Giomedia.it
REAS
Progetto Emergenza
emergency live
Formazione EMO
Bollanti

vuoi qua la tua pubblicità?
Pagina 229 di 241 PrimaPrima ... 129179219227228229230231239 ... UltimaUltima
Risultati da 2.281 a 2.290 di 2405

Discussione: Ufficiale: il coordinamento del soccorso in ambienti impervi è a capo del CNVVF

  1. #2281
    Citazione Originariamente Scritto da Lucadrago54 Visualizza Messaggio
    Dirò una banalità che già tempo addietro volevo scrivere: ma il soccorso tecnico inizia laddove l'infortunato/paziente che dir si voglia non è da subito accessibile al soccorso sanitario e dette circostanze possono manifestarsi sia in ambiente impervio che urbano e aggiungerei marittimo (lacustre o fluviale). A chi tempo fa diceva "Quindi ciò che non è sanitario è tecnico?" risponderei proprio di sì, anche se a dirla tutta ormai esistono figure ibride come i sanitari che lavorano nel tecnico, e qui mad doctor penso possa confermare che le squadre SORT scozzesi e HART inglesi ne siano una prova più che tangibile.
    Faccio una domanda che spero non venga interpretata come provocazione: Andando alla festa del fuoco a Recco ho notato un mezzo del soccorso alpino messo a presidiare un punto della città, sul cofano era ben visibile la frase "soccorso sanitario in ambiente ostile". La cosa, lo ammetto, mi ha un pò indispettito perchè ciò è vero fin tanto che nel mezzo ci sia un sanitario, ma è sempre così? Perchè a parer mio un OSA, TESA, piuttosto che un TE vanno considerati alla stregua di un vigile del fuoco salvo non siano in possesso di una laurea in scienze mediche o infermieristiche. Che poi dispongano di certificazioni di primo soccorso, BLS-D, PTC o equivalenti (ITLS, TFR) e/o ulteriori, parliamo comunque di conoscenze accessibili a qualsivoglia first responder, anche agenti di pubblica sicurezza.

    penso che a quella festa a recco cui ti riferisci il cnsas ci sia stato o perchè "invitato" a presenziare oppure perchè in un evento di grosse dimensioni gli organizzatori si siano voluti parare il didietro in caso di problemi, dicendo che avevano previsto ogni scenario; non conosco recco ma se è come il resto della costa di levante immagino sentieri a picco sul mare ecc....
    poi tutto il resto che dice lucadrago è vero, in un evento del genere il cnsas ha poco da dire e da dare, se non come detto prima una funzione di rappresentanza "istituzionale". per il resto, se mi chiamassero a fare servizio sanitario in città ad un maxi evento, personalmente direi di si, ma lo farei con la filosofia del "meglio cinque persone in più che 5 in meno" e mi metterei a disposizione del coordinamento

  2. # ADS
    Spot
    Data Registrazione
    da sempre
    Messaggi
    Molti


     

  3. #2282
    Citazione Originariamente Scritto da soccorritorealpino Visualizza Messaggio
    penso che a quella festa a recco cui ti riferisci il cnsas ci sia stato o perchè "invitato" a presenziare oppure perchè in un evento di grosse dimensioni gli organizzatori si siano voluti parare il didietro in caso di problemi, dicendo che avevano previsto ogni scenario; non conosco recco ma se è come il resto della costa di levante immagino sentieri a picco sul mare ecc....
    poi tutto il resto che dice lucadrago è vero, in un evento del genere il cnsas ha poco da dire e da dare, se non come detto prima una funzione di rappresentanza "istituzionale". per il resto, se mi chiamassero a fare servizio sanitario in città ad un maxi evento, personalmente direi di si, ma lo farei con la filosofia del "meglio cinque persone in più che 5 in meno" e mi metterei a disposizione del coordinamento
    Molto probabilmente avranno contattato tutti quelli che "hanno una divisa" e che potessero aiutare a gestire eventuali situazioni. Avrebbero chiamato anche l'associazione catechisti se fosse stata disponibile
    Soccorritore Volontario
    La stima che un ente riceve è pari alla peggiore immagine che riesce a trasmettere

  4. #2283
    Citazione Originariamente Scritto da skiermas Visualizza Messaggio
    Molto probabilmente avranno contattato tutti quelli che "hanno una divisa" e che potessero aiutare a gestire eventuali situazioni. Avrebbero chiamato anche l'associazione catechisti se fosse stata disponibile
    penso assolutamente di si. ma non solo per avere un servizio gratis, penso soprattutto come "cortesia istituzionale" .... politica insomma. cmq io una volta mi son fatto anni fa oltre 200 km per mettere dei sacchi di sabbia in riva al Po in piena. competenza del cnsas? ovvio che no, ma se serve ci si da' da fare (ovviamente eseguendo ciò che ci viene detto senza mettere becco), per cui i casi limite o fuori dalla mission esistono, ovviamente bisogna contestualizzarli

  5. #2284

  6. #2285

  7. #2286

    OLTRE 3000 MESSAGGI

    L'avatar di Giosuè
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Lago di Como
    Messaggi
    5.461
    Per fortuna la differenza di serietà tra il CNVF e il sindacato ogni tanto è ben tangibile..

  8. #2287
    Citazione Originariamente Scritto da soccorritorealpino Visualizza Messaggio
    http://www.conapo.it/new/dal-territo...ti-di-soccorso

    ...io sarò anche di parte, ma tutto ciò mi sembra delirio puro
    Visto che c’erano dei feriti il soccorso e’ gestito dal 118 e lo gestisce come vuole e con chi vuole. Qui più di coordinamento mi sembra che i VVFF vogliono essere prime donne e essere gli unici a poter fare certi interventi..
    Ultima modifica di mad doctor; 22-11-2017 alle 15:53

  9. #2288
    non si racconta nulla di nuovo, serve una miglior definizione dei soccorsi speciali da parte del CNVVF e lo stabilimento di confini, ormai le attività tipo SAF sono diffuse in tutta europa, certo una cosa è dire "soccorso speciale", del tipo SAR, USAR, soccorsi in altezza etc, un altra montagna, caverna, forra... il conapo tutti i torti però non li ha, uno dei vertici dei VVF è un dipartimento intero (Dipartimento dei vvf, soccorso pubblico e difesa civile) sarebbe bello se detto istituto tagliasse due parti dal suo nome, al pari del dipartimento di pubblica sicurezza cui fanno capo non solo la polizia di stato, ma anche carabinieri e gdf con le ATPI... se esistesse un dipartimento di pubblico soccorso cui dovrebbero fare capo tutte le parti tirate in causa quando si parla di soccorso, penso che buona parte dei problemi in tema di giurisdizione e coordinamento verrebbero risolti!
    We say goodbye, but never let go
    We live, we die, 'cuz you can't save every soul
    Gotta take every chance to, show that you're the kinda man who;
    Will never look back, never look down,
    And never let go

  10. #2289

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.618
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da mad doctor Visualizza Messaggio
    Visto che c’erano dei feriti il soccorso e’ gestito dal 118 e lo gestisce come vuole e con chi vuole. Qui più di coordinamento mi sembra che i VVFF vogliono essere prime donne e essere gli unici a poter fare certi interventi..
    Pura cialtroneria. Esistono leggi , regolamenti e procedure . Uno non fa come gli pare. Anche se abbiamo capito che questo a qualcuno brucia tantissimo .

  11. #2290

    OLTRE 3000 MESSAGGI
    L'avatar di montag140465
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    provincia Milano est ( ma Genova rimane nel cuore e nell'anima )
    Messaggi
    4.618
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Lucadrago54 Visualizza Messaggio
    non si racconta nulla di nuovo, serve una miglior definizione dei soccorsi speciali da parte del CNVVF e lo stabilimento di confini, ormai le attività tipo SAF sono diffuse in tutta europa, certo una cosa è dire "soccorso speciale", del tipo SAR, USAR, soccorsi in altezza etc, un altra montagna, caverna, forra... il conapo tutti i torti però non li ha, uno dei vertici dei VVF è un dipartimento intero (Dipartimento dei vvf, soccorso pubblico e difesa civile) sarebbe bello se detto istituto tagliasse due parti dal suo nome, al pari del dipartimento di pubblica sicurezza cui fanno capo non solo la polizia di stato, ma anche carabinieri e gdf con le ATPI... se esistesse un dipartimento di pubblico soccorso cui dovrebbero fare capo tutte le parti tirate in causa quando si parla di soccorso, penso che buona parte dei problemi in tema di giurisdizione e coordinamento verrebbero risolti!
    Il dipartimento vvf è infatti erroneamente rappresentato nell' immaginario collettivo come un solo dipartimento di pompieri . È invece oggi una amministrazione che ha al suo interno molte anime esterne al Cnvf . E questa è proprio l' intenzione ovvero costituire al pari del dipartimento della pubblica sicurezza , un dipartimento che si occupi di pubblico soccorso , anche attraverso la partecipazione di realtà istituzionali esterne al cnvf

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •