Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Evoluzione e sviluppo dei servizi di elisoccorso in ambiente montano

  1. #1

    Thumbs up Evoluzione e sviluppo dei servizi di elisoccorso in ambiente montano

    Al seguente LINK, per chi fosse interessato, sono disponibili gli atti del convegno.
    Buona lettura
    DOLOMITI EMERGENCY
    "Una garanzia per te, un sostegno per il volontariato"

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2
    Interessante.
    Grazie.

  4. #3
    Riguardo alla relazione sull'impiego della corda fissa (http://dolomitiemergency.it/assets/U...-Misseroni.pdf) vorrei precisare che tale tecnica è applicabile soltanto se la missione presenta connotati SAR, mentre non lo è in una missione HEMS pura.

    L'ICAO (International Civil Aviation Organization) classifica le operazioni di soccorso (SAR), inteso come salvataggio di persone minacciate da ambiente ostile, nell'ambito dei servizi specializzati, per il carattere di rischio elevato che le missioni di soccorso comportano.
    A tale proposito la norma nazionale specifica per le operazioni SAR dice: "L’impiego del gancio baricentrico in operazioni di soccorso è da considerarsi eccezionale e va pertanto inteso quale tecnica da emergenza da utilizzare in tutte quelle circostanze nelle quali non vi sia altra possibilità più agevole per il compimento con successo della missione di soccorso."

    L'autorità considera accettabili, per le missioni HEMS, i rischi connessi a operazioni di imbarco e sbarco con il verricello e dall'hovering, purchè tali operazioni non avvengano in terreno impervio (forre, dirupi, ...).
    Nel caso di terreno impervio o ostile la norma prevede la presenza del tecnico di elisoccorso (TE), a tutela della sicurezza del personale sanitario una volta che questo è sbarcato.

    Riguardo alla tecnica della corda fissa o baricentrica. è ovvio che tale procedura richieda un addestramento specifico. Addestramento che deve essere particolarmente accurato e frequente per quei piloti che fossero abilitati a operazioni di tipo "long line". Non esiste una definizione specifica di "long line, ma è comunemente accettato come parametro di riferimento quello di 60 metri di corda.

    Riguardo alla ventilata possibilità di prolungare il verricello con spezzoni di corda fissa, tale tecnica non è approvata in nessuna sede e quindi non è utilizzabile in operazioni di soccorso (con carico umano).
    A mio parere dubito che tale tecnica sarà mai inserita fra le tecniche standard dell'operatore per il semplice fatto che essa, più che mettere insieme i punti di forza delle due tecniche, del verricello e della corda fissa, unisce e amplifica i rispettivi punti deboli, aumentandone la complessità e rendendo di fatto questa tecnica ibrida estremamente pericolosa.

  5. #4

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.673
    Citazione Originariamente Scritto da Grasso_Malghese Visualizza Messaggio
    L'autorità considera accettabili, per le missioni HEMS, i rischi connessi a operazioni di imbarco e sbarco con il verricello e dall'hovering, purchè tali operazioni non avvengano in terreno impervio (forre, dirupi, ...).
    Non ho capito questo passaggio... cioè, l'ho capito, ma da quel che vedo la normalità (almeno dalle mie parti) è proprio che sia l'elicottero ad essere inviato per recuperi in territorio ostile/impervio...e, in questi territori, non atterra di sicuro...

    Cioè, ok che sono "accettabili" secondo l'autorità...ma a me pare che sia la norma, la consuetudine...

  6. #5
    @Grasso_Malghese:
    curiosità: nelle operazioni al verricello, l'estensione è una variabile importante, condiziona l'assetto da tenere in hovering?
    Ovvero: cambia qualcosa, nel pilotaggio, se il verricello è esteso 10 metri o 30? Non so... un incremento del rollio.. più estensione da piu' resistenza aerodinamica.. boh... (non mi rispondere "che ci vuole di più ad avvolgere")
    http://www.soccorritori.it/image.php?type=sigpic&userid=1479&dateline=1366727  989

  7. #6
    @Cat
    In territorio ostile o impervio, la missione non è classificata come HEMS puro, ma diventa SAR.
    Se l'evento sanitario dal quale origina la missione è, per esempio, in un maso, magari circondato da un bosco, ma raggiungibile da una strada, allora quello non è certamente terreno ostile nè impervio, quindi si può verricellare il medico e l'infermiere anche in assenza del TE e la missione è prettamente HEMS; allo stesso modo si può fare lo sbarco dall'hovering su un prato la cui pendenza non consenta l'atterraggio, ma che all'occorrenza è raggiungibile da mezzi terrestri. In tale contesto però non è ammesso l'uso del gancio baricentrico.

    Ostile è un ambiente nel quale il personale non può essere adeguatamente protetto dagli elementi, non raggiungibile da altri mezzi di soccorso e dal quale l'equipaggio di soccorso non è in grado di completare autonomamente la missione (per esempio nel caso in cui una variazione del meteo dovesse impedire l'impiego dell'elicottero.
    Impervio è un terreno sul quale è necessario l'utilizzo di tecniche e materiali propri del Soccorso Alpino, sia per la progressione, sia per l'assicurazione e la protezione dei soccorritori.

    Laddove sono presenti questi elementi allora la missione assume connotati SAR, con regole d'ingaggio leggermente differenti e un po' più permissive rispetto a quelle specifiche per l'HEMS

    @MaggioreFantasma
    Durante le operazioni con il verricello la velocità dell'elicottero è limitata, quindi l'estensione del cavo non rappresenta un fattore sensibile sui comandi di volo. Quello che si avverte è il diverso peso che può essere attaccato; siccome il carico non è baricentrico, appendere 100 kg (1 persona equipaggiata) o 270 kg (il limite degli attuali verricelli) fa una certa differenza che è percepita dal pilota.
    Altri elementi sono: il vento laterale e, per gli elicotteri con verricello brandeggiabile (linea BK), l'estensione del braccio del verricello.
    Ultima modifica di Grasso_Malghese; 26-02-2014 alle 20:41

  8. #7

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.673
    Ah, perfetto, capito. Ora torna tutto, grazie mille della spiegazione.

  9. #8
    Citazione Originariamente Scritto da Giosuè Visualizza Messaggio
    Non ho capito questo passaggio... cioè, l'ho capito, ma da quel che vedo la normalità (almeno dalle mie parti) è proprio che sia l'elicottero ad essere inviato per recuperi in territorio ostile/impervio...e, in questi territori, non atterra di sicuro...

    Cioè, ok che sono "accettabili" secondo l'autorità...ma a me pare che sia la norma, la consuetudine...
    Avevo specificato: "per missioni HEMS"...

    Nelle missioni HEMS non è prevista la presenza a bordo del Tecnico di Elisoccorso (TE), vale a dire dell'esperto di soccorso in ambiente impervio o ostile.

    Se l'ambiente è impervio o ostile, allora la missione non è più HEMS, ma assume connotati SAR e cambiano le regole del gioco.
    I servizi di elisoccorso in Italia sono in maggioranza di tipo integrato HEMS/HSAR e, pertanto, sono in grado di operare indifferentemente in ogni ambiente.
    Ultima modifica di Grasso_Malghese; 31-01-2015 alle 10:39

  10. #9
    Come ci si cala l'equipaggio dal verricello senza tecnico? Chi comanda/controlla il verricello?

  11. #10
    Il TE è il Soccorritore Alpino, quello che per i VVF è il SAF.
    L'operatore al verricello è un'altra figura che è presente su ogni elicottero dotato di verricello.

    Le operazioni HEMS puro (evento prettamente sanitario) possono richiedere lo sbarco col verricello anche se il luogo dell'evento non è impervio o ostile (per esempio contadino infartuato in una piantagione di meli). In tal caso il personale sanitario può essere sbarcato col verricello in maniera del tutto autonoma, essendo qualificato a farlo.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •