Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 6 di 9 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 89

Discussione: Standard soccorso all estero

  1. #51
    Ni i medici traumatologici erano fuori dal cordone e non in zona feriti, questo non viene detto.In un incidente del genere come successo a Manchester e Londra le squadre HART entrano fanno triage e I VVFF trasportano I feriti in zona sicura dove e’ allestito il PMA e vengono di nuovo triagiati e trattati da medici e paramedici. Sono state scritte diversi articoli medici su Parigi e Nizza ma si sono dimenticati di dire che erano al PMA..

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #52
    E’ solo dopo gli attacchi di Parigi e Nizza che il sistema sanitario francese ha cambiato modo di intervenire su attacchi terroristici, il che vuol dire che erano indietro rispetto al sistema britannico che da anni usa sangue, acido tranexemico e tourniquets e bende apposite, l articolo dice tutto https://www.sciencedaily.com/release...0725204234.htm .

  4. #53
    Nell'articolo è solo detto che hanno revisionato e aggiunto a tutti i mezzi determinati materiali.
    Tranex e compagnia c'erano eccome (è la Francia che ha inventato lo stay&play eh! Hanno una farmacia vastissima sui mezzi medicalizzati)
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  5. #54

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.581
    Concordo Rez...

    Bah, mi pare un po' assurdo fare a gara a chi ce l'ha più lungo...soprattutto dato che stiam parlando di chi esegue da tempo ECMO in strada e nelle stazioni della Metro, non degli ultimi pirla del soccorso...

  6. #55
    Non e’ una gara a chi ce L ha più lungo. Sono stato criticato in passato per aver difeso L Emergency physician rispetto all anestesista sul ruolo dello stay and play che ora dite che funziona perché lo fanno i francesi, L uso di ECMO esiste da anni nell extraospedaliero ma i risultati secondo alcuni articoli sono contraddittori. Guardate che molte cose che fanno i francesi derivano da esperienze in campo militare soprattutto dagli Americani e britannici. Ci sono altri articoli sugli attentati di Parigi e Nizza leggeteli. Devo dire che gestire un evento come quello di Parigi dove gli attacchi sono avvenuti in zone diverse e’ molto difficile soprattutto da un punto di vista di coordinamento. In UK ci sono state le esperienze di attacchi dell IRA dove negli anni passati molto e’ stato imparato ma dopo gli attacchi del 2005 le cose sono cambiate ancora di più e per questo furono create le squadre HART proprio per fronteggiare tali problemi, la cosa positiva e’ che le squadre HART hanno un budget illimitato, con personale altamente specializzato e con attrezzatura all avanguardia.

  7. #56
    i diversi standard di soccorso esteri, secondo me, si possono misurare senza per forza confrontare solo scenari più vicini alla medicina tattica che a un "canonico" intervento di soccorso sanitario, tecnico e/o di protezione civile.
    perchè in un attacco terroristico ci sono troppe variabili e troppi elementi instabili che per forza di cose non possono costituire uno "standard".
    più interessante a mio parere è capire come si comportano i modelli francesi/anglosassoni/iberici nella gestione di un maxi incidente stradale? o in incendi di abitazioni? o in un soccorso in montagna?

  8. #57
    Discorso interessante, su un maxi incidente stradale dipende dal numero di feriti ci sono procedure diverse da me. Prima di Natale abbiamo avuto un incidente macchina contro scuolabus con 40 feriti di cui L autista della macchina in gravissime condizioni. La prima ambulanza arrivata sul posto ha fatto una rapida valutazione della situazione dando informazioni alla CO su numero di feriti approssimitavi e dichiarato una Maxiemergenza, in 10 minuti erano già presenti 6 ambulanze e la squadra HART e’ arrivata dopo 15 minuti e ha gestito sia il triage sia il coordinamento delle operazioni allertando i vari ospedali. Qui da me quando viene dichiarata una Maxiemergenza gli ospedali automaticamente sospendano operazioni programmate e inviano via telematica le disponibilità di posti in PS, quanti codici rossi e gialli possono ricevere, viene mandato anche il trauma team per la gestione dei feriti più gravi che in questo caso era solo 1, e’ stato allestito un PMA e il tutto si e’ risolto nei migliori dei modi. Incendi in abitazioni vengono gestiti totalmente dalle squadre HART che fanno lo stesso corso dei VVFF per gli autorespiratori e entrano nelle abitazioni con fumo (non durante le fiamme) in caso di più pazienti, in genere viene allestito un punto dove convogliare il ferito/I per poi essere trattati. In caso di Maxiemergenza il PMA può essere allestito in un centro commerciale e non necessariamente in una tenda. Discorso diverso per i soccorsi in montagna dove la mancanza di coordinamento tra servizio ambulanza e soccorso alpino spesso crea notevoli difficoltà ma le cose stanno cambiando sembrerebbe che le squadre HART vengono addestrate per questi interventi visto che la legge pagarla chiaro. Tornando agli attacchi terroristici Rez diceva che ci sono esercitazioni continue ma solo con personale sanitario ma non mi risulta almeno in Toscana dove mi sono informato. Firenze per esempio non ha nessun piano sanitario per attacchi del genere eppure e’ una delle città più a rischio

  9. #58
    Il gruppo di Vicenza ha una formazione stile HART ma non è l'unico tipo di addestramento che esiste.
    Da me ci sono in pronta disponibilità 1 caserma dei VVF con equipaggiamento NBCR e 8 caserme di CC/PdS/GdF/EI per 40.000 abitanti. Ciò vuol dire una risposta delle FdO massiccia in caso di attentato.
    Ciò ti può ben chiarire che formare una squadra come gli HART con la possibilità di setacciata l'intera città in pochissimo tempo è abbastanza trascurabile. Quello per cui invece si forma il personale è l'organizzazione logistica per l'evacuazione e la preparazione dei PMA (obbligatori, essendo l'ospedale cittadino abbastanza piccolo)
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  10. #59
    Io parlo di livello sanitario di risposta non delle forze dell ordine o VVFF. Senza personale sanitario in avanti il PMA diventa inutile. Il triage si fa sul posto poi si trasporta al PMA. Se non si fanno esercitazioni continue se succederà qualcosa poi si va nel pallone.. Le forze dell ordine e VVFF si esercitano da soli senza coinvolgere nessun altro ed e’ sbagliato.. Firenze come ti ho detto non ha mai fatto nulla a livello sanitario anche per le Maxiemergenze.

  11. #60
    Non hai capito. Non ha senso creare dei simili HART perché la polizia metterebbe in sicurezza la zona nel giro di poco.
    Detto questo, le esercitazioni sono fatte anche con la parte sanitaria, italiana ed estera (Slovenia, l'Austria sta chiusa nel suo).
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •