Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 15 di 15 PrimaPrima ... 5131415
Risultati da 141 a 145 di 145

Discussione: Come realizzare un sistema efficiente di soccorso tecnico e sanitario integrato

  1. #141
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    I VVFF a parte in Trentino autorizzano il soccorso alpino a bordo dei propri elicotteri? Non penso, mentre ci sono convenzioni in Toscana con la marina militare a Luni e con l aeronautica. Tutto tramite prefettura o 118.
    si, può capitare, anche se i due enti purtroppo sono restii. nella mia carriera ho visto una volta un nostro te essere imbarcato da drago per una ricerca interforze (in quel caso mancavano davvero solo l'associazione "amici della fisarmonica" e poi c'erano tutti), visto che sia le squadre a piedi vvf che il personale di volo vvf non avevano conoscenza del territorio. ovviamente non vi è nulla di codificato sia a livello di assicurazioni che di formazione, il che non consente una collaborazione organizzata. cosa tra l'altro visibilmente triste a eventi tipo grifone/sater, dove i vvf purtroppo non imbarcano altri e praticamente svolgono un'esercitazione parallela ma non congiunta.
    il "limite" di questa collaborazione è che anche un t.e. deve salire/scendere dal drago con un verricello doppio insieme a un saf perchè così sono le procedure, mentre il cnsas tende a fare esercitazioni con diversi enti proprio per rendere (abbastanza) autonomi i propri tecnici (non solo i t.e.)in caso di imbarchi/sbarchi con macchine di altri corpi, che non sono frequentissimi ma comunque capitano.

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #142

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.740
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    I VVFF a parte in Trentino autorizzano il soccorso alpino a bordo dei propri elicotteri?
    Essendo comunque passeggeri a livello aeronautico non penso ci sarebbero problemi a farlo, salvo eventualmente di volontà e di effettiva necessità. Già successo che comunque l'elicottero dei VVF (CNVF, non trentini) portasse su e giù personale CNSAS da montagne o pareti...anche qualche giorno fa. Semplicemente la gestione della sicurezza nelle manovre, in caso di intervento con elicottero VVF, rimane in mano ai VVF, anziché all'operatore (di qualsiasi tipo sia) del CNSAS. Con tutto ciò che ne consegue in termini di procedure, ecc.

  4. #143
    Concordo con te ma essendo 2 teste calde (VVFF e soccorso alpino) dubito ci sia amore e d accordo se cio accade. Sarebbe interessante vedere come sarebbe un approccio con le 2 realta in un soccorso in zona impervia sullo stesso elicottero. In toscana visto gli elicotteri del 118 che ci sono penso sia improbabile avere il soccorso alpino su elicotteri VVFF, ma so di esercitazioni del soccorso alpino con la marina militare e l aeronuatica, in liguria so di interventi con elicotteri della marina soprattutto nelle ore notturne. I VVFF non volano di notte (strano ma vero) quindi alcuni interventi devono essere delegati a altri enti tra cui il Pegaso toscano per quanto riguarda la Liguria.

  5. #144
    Alla fin dipende dalle persone... anni fa mi è capitato di invitare i 2 pompieri del loro 109 a mettersi uno all'imbarco -in un campo da calcio- e uno a salire con la prima rotazione per poi fermarsi a gastire gli sbarchi in un posto da hovering non "estremo" ma neanche tanto comodo, dove poi sarabbero state portate le varie squadre cnsas. No, no... andate su voi, non c'è problema. E' stata la risposta. Va bene, grazie.

  6. #145
    Citazione Originariamente Scritto da Stravecchio De Vecchionis Visualizza Messaggio
    @Luca: fermarsi alla frase "siamo andati a 100" e commentare solo quello è un po' poco. Cosa c'è dietro? Perchè sono andati ad addestrarsi così in profondità? Perchè se capita un problema a quella che è di fatto una elite (e che non succeda mai), solamente altri pari livello possono andargli in aiuto. Tutto qua. Questo è, in sintesi estrema, il soccorso. Gente che fa esplorazione o attività a quel livello ce n'è. Poca, forse, ma ce n'è. E c'è anche qualcuno che ci capita per sbaglio, ma che comunque va aiutato, per quanto possibile.
    I sommozzatori dei pompieri dislocati lungo le coste, soprattutto vicino a grotte sottomarine praticamente turistiche, e quindi molto frequentate, vanno benissimo. Sono già lì e molto spesso come nell'elenco che hai messo tu, il fatto si apre e si chiude lì. Quando però le cose si complicano, o per la profondità o per la complessità del posto, vuoi non impiegare gli speleosub? Tenere il personale dei pompieri di supporto fino ai 40m e mandare giù in basso gli altofondisti degli speleo mi pare solo un razionale impiego delle risorse.
    Sul discorso dei filmati in alta definizione, è solo una questione di elasticità organizzativa della struttura. Intanto sono proposti al cnsas da soggetti esterni, e non è l'ente che li va a cercare, poi per fare le riprese basta trovarsi una volta per pianificare, qualche email e un po' di telefonate. Dopodichè ciack si gira. Un'organizzazione statale come i pompieri non so se avrebbe altrettanta agilità, anche se non mi dispiacerebbe vedere qualcosa di tecnicamente ben fatto in tema di antincendio o nbcr. Spero che prima o poi arrivi qualcuno di abbastanza tenace da non demordere davanti alla burosaurica organizzazione e riesca a fare un buon prodotto.
    Il senso del mio discorso non è "se succede un evento di un certo rilievo allora non si deve far nulla" al contrario, si deve cercare di dare risposta a queste emergenze e viste le casistiche ha senso che interventi speleosubacquei siano delegati a dei volontari, perchè garantire un simile servizio sarebbe eccessivamente oneroso nonchè sostanzialmente inutile, ma ai fini della pubblica sicurezza, più nel dettaglio nel soccorso ai pubblici cittadini (cui è rivolto il video) e agli appassionati, ricordiamoci due cose:
    1) nei confronti dei primi dire "arriviamo ai 100 metri" è irrilevante
    2) per gli appasionati invece non deve infondere un senso di falsa sicurezza, perchè se c'è un post sifone magari ti salvi (poi dipende sempre dalla natura del problema), altrimenti rischi grosso, infatti in queste circostanze non si parla tanto di soccorso quanto purtroppo di recupero..
    Il discorso duvulgazione/pubblicità non lo dico per dare al cnsas dei furbi o dei disonesti, sotto quel profilo sono meglio organizzati e tanto di cappello, però dobbiamo riflettere anche dell'immagine che viene trasmessa e di quale verebbe trasmessa se altre istituzioni pubbliche facessero la medesima cosa..
    We say goodbye, but never let go
    We live, we die, 'cuz you can't save every soul
    Gotta take every chance to, show that you're the kinda man who;
    Will never look back, never look down,
    And never let go

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •