Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 59 di 59

Discussione: Soccorso persona: sfondare\forzare porta o calarsi dal tetto?

  1. #51

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.734
    Inserzioni Blog
    1
    Cagata pazzesca per te che raccogli la persona e te ne vai . Molto diversa la situazione per noi . Perché una volta che hai buttato giù una porta con cosa la sostituisci con lo spirito santo ? Ah beh certo adesso mi dirai che in UK si fa così . E per inciso non ci credo . Provo ad immaginare se questo ti capita in un palazzo popolare di Brixton ....... Gli sciacalli se lo sbranano prima ancora che tu abbia acceso il motore dell' ambulanza..... Da noi..... Oops volevo dire nel resto del mondo civile il sistema è che entro nel modo più veloce e senza fare troppi danni , cioè generalmente dalla finestra . Una volta che la persona viene portata via si incarica una persona , generalmente un vicino o un parente e gli si affida in custodia l' appartamento. Perché è da quel momento che ti puoi staccare e ritorni operativo . In maniera che la proprietà della persona venga tutelata in modo appropriato e responsabile . Questo è quanto fa un pubblico ufficiale in Italia nell' interesse del cittadino . Ma in uk lo sappiamo gli infermieri fanno i pompieri , i poliziotti fanno i pompieri , la RNLI fanno i pompieri , ma insomma questi pompieri che fanno ? Tutti che fanno i pompieri ma non sono pompieri , sarà un sogno mancato dell' infanzia.... Eppure a sentire loro , cioè i pompieri veri , fanno le nostre stesse cose...

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #52
    Citazione Originariamente Scritto da montag140465 Visualizza Messaggio
    Cagata pazzesca per te che raccogli la persona e te ne vai . Molto diversa la situazione per noi . Perché una volta che hai buttato giù una porta con cosa la sostituisci con lo spirito santo ? Ah beh certo adesso mi dirai che in UK si fa così . E per inciso non ci credo . Provo ad immaginare se questo ti capita in un palazzo popolare di Brixton ....... Gli sciacalli se lo sbranano prima ancora che tu abbia acceso il motore dell' ambulanza..... Da noi..... Oops volevo dire nel resto del mondo civile il sistema è che entro nel modo più veloce e senza fare troppi danni , cioè generalmente dalla finestra . Una volta che la persona viene portata via si incarica una persona , generalmente un vicino o un parente e gli si affida in custodia l' appartamento. Perché è da quel momento che ti puoi staccare e ritorni operativo . In maniera che la proprietà della persona venga tutelata in modo appropriato e responsabile . Questo è quanto fa un pubblico ufficiale in Italia nell' interesse del cittadino . Ma in uk lo sappiamo gli infermieri fanno i pompieri , i poliziotti fanno i pompieri , la RNLI fanno i pompieri , ma insomma questi pompieri che fanno ? Tutti che fanno i pompieri ma non sono pompieri , sarà un sogno mancato dell' infanzia.... Eppure a sentire loro , cioè i pompieri veri , fanno le nostre stesse cose...
    Te L ho detto le porte le sfondano la polizia e sono loro a presidiare L appartamento finché non e’ sistemato, non I VVFF che fanno ben altro anzi ora come ora fanno poco e vogliono più competenze ma sono state fermate. Brixton non penso ci sia problema a sfondare le porte ormai sono gia tutte sfondate e quindi sicuramente l’accesso sarà più facile. Quello che voglio dire che in un intervento sanitario non sta ai VVFF decidere se sfondare o meno una porta come non sta ai VVFF decidere se tagliare o meno le lamiere di una macchina. Prova a calarti da una palazzina a Brixton e vedrai che fine fai, special,ente se devi chiedere permesso gli inquilini al piano più alti, e senza polizia non ci vai neanche, stesso discorso in alcune zone di Glasgow

  4. #53

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.734
    Inserzioni Blog
    1
    Riguardo alla decarcerazione da veicolo il lavoro è di squadra . Il sanitario mi sottopone la situazione . Ma poi sono io a operare mettendo avanti il fatto che tutti devono essere protetti in una area di rischio . A proposito di questo durante l' incidente ferroviario di Pioltello ho allontanato due sanitari che operavano in area rossa (provenivano da fuori provincia perché a Milano il 118 sa benissimo come lavorare con noi) che erano totalmente sprovvisti dei dpi necessari . Tornando al discorso vettura a questo punto provvedo allo smantellamento del veicolo . Ma se questo non è necessario ne parlo con il medico e ci si raffronta. Anche perché non è la prima volta che lo si deve tirare fuori alla bellemeglio proprio su richiesta del medico per evidenti motivi . O che basta muovere la leva di un sedile per liberare la vittima . Chiaro poi che se c'è da tagliare si taglia , esattamente dove sappiamo che va tagliato , secondo schemi e procedure .
    Ultima modifica di montag140465; 15-05-2018 alle 19:49

  5. #54
    Anche qui il lavoro e’ di squadra ma se il sanitario decide che bisogna tagliare i vvff non si possono opporre e tagliano, la decisione e’ puramente sanitaria. I VVFF non hanno nessun potere di fermare un equipe sanitaria dalla zona rossa anche perché i sanitari sono legalmente responsabili sia della sicurezza sia della salute del paziente, viene fatto un rischio dinamico da parte dei sanitari. Sanitari senza DPI non entrano nella zona rossa e I VVFF in caso contrario può farlo presente all incident commander dell ambulanza che richiamerà i propri sanitari. Anche la decontaminazione di feriti può farla solo chi e’ sanitario e in genere sono le squadre HART che operano in zone rosse..

  6. #55

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.734
    Inserzioni Blog
    1
    In Italia , ma potrei tranquillamente dire nell' Unione Europea le cose sono messe diversamente. Con i dovuti distinguo relativi alle legislazioni sovrane di ogni paese appartenente . In Italia la sicurezza tecnica è compito istituzionale del Cnvf . Ed il vigile del fuoco ha delle funzioni giuridiche ben precise in tema di antincendio , pubblica sicurezza , soccorso pubblico , difesa e protezione civile . Cosa che non tutti i paesi nell'UE hanno .
    Ultima modifica di montag140465; 15-05-2018 alle 23:07

  7. #56
    Questo e’ interessante montag, in Italia sembra che I VVFF abbiano molto potere e che l loro decisioni specialmente nei grandi eventi e soccorsi e tali decisioni sono assolute. Quindi se c’è un evento grande I VVFF sono gli unici a coordinare e decidere chi si e chi no di entrare nella zona a rischio. Per quanto stai dicendo tutti i soccorsi dovrebbero passare dai VVFF anche quelli sanitari. Secondo me si crea un rischio alto soprattutto per la salute del cittadino visto che possono fermare una equipe sanitaria o non accettare quello che un sanitario dice riguardo sfondamento porta o tagliare le lamiere di una macchina. Da me quel potere non lo hanno anzi.. quindi in caso di attacco terroristico sarebbero I VVFF a portare i soccorsi in zona tiepida e consegnare i feriti ai sanitari in zona fredda visto che I VVFF hanno la funzione giuridica in fatto di pubblica sicurezza e soccorso pubblico e in tutte le maxiemergenze..

  8. #57
    Aridaje con il "potere".
    Si fa parte di un TEAM, in cui ogni elemento è specializzato qualcosa.
    I VVF si occupano della parte tecnica (tra cui la sicurezza). E basta.
    Cosa che fanno in tutto il mondo, dalla Francia alla Russia al Giappone agli States.


    Quando vedrò gli HART fare qualcosa di più, a livello teorico, di quello che facevo io alle superiori, potremmo parlare di quale sia il miglior approccio, ma già l'idea di coordinare il lavoro MA non eseguirlo dice già tutto.
    Alla faccia della lobby dei medici...
    Ultima modifica di Rez; 16-05-2018 alle 04:38
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  9. #58

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.734
    Inserzioni Blog
    1
    Invece credo che il sistema italiano , che riprende quello francese a cui si ispirano molti sistemi a livello internazionale sia efficace dal punto di vista normativo . Quello che tu dici è vero , ma solo in parte . Ovvero posso fermare una equipe sanitaria se questa non è adeguatamente formata , informata e protetta per affrontare un rischio che rientra tra quelli di competenza del cnvf . Ne sono un esempio virtuoso i nuclei nbcr e usar di areu Lombardia (unici in Italia al momento) che operano in autonomia ma anche in simbiosi coi rispettivi nuclei del cnvf . Quanto al sistema britannico che tu decanti ma che in tanti troviamo approssimativo se sta bene a loro sta bene a tutti . Più o meno tutta l' Europa e buona parte del mondo civile vanno però in direzione opposta . Qualche domanda , se fossi in terra d' Albione , comincerei a pormela .
    Ultima modifica di montag140465; 16-05-2018 alle 07:44

  10. #59
    Citazione Originariamente Scritto da Rez Visualizza Messaggio
    Aridaje con il "potere".
    Si fa parte di un TEAM, in cui ogni elemento è specializzato qualcosa.
    I VVF si occupano della parte tecnica (tra cui la sicurezza). E basta.
    Cosa che fanno in tutto il mondo, dalla Francia alla Russia al Giappone agli States.


    Quando vedrò gli HART fare qualcosa di più, a livello teorico, di quello che facevo io alle superiori, potremmo parlare di quale sia il miglior approccio, ma già l'idea di coordinare il lavoro MA non eseguirlo dice già tutto.
    Alla faccia della lobby dei medici...
    Gli HART coordinano la parte sanitaria e eseguono il lavoro non e’ vero che stanno a guardare. Certo che c’e’ lavoro Di squadra ci si coordina e si prendono decisioni insieme ma se si tratta di un soccorso sanitario I VVFF non possono decidere in autonomia ma devono ascoltare ciò che dicono i sanitari.. Hanno provato in passato a voler prendere in mano il servizio ambulanza ma non e’ andato in porto. Ti faccio presente che in Scozia esiste L unico centro di addestramento interforze tra polizia, ambulanza e VVFF dove vengono fatte esercitazioni continue, ci sono treni, case che crollano, un aereo e palazzine dove la polizia e ambulanza si esercitano in continuazione per le emergenze terroristiche e tratti di strada come se fosse autostrada dove I VVFF e ambulanza si esercitano per trovare il modo più sicuro di estricare una persona da una macchina. I VVFF hanno a disposizione anche case con fumo vero e fiamme per esercitarsi a spegnere incendi.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •