Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28

Discussione: Elisoccorso notturno - facilitare attivazione nuova area

  1. #1

    Elisoccorso notturno - facilitare attivazione nuova area

    Ciao a tutti,
    faccio parte, come milite, dell'associazione di primo soccorso del mio paese. Ci chiedevamo se, come associazione impegnata sul territorio locale, possiamo fare qualcosa per richiedere l'attivazione del servizio di elisoccorso notturno.
    Al momento in caso di intervento diurno, l'elicottero atterra presso un campo sportivo appena fuori il centro abitato.
    Quali caratteristiche dovrebbe avere il sito per l'atterraggio notturno? Dev'essere illuminato?
    Esiste una normativa cui possiamo far riferimento?
    E a chi rivolgersi eventualmente per presentare una eventuale richiesta?
    Anche consigli su chi potrebbe essere utile contattare anche livello informale al fine di smuovere le acque: esempio sindaco/assessore comunale / responsbile del PS dell'ospedale più vicino ecc ecc... sono solo ipotesi.

    In casi di urgenza abbastanza gravi sarebbe un servizio davvero utile, per non dire risolutivo, infatti parliamo di una realtà in cui per raggiungere il primo ospedale si impiegano almeno 40 minuti, e parliamo di strada di montagna in cui oltre aver a che fare con curve e manto stradale “non sempre al top”, si può trovare anche neve, ghiaccio ecc, con tempistiche che quindi si allungano ulteriormente.

    Ne sapete nulla?
    Grazie in anticipo!

    PS.
    Ho visto altre discussioni che trattavano l'argomento elisoccorso in notturna, ma ho preferito aprirne una nuova focalizzata sull'aspetto "area attiva" eventuale predisposizione di segnaletica/illuminazione necessaria, normative e figure di riferimento per suggerire e sveltire l'introduzione del nuovo servizio.
    In ogni caso se il mod ritiene meglio accodare il messaggio ad una discussione già iniziata da altri moderi pure.

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2
    Ciao, per prima cosa bisogna che la regione in cui si trova la località interessata abbia un servizio di elisoccorso H24.

    Detto questo, i tipi di superfici che si possono utilizzare di notte dipendono dal tipo di operazioni notturne per le quali l'operatore è certificato, ovvero se può impiegare o meno i visori notturni.
    Se non è previsto l'impiego di visori notturni, allora l'elisuperficie deve essere illuminata e di dimensioni non inferiori a 2x4 volte la dimensione massima dell'elicottero quando i rotori girano.
    Solitamente sono utilizzati i campi sportivi, purchè siano in erba. I campi sportivi in terra battuta potrebbero essere teoricamente utilizzabili a patto che siano preventivamente bagnati per evitare polveroni che possono sia creare disorientamento spaziale, sia danneggiare i motori.

    ATTENZIONE: se la superficie è circondata da aree abitate, ovvero è congestionata, la posizione e l'altezza degli ostacoli circostanti devono essere tali da permettere operazioni in categoria A verticale, avendo disponibili almeno due direzioni di avvicinamento e decollo separate minimo di 150°.

    Con i visori notturni l'illuminazione non è necessaria e, quindi, le elisuperrfici papabili aumentano.

  4. #3
    Nel nostro caso ci troviamo in Emilia, il servizio dovrebbe essere già attivo, almeno quello con illuminazione aggiuntiva, ho letto dell'intenzione di impiegare visori notturni ma non so se siano già stati introdotti.
    Visto che il campo sportivo in questione è attualmente utilizzato per l'atterraggio dell'elisoccorso diurno, le dimensioni dovrebbero essere conformi anche per l'atterraggio notturno, oppure serve più spazio? Ad ogni modo è un campo regolamentare per campionato dilettantistico, non conosco di preciso le dimensioni, ma a occhio 2x4 volte le dimensioni dell'elicottero ci sono abbondanti. Altra cosa il campo è in erba.
    Il problema è che l'impianto sportivo non è dotato di illuminazione, quindi se non c'è dotazione di visori notturni, servirebbe illuminare. Tanto per capire, che tipo di illuminazione deve essere predisposta?

    Per quanto riguarda l'abitato non c'è che una casa in prossimità del campo, ma è comunque ad una certa distanza. Però se ci sono cavi telefonici o altri ostacoli, non saprei, cioè dovrebbe appurarlo un esperto immagino...

    Se, come associazione, volessimo richiedere qualche informazione, hai per caso qualche idea a chi ci potremmo rivolgere?
    Mi spiego meglio, a chi spetta la scelta di nuove aree adibite ad elisoccorso notturno? Le devono proporre i comuni, le AUSL, le centrali operative 118 o dobbiamo/possiamo essere anche noi associazioni di soccorso locali a far presente di considerare una certa area?

    Spero che qualcuno sappia dare una risposta a queste domande...

  5. #4
    Tutti i campi sportivi eccedono le dimensioni minime per qualsiasi tipo di elicottero. Inoltre sono recintati e quindi è abbastanza semplce garantire la libertà dell'area durante le operazioni degli elicotteri. Per questo motico sono, solitamente la prima scelta, ma nulla vieta di individuare altre aree che abbiano le caratteristiche necessarie.
    Se non sono illuminati occorrono i visori notturni e mi pare che in RER li utilizzino. Se si dovesse pensare di illuminare il campo per operazioni senza visori notturni, ebbene l'illuminazione dovrebbe essere tale da rendere l'intero campo chiaramente visibile dall'alto e, per questo, non bastano certamente 4 faretti da 500 W

    Solitamente è il sindaco, in quanto autorità di pubblica sicurezza nel proprio territorio, che richiede al responsabile del servizio di urgenza emergenza medica regionale (SUEM) di inserire la propria comunità fra le destinazioni del servizio. Il sindaco è anche un esponente politico e solitamente sa essere più convincente di altri soggetti. Ovviamente si possono proporre delle aree affinchè siano valutate. La valutazione riguardo l'idoneità di un'elisuperficie proposta spetterebbe all'operatore, il quale, se il parere è favorevole, inserisce la destinazione sul proprio manuale di rotta, comunque la Regione ER si avvale di un proprio consulente aeronautico.
    Ultima modifica di Grasso_Malghese; 02-01-2019 alle 22:34

  6. #5
    Grazie mille per le informazioni!
    Riferirò al consiglio dell'associazione e contatteremo il sindaco in modo che possa riportare la proposta al SUEM regionale.
    Grazie ancora!

  7. #6
    Citazione Originariamente Scritto da cld Visualizza Messaggio
    Nel nostro caso ci troviamo in Emilia, il servizio dovrebbe essere già attivo, almeno quello con illuminazione aggiuntiva, ho letto dell'intenzione di impiegare visori notturni ma non so se siano già stati introdotti.
    Visto che il campo sportivo in questione è attualmente utilizzato per l'atterraggio dell'elisoccorso diurno, le dimensioni dovrebbero essere conformi anche per l'atterraggio notturno, oppure serve più spazio? Ad ogni modo è un campo regolamentare per campionato dilettantistico, non conosco di preciso le dimensioni, ma a occhio 2x4 volte le dimensioni dell'elicottero ci sono abbondanti. Altra cosa il campo è in erba.
    Il problema è che l'impianto sportivo non è dotato di illuminazione, quindi se non c'è dotazione di visori notturni, servirebbe illuminare. Tanto per capire, che tipo di illuminazione deve essere predisposta?

    Per quanto riguarda l'abitato non c'è che una casa in prossimità del campo, ma è comunque ad una certa distanza. Però se ci sono cavi telefonici o altri ostacoli, non saprei, cioè dovrebbe appurarlo un esperto immagino...

    Se, come associazione, volessimo richiedere qualche informazione, hai per caso qualche idea a chi ci potremmo rivolgere?
    Mi spiego meglio, a chi spetta la scelta di nuove aree adibite ad elisoccorso notturno? Le devono proporre i comuni, le AUSL, le centrali operative 118 o dobbiamo/possiamo essere anche noi associazioni di soccorso locali a far presente di considerare una certa area?

    Spero che qualcuno sappia dare una risposta a queste domande...
    Buongiorno a te, anch'io sono emiliano di montagna.
    Teoricamente l'iter prevede che la regione (assessorato alla sanità) in accordo con la ausl di riferimento, individui il comune in cui allestire la superificie, dopodichè l'ausl prende accordi con il comune e ne chiede formalmente l'autorizzazione, che deve arrivare con deliberazione di giunta comunale. Fatto ciò, gli uffici tecnici di comune e asl mettono a norma l'area secondo la normativa enac per il volo notturno; enac a sua volta farà un'ispezione finale e darà il nulla osta.
    Se vuoi che nel tuo comune sia creato uno spazio adibito a piazzola attiva anche di notte, penso che la persona più indicata sia il sindaco del tuo paese che a sua volta deve proporsi alla ausl e quindi alla regione. Questo è il percorso "tecnico", poi il resto (purtroppo) spetta alla politica e quindi sarà il partito (e non gli amministratori o i sanitari) a decidere quante piazzole servono e dove.

  8. #7
    Grazie anche a te per il chiarimento!
    Una cosa ancora (se ne sei/siete a conoscenza), dicevi che gli uffici tecnici di comune e asl mettono a norma l'area: ma venalmente parlando con quali soldi lo fanno? Esiste un canale di finanziamento regionale o andrebbe a gravare sul "misero" bilancio comunale? O ancora sarebbe possibile integrare le spese con eventuali donazioni "private" o di associazioni ?

  9. #8
    Citazione Originariamente Scritto da cld Visualizza Messaggio
    Grazie anche a te per il chiarimento!
    Una cosa ancora (se ne sei/siete a conoscenza), dicevi che gli uffici tecnici di comune e asl mettono a norma l'area: ma venalmente parlando con quali soldi lo fanno? Esiste un canale di finanziamento regionale o andrebbe a gravare sul "misero" bilancio comunale? O ancora sarebbe possibile integrare le spese con eventuali donazioni "private" o di associazioni ?
    Di norma è la Regione che con appositi stanziamenti finanzia il proprietario del terreno per mettere a norma le piazzole. Molto spesso, essendo le aree individuate su campi sportivi, prati o cose simili, l'onere viene fatto ricadere sui comuni (ma ripeto, sono soldi che ha precedentemente preso dalla regione appositamente per lo scopo), mentre se la piazzola è di proprietà dell'azienda sanitaria (nel caso degli ospedali) le spese vengono prese in carico dalle asl/aosp che tuttavia attingono dallo stesso fondo dei comuni.
    Il "problema" è se il tuo comune ricade nella lista di quelli che, almeno per il momento, devono fare a meno di una piazzola propria e devono usufruire di una del comune limitrofo: in quel caso le spese di ammodernamento non sono previste nel capitolato specifico del finanziamento, e quindi si dovrebbe provvedere di tasca propria o con una generosa donazione.
    Questa diciamo che è la normativa a grandi linee, poi nello specifico non so come funzioni precisamente o se ci sono altre possibilità.

  10. #9
    Capito, grazie di nuovo!

    Così, andando a buon senso il mio comune è, da una parte poco abitato, quindi può essere che non ricada nella lista, ma è anche tra i più distanti dalla CO di riferimento e anche dall'ospedale più vicino c'è una distanza discreta, diciamo 45 minuti in ambulanza andando spediti e con paziente che, oltre star male di suo, sicuramente si aggrava per lo sconquasso del viaggio tra una curva e l'altra, in più arrivato all'ospedale di zona non è detto che venga considerato da trasferire ad altro centro ospedaliero più attrezzato. In questi casi l'elisoccorso, anche notturno, migliorerebbe drasticamente la situazione... Per questo dicevo andando a buon senso mi pare ragionevole che il comune possa già essere messo in lista, si tratta di capire se la mia località, che è l'unica all'interno del comune presidiata da una associazione con sede nel paese stesso, sia tra le aree in cui attivare il servizio.
    Esiste che voi sappiate una lista pubblica delle aree di prossima attivazione?

    In ogni caso sentire il sindaco dovrebbe essere la strada maestra sia per saperne di più che per proporre l'attivazione agli enti preposti.

  11. #10
    Domanda: esiste un comune vicino al vostro che dispone già di una elisuperficie utilizzabile di notte?

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •