Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Studio sui soccorritori dell'emergenza: Aiutiamo la scienza!!!

  1. #1

    Studio sui soccorritori dell'emergenza: Aiutiamo la scienza!!!

    Buongiorno Soccorritori!!!
    Mi chiamo Brenda e sono una tirocinante post-lauream presso l'Università Kore di Enna e mi sto specializzando in Psicologia dell'Emergenza.
    Dopo aver chiesto il consenso all'amministratore del forum e all'università, vi invito a partecipare ad uno studio scientifico riguardante i soccorritori che operano in contesti particolarmente stressanti. È stato creato un questionario per poter comprendere meglio quali siano le reazioni psicologiche di voi soccorritori che lavorate con estremo impegno e dedizione in questo grande mondo sempre in stato di emergenza. Vi chiedo, per favore, di cliccare al link qui sotto e compilare il questionario proposto. Il questionario è del tutto anonimo, nel rispetto della legge sulla privacy e il vostro contributo sarebbe davvero essenziale per poter aiutare tutte quelle persone che, dopo il loro lavoro, si sentono emotivamente carichi. Spero che lo compiliate in tanti, ai soli fini della scienza psicologica e per poter contribuire a questo grande mondo e poter aiutare tutti coloro che operano in emergenza attraverso la ricerca. Vi ringrazio anticipatamente e sono disponibile a qualsiasi chiaramento. Grazie di cuore!!!!!!!
    Brenda

    https://docs.google.com/forms/d/e/1F...6syDQ/viewform
    Ultima modifica di Brendas90; 14-03-2018 alle 12:15

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2
    Benvenuta Brendas90, ho compilato il questionario. Sarebbe interessante quando avrete elaborato tutti i dati capirne la finalità in senso un pò più pratico.
    Soccorritore Volontario
    Vigile del Fuoco Discontinuo
    Grazie Benny!

  4. #3
    Salve, Gabriele. Innanzitutto La ringrazio di cuore per la Sua risposta al questionario. Certamente, è nelle mie intenzioni farVi avere dei riscontri non appena i dati saranno elaborati. Intanto Le posso dire che una finalità dello studio è cercare di comprendere quali siano le motivazioni più ricorrenti dei soccorritori, sia essi volontari che professionisti,ai fini di operare una distinzione tra i due gruppi e, altrettanto tra i sottogruppi, cioè area tecnica o area sanitaria. Un'altra finalità sta nel comprendere quale tipologia di emozione è più ricorrente e se, quest'ultima risulta essere poco funzionale, quale strategia viene messa in atto per cercare di tutelare la vostra psiche. Inoltre,cercare di comprendere se il vissuto dell'individuo può influenzare in un qualche modo la Vostra attività.
    Purtroppo però con mio rammarico, da ieri ad oggi ho ricevuto solo 3 risposte al questionario e questo purtroppo non aiuta la ricerca, anche perchè ho meno di un mese per raccogliere i dati e solo 3 risposte in due giorni sono davvero pochine, il chè mi rattrista infinitamente. Spero che possiate in qualche modo fare magari un passaparola,qualcuno che visiona questa discussione senza obbligare nessuno certo, nella libera scelta individuale e nel Vostro buonsenso che nello svolgere questo lavoro ne avrete sicuramente tantissmo.
    Grazie di cuore!!!

  5. #4

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.744
    Inserzioni Blog
    1
    Una sola domanda . tolto che di questionari e studi di "laureandi" ne abbiamo a mazzi , perché questo interesse non è suscitato in affermati professionisti del campo della psicologia ? ovvero perché continuare a usare i soccorritori come cavie da laboratorio da parte di studenti in procinto di laurearsi ?

  6. #5

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.628
    Buon Brenda
    Solo soccorritori italiani o anche esteri?

  7. #6
    Citazione Originariamente Scritto da montag140465 Visualizza Messaggio
    Una sola domanda . tolto che di questionari e studi di "laureandi" ne abbiamo a mazzi , perché questo interesse non è suscitato in affermati professionisti del campo della psicologia ? ovvero perché continuare a usare i soccorritori come cavie da laboratorio da parte di studenti in procinto di laurearsi ?
    Gentile montag140465,
    rispondo subito ai suoi questiti.
    Innanzitutto io ho già conseguito due diverse lauree nell'ambito della Psicologia e adesso oltre ad essere specializzata in Piscologia Clinica (ad inidirizzo Criminologico) mi sto specializzando anche in Psicologia dell'Emergenza, ovvero passerò tutto l'anno del tirocinio da Psicologa ad occuparmi di Emergenza. E me ne occupo perchè io ho scelto questo campo, in Italia davvero scarsamente considerato rispetto a tantissimi altri ambiti.
    Le scrivo così perchè la mia tesi di specialistica si è occupata di indagare i Soccorritori dell'Emergenza in base a tutti gli studi presenti nel mondo. E sa cosa ho trovato? Ho trovato che Italia gli studi si contano sulle dita di una mano, ho trovato che in Italia ci si occupa solo dell'aspetto più lavorativo che non clinico, ci si occupa solo di pensare alle aree del benessere e della qualità della vita come se questa fosse l'unica area ad interessare. Se i famosissimi Taylor e Frazer nel 1981 e nel 1982 non avessero condotto delle famosissime ricerche ad oggi noi non sapremmo nemmeno che i soccorritori dell'emergenza sono collocati nel terzo gruppo. E come avremmo fatto a comprendere tutti i gruppi dell'emergenza, se gli autori stessi non avessero fatto ricerca? Grazie a tanti autori ad oggi abbiamo famosissime ricerche che ci aiutano a comprendere i diversi fenomeni. Gli affermati professionisti del campo fanno ricerca, dietro questa ricerca io ho diversi professionisti del campo, ma loro stessi non girano per il web nella speranza che i soccorritori rispondano. Quella sono io, che aspetto le risposte al questionario e gioisco quando vedo che mi rispondono in tanti. In 3 giorni circa sono a 5 persone. Dai non c'è male, voglio essere fiduciosa. Mi spiace che lei utilizzi la frase "cavie da laboratorio" perchè non è assolutamente così. Anzi, avrei piacere che si ragionasse in un altro modo. Ovvero: già l'Italia ha i problemi che ha e sono evidenti, senza la ricerca scientifica come si possono aiutare le persone? Solo attraverso l'osservazione si riesce a dare degli apporti che possono aiutare. Lei non ha idea del valore che hanno per me quei questionari, della ricerca che c'è dietro e del tutto il tempo che ho dovuto aspettare prima di avere i consensi, perchè si prima di fare ricerca devi avere miriadi di consensi come è giusto che sia. E deve essere così. Questa ricerca non è ai fini di una tesi ma ai fini di una pubblicazione scientifica, devo però prima arrivare ad un numero abbastanza grande per vedere cosa ne esce fuori, se no tutto sarà annullato. Ebbene si, questa è la ricerca senza numeri e ne dati non si può andare oltre. Io sono guidata dall'amore per questa ricerca, dall'amore nell'aiutare: allo stesso modo fate voi soccorritori volontari.
    Spero di aver risposto alle Sue affermazioni,
    sono disponibile a qualsiasi chiarimento.

  8. #7
    Citazione Originariamente Scritto da Giosuè Visualizza Messaggio
    Buon Brenda
    Solo soccorritori italiani o anche esteri?
    Salve Giosuè,
    se si comprende la lingua italiana anche esteri. Va bene. I questionari sono solo in italiano purtroppo perchè la ricerca è finalizzata all'Italia. Poi dipende cosa intende per soccorritori esteri, cioè se sono di nazionalità diversa ma operano in Italia. Mi spieghi meglio per favore

  9. #8

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.744
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Brendas90 Visualizza Messaggio
    Gentile montag140465,
    rispondo subito ai suoi questiti.
    Innanzitutto io ho già conseguito due diverse lauree nell'ambito della Psicologia e adesso oltre ad essere specializzata in Piscologia Clinica (ad inidirizzo Criminologico) mi sto specializzando anche in Psicologia dell'Emergenza, ovvero passerò tutto l'anno del tirocinio da Psicologa ad occuparmi di Emergenza. E me ne occupo perchè io ho scelto questo campo, in Italia davvero scarsamente considerato rispetto a tantissimi altri ambiti.
    Le scrivo così perchè la mia tesi di specialistica si è occupata di indagare i Soccorritori dell'Emergenza in base a tutti gli studi presenti nel mondo. E sa cosa ho trovato? Ho trovato che Italia gli studi si contano sulle dita di una mano, ho trovato che in Italia ci si occupa solo dell'aspetto più lavorativo che non clinico, ci si occupa solo di pensare alle aree del benessere e della qualità della vita come se questa fosse l'unica area ad interessare. Se i famosissimi Taylor e Frazer nel 1981 e nel 1982 non avessero condotto delle famosissime ricerche ad oggi noi non sapremmo nemmeno che i soccorritori dell'emergenza sono collocati nel terzo gruppo. E come avremmo fatto a comprendere tutti i gruppi dell'emergenza, se gli autori stessi non avessero fatto ricerca? Grazie a tanti autori ad oggi abbiamo famosissime ricerche che ci aiutano a comprendere i diversi fenomeni. Gli affermati professionisti del campo fanno ricerca, dietro questa ricerca io ho diversi professionisti del campo, ma loro stessi non girano per il web nella speranza che i soccorritori rispondano. Quella sono io, che aspetto le risposte al questionario e gioisco quando vedo che mi rispondono in tanti. In 3 giorni circa sono a 5 persone. Dai non c'è male, voglio essere fiduciosa. Mi spiace che lei utilizzi la frase "cavie da laboratorio" perchè non è assolutamente così. Anzi, avrei piacere che si ragionasse in un altro modo. Ovvero: già l'Italia ha i problemi che ha e sono evidenti, senza la ricerca scientifica come si possono aiutare le persone? Solo attraverso l'osservazione si riesce a dare degli apporti che possono aiutare. Lei non ha idea del valore che hanno per me quei questionari, della ricerca che c'è dietro e del tutto il tempo che ho dovuto aspettare prima di avere i consensi, perchè si prima di fare ricerca devi avere miriadi di consensi come è giusto che sia. E deve essere così. Questa ricerca non è ai fini di una tesi ma ai fini di una pubblicazione scientifica, devo però prima arrivare ad un numero abbastanza grande per vedere cosa ne esce fuori, se no tutto sarà annullato. Ebbene si, questa è la ricerca senza numeri e ne dati non si può andare oltre. Io sono guidata dall'amore per questa ricerca, dall'amore nell'aiutare: allo stesso modo fate voi soccorritori volontari.
    Spero di aver risposto alle Sue affermazioni,
    sono disponibile a qualsiasi chiarimento.
    Apprezzo l' interesse sincero , tuttavia le devo confessare che nel corso degli anni ho risposto a decine di questionari facenti parte di "studi" sulla psicologia nel soccorritore . Da qui nasce la mia definizione di "cavie da laboratorio". Ovvero l' applicarsi su di un tema per pura palestra per poi approdare a tutt' altro . E così ho assistito a convegni , studi , conferenze , senza che poi all' atto pratico qualcuno sia intervenuto per alleviare o risolvere questi problemi .

    Inviato dal mio HTC One M9 utilizzando Tapatalk

  10. #9
    Citazione Originariamente Scritto da montag140465 Visualizza Messaggio
    Apprezzo l' interesse sincero , tuttavia le devo confessare che nel corso degli anni ho risposto a decine di questionari facenti parte di "studi" sulla psicologia nel soccorritore . Da qui nasce la mia definizione di "cavie da laboratorio". Ovvero l' applicarsi su di un tema per pura palestra per poi approdare a tutt' altro . E così ho assistito a convegni , studi , conferenze , senza che poi all' atto pratico qualcuno sia intervenuto per alleviare o risolvere questi problemi .

    Inviato dal mio HTC One M9 utilizzando Tapatalk
    Caro montag,
    probabilmente tutti quegli studi a cui ha partecipato non hanno avuto degli sviluppi pratici oppure li hanno avuti ma non sono stati impostati per dare un apporto. Questo non è l'obiettivo che si propone di avere il mio studio corredato da professionisti. A supporto di tale affermazione, sto rilevando anche una società molto conosciuta in Italia, chiaramente nella mia regione. Questo proprio perchè a delle parole vanno anche affiancati dei fatti. Non dico di voler rivoluzionare il mondo, ma dare degli apporti basati su dei fatti quello si. Quello lo pretendo. E sto studiando per questo. Studio e faccio ricerca proprio per arrivare a qualcosa. Mi auguro che questo qualcosa porti ad un fine. C'è un'altra verità che mi sento di esplicare. E la verità è che non si può lavorare in emergenza con i tailleur e i tacchi. Sono disposta a mettermi le tute e le scarpe adatte ma con le giuste conoscenze. Non posso salvare se non so dove mettere mano. D'altronde, grazie alla ricerca, ad oggi sappiamo che intervenire in modo autonomo senza essere corredati da una Associazione porta allo sviluppo di sintomatologie cliniche. Noi vogliamo proprio evitare questo, no? E da qui la ricerca!!!!
    Spero di essere stata esaudiente
    Ultima modifica di Brendas90; 17-03-2018 alle 10:12

  11. #10

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.628
    Citazione Originariamente Scritto da Brendas90 Visualizza Messaggio
    Salve Giosuè,
    se si comprende la lingua italiana anche esteri. Va bene. I questionari sono solo in italiano purtroppo perchè la ricerca è finalizzata all'Italia. Poi dipende cosa intende per soccorritori esteri, cioè se sono di nazionalità diversa ma operano in Italia. Mi spieghi meglio per favore
    Soccorritori che parlano in italiano ma lavorano all’estero (come soccorritori), come nel mio caso.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •