Giomedia.it N&A Bollanti Salvamento Accademy
Soldini
vuoi qua la tua pubblicità?
+ Rispondi alla Discussione
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1 2 3 4 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 37

Discussione: Corso Istruttori 118 Piemonte

  1. #21

    OLTRE 3000 MESSAGGI

    L'avatar di Enricocr
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3.704
    confermo , la formazione dell' Istruttore Volontario non rientra più sul "merito" del contenuto della formazione, ma sul come la si propina, ops.... espone ai discenti;

    si apprendono le tecniche di gestione e preparazione delle lezioni frontali, degli skill lab, e della didattica proattiva.... il tutto (pause caffè, prove valutative e quant' altro compreso), per l'appunto in 8 ore;

    diciamo che il "qui pro quo", a mio avviso, è lo stesso che c'è in CRI con la figura dell' istruttore PSTI (pronto soccorso trasporto infermi), che viene formato a formare, ma nessuno lo forma sui contenuti, cosa invece che avviene abbondantemente con la figura storica del monitore;

    comunque ai cugini mandrogni confermo che da noi gianduiotti non si muove foglia, che centrale non voglia (ho fatto anche la rima)
    Enrico

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti


     

  3. #22

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di SmnCRI
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Torino provincia
    Messaggi
    3.475
    Citazione Originariamente Scritto da Eymerich Visualizza Messaggio
    ma scusate: il corso dura solo 8 ore? Sono previste solo una valutazioni iniziale - di ammissione - e una in itinere, niente esame finale?? :-O
    Caro Eymerich. In effetti, come ho già detto e non mi stancherò mai di ripetere, il percorso formativo dell'Istruttore Volontario 118 è semplicemente scandaloso.
    Ti dirò di più e ti prego di rimanere adeso alla poltrona...l'esame finale è previsto e consiste nell'esporre una lezione su un argomento. L'argomento è scelto dall'aspirante monitore, può decidere in libertà cosa esporre purchè.......non sia una tematica di soccorso!!!
    Conosco persone che hanno relazionato sulle modalità di costruzione dei tetti, altri hanno esposto la ricetta della torta di mele (tipo Cotto e Mangiato), altri ancora hanno parlato della mietitura 'dla meila (del granoturco), ...

    A te (voi) gli opportuni commenti.

  4. #23
    quindi l'istruttore volontario del 118 piemonte e' o un infermiere o un medico segnalato (e quindi appartenente a) cri, anpas , enti (leggi asl) che dopo l'abilitazione da parte del 118 (8 ore) di solito nei corsi e' utilizzato come valutatore del corso ai volontari delle associazioni per ottenere l'ok (esame superato) al conseguimento dell'allegato a per diventare volontario soccorritore 118.
    tale istruttore pur essendo chiamato volontario ottiene un rimborso da parte del 118 per l'opera prestata come suo valutatore (che non so quantificare, immagino siano pagate delle ore a prezzo tabellare).
    l'istruttore volontario 118 non credo faccia il corso ai volontari dovrebbe fare il valutatore per il 118 e il certificatore agli esami dei corsi dei volontari, se ho capito bene la sua funzione.

  5. #24

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di SmnCRI
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Torino provincia
    Messaggi
    3.475
    Citazione Originariamente Scritto da fuzio76 Visualizza Messaggio
    quindi l'istruttore volontario del 118 piemonte e' o un infermiere o un medico segnalato (e quindi appartenente a) cri, anpas , enti (leggi asl) che dopo l'abilitazione da parte del 118 (8 ore) di solito nei corsi e' utilizzato come valutatore del corso ai volontari delle associazioni per ottenere l'ok (esame superato) al conseguimento dell'allegato a per diventare volontario soccorritore 118.
    tale istruttore pur essendo chiamato volontario ottiene un rimborso da parte del 118 per l'opera prestata come suo valutatore (che non so quantificare, immagino siano pagate delle ore a prezzo tabellare).
    l'istruttore volontario 118 non credo faccia il corso ai volontari dovrebbe fare il valutatore per il 118 e il certificatore agli esami dei corsi dei volontari, se ho capito bene la sua funzione.
    No no, frena.
    L'istruttore volontario 118 è un volontario delle diverse associazioni (che sia anche medico o infermiere non importa) abilitato, con la giornata di corso, a tenere le lezioni teoriche e pratiche del corso di allegato A (certificazione regionale).
    Quello di cui tu parli è il rappresentante regionale, che è un infermiere della centrale operativa o dei pronto soccorso (con abilitazione al 118) che riceve il rimborso per certificare agli esami.

  6. #25
    Citazione Originariamente Scritto da SmnCRI Visualizza Messaggio
    Quello di cui tu parli è il rappresentante regionale, che è un infermiere
    o spesso e volentieri un medico....

    Comunque, per dover di cronaca il certificatore o meglio rappresentante regionale percepisce una miseria che arriva dopo mesi....

  7. #26

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di SmnCRI
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Torino provincia
    Messaggi
    3.475
    Citazione Originariamente Scritto da marcocs Visualizza Messaggio
    o spesso e volentieri un medico....

    Comunque, per dover di cronaca il certificatore o meglio rappresentante regionale percepisce una miseria che arriva dopo mesi....
    Motivo per cui molti rappresentanti regionali non fanno più i rappresentanti regionali.

    Mi risulta, comunque, che il rappresentante regionale debba necessariamente essere un infermiere. Il medico direttore sanitario dell'associazione (o suo delegato) è la seconda figura sanitaria della commissione d'esame.

  8. #27
    Citazione Originariamente Scritto da SmnCRI Visualizza Messaggio
    Mi risulta, comunque, che il rappresentante regionale debba necessariamente essere un infermiere.
    Copio e incollo dallo standard ultima edizione: Il Rappresentante Regionale è nominato dalla Azienda Sanitaria Regionale, sentita
    la Centrale Operativa Provinciale di riferimento. Il Rappresentante Regionale può essere
    un medico o un infermiere.
    Egli deve far parte del personale medico e del comparto
    dipendente delle Aziende Sanitarie Regionali, del personale convenzionato a tempo
    indeterminato con il Sistema 118 o del personale convenzionato con il Servizio Sanitario
    Nazionale.

    Al di la di questo...l'ennesima dimostrazione che lo "standard" non è poi così standard

  9. #28

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di SmnCRI
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Torino provincia
    Messaggi
    3.475
    Citazione Originariamente Scritto da marcocs Visualizza Messaggio
    Copio e incollo dallo standard ultima edizione: Il Rappresentante Regionale è nominato dalla Azienda Sanitaria Regionale, sentita
    la Centrale Operativa Provinciale di riferimento. Il Rappresentante Regionale può essere
    un medico o un infermiere.
    Egli deve far parte del personale medico e del comparto
    dipendente delle Aziende Sanitarie Regionali, del personale convenzionato a tempo
    indeterminato con il Sistema 118 o del personale convenzionato con il Servizio Sanitario
    Nazionale.

    Al di la di questo...l'ennesima dimostrazione che lo "standard" non è poi così standard
    Ok. Mi rimangio quello che ho detto.

  10. #29
    Citazione Originariamente Scritto da Enricocr Visualizza Messaggio
    confermo , la formazione dell' Istruttore Volontario non rientra più sul "merito" del contenuto della formazione, ma sul come la si propina, ops.... espone ai discenti;

    si apprendono le tecniche di gestione e preparazione delle lezioni frontali, degli skill lab, e della didattica proattiva.... il tutto (pause caffè, prove valutative e quant' altro compreso), per l'appunto in 8 ore;

    diciamo che il "qui pro quo", a mio avviso, è lo stesso che c'è in CRI con la figura dell' istruttore PSTI (pronto soccorso trasporto infermi), che viene formato a formare, ma nessuno lo forma sui contenuti, cosa invece che avviene abbondantemente con la figura storica del monitore;

    comunque ai cugini mandrogni confermo che da noi gianduiotti non si muove foglia, che centrale non voglia (ho fatto anche la rima)
    sarà... ma pur venendo da una sfortunata regione dove gli standard formativi non esistono, o meglio vengono delegati alle associazioni, penso che chi si appresta a formare altre persone debba avere delle conoscenze specifiche superiori al soccorritore medio, sia per rispondere alle inevitabili domande, sia per spiegare il "perché" di molte cose.
    L'istruttore deve anche essere un esempio per i nuovi volontari, avere un ruolo riconosciuto e rispettato, cose che si guadagnano sul campo e per meriti personali, ma anche con una formazione adeguata e superando una selezione, guadagnandosi uno spazio in un'elite (lo so, è brutto da dirsi, e facili sono gli abusi o la presunzione di molti, ma vediamo per ora solo il lato positivo e meritocratico..)
    Corsi come quelli per monitore di PS o istruttore PSTI in ambito CRI - tra loro diversi per contenuti e storia - sono anch'essi orientati alla didattica, al saper trasmettere in modo semplice ed efficace le informazioni, si basano sul provare a ripetere lezioni standard, ma hanno una durata ben superiore alle 8 ore, durante la quale si ha l'occasione di risentire tutte gli argomenti classici del soccorso, di prepararsi e approfondire a casa, di confrontarsi tra candidati e docenti.
    Io - pur avendo frequentato ambedue i corsi di cui sopra - mi trovo continuamente a studiare e pormi domande, consapevole che sono più le cose che non so rispetto a quelle che so. Dare per scontato che un aspirante istruttore - per il solo fatto che è un soccorritore già formato - abbia già tutte le conoscenze che servono, e occorra solo insegnargli a trasmetterle, scusate, ma mi sembra una grande ingenuità o superficialità! IMHO

  11. #30

    OLTRE 3000 MESSAGGI

    L'avatar di Ciuppy
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Nei pressi di Torino
    Messaggi
    3.431
    Caro il mio domenicano dalle 'ricchie a punta ... come non condividere il tuo pensiero? Eppure attualmente questo è lo stato dell'arte. Unica scappatoioa è - ad oggi - la preselezione che si fa in associazione ... che però non è normata e spesso presenta punti d'ombra niente male (vero Sky?)
    Una volta ammisi di aver torto. Ma mi sbagliavo.

+ Rispondi alla Discussione

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

     

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato