Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21

Discussione: Prove tecniche per accedere/rimanere operativi

  1. #11
    una volta si faceva anche il 6° con gli scarponi...

    Comunque, se vai a soccorrere, non ci vai con le scarpette da arrampicata e mi pare logico che la prova di accesso sia fatta col materiale idoneo all'attività di soccorso.

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #12
    faggio
    Guest
    comunque, @giacomo31, per quello che so i mantenimenti non vengono fatti sulla movimentazione pura quanto piuttosto su manovre di soccorso, in cui ovviamente la parte di movimentazione (su roccia come su neve, ghiaccio o bosco) è parte integrante.

  4. #13
    www.google.it > piano formativo soccorso alpino > cerca

    et voila'


  5. #14

    OLTRE 200 MESSAGGI

    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Provincia di Brescia
    Messaggi
    421
    Citazione Originariamente Scritto da Stravecchio De Vecchionis Visualizza Messaggio
    www.google.it > piano formativo soccorso alpino > cerca

    et voila'

    Ho chiesto perché semplicemente da nessuna parte ho trovato riferimento a questa prova di scalata con scarponi
    Chiediti veramente quello che vuoi essere, ed anche se è impossibile, cerca di superare l'impossibile

  6. #15
    faggio
    Guest
    Citazione Originariamente Scritto da giacomo31 Visualizza Messaggio
    Ho chiesto perché semplicemente da nessuna parte ho trovato riferimento a questa prova di scalata con scarponi
    sono andato a vedere sui piani formativi (li ho cartacei della mia regione e non posso postarli): per la qualifica tesa bisogna arrampicare su un 5+ su terreno alpinistico, mentre per t.e. e irtec (istruttore) su un 6+. non fa menzione diretta dell'uso di scarponi/scarpette ma, almeno dalle mie parti, è implicito che almeno fino al 5° uno abbia ai piedi gli scarponi. a volte, e magari è il caso del tuo amico, è solo un consiglio che i più esperti della stazione danno per farsi trovare pronto al momento della prova: non c'è nessun obbligo ma se uno si allena in condizioni più difficili riuscirà meglio a gestire difficoltà minori o progredire con attrezzatura più "agevole".

    se ti può interessare, ti linko il piano formativo del soccorso alpino trentino (tanto i requisiti sono uguali, almeno ufficialmente, per tutta italia, anche se certe delegazioni a forte vocazione di roccia esigono, credo giustamente, qualcosa in più in termini di competenze di base). http://www.soccorsoalpinotrentino.it..._Formativo.pdf

  7. #16
    Giacomo, la valutazione non è limitata al tipo di calzature usate per arrampicare.
    Nell'aspirate soccorritore si vuole vedere la familiarità con l'ambiente montano. Questa la si acquisisce solo andandoci, in montagna (anche se qualche ente statale non lo contempla, pur volendoci fare soccorso a tutti i costi).
    Dopo due o tre stagioni di arrampicate classiche (vie di più tiri in montagna, quindi no falesie con adiacente parcheggio), i passi di terzo/quarto lungo il sentiero di avvicinamento o le roccette per la via di rientro uno le fa tranquillamente senza scarpette da arrampicata. Se no, non arriva più a casa.
    Non è fare gli scavezzacollo, è una questione di sentirsi a proprio agio, sicuri quel tanto da avanzarne per essere di aiuto a qualcun'altro. Tutto qua.
    Poi, negli interventi reali quello che conta è ancora essere sicuri (= in sicurezza), veloci ed efficaci.
    Se servono le scarpette, si mettono le scarpette. Se è fattibile con le calzature da avvicinamento, si fa con quelle.
    Guai a blindarsi la mente.

    Sicuri, veloci, efficaci.

  8. #17

    OLTRE 200 MESSAGGI

    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Provincia di Brescia
    Messaggi
    421
    Citazione Originariamente Scritto da Stravecchio De Vecchionis Visualizza Messaggio
    Giacomo, la valutazione non è limitata al tipo di calzature usate per arrampicare.
    Nell'aspirate soccorritore si vuole vedere la familiarità con l'ambiente montano. Questa la si acquisisce solo andandoci, in montagna (anche se qualche ente statale non lo contempla, pur volendoci fare soccorso a tutti i costi).
    Dopo due o tre stagioni di arrampicate classiche (vie di più tiri in montagna, quindi no falesie con adiacente parcheggio), i passi di terzo/quarto lungo il sentiero di avvicinamento o le roccette per la via di rientro uno le fa tranquillamente senza scarpette da arrampicata. Se no, non arriva più a casa.
    Non è fare gli scavezzacollo, è una questione di sentirsi a proprio agio, sicuri quel tanto da avanzarne per essere di aiuto a qualcun'altro. Tutto qua.
    Poi, negli interventi reali quello che conta è ancora essere sicuri (= in sicurezza), veloci ed efficaci.
    Se servono le scarpette, si mettono le scarpette. Se è fattibile con le calzature da avvicinamento, si fa con quelle.
    Guai a blindarsi la mente.

    Sicuri, veloci, efficaci.
    Sisi quello é ovvio, la sicurezza si ha andando spesso in montagna, non solo per addestramenti, ma anche e soprattutto, per passione personale...io volevo solo sapere se questa prova di scalata con gli scarponi, é una cosa ufficiale oppure un qualcosa di interno
    Chiediti veramente quello che vuoi essere, ed anche se è impossibile, cerca di superare l'impossibile

  9. #18
    Quando le ho fatte le prove di ingresso, scarponi.
    Nelle verifiche, scarponi.
    Nei mantenimenti, scarponi.
    Mai usate \ viste usare le scarpette.
    Poi non so se sia legge, ma da noi è così.
    " L’ esperienza è ciò che ottieni quando non sei riuscito a ottenere ciò che volevi "

  10. #19
    Citazione Originariamente Scritto da giacomo31 Visualizza Messaggio
    Sisi quello é ovvio, la sicurezza si ha andando spesso in montagna, non solo per addestramenti, ma anche e soprattutto, per passione personale...io volevo solo sapere se questa prova di scalata con gli scarponi, é una cosa ufficiale oppure un qualcosa di interno
    Che io sappia non ci sono mai state indicazioni ufficiali al riguardo, almeno fino a quest'anno.

    @glaceti74: se sul tuo territorio avete vie ferrate e falesie monotiro ci sta che riusciate a fere tutto con gli scarponi. Dove ci sono da fare interventi su vie di più tiri con accesso obbligatorio dal basso le scarpette si usano eccome. Senza nulla togliere a chi non ha bisogno di usarle.

  11. #20

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.701
    Di solito poi, soprattutto su difficoltà >6C-7° (e ce ne sono varie sia nel lecchese che nel comasco) qui intervengono maggiormente i TESA/elicottero... e confermo che pure loro vanno con scarpette...

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •