Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?

Visualizza Risultati Sondaggio: Medico o Infermiere?

Partecipanti
25. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Medico!

    13 52,00%
  • Infermiere|

    12 48,00%
Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 52

Discussione: Medico o Infermiere?

  1. #1

    OLTRE 200 MESSAGGI
    L'avatar di EmmeCi
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Da qualche parte, in Lombardia
    Messaggi
    245

    Medico o Infermiere?

    Ciao a tutti, devo chiedervi un consiglio

    Terminata la maturità (martedì ho l'orale!!) bisogna iniziare a pensare al proprio futuro..cosa che sto già facendo da un po'

    Non sto ad annoiarvi con la storia della mia vita, vi dico che sono "indeciso" tra la Facoltà di Medicina e quella di Scienze Infermieristiche..
    Al momento la scelta è dettata dal risultato del test di ammissione (visti anche i posti disponibili..per scienze infermieristiche sono il doppio!

    Medici, infermieri (ma anche tutti gli altri eh ), chiedo a voi: quali sono i pro e quali i contro della vostra professione?

    Grazie mille!
    Il corpo umano è il magazzino delle invenzioni, l'ufficio brevetti, dove ci sono i modelli da cui è preso ogni suggerimento. Tutti gli attrezzi e i motori sulla terra sono soltanto estensioni delle membra e dei sensi dell'uomo.” —Ralph Waldo Emerson
    Readbook, la community online dedicata ai libri e alla lettura!

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Località
    Italia
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2
    Sinceramente è una scelta che devi fare tu, non devi farti condizionare da altre persone altrimenti poi rischi di pentirtene.
    Io sono iscritto ad infermieristica.
    La mia decisione è stata presa in base a due motivi; quello principale è derivato da un mio ricovero ospedaliero, dove nella sfiga ho avuto la possibilità di vedere entrambe le figure dal punto di vista del paziente e ho preferito la figura dell'infermiere poichè è più a contatto con il paziente e lo segue (non me ne vogliano i medici ribadisco che è una mia opinione condivisibile o non) durantre tutta la giornata, non solo al giro visita o al bisogno.
    Inoltre ho iniziato l'uni a 24 anni, lavorando, quindi non me la sentivo di imbarcarmi in un percorso di studi di 10 anni, ma ribadisco che questo è l'aspetto che meno ha pesato nella mia scelta.
    Tieni conto che medico ed infermiere sono due figure ben distinte, che collaborano ma ognuna delle due ha compiti e responsabilità ben definite.
    Non prendere l'infermieristica come opzione di scarto legata al doppio dei posti disponibili, perchè quelli che lo fanno solitamente sono ben riconoscibili dai compagni di corso, dai docenti e nel momento del tirocinio anche dal paziente.
    Rifletti bene e valuta tu cosa voler fare e quando hai deciso buttati dentro a ciodo. In bocca al lupo
    Avanti per la 138/36

  4. #3

    OLTRE 200 MESSAGGI
    L'avatar di EmmeCi
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Da qualche parte, in Lombardia
    Messaggi
    245
    Grazie TIA!
    Ero partito lanciatissimo verso Medicina, ma poi non so cosa (o chi) mi ha messo la pulce nell'orecchi per infermieristica..
    So bene che sono due figure ben diverse, pur lavorando a stretto contatto..mi è sempre stato passato il messaggio "l'infermiere è un medico mancato", ma penso sia la c@%%@°a più grande dei tempi!

    Devo pensarci bene, in ogni caso anche le vostre opinioni non mi fanno male..sicuramente sono migliori di chi mi ha detto la frase sopra citata!

    Ciao!
    Il corpo umano è il magazzino delle invenzioni, l'ufficio brevetti, dove ci sono i modelli da cui è preso ogni suggerimento. Tutti gli attrezzi e i motori sulla terra sono soltanto estensioni delle membra e dei sensi dell'uomo.” —Ralph Waldo Emerson
    Readbook, la community online dedicata ai libri e alla lettura!

  5. #4
    Citazione Originariamente Scritto da EmmeCi Visualizza Messaggio
    Grazie TIA!
    Ero partito lanciatissimo verso Medicina, ma poi non so cosa (o chi) mi ha messo la pulce nell'orecchi per infermieristica..
    So bene che sono due figure ben diverse, pur lavorando a stretto contatto..mi è sempre stato passato il messaggio "l'infermiere è un medico mancato", ma penso sia la c@%%@°a più grande dei tempi!

    Devo pensarci bene, in ogni caso anche le vostre opinioni non mi fanno male..sicuramente sono migliori di chi mi ha detto la frase sopra citata!

    Ciao!
    L'affermazione non è del tutto scorretta...tanti infermieri fanno i medici mancati
    Comunque la scelta secondo me deve basarsi su una cosa sola: preferisci assistere (infermiere) o curare (medico) il paziente? Sono entrambe professioni indispensabili (non si potrebbe avere un SS senza una si queste figure) ed entrambe danno grande soddisfazione.
    Io ho scelto l'assistenza, sono fiero della mia scelta e non la cambierei mai, tu vedi cosa ti ispira di più e prova.

    P.S.
    L'infermiere non è quello del 118. Non troverai urgenze/emergenze/protocolli farmacologici salva-vita in tutti i reparti. Il tuo lavoro sarà principalmente altro
    Ultima modifica di Rez; 05-07-2013 alle 12:18
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  6. #5
    beh ... hai detto che stai pensando al futuro ... posso dire cosa sceglierei sinceramente?

    Io proverei medicina, scienze infermieristiche la vedo come soluzione di ripiego.

    Per carità tutte le professioni hanno dignità questo non è discutibile, ma se penso al futuro (e dopo la maturità devi decidere e non pensarci), credo che medicina sia quella che mi può dare gli sbocchi più vantaggiosi; poi magari non diventerai mai un luminare della scienza medica, ma sarai pur sempre "dutur" ... con la sola laurea triennale alla fine della fiera che cosa puoi sperare di avere? Un clinica tutta tua? Ma dovrai sempre avere un medico come direttore sanitario ecc. ecc. ecc., se invece sei un medico e riesci a sfondare allora puoi aspirare alla "Clinica proctologica del dott. Pinco Pallo".

    Capisco che il mio possa sembrare un discorso venale, ma non è così, sono solo pragmatico e dico quello che penso, e sinceramente non penso che un infermiere possa mai diventare chissà che, per un medico invece non è forse più facile ma sicuramente ha maggiori possibilità.
    Poi ci sono le caratteristiche personali, di solito da giovane uno è più idealista si vede di più come "quello che salva le vite" che "quello che ha un ospedale", ma le due cose non si escludono, basta essere onesti e si può salvare vite avendo costruito un ospedale, alla fine tutto dipende da chi vuoi essere che cosa aspiri ad avere, quanto culo sei disposto a farti, e sopratutto se ne vale la pena.

  7. #6
    Io avevo iniziato il 1 anno di infermieristica, che poi, per cause economiche ho dovuto lasciare. L esperienza é stata positiva soprattutto il tirocinio in reparto. Se avessi le possibilità magari ci tornerei

  8. #7

    OLTRE 200 MESSAGGI
    L'avatar di EmmeCi
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Da qualche parte, in Lombardia
    Messaggi
    245
    Citazione Originariamente Scritto da ciccibu Visualizza Messaggio
    beh ... hai detto che stai pensando al futuro ... posso dire cosa sceglierei sinceramente?

    Io proverei medicina, scienze infermieristiche la vedo come soluzione di ripiego.

    Per carità tutte le professioni hanno dignità questo non è discutibile, ma se penso al futuro (e dopo la maturità devi decidere e non pensarci), credo che medicina sia quella che mi può dare gli sbocchi più vantaggiosi; poi magari non diventerai mai un luminare della scienza medica, ma sarai pur sempre "dutur" ... con la sola laurea triennale alla fine della fiera che cosa puoi sperare di avere? Un clinica tutta tua? Ma dovrai sempre avere un medico come direttore sanitario ecc. ecc. ecc., se invece sei un medico e riesci a sfondare allora puoi aspirare alla "Clinica proctologica del dott. Pinco Pallo".

    Capisco che il mio possa sembrare un discorso venale, ma non è così, sono solo pragmatico e dico quello che penso, e sinceramente non penso che un infermiere possa mai diventare chissà che, per un medico invece non è forse più facile ma sicuramente ha maggiori possibilità.
    Poi ci sono le caratteristiche personali, di solito da giovane uno è più idealista si vede di più come "quello che salva le vite" che "quello che ha un ospedale", ma le due cose non si escludono, basta essere onesti e si può salvare vite avendo costruito un ospedale, alla fine tutto dipende da chi vuoi essere che cosa aspiri ad avere, quanto culo sei disposto a farti, e sopratutto se ne vale la pena.
    Ocio, non vorrei che ti si scatenassero addosso le ire degli infermieri presenti qui sul forum
    Grazie Ciccibu, la penso anche io (più o meno) come te..

    Rez, il mio discorso è questo: mi piacerebbe scoprire tutti i meccanismi che regolano la vita umana, e la cosa mi affascina moltissimo. Quando poi questi meccanismi non funzionano più a dovere ecco che si presentano malattie più o meno gravi (la faccio semplice, anche perché non ho le competenze!), e scoprire come questo accade penso sia la cosa più affascinante e coinvolgente del mondo!

    Prima volevo fare l'ingegnere..però poi mi sono detto: "ma perché devo studiare come funzionano le macchine che costruisce l'uomo senza prima conoscere come l'uomo è costruito e come funziona?"

    Poi però penso: "Si, però anche il rapporto con il paziente è importante..non farò il meccanico.."..

    Riesco a rendere l'idea?
    Il corpo umano è il magazzino delle invenzioni, l'ufficio brevetti, dove ci sono i modelli da cui è preso ogni suggerimento. Tutti gli attrezzi e i motori sulla terra sono soltanto estensioni delle membra e dei sensi dell'uomo.” —Ralph Waldo Emerson
    Readbook, la community online dedicata ai libri e alla lettura!

  9. #8
    Nessuno puo' dirti che cosa fare, ognuno lo fa per il suo motivo. COme giustamente ti hanno gia detto, l'infermiere non è solo quello di 118, ci sono mille cose diverse ognuna a modo suo.
    Boh, onestamente il fatto di dirti perchè sono infermiere e non medico non ha una risposta, adesso ti dico... fai il medico dello sport che guadagni un sacco scherzi a parte, io lavoro in Svizzera e sul piano economico guadagno pure di piu' di alcuni medici, ma la mia è una scelta dettata da dove abito ( 5 km dalla Svizzera).

    Perchè vorresti fare medicina e perchè infermieristica? fai tu un ragionamento su cosa ti spinge a fare una cosa o a fare l'altra, cosi magari, potermmo sfatare qualche mito oppure confermarti delle cose.

    Sul discorso di Ciccibu, è giustamente un suo modo di pensare, la carriera è importante e l'ambizione anche, c'è da dire che un infermiere che apre uno studio da libero professionista e crea un giro adeguato avrà le sue belle soddisfazioni, ma anche l'infermiere che se ne sta in reparto le avrà, boh sono punti di vista.. io onestamente non cambierei il mio lavoro per niente al mondo... a si.. forse fare il milionario


    MODERATORI DI SOCCORRITORI.IT CHE.. PEREPE' QUAQUA..QUAQUA.. PEREPE'

  10. #9
    beh devi pensare a tante cose....

    naturalmente sono due lavori diversi...due responsabilità diverse e compiti diversi....con l'unico obiettivo che è quello della salute del paziente (o almeno così dovrebbe essere...)

    Prima di pensare al lavoro io ti invito a pensare al percorso...
    Per infermieristica ti attendono 3 anni di corsi, non ricorod esattamente quanti esami e puoi inziare a lavorare....ma non credere che il giorno dopo la laurea, come qualcuno fa credere, ci sarà la fila per averti. E' facile che passerai mesi a fare qualche medicazione, qualche intramuscolo a casa, qualche turno al 118.....e se ti va di lusso...3 mesi in qualche ospedale o clinica... E intanto manderai curriculum da bolzano a palermo sperando di vincere qualche concorso. Poi se tutto va bene trovi una occupazione , e magari dovrai fartela piacere, perchè non sarà x forza il movimentato reparto di medicina d'urgenza o la sala operatoria che speravi ma una triste gastroenterologia.....Ma può andare bene...e ti ritrovi a fare l'infermiere dove ti piace e guadagnerai anche bene tra straordinari, rischio biologico e festività

    Se scegli medicina ti aspettano 6 anni di corsi con frequenza obbligatoria, orari massacranti e tirocini da un ospedale all'altro....inizierai alle 8.30 del mattino per finire poi, in caso di laboratori, anche alle 18....40 esami, 40 prove intercorso...e internato pre laurea......
    se tutto va bene (e ti assicuro che una minoranza si laurea nei 6 anni esatti)...ti aspetta poi un anno di limbo per abilitarti , iscriverti all'albo e prepararti per il concorso della specializzazione.....
    e a quel punto, sempre se entri subito, ti aspettano 5 o 6 anni (in caso di chirurgia) di specializzazione...durante i quali però sarai pagato..e questo è già un sollievo......
    finiti i 5 anni ti ritroverai a 30 anni (se hai fatto tutto alla perfezione)...a cercare un lavoro. Non credere che il medico di oggi sia il medico di qualche anno fa.......oggi , grazie a colleghi che si sono svenduti, ci ritroviamo ad elemosinare 50 euro per una sostituzione medico di base....ci ritroviamo proposte di assistenza con reperibilità h24 per 14 giorni in un villaggio a 3 euro l'ora....
    ti ritrovi a lavorare per una media di 7-8 euro l'ora, che se vai a stirare a casa di mia zia magari ti da di più...e se sbagli al massimo prendi un cazziatone...non una denuncia penale.....

    uno specialista "normale" oggi guadagna una media di 2200 euro al mese...non credere agli stipendi d'oro dei medici che oggi hanno 60 anni.....poi è chiaro....se sfondi (ma questo può ormai dirlo solo il tuo albero genalogico) allora navigherai nell'oro....ma io parlo da medico normale...figlio di infermiere...e senza amici "famosi"
    a questi soldi devi togliere migliaia di euro di tasse....assicurazione....previdenza sociale.....iscrizioni varie .......aggiornamenti...........uuuuuuuff

    ora ......veniamo a noi......quando scadono i termini per iscriversi ad ingegneria? :P :P :P
    "Non può piovere per sempre....."

  11. #10
    ahahahhaha geniale.. hai messo perfettamente ogni punto in evidenza... ehehehe ecco questa è la verità io mi ritengo uno dei pochissimi fortunati che ha trovato lavoro c a tempo indeterminato in pronto soccorso, ma in Svizzera, in Italia è impossibile.. e se non abitassi a due passi dal lavoro.. sarei rimasto nella m....a come il 95 % dei ragazzi che si è laureato con me


    MODERATORI DI SOCCORRITORI.IT CHE.. PEREPE' QUAQUA..QUAQUA.. PEREPE'

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •