Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 56

Discussione: Volo notturno

  1. #21
    In città sono rari, ma basta che esci dal comune di Genova e se ne fanno un bordello e mezzo
    Matteo

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #22
    C'è da fare una piccola distinzione...
    Un conto è un volo di trasferimento notturno IFR, da un luogo noto ad un altro luogo noto, con velivolo, personale e strumentazione abilitata al volo IFR (Instrumental Flying Rules). Questo si può fare con le abilitazioni necessarie, sia dei piloti, che della macchina che delle superfici di decollo e d'atterraggio.
    Un altro conto è fare un volo notturno per intervenire, per es, su un incidente stradale in campagna e avere la necessità di atterrare nel campo o verricellare l'equipe d'emergenza, senza poter vedere eventuali tralicci, pali, ostacoli, fossi o buche nel campo... Sono operazioni che possono effettuare solo equipaggi specializzati in "combat SAR", dotati di Night Vision Goggles, occhiali notturni a visione infrarossa, e come diceva Andreagiova è materia esclusiva dei gruppi di volo militari di Esercito, Marina e Aeronautica, almeno per ora.
    Volo per hobby, e vi assicuro che volare in condizioni di visibilità scarsa è MOLTO complicato e per nulla divertente.
    Ciao, approfitto per fare gli auguri a tutti.
    Roby
    ROBY - Una volta che avrai volato, camminerai con lo sguardo rivolto al cielo, perchè è là che sei stato, ed è là che vorrai tornare.

  4. #23
    Si ok, ti ringrazio, ma inizialmente io volevo solo sapere perchè non potevano volare. Solo questo.
    Matteo

  5. #24
    Citazione Originariamente Scritto da xtremematte
    Però pegaso è adibito pure al volo notturno.
    Il volo notturno degli elicotteri sanitari avviene principalmente in VFR notturno sotto queste condizioni:

    - equipaggio di due piloti;
    - comandante con licenza di pilota di linea
    - entrambi abilitati al volo strumentale (IFR)
    - elicottero certificato per poter volare in strumentale secondo le JAR;
    - comandante e copilota con esperienza notturna richiesta e certificata come da singoli appalti.

  6. #25
    Per ora solo i militari sono autorizzati al volo VFR notturno (sia con che senza NVG), quindi loro posso atterrare "dove vogliono".
    I civili possono volare solo da posti autorizzati.

  7. #26
    Citazione Originariamente Scritto da luca67
    Per ora solo i militari sono autorizzati al volo VFR notturno (sia con che senza NVG), quindi loro posso atterrare "dove vogliono".
    I civili possono volare solo da posti autorizzati.
    Non è corretto.

    Il VFR notturno è regolamentato dall'AIP Italia ed è permesso anche ai civili, se non erro dal 1998.

    Le eliambulanze civili volano principalmente in VFR notturno perchè i profili di volo IFR mal si adattano alle esigenze sanitarie. Esistono delle eccezioni, ad esempio l'aeroporto di Treviso è chiuso al traffico VFR notturno ed allora gli elicotteri sanitari decollano con piano di volo Y ovvero un piano di volo che inizia come IFR ma che viene cambiato in volo in VFR o vi atterrano in IFR ma anche qui cambiando il piano di volo in volo e diventando IFR solo per l'atteraggio.

    E' vero invece il fatto dell'atterraggio fuori campo. I civili non possono, a differenza dei militari, atterrare e decollare di notte dove vogliono ma solo da piazzole idonee alle operazioni notturne o da aeroporti aperti al traffico nottuno.

  8. #27
    Scusate, forse sembro insistente, ma mi pare che la differenza sia importante...
    Un conto è il volo VFR notturno, eseguibile da-a superfici attrezzate e certificate, con mezzi ed equipaggi certificati e secondo regole e condizioni meteo ben precise... questo già avviene (anche Polizia e Carabinieri volano di notte con gli elicotteri, per es).
    Un conto è un'operazione S.A.R. notturna, cioè la ricerca e il recupero di una persona infortunata (con eventuale atterraggio fuori campo o verricellaggio o verricellamento.. come cacchio si dice???), questo è esclusiva dei militari, almeno per ora.
    Ciao.
    ROBY - Una volta che avrai volato, camminerai con lo sguardo rivolto al cielo, perchè è là che sei stato, ed è là che vorrai tornare.

  9. #28
    sono d'accordo solo i militari possono fare SAR notturno.
    Per quanto riguarda il cambiamento del piano di volo (in volo) è possibile ma ci sono delle restrizioni, il VFR notturno ha dei limiti di visibilità inferiori al diurno ed è per questo (specie nella pianura padana soggetta a nebbia) che non è semplice.

  10. #29
    Questo non toglie che i voi sanitari notturni siano effettuati, per il 99,9% secono le regole del VFR Notturno, sia dai civili che dai militari.
    Queste le minime da rispettare:

    2.1 Nessun volo in VFR/N può essere pianificato o effettuato a meno che lungo la rotta la
    situazione meteorologica non riporti una visibilita’ minima di 5 Km e, una copertura delle
    nubi superiore a 2/8 (scattered) ad una quota inferiore a 3000 ft/gnd.

    2.2 Il volo VFR/N può essere condotto negli spazi aerei di classe B C, D, E, F, G, in
    contatto visivo con il suolo, alle seguenti condizioni.

    a) decollo/atterraggio: almeno 5 Km di visibilità al suolo; copertura delle nubi uguale o
    inferiore a 2/8 (scattered, da riporto di routine o speciale) ad una quota inferiore a 3000
    ft/gnd.

    b) fase in rotta: almeno 5 Km di visibil2.1 Nessun volo in VFR/N può essere pianificato o effettuato a meno che lungo la rotta la
    situazione meteorologica non riporti una visibilita’ minima di 5 Km e, una copertura delle
    nubi superiore a 2/8 (scattered) ad una quota inferiore a 3000 ft/gnd.

    2.2 Il volo VFR/N può essere condotto negli spazi aerei di classe B C, D, E, F, G, in
    contatto visivo con il suolo, alle seguenti condizioni.

    a) decollo/atterraggio: almeno 5 Km di visibilità al suolo; copertura delle nubi uguale o
    inferiore a 2/8 (scattered, da riporto di routine o speciale) ad una quota inferiore a 3000
    ft/gnd.

    b) fase in rotta: almeno 5 Km di visibilità in volo per voli condotti al di sotto di FL100;
    almeno 8 Km di visibilità in volo per voli condotti “a” o “al di sopra” di FL 100; distanza
    dalle nubi verticale 2000 ft, orizzontale 3 Km.

    2.3 Per le operazioni di volo che vengono condotte in zone montagnose 1 la visibilità
    orizzontale in volo deve essere almeno di 8 Km.
    ità in volo per voli condotti al di sotto di FL100;
    almeno 8 Km di visibilità in volo per voli condotti “a” o “al di sopra” di FL 100; distanza
    dalle nubi verticale 2000 ft, orizzontale 3 Km.

    2.3 Per le operazioni di volo che vengono condotte in zone montagnose 1 la visibilità
    orizzontale in volo deve essere almeno di 8 Km.

    Si stava parlando di regole del volo adottate dagli elicotteri HEMS e siccome per il 90% sono elicotteri civili (anche se equiparati a velivoli di Stato), queste sono le regole che rispettano.

    Il fatto che l'elicottero sia AM o EI o MM o altro non esime l'equipaggio dal rispetto di queste norme. L'NVG, non essendo nemmeno menzionato dalle regole del volo (purtroppo) è svolto a discrezione dell'equipaggio ma sempre nell'ambito di queste norme. Poi, certo, soccorso durante è sempre e comunque il pilota a riferire all'ente di controllo sulla situazione meteo presente al momento....

  11. #30

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •