Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: Infermiere, meglio UK o Italia?

  1. #11

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.642
    Vieni in CH, 'scolta un asino. Oppure Australia e i vari stati del nord che attualmente sanno cosa faranno domani..

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #12
    La vera domanda è se sei disposto a trasferirti per un certo numero di anni in uno Stato estero, magari non vedere i parenti per lunghi periodi, mangiare cibo differente, vivere in un clima differente, parlare una lingua non tua, avere a che fare con persone con cultura ed abitudini diverse e magari rimanere "emarginato" perchè "straniero". Ti posso assicurare per esperienza personale che non è affatto facile e non sempre le soddisfazioni lavorative ripagano. Può sembrare una banalità ma ricordati che il lavoro rappresenta solo (in media) 1/3 del tuo tempo e vivere in un Paese straniero per gli altri 2/3 non è sempre così bello come si dipinge. Questo poi assumendo che 1/3 del tempo passato al lavoro sia effettivamente soddisfacente e meglio che stare in Italia... Tutto questo non per scoraggiarti ma più che altro per farti considerare il trasferimento a 360° . Poi magari ti trovi benissimo e il Paese straniero diventa il tuo, ma non è sempre così... In tutti i casi buona fortuna !

  4. #13
    Citazione Originariamente Scritto da Giosuè Visualizza Messaggio
    Vieni in CH, 'scolta un asino. Oppure Australia e i vari stati del nord che attualmente sanno cosa faranno domani..

    Per la svizzera dopo il tuo consiglio mi sono attivato, e sto cercando possibili parenti alla lontana o amici di famiglia che possano darmi un appoggio temporaneo per la residenza così da trovare lavoro in Svizzera, anche se da come ho capito il lavoro retribuito 3-4 k al mese in svizzera è ottimo solo se fai il transfrontaliere visto che li è uno stipendio basso.

    Per l'Australia sicuro il viaggio è più complicato, e non so se hanno ancora questa forte necessità di personale al punto da prendere facilmente un italiano che neanche parla perfettamente in inglese.

  5. #14
    Citazione Originariamente Scritto da Peppino321123 Visualizza Messaggio
    La vera domanda è se sei disposto a trasferirti per un certo numero di anni in uno Stato estero, magari non vedere i parenti per lunghi periodi, mangiare cibo differente, vivere in un clima differente, parlare una lingua non tua, avere a che fare con persone con cultura ed abitudini diverse e magari rimanere "emarginato" perchè "straniero". Ti posso assicurare per esperienza personale che non è affatto facile e non sempre le soddisfazioni lavorative ripagano. Può sembrare una banalità ma ricordati che il lavoro rappresenta solo (in media) 1/3 del tuo tempo e vivere in un Paese straniero per gli altri 2/3 non è sempre così bello come si dipinge. Questo poi assumendo che 1/3 del tempo passato al lavoro sia effettivamente soddisfacente e meglio che stare in Italia... Tutto questo non per scoraggiarti ma più che altro per farti considerare il trasferimento a 360° . Poi magari ti trovi benissimo e il Paese straniero diventa il tuo, ma non è sempre così... In tutti i casi buona fortuna !


    Sono tendenzialmente asociale di mio quindi non avere troppi rapporti interpersonali non mi interessa.
    Essere emarginato perchè straniero l'ho già provato (in Uk) non mi ha ferito a dire il vero.
    Se sto lontano dalla famiglia STO MEGLIO, non ho un buon rapporto con la famiglia.

    Probabile che da immigrato hai più difficolta a trovare una donna questo potrebbe essere "doloroso".

    Per il lavoro.. tocchi un tasto dolente perchè ultimamente sto proprio pensando che il lavoro mi fa schifo, non mi da gratificazione non mi fa tornare a casa soddisfatto del mio operato.
    Questo però non sò se è dovuto alla professione in se o alla condizione italiana dove l'infermiere è eccessivamente dipendente dalla figura del medico, nei paesi sopracitati (Uk , Australia) se ti rode essere sottomesso a tutte le figure ti metti a studiare e puoi diventare uno specialista, in Italia ti attacchi.
    Questo però non posso saperlo finchè non vivo fuori dal contesto italico.

  6. #15
    Citazione Originariamente Scritto da decatron Visualizza Messaggio
    Sono tendenzialmente asociale di mio quindi non avere troppi rapporti interpersonali non mi interessa.
    Essere emarginato perchè straniero l'ho già provato (in Uk) non mi ha ferito a dire il vero.
    Se sto lontano dalla famiglia STO MEGLIO, non ho un buon rapporto con la famiglia.

    Probabile che da immigrato hai più difficolta a trovare una donna questo potrebbe essere "doloroso".

    Per il lavoro.. tocchi un tasto dolente perchè ultimamente sto proprio pensando che il lavoro mi fa schifo, non mi da gratificazione non mi fa tornare a casa soddisfatto del mio operato.
    Questo però non sò se è dovuto alla professione in se o alla condizione italiana dove l'infermiere è eccessivamente dipendente dalla figura del medico, nei paesi sopracitati (Uk , Australia) se ti rode essere sottomesso a tutte le figure ti metti a studiare e puoi diventare uno specialista, in Italia ti attacchi.
    Questo però non posso saperlo finchè non vivo fuori dal contesto italico.
    Emarginato nello UK mi sembra strano almeno che tu non fossi a Londra. L infermieRe UK e australiano hanno la stessa formazione, ci sono moltissimi infermieri uk in Australia e viceversa.. Da immigrato trovare una donna? Non penso L italiano in UK tira sempre moltissimo, e anche in altre nazioni.

  7. #16
    Secondo me un'esperienza all'estero, di questi tempi, oltre a un grado di maturazione personale e professionale inarrivabile se non si esce dal proprio guscio, ti da le chiavi per aprire molte più porte nella vita.

  8. #17
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    Emarginato nello UK mi sembra strano almeno che tu non fossi a Londra. L infermieRe UK e australiano hanno la stessa formazione, ci sono moltissimi infermieri uk in Australia e viceversa.. Da immigrato trovare una donna? Non penso L italiano in UK tira sempre moltissimo, e anche in altre nazioni.

    Dici?
    Ricordo che 2-3 volte coppie di ragazze mi hanno approcciato (non a Londra), ogni volta che si iniziava a parlare e si arrivava al punto in cui dicevo "Sono italiano", prendevano la via e se ne andavano!

    Questo è l'emarginamento di cui parlo, relazioni interpersonali in termini di amicizia con uomini non saprei visto che non l'ho vissuto.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •