-2007, 23:00
Quoto mukkotta

AnatraDiGomma
15-07-2007, 12:33
appurato un corno!! la misurazione della pa della fc della fr e della spO2 sono rilevazioni non invasive....*******

***********
Secondo, se avessi continuato a leggere (o forse non lo hai fatto) dopo ho scritto che cmq la misurazione della glicemia è invasiva.
Terzo, se leggi bene quello che hai quotato, noterai che parlo della fc della pa, etc, come di valori che possono essere dei riferimenti per noi, per farci capire che cosa potrebbe avere, ma sono cmq valori che vanno comunicati in CO..non ho assolutamente equiparato queste misurazioni, con la glicemia...

Ken
24-07-2007, 12:31
Ciao Sergio,
sono una soccorritore livello avanzato bls-d,in Mise da 13anni.Non è manovra da fare noi volontari xkè come da protocollo 118 non possiamo fare nessuna manovra invasiva sul paziente e la glicemia lo è,con l'ago buchi il dito e quindi invadi il suo corpo.
Ciao!

24-07-2007, 12:36
è vero che non possiamo di ns iniziativa provare la glicemia. ma è altrettanto vero che possiamo farlo fare ai familiari o, in casi particolari, dietro autorizzazione estemporanea della CO

roberto70
24-07-2007, 13:49
oppure dietro iniziativa dell'infermiere se è a bordo del mezzo per aiutarlo nelle manovre di valutazione se cel ochiede, inoltre noi possiamo chiedere all'infortunatodi bucarsi da solo il dito e porgergli lo stick....
Piccoli trucchi normativi del mestiere....

karma
24-07-2007, 15:36
OK,OK,ho letto tutto e devo dire che io la glicemia su pazienti diabetici la misuro e poi do' il valore alla co,come do' la pa,fc ecc....
so che è una manovra invasiva,ma mi hanno insegnato a farla gia da quando ero 4,a questo punto pero'mi avete messo un po'in allarme...lo posso fare??!!
andro a leggermi lo statuto della regione Lombardia e mi documentero'
grazie per avermi messo in guardia :shock:

sonobeppe
10-08-2007, 13:14
Ma, scusatemi......la misurazione della glicemia mediante l'apposito apparecchietto portatile è da considerarsi un accesso chirurgico nei tessuti?

MuKk0tT4
10-08-2007, 13:18
oh madonna santa.........aiutami tu

sonobeppe
10-08-2007, 13:20
Dai Carolina......riprenditi .....fai un bel respiro....bello profondo e poi rispondimi...

SI o NO?

Enricocr
10-08-2007, 13:30
ah Beppe, mi sa che sei tostarello allora......

ricapitolando.....
rileggendo.... mumble mumble.....
reinterpretando... uff pant....

sì..... uff...... direi... inequivocabilmente....


NO , non puoi farla :D

sonobeppe
10-08-2007, 13:38
Mah...Enrico...guarda che sei...eh?

Non è che io la VOGLIO FARE .... voglio solo avere dei buoni elementi a portata di mano per poter dire all'inf. di Centrale, se me lo dovesse richiedere, .....che io non posso farl aper quest, quello, e quell'altro motivo.

Quindi, Enrico...non girarci attorno.

Dimmi se secondo te è un ACCESSO CHIRURGICO NEI TESSUTI...

SI o NO?

Dai che è facile .... devi solo barrare sul SI o sul NO....si insomma..ci siamo capiti..dai

MuKk0tT4
10-08-2007, 14:04
mai sentito parlare di accesso chirurgico. solo di invasività. cmq si, chiamalo come cazzo ti pare.........ma non puoi farlo. fammi parlare con l'infermiere di centrale semmai dovesse obbligarti fare uno stick.......poi sarò io a prendere provvedimenti...ma a livello di albo.

Re-Julian
10-08-2007, 14:33
http://risorse.giovani.it/files/gallery/gif_varie/soldi_affari_e_lavoro/lavoro/tn_vmisc016.gif

Pompieriiiiii!!!!!!!
incendio in vista!
:)

sonobeppe
10-08-2007, 14:41
MIhhhhhhhh.....troppo bello

Ehi..comunque vale anche per te...rispondi....SI o NO?

sonobeppe
10-08-2007, 14:44
Il problema, Mukkotta, è proprio la definizione di "manovra invasiva"....perchè a me non è ancora chiaro cosa si intenda per "MANOVRA INVASIVA"

Quindi rispondete......avanti..su...

Enricocr
10-08-2007, 15:07
Beppe, scusa..... ma ci stai prendendo in giro ? :? :?

te lo ripeto...... tu puoi fare (anzi, DEVI fare) quel che sta scritto negli standard formativi con cui ti sei certificato, tutto quello devi sapere fare, e lo devi saper fare bene, e già questo non è poco......

quanto non sta scritto lì sopra ( accessi venosi, terapie farmacologiche, rilevazioni glicemia, lettura tracciati monitor ecc.ecc. ) non è che sull' emergenza non si fa..... ma lo fa qualcun altro, che di anni magari ha studiato quanti ne hai studiati te per far l' ingegnere, ma in un altro settore.... che so.... medicina ?..... scienze infermieristiche ?.....

a meno che non ti qualifichi come infermiere o medico di MSA stai tranquillo, nessun infermiere di centrale ti chiederà di fare quella rilevazione, come probabilmente non ti chiederà di fare una valutazione con la scala GCS ma con la nostra più famigliare AVPU....... quindi tranquillo, rilassato..... su......

e se anche ti facesse una domanda del genere (valore glicemia), lo farebbe perchè magari sapendo la situazione sa anche benissimo che i parenti per certo la glicemia l' hanno rilevata, mica per altro !
a me in contesti di questo tipo insieme ai parametri vitali è capitato di riferire quanto "i parenti mi avevano detto avere rilevato", di sicuro NESSUNO sulla faccia della terra si aspetta che tale rilevazione la debba fare tu come soccorritore volontario (a meno che in qualche zona sia previsto nello standard, cosa che da te mi pare non sia)....

spero tu abbia compreso, altrimenti te lo facciamo spiegare da Pixxius, che c'ha draghetto col camice sempre bramoso di carne fresca :lol: :lol:

p.s. ma dimmi, i formatori della tua sede scommetto che quando ti vedono ti randellano ancora adesso che il corso l' hai finito da tempo, nevvero ? :D (cosaavròvolutodireeeee)

( è una battuta ovviamente :wink: )

MuKk0tT4
10-08-2007, 15:09
a me sembra tanto una persa per culo quindi. non ti rispondo perchè sicuramente tu conosci la risposta.

tatino
10-08-2007, 15:39
dal momento che vai a bucare la cute di una persola ma manovra diventa invasiva.....
ciao daniele

Re-Julian
10-08-2007, 15:42
quasi d'accordo, tatino :) : la definizione è riduttiva perchè anche la manovra di Heimlich è considerata invasiva... e non vi è cute forata (escludendo errata esecuzione..... :? )

sonobeppe
10-08-2007, 16:00
Beppe, scusa..... ma ci stai prendendo in giro ? :? :?

te lo ripeto...... tu puoi fare (anzi, DEVI fare) quel che sta scritto negli standard formativi con cui ti sei certificato, tutto quello devi sapere fare, e lo devi saper fare bene, e già questo non è poco......

quanto non sta scritto lì sopra ( accessi venosi, terapie farmacologiche, rilevazioni glicemia, lettura tracciati monitor ecc.ecc. ) non è che sull' emergenza non si fa..... ma lo fa qualcun altro, che di anni magari ha studiato quanti ne hai studiati te per far l' ingegnere, ma in un altro settore.... che so.... medicina ?..... scienze infermieristiche ?.....

a meno che non ti qualifichi come infermiere o medico di MSA stai tranquillo, nessun infermiere di centrale ti chiederà di fare quella rilevazione, come probabilmente non ti chiederà di fare una valutazione con la scala GCS ma con la nostra più famigliare AVPU....... quindi tranquillo, rilassato..... su......

e se anche ti facesse una domanda del genere (valore glicemia), lo farebbe perchè magari sapendo la situazione sa anche benissimo che i parenti per certo la glicemia l' hanno rilevata, mica per altro !
a me in contesti di questo tipo insieme ai parametri vitali è capitato di riferire quanto "i parenti mi avevano detto avere rilevato", di sicuro NESSUNO sulla faccia della terra si aspetta che tale rilevazione la debba fare tu come soccorritore volontario (a meno che in qualche zona sia previsto nello standard, cosa che da te mi pare non sia)....

spero tu abbia compreso, altrimenti te lo facciamo spiegare da Pixxius, che c'ha draghetto col camice sempre bramoso di carne fresca :lol: :lol:

p.s. ma dimmi, i formatori della tua sede scommetto che quando ti vedono ti randellano ancora adesso che il corso l' hai finito da tempo, nevvero ? :D (cosaavròvolutodireeeee)

( è una battuta ovviamente :wink: )


-----------------------

Hahahahahaaaa.........si è vero Enrico.......è proprio così....o meglio.....non è che mi randellano, ma sono sicuro che a più di uno gli piacerebbe farlo.

Poi, sai.......il fatto è che sono un poco STR...O......e a me piace fare le domande quando, come dice Mukkotta (ciao Mukkottaaaaa) so già la risposta......e così prima .........no, ho deciso...è meglio se non ve lo dico.

PIIIIIXXXXIUSSSSSSSSS......dai che sei stato chiamato in causa....

A proposito......se c'è un avvocato in ascolto.......mi saprebbe spiegare cosa è la Suprema Corte di Cassazione?

Enricocr
10-08-2007, 16:05
Beppe, tra un paio d' ore vado in ferie quindi sono troppo rilassato per mandartici........ :lol:

MuKk0tT4
10-08-2007, 16:08
ma quanto fa male il caldo alle persone...............cmq beppe ti ripeto, se un infermiere ti dirà che DEVI fare lo stick fammelo sapere.

Enricocr
10-08-2007, 16:11
anzi, ti omaggio di tutti gli improperi che per motivi "formali" non ti vengono omaggiati dai formatori della tua sede, evidentemente troppo buoni (io senza alcuna cattiveria ma con la stessa trasparenza con cui ti sto parlando non ho mai avuto problemi a scorticare di persona un "discente" che propina domande a vanvera :D )

quando fai una domanda così, di cui magari ti sei già dato la risposta, prova a chiederti mentalmente se ti ricordi così bene bene tutte le manovre e valutazioni che devi saper fare....... così ti impegni il tempo a ripassare quel che devi saper fare e non ci triti con domande a cui peraltro ti sei già risposto....

ed ora attenditi gli "omaggi" di Mukkotta (che è una specialista) e magari anche di Pixxius, così impari a tazzeggiare ! :lol:

Re-Julian
10-08-2007, 16:12
A proposito......se c'è un avvocato in ascolto.......mi saprebbe spiegare cosa è la Suprema Corte di Cassazione?
non sono avvocato, ma la SPC è il luogo dove lavora L'Uomo chiamato Cavillo...

MuKk0tT4
10-08-2007, 16:18
ed ora attenditi gli "omaggi" di Mukkotta (che è una specialista) e magari anche di Pixxius, così impari a tazzeggiare ! :lol:

ma manco mi ci spreco sai. ho la pressione alta in questi giorni, devo riguardarmi.