Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 89

Discussione: Lombardia: Soccorso Alpino a pagamento per imperizia e negligenza

  1. #11
    Citazione Originariamente Scritto da Giosuè Visualizza Messaggio
    Quindi basta essere tesserati CAI e, fatta la regola, trovato l'inganno..
    mah.... "inganno".... io la chiamerei "servizio soci". Come il recupero del mezzo gratuito se sei socio ACI.
    Anche la "Mitica REGA", se non sei socio sostenitore, paghi un botto. Tant'è che un mio amico anconetano, per una gita di due giorni in Svizzera, ha fatto la tessera...
    Ultima modifica di MaggioreFantasma; 19-02-2015 alle 16:31
    http://www.soccorritori.it/image.php?type=sigpic&userid=1479&dateline=1366727  989

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #12

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.702
    Citazione Originariamente Scritto da MaggioreFantasma Visualizza Messaggio
    mah.... "inganno".... io la chiamerei "servizio soci". Come il recupero del mezzo gratuito se sei socio ACI.
    Anche la "Mitica REGA", se non sei socio sostenitore, paghi un botto. Tant'è che un mio amico anconetano, per una gita di due giorni in Svizzera, ha fatto la tessera...
    ...la Rega è un "pelo" diverso.... tu sovvenzioni (sostieni...) il servizio elisoccorso e in cambio te lo fanno "gratis" (30CHF a testa), come molte associazioni italiane (e non) che ti fanno i secondari gratis/ad un prezzo inferiore se paghi la quota annua...e non c'è nessun altro pagamento da parte del cittadino in tasse o altro del servizio. In pratica il servizio di elisoccorso è sovvenzionato da sostenitori volontari e funziona alla grande senza spese ulteriori. Qui la faccenda è diversa...si sfrutta un'assicurazione di un ente per pagare un servizio fornito da un altro che, oltretutto, paghiamo a nostra volta con le tasse....


    ...in pratica, a parte che entrambi i servizi si fanno anche con elicotteri, c'è ben poco in comune....

  4. #13
    L'assicurazione cai copre i soci durante le attività istituzionali previste a calendario, es. gite sezionali, corsi con scuole cai, manutenzione sentieri,anche spedizioni all'estero, ecc., ma non l'attività personale. Quella è trattata diversamente e non è per tutti. Andate a leggere sul loro sito.

  5. #14

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.702
    L’iscrizione al Sodalizio garantisce automaticamente la copertura assicurativa per gli infortuni e la responsabilità civile verso terzi in attività sociale e per le spese inerenti il Soccorso Alpino, di cui di seguito si forniscono i dettagli.
    Scritta così però sembrerebbe per le spese inerenti il soccorso alpino, non solo quelle durante attività CAI... e la sapevo così pure io... mi informerò meglio..

  6. #15
    Io concordo....se vedessi Giosuè quanti soldi vanno via per ricerche persona che vanno nei boschi e si perderebbero anche in camera da letto...oppure si fa male perche va per funghi in maglietta e sandali...

  7. #16

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.702
    Sisi, ma hai ragione. Piuttosto peró farei una legge del tipo "imprudenza in montagna" (nome a caso) con adeguata multa pecuniaria...ma non farei pagare l'elicottero.

    Si paga solo se interviene l'elicottero oppure anche le squadre di terra?

  8. #17
    Guarda incivili come siamo della sanzione ce ne fregheremmo e poi una sanzione non coprirebbe il costo di un'ora di volo di un elicottero

  9. #18

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.803
    Inserzioni Blog
    1
    La solita ipocrisia italiana . Il sistema per levare la voglia agli incoscenti esiste . Evidentemente però interessa poco . Quello che fa gola , come al solito sono i soldi . Il resto sono solo patetiche giustificazioni .

  10. #19
    ne abbiamo già parlato diverse volte.
    In teoria è cosa buona e giusta, ma il problema è la pratica.


    perché chi, come, dove e quando può definire un escursionista "imprevidente"?
    Faccio un esempio stupido... un esperto rocciatore, in parete, ha un attacco di febbre / diarrea / crampi che non gli permettono di arrivare in vetta né di tornare al rifugio di partenza. 2 del pomeriggio, 3000 metri. Temperatura -4. Tra un'ora e mezza è buio.
    Non è inesperto, è attrezzato e allenato per l'attività. Ma ovviamente non è attrezzato per bivaccare una notte. Lo recuperiamo, portiamo in albergo con due aspirine e arrivederci o aspettiamo che vada in ipotermia?

    Altra ipotesi... io esco alle 9 per una camminata di 4-5 ore. Abiti pesanti, torcia, etc... Prendo informazioni dallo IAT locale sui sentieri, lascio detto dove voglio andare etc... Mi perdo, oppure ad un certo punto non riesco a rientrare (la seggiovia/funivia/bus/treno sono già partiti/chiusi). So esattamente dove sono (GPS) e chiamo per avere aiuto a rientrare. Devo aspettare 2-3 ore che mi raggiunga una squadra via terra e poi fare altre 3 ore di cammino +ambulanza perché a sto punto avrò bisogno di una visita medica oppure meglio un recupero con elicottero (30 minuti) e bon?

    Ripeto, non sono contrario... ma non sono sicuro.

  11. #20
    giusto per approfondire
    http://www.soccorritori.it/showthrea...corso+montagna (vi consiglio di rileggere l'intervento di Montag a fondo prima pagina, poi anche quelli di jasp etc...)

    http://www.soccorritori.it/showthrea...corso+montagna Discorso "attinente"

    http://www.soccorritori.it/showthrea...corso+montagna altro episodio in montagna...

    dalla fine del primo link, vi riporto un mio intervento (non che sia eccezionale ma credo che esprima bene il pensiero)

    Citazione Originariamente Scritto da skiermas Visualizza Messaggio
    forse sarebbe anche utile mandare a recuperare il cucu (= turista a spasso in canotta e espadrillas) in cima al monte non un elicottero... ma uno/due "volontari" (diciamo guide alpine) con due coperte, una tuta tipo TNT ma termica da far indossare per scaldare il cucu e che li riportino pian piano verso il paese. A quel punto gli fai pagare 20-30 euro (per la "guida") e secondo me non rompono le palle.

    certo che se ho speso qualche milioncino di euro tra elicottero e stipendi... e poi a fine anno vedo che il mezzo e il personale han passato più tempo in sede che in volo... rischiano di chiudere il servizio con i tagli di bilancio.. allora facciamoli uscire così diciamo che fanno 1000 servizi all'anno, fa nulla, anche sull'unghia incarnita.... e pazienza se creo buchi nel bilancio... almeno ho stipendio per me, te (e bustarella per l'altro... ).

    sono cinico.. lo so.
    Ultima modifica di skiermas; 20-02-2015 alle 00:35

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •