Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: diagnostica in emergenza in ambiente impervio

  1. #1

    diagnostica in emergenza in ambiente impervio

    http://www.cnsas.it/2017/04/20/i-med...nte-e-estremo/

    cosa ne pensate?
    anche dal punto di vista dell'efficacia diagnostica (per la quale io ovviamente non ho competenze per parlare).

    a livello tecnico penso che non sia male ,per dei "dilettanti", come li definiscono alcuni prestigiosi corpi dello stato.

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.664
    Citazione Originariamente Scritto da soccorritorealpino Visualizza Messaggio
    http://www.cnsas.it/2017/04/20/i-med...nte-e-estremo/

    cosa ne pensate?
    anche dal punto di vista dell'efficacia diagnostica (per la quale io ovviamente non ho competenze per parlare).

    a livello tecnico penso che non sia male ,per dei "dilettanti", come li definiscono alcuni prestigiosi corpi dello stato.
    Parecchio tempo che se ne parla, la cosa è diventata decisamente fattibile in ambiente impervio da quando si son trovati prodotti piccoli, leggeri, affidabili e resistenti. Ai corsi a cui ho partecipato l'interesse verso tale realtà era decisamente palpabile, con alcuni medici che l'avevano già nel loro bagaglio. E alcuni erano già arrivati al "lascio a casa il fonendo e porto l'ecografo".

    Per il discorso "dilettanti"...il fatto di avere sanitari all'interno del corpo fa si che certe cose siano decisamente più importanti... l'ecografo è il presente ed il futuro, per il CNSAS è solo una questione di renderlo fattibile dal punto di vista della trasportabilità, utilizzo a determinate temperature,ecc.ecc. Non a caso conosco medici che girano con le batterie dell'ecografo sotto la giacca per tenerle al caldo....



    Se per te può andare, io collegherei questo topic con questo ( http://www.soccorritori.it/showthrea...166#post241166 ), dato che entrambi parlano di innovazioni e futuro del soccorso sanitario in ambiente impervio.

  4. #3

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di SmnCRI
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Torino provincia
    Messaggi
    3.593
    Mah.
    Premetto che non sono un fanatico dell'ecografia. La uso quando posso, ma bisogna lavorare anche senza.
    La trasportabilità non è un problema. Oggi esistono sonde wireless connesse a un tablet o additittura allo smartphone.

    Sul territorio (MSA) potrebbe essere decisamente utile ed esistono già realtà in cui si utilizza (mi risulta la Lombardia).
    In ambiente impervio ci sono enormi problemi, in primis avere un paziente svestito non è esattamente il massimo, soprattutto in ambito di soccorso alpino.
    Ma soprattutto, in una forra, a cosa diavolo serve? Cambia qualcosa operativamente. A mio avviso assolutamente no.
    Solo che oggi va tanto di moda, ed è figo pubblicare i lavori.

  5. #4
    Citazione Originariamente Scritto da SmnCRI Visualizza Messaggio
    Sul territorio (MSA) potrebbe essere decisamente utile ed esistono già realtà in cui si utilizza (mi risulta la Lombardia).

    Yep, confermo.
    A memoria solo in Eli però.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •