Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 47 di 48 PrimaPrima ... 3745464748 UltimaUltima
Risultati da 461 a 470 di 471

Discussione: Drago e privati..novità?

  1. #461

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.843
    Inserzioni Blog
    1
    Soccorso a persone vuole dire tanto . Soccorso sanitario anche . sai stabilire un confine preciso ? di certo , con la formula ligure non esiste soluzione di continuità nelle diverse interpretazioni di soccorso . nell'interesse del cittadino .

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #462
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    Soccorso a persone non vuol dire soccorso sanitario. Non bollo gli elicotteri nuovi ma mi sembra strano che i vvf comprino elicotteri nuovi per adibirli con vani sanitari a norma.. Il soccorso sanitario e’ compito esclusivo delle regioni tramite il 118
    Cosa che succede...Montag ti ha già detto che i sanitari son del 118 e, semplicemente, UTILIZZANO un mezzo dei VVF.
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  4. #463
    Si ma allora non dovrebbero criticare quello che le altre regioni fanno con altri enti. Se la Liguria ha deciso di fare così pensando di risparmiare non devono criticare L operato delle altre regioni se nei soccorsi sanitari usano altri enti..

  5. #464

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.843
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    Si ma allora non dovrebbero criticare quello che le altre regioni fanno con altri enti. Se la Liguria ha deciso di fare così pensando di risparmiare non devono criticare L operato delle altre regioni se nei soccorsi sanitari usano altri enti..
    veramente non c'è nessuna critica

  6. #465
    Ma che dici.. ogni volta che il soccorso alpino fa un intervento sanitario con il 118 si aprono mari e monti di polemiche..

  7. #466

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.843
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    Ma che dici.. ogni volta che il soccorso alpino fa un intervento sanitario con il 118 si aprono mari e monti di polemiche..
    Direi proprio di no. Anche perché sennò si dovrebbe criticare la totalità del servizio di elisoccorso . I problemi sorgono laddove non vi è interazione , informazione reciproca , collaborazione. Da ambo le parti.

  8. #467
    Un servizio dedicato all'emergenza medica, quindi con il medico e infermiere a bordo e che svolge i compiti specifici del HEMS, a prescindere dal colore dell'elicottero è HEMS.
    Poi capisco che si voglia mascherarlo da qualcos'altro e che ciò sia conveniente a salvaguardare degli equilibri consolidati, però sà tanto del solito e tipico escamotage all'italiana.
    Certo, i trasporti secondari, sui quali è più difficile dimostrare che rientrino fra i compiti di istituto del CNVVF, li farà un elicottero dedicato, forse lo stesso AW109 CARIGE che sarà affidato ad un operatore privato, ma, mi si passi l'espressione, è una foglia di fico.

    Ma, foglia di fico o meno, credo che sarà comunque una svolta, alla quale credo ne seguiranno altre.

  9. #468
    Il termine "soccorso a persone" comprende tutto. Riguardo il mezzo aereo utilizzato per il trasporto del personale sanitario e del paziente, la parte sanitaria del soccorso alle persone, fino a quando l'ambiente delle operazioni al suolo non è ostile, rientra nella tipologia di trasporto HEMS puro che, secondo le ultime dichiarazioni di fonte CNVVF, non rientrano fra i propri compiti di istituto.

    Anche in campo aeronautico il trasporto pubblico comprende tutto. Gli operatori che lo esercitano devono infatti possedere il COA, ma per poter fare il trasporto pubblico in operazioni di servizio medico di emergenza con elicotteri è necessaria un'estensione del COA, che comprende quella specifica tipologfia di missione. Tale estensione è riportata nella specifica delle operazioni approvate.
    Esistono altri tipi di estensione per altre attività specifiche. Per l'antincendio boschivo, per esempio, esiste il COAN, mentre per il LAvoro Aereo, sulla specifica delle operazioni del COA dell'operatore deve essere riportata l'approvazione per una serie di parti specifiche del regolamento 965/12, in particolare la parte SPO (Special Operations).

    L'estensione del COA alle operazioni HEMS è un documento, il quale certifica che il suo possessore, oltre ai requisiti per il trasporto pubblico, possiede i requisiti organizzativi, strumentali, tecnici, operativi, addestrativi e di esperienza del personale per poter esercitare qulla specifica attività.

    Diamo per scontato che i trasporti secondari, da ospedale a ospedale, siano certamente HEMS puri e che pertanto il vettore deba possedere tali requisiti. Finalmetne è stato certificato anche dal CNVVF che questo tipo di trasposto non può essere effettuato con gli elicotteri del Corpo.

    Però, fra le operazioni comprese nell'attività HEMS ci sono anche i cosiddetti trasporti primari. Cosiddetti perchè l'origine della missione non è da un ospedale, ma da un altro e diverso luogo dove il paziente deve ricevere le prime (da cui primario) cure da un medico.
    I primari, a loro volta, si dividono in due sottocategorie caratterizzate dall'ambiente in cui si trova il paziente. Se è ostile la missione può richiedere capacità tecniche aggiuntive di tipo SAR, ma, se l'ambiente non lo è, il trasporto primario è ancora HEMS puro e, conseguentemnte vale (dovrebbe valere) quanto già dichiarato per iscritto dal capo del dipartimento dei VVF a proposito della incompetenza del Corpo in operazioni HEMS.

    Fra gli interventi HEMS primari, per esempio, rientrano a pieno titolo tutti gli interventi su strada, per incidenti e/o malori, perchè, in base alla definizione internazionale di ambiente ostile, la strada non rientra fra quelli ostili.

    Sugli interventi di tipo integrato in ambiente ostile nulla da dire. D'altra parte le regole applicabili per quel tipo di situazione da parte degli operatori privati sono diverse e più elastiche rispetto ai requisiti del regolamento 965/12. A livello comunitario non vi è, ancora, una regolamentazione in materia, quindi è un'attività che può essere svolta da operatori che sono conformi alle norme delle rispettive nazioni. Sotto questo punto di vista, in Italia gli operatori privati e quelli dello Stato sono sullo stesso piano.

  10. #469
    @Grasso Malghese


    Volevo chiedere una cosa, visto che mi sembri piuttosto competente in materia e super-partes.
    Ma i regolamenti per i soccorsi SAR con componente sanitaria (per esempio: escursionista scivolato in un canalone con frattura di bacino) prevedono solo norme e adempimenti amministrativo/burocratici oppure obbligano anche i corpi che usano l'elicottero ad avere determinate caratteristiche tecniche nelle macchine?
    Mi spiego meglio: non capisco se per fare HEMS è necessario avere caratteristiche tecniche di allestimento della macchina che facendo SAR vengono derogate. Chiedo questo, senza volontà di polemica, perchè se guardi l'allestimento di un elicottero HEMS o H-SAR della mia regione (Emilia-Romagna) e quello del Drago della Liguria, mi sembrano piuttosto diversi. Uno sembra una sala operatoria volante, l'altro è piuttosto vuoto e adattato all'uso. Tolti quei casi di SAR cosiddetto "puro" come del bloccato in un punto impervio ma incolume, non sono necessari allestimenti interni specifici per accogliere un ferito, indipendentemente che lo si imbarchi con verricello oppure con pattino a terra?

  11. #470
    La missione in ambiente impervio richiede capacità tecniche di tipo SAR, ma chiamarla SAR è improprio.
    Ciò detto il SAR appartiene a quelle che sono chiamate operazioni specializzate. In campo civile sono richieste delle specifiche tecniche riguardo allestimenti tecnici, come per esempio il gancio baricentrico (se si pensa di utilizzarlo) che deve essere doppio e certificato per human cargo, e requisiti stringenti per l'addestramento degli equipaggi e le dotazioni tecniche che devono possedere quali, per esempio, la radio palmare collegata al casco per il soccorritore appeso, perchè deve essere mantenuto il contatto bilaterale fra lui e l'elicottero.

    Purchè siano rispettati certi requisiti tecnici, resto sul vago perchè mi dovrei documentare meglio, l'elicottero può anche essere monomotore.

    Non ci sono requisiti per l'allestimento sanitario e l'equipe medica può essere composta dal solo medico, che può essere coadiuvato, se è stato formato, dell'esperto di soccorso TE o SAF, tanto per intenderci.

    IL motivo è che in ambiente da SAR, la cosa più importante e da fare velocemente è togliere il malcapitqato da lì.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 2 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 2 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •