Giomedia.it
CivilProtect2018
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 269 di 303 PrimaPrima ... 169219259267268269270271279 ... UltimaUltima
Risultati da 2.681 a 2.690 di 3025

Discussione: Ufficiale: il coordinamento del soccorso in ambienti impervi è a capo del CNVVF

  1. #2681
    Citazione Originariamente Scritto da Lucadrago54 Visualizza Messaggio
    Infatti per me il SAF dovrebbe cambiar del tutto nome [...]
    Esattamente. Purtroppo la teoria corretta della tue idea va all'opposto della pratica nella comunicazione quotidiana dei pompieri.

    Quello che non è quotidiano sono gli interventi fuori standard come quello di mondovì o della pulizia del muro, sui quali neanche ci provo ad entrare nel merito della 81/08 o altro.
    Tanto sono talmente sporadici che non fanno testo. Sono dell'idea anch'io che per il soccorso alpino è meglio non farli, lasciandoli alle ditte specializzate. Ma almeno il soccorso alpino non si vende quotidianamente sulla pubblicità come operatore lavori in altezza. O mi sbaglio? Il post su facebook non ha mica decretato che il soccorso alpino è l'ente di riferimento per questo tipo di interventi.
    Mi pare una bella differenza.

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti
     

  3. #2682
    Citazione Originariamente Scritto da soccorritorealpino Visualizza Messaggio
    se l'intervento è di soccorso o di protezione civile, o semplicemente se me lo richiede un ente con carattere di urgenza, si va. dopo eventualmente si appureranno la pertinenza ecc. ecc.; in un caso come quello del piemonte invece, (senza urgenza quindi) alla chiamata sarebbe da dire "no grazie", senza troppi giri di parole.

    per quanto riguarda la legge 81 alcune norme sono in deroga per il cnsas. tant'è vero che a livello di discensori, bloccanti ecc. il soccorso alpino può ancora affidarsi ai nodi e materiale alpinistico, mentre i vigili del fuoco sono obbligati ad usare materiale da lavoro. magari adesso cambierà qualcosa vista il nascere del loro nuovo asset, esteso al lavoro del soccorso in montagna
    Per nuovo asset cosa intendi? Avevo letto tempo addietro nella rivista del cnsas delle deroghe ai dpi, l'autore (mi pare un responsabile dello studio materiali del CAI) non è entrato nel merito specificando che un'apposita trattazione dell'argomento avrebbe necessitato una pubblicazione a sé

    Edit: una domanda, e qui mi affido al vostro giudizio, fermo restando che la 81/08 disciplina lavori in quota ma non alpinistici (e per alpinistici intendo anche speleologici e torrentistici(???) Visto che ai sensi delle normative della sicurezza sono così riconosciuti ), è possibile applicarla comunque in ambiente impervio, alpino, ipogeo e forra? O comunque il cnsas ha mai pensato ad un adeguamento?

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di Lucadrago54; 20-04-2018 alle 13:08
    We say goodbye, but never let go
    We live, we die, 'cuz you can't save every soul
    Gotta take every chance to, show that you're the kinda man who;
    Will never look back, never look down,
    And never let go

  4. #2683
    Sia il CAI che il soccorso alpino hanno le loro scuole previste per legge (6/89 e 74/01). Sono questi i soggetti che producono tutti i riferimenti, dai manuali alle procedure, le linee guida, attrezzature idonee, ecc., riferimenti che di conseguenza diventano validi a tutti gli effetti, anche giuridici.
    La 81/08 non ha niente a che vedere.

    Il soccorso in casi particolari opera in regime di 81/08 per standardizzare procedure e attrezzature quando sono condivise con altri soggetti. Tipico caso evacuazione impianti a fune, dove il soccorso alpino ha definito degli standard ritenuti idonei tanto per i soccorritori quanto per i responsabili della sicurezza degli impianti.
    Anche certe dotazioni personali (imbracature, caschi) cominciano ad essere trattati come dpi (omologazioni, scadenze, ecc.)

  5. #2684

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.663
    Si Stravecchio, quando fai qualcosa che rientra tra i tuoi compiti d’istituto. Se ne esci devi rispettare le leggi che son presenti per quello che ti appresti a fare.

  6. #2685
    Se io mi presto a aiutare un amico a pulire un muro utilizzando materiale alpinistico personale e mi rompo la schiena cadendo, quali sono le conseguenze per l'amico?

  7. #2686
    In teoria rischia poco e nulla.
    A patto sempre che non ci sia un compenso dietro.
    Kansas sign: Asystole. Cuz it's flat, like Kansas

  8. #2687
    @Giosuè: non è tutto o bianco o nero. Non sappiamo se quello fosse un cantiere, perimetrato, segnalato, con una direzione lavori, la dia, l'rspp, il dvr, ecc. o se è stata inquadrata come una esercitazione su strutture artificiali (caso raro ma non impossibile).
    Quindi quale legge vuoi applicare?

    Ogni tanto ci sono anche delle zone grigie.
    (Fermo restando che, se possibile, certe cose è meglio non farle e se proprio non ci si può rifiutare, cercare almeno di non farci pubblicità, imho).

  9. #2688
    150 sfumature di grigio... D:

  10. #2689
    Citazione Originariamente Scritto da Stravecchio De Vecchionis Visualizza Messaggio
    @Giosuè: non è tutto o bianco o nero. Non sappiamo se quello fosse un cantiere, perimetrato, segnalato, con una direzione lavori, la dia, l'rspp, il dvr, ecc. o se è stata inquadrata come una esercitazione su strutture artificiali (caso raro ma non impossibile).
    Quindi quale legge vuoi applicare?

    Ogni tanto ci sono anche delle zone grigie.
    (Fermo restando che, se possibile, certe cose è meglio non farle e se proprio non ci si può rifiutare, cercare almeno di non farci pubblicità, imho).
    Se così fosse dovremmo assumere che i vigili del fuoco possano muoversi in ambiente impervio e rurale, d'altronde l'IRATA sostiene che le tecniche di accesso in quota possano essere usate in una moltitudine si scenari, ivi inclusi gli ambienti naturali (scogliere, pendii ripidi et simila) per esempio chi monta le reti di contenimento per le frane si muove in ambiente naturale con tecniche da lavori in quota.

    Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
    We say goodbye, but never let go
    We live, we die, 'cuz you can't save every soul
    Gotta take every chance to, show that you're the kinda man who;
    Will never look back, never look down,
    And never let go

  11. #2690
    No Luca, non funziona così.

    Quelle che citi tu sono genericamente definibili come tecniche di posizionamento sul luogo di lavoro. E per i pompieri vanno bene finchè stanno su strutture artificiali o al massimo per qualche decina di metri di scarpata stradale, ancorandosi all'autobotte.
    Finchè le usano lì non c'è problema.

    Per fare soccorso in ambiente impervio ci vogliono la conoscenza dell'ambiente e tecniche di progressione. Quelle di posizionamento non bastano. Non parliamo poi dell'ambiente ostile, che è ancora peggio.

    Il fallimento del progetto saf sta proprio in questo: non aver compreso dove finisce un mondo e dove ne comincia un altro.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •